LORENZIN MANOVRATA DALL’ALTO E INVITATA A DIMETTERSI

Pubblicato il Pubblicato in Politica, Economia, Multinazionali, Scie Chimiche, Nuovo Ordine Mondiale e Strategie di Dominio, Valdo Vaccaro, l'Igiene Naturale e la "Scuola Libera e Indipendente sulle Scienze Nutrizionali e Comportamentali

LETTERA

MESSAGGIO PUBBLICO DI PAMIO INDIRIZZATO AL MINISTRO DELLA SALUTE BEATRICE LORENZIN

Ciao Valdo, ti segnalo questa lettera di Marcello Pamio, indirizzata alla Lorenzin, che credo interpreti il pensiero di molta gente.
https://www.disinformazione.it/Dimissioni_Lorenzin.htm
Elena Fasulo

*****

TESTO LETTERA DI MARCELLO PAMIO (titolo e sottotitoli di VV)

Ministra Lorenzin si dimetta quanto prima. GRAZIE, Marcello Pamio, 16 Maggio 2017.
Potete ingannare tutti per un po’, potete ingannare qualcuno per sempre, ma non potete ingannare tutti per sempre. Abramo Lincoln

SE LE STA A CUORE LA SALUTE DEGLI ITALIANI SI DIMETTA ALL’ISTANTE

Gentile Beatrice Lorenzin, quasi giornalmente i media italiani pubblicano le sue interviste nelle quali si evince che le starebbe a cuore la salute degli italiani, di tutti gli italiani bambini inclusi. Se questo fosse vero allora sarebbe di interesse nazionale se si dimettesse all’istante iniziando a fare la mamma a tempo pieno, così al massimo potrà fare danni pedagogici in famiglia, nella sua famiglia!

LEI È UNA PERSONA MANOVRATA DALL’ALTO MA QUESTO NON LA ESONERA DA GRAVISSIME RESPONSABILITÀ PERSONALI

Sono convinto che il suo comportamento non sia dettato da profonda ignoranza, ma sia l’applicazione di occulte manovre impostole dall’alto, da molto in alto. Anche se ciò fosse vero però non la esonera da responsabilità personali e morali gravissime, di cui prima o poi ne dovrà rispondere.

SI OCCUPASSE DEI DECESSI SCANDALOSI PER CURE ONCOLOGICHE BALORDE, O DELLA CONDIZIONE ALIMENTARE DELL’INFANZIA CON UN MILIONE DI BAMBINI OBESI, MA NIENTE LEI FA

Invece di occuparsi seriamente di cancro e delle centinaia di migliaia di persone che ogni anno muoiono a seguito delle cure ufficiali e nonostante le parole e i numeri confortanti che vengono snocciolati dagli esperti in tv, cosa fa? Niente. Invece di migliorare facendo progredire scientificamente l’oncologia rimasta arenata a teorie assurde di oltre 70 anni fa, cosa fa? Niente. Invece di pensare alla condizione alimentare in Italia, paese che vede circa 1 milione di bambini e ragazzi obesi, il cui destino e futuro sono già segnati, cosa fa? Niente.

SI INDIGNASSE NEI CONFRONTI DELLE CRIMINALITÀ E DELLE CORRUZIONI DILAGANTI TRA MEDICI, PRIMARI OSPEDALIERI, BARONI UNIVERSITARI E DIRIGENTI MINISTERIALI, MA NIENTE LEI FA

Invece di indignarsi pubblicamente nei confronti dei medici assassini, dei criminali in camice bianco che per soldi e cupidigia giocano con il dolore e la vita di milioni di persone, cosa fa? Niente. Invece di aprire indagini interne su primari ospedalieri, baroni universitari e dirigenti del suo stesso Ministero corrotti fino al midollo, cosa fa? Niente.

IL SUO TEMPO È DEDICATO AD ATTACCHI VERGOGNOSI CONTRO LE MEDICINE NON CONVENZIONALI, NONCHÉ ALLE VACCINAZIONI CONTRO LA VOLONTÀ DEI GENITORI INFORMATI

Niente di niente, perché il suo prezioso tempo lo spende per attacchi vergognosi alle medicine non convenzionali, per avvallare squallide censure mediatiche, radiazioni assolutamente ingiustificate a medici onesti e competenti, il tutto ammantato dalla priorità nazionale: rendere obbligatori i vaccini per i bambini! È molto più importante vaccinare contro la volontà dei genitori piuttosto che indagare e arrestare medici delinquenti che ammazzano pazienti ogni giorno per il dio denaro.

L’ARMA DI CARABINIERI E GUARDIA DI FINANZA USATA A FAVORE DELLE LOBBIES FARMACEUTICHE

Non va bene inviare carabinieri e guardia di finanza nelle sedi delle lobbies farmaceutiche, perché l’Arma serve per prelevare i neonati dalle loro calde culle per portarli nelle mani sapienti dei medici vaccinatori che inoculeranno loro dei veleni. Il tutto per il bene degli italiani. Ovvio.

MAI A MEMORIA D’UOMO LA MEDICINA È CADUTA COSÌ IN BASSO

La fantomatica quanto ridicola “immunità di gregge” per malattie esistenti e per epidemie inventate dai media (sars, aviaria, suina, meningite e ora morbillo) è molto più importante che ripulire il sistema dai vermi contenuti nelle mele marce che stanno inquinando e scotendo la fiducia della gente nel sistema sanitario italiano. Mai a memoria d’uomo la medicina ha toccato un punto così basso, e lei come Ministro ne ha piena responsabilità.

IL PARADISMA MEDICO STA FINALMENTE SALTANDO ED È PER QUESTO CHE VI SIETE INCATTIVITI ATTACCANDO ALLA RINFUSA

Anche se la Verità è figlia del tempo non staremo seduti sulla sponda del fiume ad attendere il passaggio del cadavere suo e quello di medici e dirigenti ministeriali corrotti e collusi, perché le coscienze delle persone si stanno svegliando dal letargo cerebrale. Il paradigma sta saltando e ne siete assolutamente consapevoli, e questo è il motivo per cui avete pigiato la leva dell’acceleratore attaccando tutto e tutti.

LA GENTE PRETENDE LIBERTÀ DI SCELTA E NON PIÙ COLLUSIONI ED IMBROGLI

Ma non ce la farete perché sempre più organizzazioni spontanee, movimenti, comitati, associazioni si stanno formando in Italia, riunendo milioni di persone, per manifestare il diritto sacrosanto della Libertà di scelta e di cura. Basta con la corruzione e la cupidigia. Basta con una medicina controllata, diretta e gestita dalle lobbies farmaceutiche in combutta con medici, dirigenti e baroni universitari corrotti e privi di coscienza.

PREPARI IN FRETTA LE VALIGIE SE LE RIMANE UN BRICIOLO DI DIGNITÀ

Detto questo accetti un consiglio: prepari in fretta le valigie sgomberando il Ministero perché di danni ne ha fatti a sufficienza. Con nessuna stima.

Marcello Pamio

*****

COMMENTO

UNA DENUNCIA PUBBLICA CHIARA E RICCA DI SIGNIFICATO

Ciao Elena e ciao Marcello. Grazie a entrambi ed un caro saluto a entrambi. Questa lettera vorrei averla scritta io. Immagino che sia condivisa pienamente da milioni di italiani consapevoli. Milioni di persone che non accettano di essere manovrate a bacchetta da una mandria di gente iniqua, corrotta ed arrogante, e per giunta difesa scandalosamente dalle leggi dello stato.

HO PIENO DIRITTO DI RIBELLIONE

Essendo poi tuttora persona esemplare per libera scelta, persona dalla fedina penale immacolata, padre di famiglia, rispettato da tutti in paese di residenza, rispettato in patria e nel mondo, con curriculum inattaccabile, con tre lauree derivate da genuino interesse scientifico (che non intendo far pesare a nessuno che sia sprovvisto di titoli ma che uso a solo scopo garantista per non essere messo sotto i piedi da nessun mammalucco e da nessun impostore), con passato di atleta che ha sempre onorato lo sport e la trasparenza sportiva senza mai assumere un caffè, una pillola, un integratore. Essendo cittadino che ha sempre rispettato le leggi e che per giunta si dedica da sempre alla diffusione di cultura salutistica, penso di avere il diritto di ribellarmi a questa cagnara inguardabile che proviene da una Roma dissacrata e sempre più indegna di chiamarsi Città Eterna o Città Caput Mundi.

DA PERSONA INDAGATA, SEQUESTRATA E SOTTOPOSTA A INCREDIBILI PERSECUZIONI E VESSAZIONI HO IL DIRITTO DI FIRMARE LA LETTERA DI MARCELLO PAMIO

Essendo persona indagata in attesa di giudizio, persona sottoposta a sequestro abusivo di ben 19 agende, di computer e di mezzo quintale di documenti, nonché di vasellame antico di proprietà familiare, ed essendo vittima di un attacco brutale, massiccio ed immotivato, firmato da un procuratore della repubblica di Pordenone sulla base di occulte manovre orchestrate dall’alto, implicanti precisi nomi altisonanti di soggetti comprati mediante sotto banchi abnormi sganciati da 2 precise multinazionali del farmaco (nomi e dettagli passati da tempo ai miei legali di fiducia), ho il diritto di aggiungere la mia firma alla lettera indirizzata alla Lorenzin, nonché di farlo sapere alle migliaia di followers che seguono da vicino le mie vicende.

IL BLITZ DELL’AGOSTO 2016 NON È AFFATTO TERMINATO

Essendo persona mite che aborra l’odio e la violenza, che cerca da sempre di minimizzare i danni e l’impatto con l’ambiente, che preferisce la bicicletta all’auto, che ama come hobbies del tempo libero esercitare l’Amore per la Natura facendo da balia a gallinelle e paperotti, e che ha visto l’intera pace ed armonia familiare messa sottosopra da uno sconsiderato blitz di carabinieri del Nas, dal maresciallo carabinieri di Tricesimo, dai carabinieri delle Belle Arti e da un assalto mattiniero a tradimento alla mia abitazione mediante diverse gazzelle in fila targate polizia quasi io fossi un ricercato di Mafia o ‘Ndrangheta, ho diritto di denunciare pubblicamente l’intero stato italiano di comportamento indegno, vergognoso, meschino, immotivato, infantile ed irresponsabile.

OCCORRE ESSERE CIECHI E SCHIZOFRENICI PER ASSALTARE LA MIA ABITAZIONE IN CERCA DI CHISSÀ COSA QUANDO I MIEI LIBRI, LE MIE 100 CONFERENZE E LE MIE 6000 TESINE CONTENGONO APERTAMENTE TUTTO

Essendo persona che ha fatto cento e oltre conferenze in Italia e all’estero, con gente assai spesso beneficiata da semplici istruzioni alimentari e comportamentali, persona che dirige una Libera Università di Scienze Igienistiche con diversi allievi già diplomati e altri che la stanno seguendo con profitto, persona che scrive e che mantiene contatto diretto con la gente del mondo intero con oltre 6000 tesine pubblicate, e persona che moltissimi militi, marescialli ed anche generali dell’Arma paradossalmente conoscono e leggono ed apprezzano in ogni angolo del paese grazie al testo-base Alimentazione Naturale e altri libri circolanti diffusamente da anni nelle questure e nelle caserme, chiedo rispetto, giustizia, restituzione del mal tolto, e sopra ogni cosa restituzione e ripristino della mia integra onorabilità che si è tentato penosamente di calpestare. E lo faccio anche apponendo la mia firma in calce alla lettera dello stimato collega Marcello Pamio.

Valdo Vaccaro

  • argo magma

    Quando il $!$t€ma reagisce, sa giocare solo al massacr.:
    Il pretesto, la giurisprudenza in background, a cui un procuratore s’aggrappa per giustificare il suo dovere di intervenire,
    è ipocritamente quello di proteggere la popolazione !
    Invece così è proprio lui a rovinare la vita degli altri, e lo fa come un sicario altamente specializzato a creare trappole e imboscate.

  • Kenzo Rush

    Tutta la mia vicinanza e STIMA infinita a Valdo e il suo immenso lavoro che mette a disposizione col suo BLOG e profondo disgusto per quanto sta subendo.
    Infinito rispetto al lavoro che Marcello porta avanti da anni

    Il tema oggetto della tesina è attualissimo, da ordine del giorno e, senza confronto e contraddittorio il nostro ministro mette firma
    sul decreto legge che punisce chi non vaccina i figli con MAXI MULTE e rischia di perdere la POTESTA’ GENITORIALE !!??

    Chi genitore come me, segue Valdo, ha letto Shelton, Heret, Costacurta, Lezaeta e molti altri, messo in pratica e ottenuto incredibili (solo x la classe medica) risultati con l’igienismo, e quindi essendo profondamente convinto della nocività dei vaccini, ora è colto da rabbia e indignazione..

    Amici, troviamo una via di uscita… non me la sento di emigrare… facciamoci sentire più che mai, prima che venga convertito in legge !!!!

    Come manifestare il nostro profondo dissenso ?? che fare ??

    Kenzo

  • Kenzo Rush

    >>> Codacons (Carlo Rienzi) & Moige (Antonio Affinita)

    http://notizie.tiscali.it/cronaca/articoli/codacons-mov-genitori-contro-decreto-vaccini-incostituzionale-00001/

    Roma, 19 mag. (askanews) – Dalle associazioni dei genitori e dei consumatori arrivano le prime reazioni, molto critiche, al decreto legge varato oggi dal Consiglio dei Ministri che introduce l’obbligatorietà di 12 vaccinazioni per l’iscrizione a scuola: sia per il Moige (Movimento Italiano Genitori) che per il Codacons il provvedimento è “incostituzionale” e si annunciano ricorsi.Secondo Antonio Affinita, direttore generale del Moige, “La strumentalizzazione del picco epidemiologico del morbillo nel territorio italiano, che risulta essere tra i 10 Paesi al mondo con la mortalità infantile più bassa, per imporre il decreto sulla coercizione vaccinale per le famiglie è inaccettabile ed incostituzionale”.”In decisa controtendenza con i protocolli europei che, sul tema della prevenzione vaccinale, indicano nell’informazione, raccomandazione, garanzie e coinvolgimento di tutti gli attori, i punti centrali di una politica efficace e concreta. Incostituzionale un decreto che, per rispondere ad un picco epidemiologico sul morbillo, inserisce l’obbligo per altri vaccini che non hanno un quadro epidemiologico di necessità ed urgenza, proprio del decreto. Tutto questo avviene in aperto contrasto con i consolidati orientamenti provenienti dalle esperienze europee, dove l’obbligo risulta quasi ovunque assente, e dagli organismi sanitari europei, che non suggeriscono l’obbligo vaccinale bensì politiche volte all’informazione, raccomandazione, coinvolgimento, garanzie ed efficienza della rete vaccinale”, conclude Affinita.
    Anche per il Codacons il decreto “palesemente incostituzionale e, pertanto, verrà impugnato dall’associazione al fine di ottenerne l’annullamento presso la Consulta. La decisione del Governo, oltre a rappresentare un regalo alla lobby dei farmaci grazie all’estensione dei vaccini obbligatori, presenta diversi profili problematici – spiega il presidente Carlo Rienzi – La trasformazione delle vaccinazioni facoltative in obbligatorie costringerà a sottoporre i bambini ad una dose massiccia di vaccini, senza alcuna possibilità di una diagnostica prevaccinale, con conseguente incremento delle reazioni avverse che secondo l’Aifa solo nel 2013, per l’esavalente, sono state ben 1.343, di cui 141 gravi”.”Ai rischi connessi ai trattamenti sanitari coattivi si aggiunge anche un pesante conflitto col diritto all’istruzione, oltre alla crescita abnorme dei costi per il SSN derivante dalle decisioni del Governo – prosegue Rienzi – Resta poi l’impossibilità di ricorrere ai vaccini in forma singola e l’indisponibilità sul mercato dell’antidifterico se non abbinato ad altri vaccini. Per tali motivi ricorreremo contro il decreto del CdM per portarlo alla Corte Costituzionale e, se necessario, anche alle Corti di giustizia europee”.

    19 maggio 2017