Salute & Alimentazione

LE SOVRACRESCITE NELLA VISUALE IGIENISTICA

(Conferenza di Imola, 2 Luglio 2017)

UN AMPIO SALUTO È D’OBBLIGO

Buongiorno amici italiani e stranieri. Buongiorno cittadini tartassati e spoetizzati. Un invito a tenere duro. Buongiorno  anche agli immigrati autentici e in drammatica sofferenza, augurando che la buona sorte li assista dato che ne hanno veramente necessità. Buongiorno amici del mondo intero. E Buongiorno a voi qui presenti di persona. Buongiorno agli ospiti e agli studenti del corso Master.  buongiorno a chi ci segue da lontano. Buongiorno anche a chi non ha ancora capito chi siamo e cosa facciamo, o a chi parla un linguaggio diverso dal nostro. Quando ci conoscerà meglio finirà per cambiare opinione.

L’ULTIMO PENSIERO, QUELLO PIÙ NOBILE E GENUINO, È DEDICATO A VOI TUTTI

Buongiorno e un grazie speciale anche a chi si ricorda di cliccare il tasto “Supporta Valdo Vaccaro”, come Salvo da Palermo che ha inviato 10 euro di incoraggiamento, e come Giuseppe da Firenze che ieri, alla sua generosità 100 volte più alta, ha aggiunto come battuta di buon auspicio: “Per continuare a remare vigorosamente, senza cedimenti”, ottima davvero. Sono grato a tutti in ogni caso. Non facciamo sollecitazioni e tantomeno questue, pur se gli stessi Soros, Clinton e Bill Gates  le fanno in continuazione e le gestiscono mediante fondi esentasse, senza nemmeno arrossire. Questo mio è un saluto importante che travalica pareti e muri della sala Tosa all’Hotel Olimpia di Imola. Perché tanto importante? Per un motivo assai semplice, che si ripete del resto ad ogni nostro pubblico evento. Ed è che noi qui alla HSU cerchiamo di applicare e di fare nostri alcuni principi basilari chiamati Leggi Naturali, cosa che nessuno altro promuove con la nostra coerenza. In particolare cerchiamo di far sì che quanto pensiamo, diciamo, scriviamo, attuiamo, insegniamo e promulghiamo siano l’ultimo pensiero e l’ultima azione della nostra vita, cioè quel pensiero e quell’azione che lasciano il segno, che marcano il meglio di noi stessi nel percorso verso il vero e verso gli obiettivi di reale e universale progresso che ci siamo preposti, incidendo soprattutto nel cuore e nella mente di chi ci segue da vicino e da lontano.

OPERIAMO IN TOTALE LIBERTÀ ED IN ASSOLUTA AUTONOMIA

Noi costiamo sì cari, perché vivere, vestire, mangiare, muoversi, studiare, comunicare, andare contro corrente, è diventato oggigiorno ultra-dispendioso. Ma non speculiamo. Non abbiamo nulla da vendere e non abbiamo nessuno da favorire o da proteggere. Non siamo sorretti da stipendi e pensioni, non siamo sul libro paga di nessuna azienda e di nessun partito. Né tantomeno abbiamo spinte o tendenze al servilismo, all’inchino e alla genuflessione nei riguardi di nessuno che non sia Madre Natura e la sua sovranità su tutte le cose visibili e toccabili, e anche su quelle che non appaiono alle nostre percezioni fisiche.

UNA MOTIVAZIONE SERIA CI DEVE PUR ESSERE

Che senso ha trovarsi qui la domenica mattina buttati giù dal letto, disposti a spendere tempo, danaro e risorse, a passare un’intera giornata sbuffando e faticando. E poi per che cosa? Per parlare di tumore e di cancro, quando siamo attorniati da spiagge magnifiche, di località turistiche, di attrazioni sportive e di altri eventi svaganti, rilassanti e divertenti? C’è evidentemente qualcosa che non quadra. O siete delle persone di  straordinario valore, prossime alla santità ed all’eroismo, oppure siete degli sciocchi, dei curiosi, dei perditempo e degli illusi. Che senso ha prestare ascolto in apertura dei lavori sul tema cancro a un Valdo Vaccaro che non è medico, non è oncologo, non appartiene alla Intellighenzia Sanitaria, che non è mai entrato in un ospedale se non in un paio di emergenze che non contano e che dichiara apertamente di non curare e di non guarire, e che definisce il bisturi, in linea col prof Oliver Wendell-Holmes, il simbolo del fallimento della medicina curativa. Siccome vengo tirato in causa dovrò darvi, se me lo concedete, un alibi ed una giustificazione accettabili alla vostra presenza.

VE LO DICO IO IL MOTIVO, CORREGGETEMI PURE SE SBAGLIO

Voi siete qui perché avete percepito, grazie alle vostre antenne sensibili, che dalle nostre parti non ci sono cure false ed illusorie, non ci sono superstizioni, non ci sono arroganze e presunzioni, non ci sono chiusure, dogmi e verità rivelate, non ci sono imposizioni ideologiche prive di spiegazione e di fondamento. Voi siete qui, necessariamente in numero limitato, ma a rappresentanza di un gran numero di persone attente e qualificate, poco disposte a farsi mettere nel sacco da chi che sia, medico, omeopata, naturopata, nutrizionista, psicoterapeuta o persino igienista. Voi siete qui perché ne avete le palle piene di essere snobbati, raggirati, disinformati, presi in giro da un regime sanitario autoritario e presuntuoso, oltre che da chi lo coccola e lo protegge in modalità buffonesche e teatrali, si tratti di presidenti, premier, ministri, istituzioni, televisione e carta stampata. Voi siete qui perché avete capito che la salute è un conquista dura ma possibile, da attuarsi in proprio e in massima autonomia, in piena responsabilità individuale, ed avete capito che i veri valori non cadono gratuitamente dal cielo e non si comprano in nessun negozio pieno di luci e suoni, ma si raggiungono faticosamente mettendoci corpo, mente ed anima. Voi siete qui perché avete capito che un grammo di buona e corretta educazione salutista vale di più di una tonnellata di cure. Siete qui perché avete inteso che la nostra è la verità filtrata, selezionata, distillata, condivisa dai più grandi spiriti della storia umana.

UNA PICCOLA REFERENZA NEI MIEI RIGUARDI ESISTE

Quanto alle referenze, qualche cosuccia ce l’ho pure io. Prima ancora di uscire con testo-chiave Alimentazione Naturale, avevo pubblicato ancora nel 2008 la mia tesina Zona Tumore Zona Cancro, assai polemica-piccante-documentata contro l’oncologia ufficiale. Fece allora scalpore il fatto che Umberto Veronesi la pubblicasse sul suo sito, commentandola personalmente con un “Questa è una campana che merita seguita e che ascolteremo ancora nei tempi a venire”. L’allora Ministro della Salute Veronesi sarà stato quanto si vuole lodato e criticato duramente a giorni alterni, ma su questo piccolo dettaglio l’ha indovinata, visto che la mia umile campana si fa tuttora sentire.

PASSIAMO PERTANTO AL CANCRO

Ma veniamo finalmente al dunque ed affrontiamo per l’ennesima volta la cosa, il mostro che genera paura e terrore, sempre dal nostro specifico punto di vista, e sempre con qualche inevitabile ripetizione. Le nostre premesse e le nostre teorie non sono dogmatiche ma rimangono inamovibili finché qualcuno non sarà in grado di smentirle e di sbriciolarle, prove alla mano, e buon senso alla mano. Tutti bravissimi a guarire in tanti modi diversi che vanno dal succo magico vegano o non vegano, al bicarbonato, agli ormoni, allo sperma di capra, alla pinna di squalo. Tutti pronti a curare e a distruggere il sintomo orribile, il mostro incompreso, il male oscuro. Tutti pronti a vedere nella malattia una entità, qualcosa di maligno e di negativo, una nemica giurata da annientare, senza rendersi conto di aver imboccato in tal modo un percorso fuorviante e una strada senza uscita. Tutti dimentichi che l’unico vero protagonista guaritivo è la forza interiore che sta all’interno di noi stessi, e che tutto il resto, ma davvero tutto il resto, va inesorabilmente confinato nella categoria delle comparse rimediali, più o meno valide.

LE COSE CHE SI CONTINUANO A NON CAPIRE

  • Stiefanienko Pedross

    bellissimo articolo anche se un po’ lunghetto .
    VOLEVO FAR NOTARE UN ERRORE DI SCRITTURA SULLE 3 C CONVINCI CONFONDI CORROMPI DOVE AL PUNTO 3 NON E’ CONFONDI COI SOLDI MA PROBABILMENTE CORROMPI.
    GRAZIE .