Salute & Alimentazione

LIBERARSI DALLA RINITE, DALL’INSONNIA E DALLE ALLERGIE

LETTERA

RINITE CRONICA ED OPERAZIONE AI TURBINATI

Buonasera dottor Valdo Vaccaro, ho trovato poco fa casualmente il suo nome in facebook, cercando rimedi per la rinite e ho letto qualcosa sui consigli di alimentazione vegana. Mi trovo a scriverle perchè soffro di rinite cronica da 5 anni. Circa 3 anni fa mi hanno operata ai turbinati, gonfissimi, dopo un uso di viks sinex spray all’aloe per un anno mezzo circa, a seguito dell’operazione, mi son trovata al punto di partenza dopo soli due anni.

IPER-SENSIBILITÀ ALLA POLVERE E AGLI SBALZI DI TEMPERATURA

Sono molto allergica alla polvere e patisco gli sbalzi di temperatura, anche minimi per cui basta un niente per farmi riammalare. Ora è un anno che non respiro senza l’uso del viks sinex spray giorno e notte. Oggi, essendo l’aria particolarmente fredda, mi si è chiuso talmente il naso che anche lo spray non fa alcun effetto. Il naso gocciola in modo impressionante. Da circa 12 ore mi soffio il naso in continuazione ed è rosso fuoco.

LA PROSPETTIVA DI UN ALTRO INTERVENTO CHIRURGICO È DEPRIMENTE

Mi sento abbattuta e depressa. Prenotare un’altra operazione con un’anestesia totale mi demoralizza anche perché, dopo poco tempo, so che mi ritroverei di nuovo nella stessa situazione. Ora mi appresto a passare con terrore una notte insonne a bocca aperta, perché non potrò dormire senza respirare e sono inquieta. Stasera, dalla disperazione ho mangiato carote e sedano. Ho evitato la bistecca sperando che il mio naso ne possa trarre giovamento immediato.

SOFFOCO NEL MUCO E NELL’ANGOSCIA

So che posso sembrare assurda ma, quando uno sta male e si sente oppresso da soffocare. Spero mi possa illuminare su un’alimentazione corretta o altri rimedi erboristici, magari con effetti immediati, così da poter uscire da questa situazione che mi dà ansia e angoscia. La ringrazio per avermi letta con pazienza e mi scuso per l’ora. In qualsiasi caso mi trova qui o su facebook (https://www.facebook.com/sara.marzella)
Sara

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE MEDICA DI RINITE ALLERGICA

Ciao Sara. La rinite cronica, definita dai medici comunemente rinite-cronica-allergica è un processo infiammatorio a carico della mucosa nasale dovuto a reazione allergica nei confronti di sostanze allergiche a cui il soggetto è sensibilizzato. La reazione infiammatoria è caratterizzata da edema della mucosa con ipersecrezione delle ghiandole mucipare. Il maggior responsabile dell’edema è considerata l’istamina perché ha una forte attività vasodilatatrice a livello capillare. La mucosa nasale risulta tumefatta e ricoperta da secrezione mucopurulenta. Questa affezione insorge con malessere, cefalea, lacrimazione, secchezza e prurito rinofaringeo, ostruzione nasale, starnuti e tosse. L’infiammazione delle fosse nasali può propagarsi alla cavità faringea o alle cavità dei seni frontali, dove può cronicizzarsi e provocare cefalea frontale persistente.

RINITE PERENNE E RINITE STAGIONALE INTERMITTENTE

La rinite allergica può essere perenne se dura per tutto l’anno o intermittente (stagionale) se compare solo in alcuni periodi, generalmente in primavera e in autunno. Le sostanze che possono causare la rinite allergica sono i pollini di graminacee, parietarie, composite, tanto che questo tipo di raffreddore viene chiamato comunemente raffreddore da fieno e si manifesta soprattutto in primavera.

ALLERGENI, TERAPIE MEDICHE E IONIZZATORI DELL’ARIA

La rinite stagionale può essere provocata anche dalle spore di alcuni funghi. Altro allergene è rappresentato dal pelo di animali domestici come il gatto quando si ha con l’animale un contatto continuo. La rinite allergica può durare invece tutto se a causarla sono gli acari della polvere, annidati negli ambienti domestici, soprattutto nei materassi, cuscini, tappeti, moquettes, tendaggi. Per la medicina, le terapie più indicate per combattere la rinite allergica sono rappresentate dagli antistaminici per bocca e dai corticosteroidi topici nasali su indicazione del medico specialista allergologo. Viene poi suggerito l’uso di apparecchi ionizzatori in grado di neutralizzare pollini, acari, polveri, spore presenti nell’ambiente in cui si vive o si lavora. Dannoso e inutile il ricorso al bisturi, visto che il problema non sta nel setto nasale ma nell’intestino. La rinite allergica può col protrarsi del tempo, portare a delle complicanze come l’infiammazione cronica dei seni paranasali (sinusiti), la formazione di polipi nasali e l’insorgere dell’asma bronchiale cronica.

DALLA CUROMANIA VIRALE ALLA CUROMANIA ALLERGENICA

Quanto ora detto corrisponde alla versione medica dei fatti. Visto che con la carta virale non cavava un ragno dal buco, la medicina oggi gioca la carta allergenica, con risultati pressoché identici, vale a dire fallimentari. Non guariva il raffreddore ieri e non lo guarisce oggi. È ridicolo parlare di raffreddore da fieno, quando in reale questa malattia non costituisce altro che una crisi eliminatrice fisiologica e normale, provocata dalle forze difensive dell’organismo che si risvegliano con l’arrivo del primo sole e della nuova stagione.

LA SOLA DISCRIMINANTE VALIDA STA NELLA PULIZIA DELL’INTESTINO

Se uno ha mantenuto l’intestino libero da putrefazione intestinali non servono fazzoletti e non servono consigli. Se invece siamo intasati occorre disciplina e rigore nell’alimentazione. Con una alimentazione a base di frutta e verdura si combatte l’insorgenza di ogni malattia, incluso le putrefazione intestinali. Nei casi peggiori è consigliata l’applicazione notturna sul ventre del cataplasma di fango per alcuni giorni. fino a quando non ci si sente meglio (stratagemma utile a ridurre il surriscaldamento intestinale).

INGREDIENTI MIGLIORATIVI E INGREDIENTI RISOLUTIVI

La sinusite è una infiammazione che riguarda la mucosa dei seni frontali e si sviluppa sempre dalle fermentazioni malsane dell’apparato digerente per costante febbre gastrointestinale. Nulla serve accanirsi contro ipotetiche cause nasali quando il problema vero sta nell’addome surriscaldato. Grandi amici del raffreddore sono le spremute d’arancia al risveglio, i centrifugati di carote, sedano ananas, con pizzico di zenzero e peperoncino, a metà mattina, e l’insalata cruda di cavolo e cipolla nel piatto d’esordio a pranzo.

FATTORI SCATENANTI E FATTORI PEGGIORATIVI

I nemici giurati sono i farmaci, gli spray, le bistecche, le brodaglie, le proteine animali, gli zuccheri raffinati, i cibi-spazzatura, la carenza cronica di acqua biologica. L’espulsione di muco non va demonizzata o contrastata, ma al contrario va vista come un fatto prezioso e positivo. Più muco fuoriesce meglio è. Trattasi di un processo di yanghizzazione in termini macrobiotici, ovvero di una liberazione dalla acidità accumulata nell’organismo. Il ricambio idrico, l’esercizio fisico, gli esercizi di respirazione diaframmatico-addominale stile yoga a ritmo 1-4-2, l’essudazione e l’esposizione del corpo al sole hanno valore fondamentale.

TESINE DA LEGGERE

– La rinite cronica e il comune raffreddore, del 4/10/10
– Rinite cronica e ipertrofia dei turbinati, del 24/5/11
– Rinite vasomotoria e naso chiuso per tutto l’anno, del 10/3/12
– Rinite ventennale risolta con vegancrudismo e pedali, del 9/8/12
– Rinite, cefalea, freddo e crisi eliminative, del 3/3/12
– Rinite, gastrite e insulinoresistenza, del 16/1/11
– Ritenzioni, intolleranze e riniti, del 19/2/12
– Sinusite, colite e surriscaldamento intestinale, del 12/3/10
– Sinusiti, muco e antibiotici, del 18/3/12
– Vinti sinusite e sovrappeso, rimane la colite e lo schifo pasquale, del 24/4/11
– Allergia alla frutta, ai pollini e ai gatti, del 15/8/11
– Allergie risolte con tanta frutta e niente sangue, dell’1/4/12
– Celiachia, ovvero intolleranza al glutine, del 23/4/12
– False allergie da sangue denso e impregnazioni tossiche, del 24/7/12
– Guarito alla grande da 10 patologie, del 21/10/11
– Istamina, allergie, sangue denso e autoimmunità, del 13/6/11
– Vincere l’ambrosia e le altre allergie, del 24/11/10
– Vittoria su allergie e rettocolite ulcerosa, dell’8/5/11
– Vivere secondo natura, del 9/9/12
– Radicali liberi, stress ossidativo e chiave flavonoica al benessere, dell’11/2/13

  • Cara Sara, avevo i tuoi stessi problemi più numerosi altri, segui le indicazioni di Valdo e vedrai che ne uscirai, i rimedi immediati ed effimeri te li può dare la medicina ufficiale, qui puoi trovare soluzioni graduali ma definitive, devi solo avere pazienza e perseveranza e vedrai che i risultati arriveranno

    • Dopo quanto tempo sono arrivati i risulati? Mesi?

  • Mi dispiace per i tuoi turbinanti che purtroppo hanno già macinato con bisturi.
    Io ho sofferto di rinite per almeno 20 anni, sino a quando sono diventato vegano-tendenzialmente crudista. Da allora la rinite è scomparsa e godo di una felicità immensa andare in bike, anche per tutto l'inverno, senza nessuna protezione davanti alla bocca, respirando la fredda e "pulita" aria delle mie colline.

  • Salve thebigbug ! Seguo Valdo e l'alimentazione vegan-tendenzialmente crudista da circa 8 mesi, ma da qualche giorno mi si è ripresentata la solita allergia stagionale che mi assilla da 25 anni, tra altro con notevole anticipo rispetto al solito. La mia domanda è questa… dopo quanto tempo si riscontrano risultati positivi sulle allergie come la mia ? Sono un po' scoraggiata. GRAZIE

  • Ciao a tutti, anch'io ogni anno soffro di rinite.sono vegano da 1 anno e mezzo. quest'anno ho pensato di combatterla diversamente, ovvero con digiuno i primi 2 giorni, per poi passare a centrifughe di frutta e verdura.devo dire che nonostante qualche decimo di febbre sono riuscito ugualmente a lavorare e a stare in piedi.oggi è il quarto giorno e mi sento quasi guarito.a differenza degli altri anni che avevo un naso a rubinetto per una settimana intera. credo che proverò a "sfebbrare" il mio intestino con dei bagni derivativi alla zona pelvica. e l'anno prossimo cercherò di anticipare a Marzo facendo una alimentazione rigorosa, attività fisica e altri bagni derivativi. Grazie Valdo. Grazie di esistere!!!

  • Buonpomeriggio a tutti. Mi rifaccio viva per aggiornamento super positivo!! Da circa 3 settimane ho provato ad eliminare completamente dalla mia dieta "Valdiana" i pochi cereali contenenti glutine che ancora consumavo, un po' per non perdere troppo peso, ma soprattutto per golosità e praticità e cioè qualche fetta di pane integrale bio di farina macinata a pietra e con pasta madre, gallette di kamut e qualche rara pasta di farro…. BEH la mia allergia è praticamente sparita nel giro di una settimana!! Ora posso correre nei prati coi miei cagnoni senza conseguenze.. oramai nemmeno gli antistaminici mi facevano effetto. Spero possa essere di aiuto questa mia esperienza.
    Grazie !

  • Ho dimenticato di specificare che ho mantenuto i cereali senza glutine: miglio, riso integrale, mais, quinoa…..e poi tante patate e un poco di legumi due o tre volte a settimana.

  • Salve. Mi chiamo Adriana e da quasi un anno soffro di rinite vasomotoria. È iniziato tutto in un giorno molto freddo dell'anno scorso in cui credevo di essermi presa un brutto raffreddore che però non è più passato… Da allora quotidianamente, di giorno e di notte, ho il naso gocciolante e chiuso (a volte una narice, a volte l'altra e a volte entrambe). Ho provato con degli spray…con aerosol…fiumigi…cortisone…antibiotico…ecc ecc…niente! Non trovo soluzioni. Ad una recente visita ottorinolaringoiatra, il medico mi ha traumatizzata dicendomi che dovrò imparare a conviverci perché si tratta di una rinite vasomotoria cronica e non risolvibile…. Ho pensato quindi di tentate con i massaggi bowen e con il ribes nigrum… C'è altro che posso fare secondo Lei? Grazie x l'aiuto!
    Adriana

    • Chiara Ciccarelli

      ciao, ho visto che questo tuo commento risale ad un anno fa. Sono nella tua stessa situazione o quasi, rinite cronica vasomotoria non allergica. Hai risolto qualcosa? sei migliorata? spero che leggerai questa mia domanda e potrai rispondermi.

  • Salve. Mi chiamo Adriana e da quasi un anno soffro di rinite vasomotoria. È iniziato tutto in un giorno molto freddo dell'anno scorso in cui credevo di essermi presa un brutto raffreddore che però non è più passato… Da allora quotidianamente, di giorno e di notte, ho il naso gocciolante e chiuso (a volte una narice, a volte l'altra e a volte entrambe). Ho provato con degli spray…con aerosol…fiumigi…cortisone…antibiotico…ecc ecc…niente! Non trovo soluzioni. Ad una recente visita ottorinolaringoiatra, il medico mi ha traumatizzata dicendomi che dovrò imparare a conviverci perché si tratta di una rinite vasomotoria cronica e non risolvibile…. Ho pensato quindi di tentate con i massaggi bowen e con il ribes nigrum… C'è altro che posso fare secondo Lei? Grazie x l'aiuto!
    Adriana

  • Salve. Mi chiamo Adriana e da quasi un anno soffro di rinite vasomotoria. È iniziato tutto in un giorno molto freddo dell'anno scorso in cui credevo di essermi presa un brutto raffreddore che però non è più passato… Da allora quotidianamente, di giorno e di notte, ho il naso gocciolante e chiuso (a volte una narice, a volte l'altra e a volte entrambe). Ho provato con degli spray…con aerosol…fiumigi…cortisone…antibiotico…ecc ecc…niente! Non trovo soluzioni. Ad una recente visita ottorinolaringoiatra, il medico mi ha traumatizzata dicendomi che dovrò imparare a conviverci perché si tratta di una rinite vasomotoria cronica e non risolvibile…. Ho pensato quindi di tentate con i massaggi bowen e con il ribes nigrum… C'è altro che posso fare secondo Lei? Grazie x l'aiuto!
    Adriana

  • Buongiorno da quasi 1 anno ho cominciato a seguire la dieta Lemme iper proteica con la quale ho perso circa 20kg… non so se sia un caso o meno ma dopo 3 mesi di dieta ho cominciato ad avere una rinite forte e continua… varie cure non hanno risolto il mio problema… Potete aiutarmi ?