Diete & Sistemi Nutrizionali

TUTTE LE DIETE CIRCOLANTI PECCANO DI BIDONISMO COMMERCIALE

LETTERA
MI SONO IMBATTUTA NELLA DIETA LIFE 120

Ciao caro Valdo, Come va? Come sta la tua paperina? In questi giorni mi sono imbattuta in un giornalista che sta pubblicizzando una dieta solo a base di proteine, senza carboidrati, che risolverebbe ogni problema di salute: carne, uova, pesce, verdure e frutta, senza neanche legumi. Pare che le persone che l’hanno provata abbiano risolto alcuni problemi. È la dieta life 120, è stato pubblicato anche un libro, diventato un best seller.

L’IDEA CHE LA CARNE FA MALE POTREBBE DECADERE

A me sembra strano, anche perché io con il mio problema ai reni, potrei ammalarmi (rene policistico con creatinina a 2,5 e ultimamente azotemia a 55). Lui sostiene che siano i carboidrati e gli zuccheri a procurare tutte le malattie, allora, se così fosse, l’idea che la carne fa ammalare decadrebbe.

COMUNQUE STO CERCANDO DI SEGUIRE LA TUA DIETA

Comunque io sto cercando di seguire la tua dieta, eliminando le farine bianche e lo zucchero, anche perché ho una candida da debellare, che nel tempo si è cronicizzata alcune emazie e un po’ di albumina nelle urine, insieme a qualche leucocita, che mi fa pensare che l’infezione sia ancora attiva. Per evitare di ricorrere al Canesten sto facendo lavande con tee tree oil, bicarbonato e lavanda, ma non so se saranno sufficienti. Tu mi saprai dire sicuramente di più.

PROSSIMO INCONTRO DI SALERNO

Fammi sapere quando potremo organizzare l’incontro a Salerno, per il quale avrei pensato al titolo: “Igienismo, salute e natura”. Cosa ne pensi? Un abbraccio!
Rosina

*****

RISPOSTA
TRONCATURA ASSOLUTA DELLA LIFE 120 DA PARTE DELLA SCIENZA IGIENISTICA

Ciao Rosina. Non ci vuole molto a smontare le teorie di questa Life 120 che già dal titolo si preannuncia in tutta la sua ingannevole mistificazione. La stroncatura dell’iniziativa dietologica di Andriano Panzironi non può che essere assoluta, senza sconti e senza remore. Il suo libro un best seller? Gente che fa la fila per farsi dare una dieta da questo nuovo grande luminare nella sua clinica milanese? Questo non significa nulla. Le meteore durano poco e poi svaniscono. A volte anche durano. Michel Montignac ha invaso l’Europa coi suoi best seller, ma l’esito finale lo conosciamo tutti. Tra qualche mese, o al massimo tra un anno o due Panzironi sarà dimenticato come dietologo e, quel che più conta, la gente lo ricorderà solo per gli strascichi negativi lasciati dalla sua Life 120. Non è certamente un augurio ma una logica inevitabile. Il male e l’insuccesso non lo si augura a nessuno, neanche al peggior nemico. Nulla di personale ho contro Panzironi.

C’È CHI COMMERCIALMENTE PARLANDO SA VENDERSI BENE

Ma intanto la gente gli presta credito. Questo vuol dire che commercialmente parlando sa vendersi bene, e che ha trovato un ambiente adatto a supportare il suo verbo e il suo metodo. In una città pulsante, dinamica e dominata dalla fretta e dalla voglia di ottenere risultati rapidi non importa come, tipo la metropoli lombarda, i numeri si fanno presto e facilmente. Basta dare alla gente quello che la gente vuole, o meglio quello che la gente crede di volere, e il successo è garantito. Se poi sei medico, o meglio ancora medico-chirurgo, quindi circondato da un alone di divinità e di autorevolezza, tanto meglio. Dopotutto a Desio, alle porte di Milano, spopolano altre diete rovinose targate Lemme o targate Mozzi, o targate Dukan, o targate Sears, o targate Tisanoreica, o targate Mediterranea o altro ancora. Perché non inserirsi in questo filone d’oro delle diete fasulle, innaturali e devitalizzate e stracariche di carne, sostanza “superlativa”, donatrice apparente di muscoli e priva apparente di difetti?

UN VADEMECUM PRIVO DI QUALSIASI NOVITÀ

Diete balorde e diseducative vengono alla luce tutti i giorni. Perché allora parlarne? Perché sorprendersi? Perché darsi da fare per sconfessare e denudare queste eclatanti falsità mascherate da scoperte miracolose del secolo? Quello che offende e stona in questa Life 120, che tradotto significa dieta che ti migliora la vita e te la fa durare 120 anni, è il fatto di presentarsi al pubblico come “Vademecum di un Nuovo Stile di Vita”, come la “Rivelazione di verità che nessuno vuole raccontarti”. Basterà mangiare liberamente carne, pesce, uova, frutta e verdura, eliminando zucchero-pasta-pizza-patate-legumi-riso, abbinando attività fisica adeguata, per ritrovarsi nell’Eden promesso dal dr Dainesi. Non si capisce però dove sta la novità e la rivelazione di questa dieta. Forse l’idea di “mangiare gli alimenti che mangiavano i nostri avi del paleolitico”? I mangiatori di carne mangiano di sicuro frutta e verdura. Una mela al giorno o nemmeno quella, Un paio di foglie verdi o nemmeno quelle. Cose insignificanti rispetto alle autentiche esigenze di un corpo umano spiccatamente portato a una plant-based diet. Del resto la carne toglie spazio e toglie appetito verso tutto il resto, e solo il ricorso a caffè, digestivi e integratori illude di essere a buon punto.

ATKINS, CANNELLA, MONTIGNAC E SERVAN-SCHREIBER

Tutti prendono comunque spunto da Robert Atkins, quello che ridicolizzava le spremute d’arancia e il vegetarianismo, e che si intasava giornalmente di bistecche e di prodotti di salumeria, mentre portava sempre con sé una abbondante e variegata fornitura di pastiglie mineral-vitaminiche. Stessa cosa faceva del resto il prof Carlo Cannella docente alla Sapienza, gran sostenitore dei tagli nobili dei bovini. Stessa cosa promulgava Michel Montignac, che accanto alle sue preoccupazioni glicemiche predicava carni bianche e rosse in tutte le salse. Stessa cosa predicava il prof David Servan-Schreiber, docente in medicina e alimentazione alla Sorbona, a Miami e a Toronto in contemporanea, ricchissimo e leader produttore di pastiglie di Omega-3 da pesce, e consumatore seriale di pesce e di bistecche al sangue. Li cito assieme perché tutti vittime precoci delle loro stesse squinternate idee e relative diete. Tutti morti malamente e precocemente senza che le loro grosse fortune accumulate servissero a salvarli, senza che i migliori team medici che li attorniavano potessero cambiare di un dito il loro funesto declino. Moriamo tutti prima o poi, ma ci sono modi e modi.

NON TUTTI I MEDICI SONO DEGLI SPROVVEDUTI

Pur sapendo che gli uomini in camice sono notoriamente a corto di preparazione alimentare e salutistica, devo rilevare che non tutti i medici sono degli sprovveduti, non tutti sono disinformati, non tutti sono allineati con agroalimentare-allevamenti-macelli e non tutti sono collusi con le multinazionali del vaccino, del farmaco, dello psicofarmaco e dell’integratore mineral-vitaminico. Esiste anche una caterva di medici di ieri e di oggi che usano cuore e cervello nelle loro scelte di vita, di pensiero, di comportamento e di alimentazione.

LE VERITÀ CHE LA GENTE NON CONOSCE

Pochi sanno in Italia dei Versi Immortali del grande Pitagora che visse a Crotone-Calabria, dove rudezza, insensibilità, cattiveria e prevaricazione vengono biasimate ed esecrate. Pochi sanno del divieto di medicina per 600 anni di seguito nella potentissima e splendente Roma Imperiale dei Cesari. Pochi ricordano che l’imperatore Marco Aurelio, amico di Claudio Galeno, raccomandasse a tutti di esprimere ogni pensiero e di compiere ogni azione come fossero gli ultimi preziosi atti della propria vita. Pochi sanno del millennio favoloso della Scuola Medica Salernitana che insegnava ai medici di tutta Europa e agli stessi regnanti di allora valori eterni e verità millenarie come armonia, lietitudine, riposo e sobria dieta. Pochi sanno che l’immenso Leonardo giudicava con disprezzo e costernazione il maltrattamento degli animali e l’abitudine di alimentarsi con essi, ritenuti da lui crimine insopportabile. Pochi sanno che Luigi Alvise Cornaro, nobile veneziano sopravvissuto ai suoi medici che gli avevano dato due soli mesi di vita, sopravvissuto anche ai loro figli-nipoti-pronipoti cambiando radicalmente dieta, scrisse intorno ai cent’anni “Intorno alla vita sobria”, primo manuale pratico e concreto di igienismo naturale della storia.

SIGNIFICATO DELL’ACRONIMO INTERNAZIONALE AHIMSA

E pochissimi sanno cosa significa il termine Ahimsa, dove la A sta per Abstinence o Astinenza dai prodotti animali, H sta per Harmlessness o Innocenza e riverenza per la vita propria e altrui, I sta per Integrity o Integrità di pensiero-parola-azione, M sta per Mastery o Padronanza di se stessi, S sta per Service o Dedizione al genere umano, agli animali tutti, alla natura e alla creazione, A sta per Advancement o per Avanzamento e Progresso nel comprendere la realtà e la verità. Ahimsa è un criterio compassionevole ed eccellente di vita che rappresenta motivo primario esistenziale per i veri vegani, dove appare chiaro che la questione cibo è solo parte importante ma minoritaria del veganismo.

WILLIAM HARVEY E THOMAS PARR

Tornando ai medici bravi e coscienti, vorrei citare William Harvey (1578-1657), che diede grossi contributi alla fisiologia e all’anatomia, descrivendo per primo in dettaglio la corretta circolazione del sangue. Chiamato da re Carlo 1° d’Inghilterra a una autopsia sul corpo di Thomas Parr (1483-1635), celebre giardiniere di corte e vegetariano, sopravvissuto a 10 monarchi e sepolto nella Westminster Abbey, trovò che Parr morto a 162 anni aveva un corpo straordinariamente integro, e che la sua morte era da attribuirsi alla dieta carnea a cui era stato forzatamente e sperimentalmente sottoposto nelle ultime settimane di vita da parte dell’entourage reale. In pratica Harvey accusò la Corte Inglese di aver avvelenato Parr a suon di cadaverina. Cito una delle perle di William Harvey: “Solo comprendendo appieno la saggezza dei cibi naturali e i loro effetti sul corpo saremo in grado di pervenire alla padronanza della malattia e al dominio sui dolori, e potremo mitigare il fardello di pene che tormenta il genere umano”.

MICHAEL KLAPLER

Un altro medico di straordinario valore come Michael Klaper, celebre educatore con clienti e pazienti in tutto il mondo, esprime il suo profondo rispetto per le capacità autoguarenti del corpo umano. “Una dieta vegan è la migliore assicurazione contro ostruzione arteriosa, contro infarto e ictus, il miglior modo per mantenere la chimica corporale in perfetto equilibrio. È venuto il momento di educare l’intera popolazione mondiale, e specialmente i bambini, ad adottare una corretta nutrizione, e a separarsi del tutto dagli inconvenienti, dalle brutture e dai rischi della rovinosa dieta carnea-lattea”.

AGATHA E CALVIN THRASH

Una coppia di medici americani come Agatha Thrash (scomparsa nel 2015 a 84 anni) e Calvin Thrash, noti nel mondo intero come esperti di rimedi naturali e di cucina vegetariana, diventati adepti della Seventh-day Adventist Church, hanno descritto con competenza e passione le loro esperienze vegane. “Credo che la più gioiosa sensazione che una persona possa provare in tema di cibo sia l’adozione di una dieta vegan. Nella nostra famiglia, includente mio marito pure medico Calvin Thrash, siamo vegani da 17 anni, e non siamo mai stati bene come adesso. Al di là di ogni convinzione e credo religioso, al di là di ogni voglia di rispetto per le altre creature e di ogni grado di compassione e di sensibilità personale per i maltrattamenti a cui esse vengono sottoposte, è conveniente e sensato andare verso il veganismo anche da un punto di vista puramente salutistico. Questo è il consiglio che diamo a tutti i nostri pazienti e amici dovunque andiamo, in America e nel mondo”.

DEFINIZIONE CORRETTA DEL TERMINE VEGANO

Il veganismo è una filosofia ed una pratica di vita gentile, generosa e rispettosa. Una scelta di vita che esclude tutte le forme di sfruttamento e di crudeltà nei riguardi del regno animale e che include una reverenza e un vero amore per il creato. Il veganismo è molto più di una questione alimentare. I vegani rispettano i comandamenti base del non ammazzare e del non far del male al prossimo. Si ribellano giustamente a ogni tipo di maltrattamento, di prevaricazione e di tradimento, specie se attuato ai danni di creature innocenti, vulnerabili e indifese. I vegani si impegnano anche per mantenere un eccellente stato di forma e di benessere sul piano fisico, emozionale, mentale e spirituale. Scelgono in altri termini di vivere in armonia e non in discordia, in compassione e non in crudeltà, indifferenza e cinismo. Solo in condizioni di serenità ed armonia è possibile mantenersi a lungo in equilibrio e in salute, per cui appare logico, intelligente e conveniente comportarsi al meglio.

OBIETTIVI SBAGLIATI CHE NON PORTANO A NIENTE

In vista di tutto questo, non riesco proprio a capire come certe ideologie dietologiche trovino accoglienza e comprensione da parte del pubblico. È sconfortante, deludente e penoso vedere delle menti umane perdere tempo ed energia nel perseguire obiettivi sbagliati che non portano a niente. È avvilente assistere alla tragicommedia di falsi profeti e falsi maestri che si danno da fare in forza della loro voracità per il danaro, per il potere e la notorietà. Si danno da fare per che cosa poi se non per trascinare nel loro vortice aberrante chi crede in loro.

LA CAUSA DI TUTTE LE MALATTIE È INNANZITUTTO LA STUPIDITÀ

Tornando al caso tuo, non è che devi cestinare con sdegno la dieta Life 120 perché la carne danneggerebbe la tua condizione di insufficienza renale, di cui soffre poi la maggioranza della popolazione spesso senza nemmeno saperlo. Devi cestinarla perché essa è impregnata di principi sbagliati per cui non è indicata per nessuno, e non solo per chi teme la creatinina e l’azotemia alte. A procurare tutte le malattie non sono affatto gli zuccheri e i carboidrati come dice Dainesi, ma piuttosto la stupidità, la diseducazione e l’ignoranza di una gran fetta dei pretesi maestri che, volenti o nolenti, consci o inconsci, diventano manipolatori di massa. A procurare tutte le malattie è la voglia di non prendersi le proprie responsabilità e di delegare ad altri le proprie problematiche, assai diffusa tra la popolazione. A procurare tutte le malattie è la sfiducia in se stessi e in Madre Natura, oltre che l’impazienza di pretendere risultati positivi su due piedi, mentre le cure naturali non sopportano l’ansia e ancor meno la fretta del vivere nervosamente e del pretendere nervosamente.

LE PROVE CHE LA CARNE FA SEMPRE E COMUNQUE MALE SONO INOPPUGNABILI

Se fosse vero che eliminando zuccheri e carboidrati otterremmo finalmente la quadratura del cerchio, tutti felici e tutti contenti, fuorché ovviamente le povere bestiole grandi e piccole che verrebbero, non risparmiate e rispettate come soggetti aventi diritto a vivere, ma sgozzate e decapitate a ritmo moltiplicato. “Se così fosse, l’idea che la carne fa ammalare decadrebbe”, scrivi tra le righe. Questa frase mi ha colpito e sicuramente non ne sei affatto convinta. Però l’hai scritta e va dunque affrontata, visto che altri la penseranno in modo simile. L’idea che la carne fa ammalare non decade mai.

LA SOLUZIONE IGIENISTICA È SEMPRE UNA PRIMA SCELTA

Quando poi dici “Comunque seguo la tua dieta”, mi dai quasi l’impressione di volermi dare un contentino. Non è pignoleria e so che non la pensi a quel modo, ma non posso non rilevare questi dettagli. Lo stare con me e non con i dietologi vari in circolazione non è, e non deve essere, un contentino o una concessione, ma un passo importante e una prima scelta su cui non ci sono dubbi e perplessità. Lo dico non per pormi ai vertici peccando di scarsa umiltà, ma perché noi igienisti siamo molto selettivi. Noi puntiamo sempre e solo al massimo e non alle scelte secondarie e mediocri, alle scelte prive di grinta, di mordente e di forti motivazioni.

MOTIVI PER METTERE DEL TUTTO AL BANDO OGNI TIPO DI CARNE

La carne fa malissimo a tutti e fa ammalare tutti nel fisico, nel morale e nella mente. La carne è un fondamentale riduttore di salute per gli esseri umani, tutti disegnati, concepiti ed ingegnerizzati per funzionare al meglio mediante una plant-based diet. Mangiar carne significa uccidere o far uccidere creature senzienti. Mangiar carne è una gravissima infrazione di ogni codice etico e di ogni comandamento divino. Mangiar carne è un rivoltante ed imperdonabile assassinio. La carne contiene numerosi prodotti di scarto. In ogni suo pezzetto ci sono rimasugli di urina, misti a medicinali e contaminanti, stimolanti di crescita, ormoni. La carne è satura di grassi e di colesterolo che intasa le arterie, appesantisce e sovraccarica il sistema epatico, ostruisce la cistifellea, irrita il colon e incrementa fortemente il rischio di crisi cardiache. L’eccesso proteico della carne danneggia fortemente il sistema renale, demineralizza le ossa, acidifica il sangue, accelera l’orologio biologica e invecchia la gente, oltre che stimolare la sovracrescita di cellule tumorali-cancerogene in ogni parte del corpo. Il mangiar carne causa cattivo odore corporale che nessun deodorante e nessuna acqua di colonia può coprire o cancellare. Produrre carne implica enormi sprechi di suolo, di acqua, di cereali, di legumi, di carburante e di danaro. Non esiste al mondo qualcosa che produca più danni alla salute e all’ambiente che la pessima e deprecabile tendenza a tiraneggiare gli animali per mangiarne l carne. Non esiste spreco di risorse economiche maggiore di quello che accompagna questo mortale e funereo vizio del consumare cadaveri.

ZUCCHERI ED AMIDI LAVORATI E STRACOTTI

Ovvio che gli zuccheri raffinati vanno eliminati del tutto. Ovvio che gli amidi stracotti vanno eliminati. Ovvio che i carboidrati cotti al minimo con intelligenza e preferibilmente al vapore, mai in pentola a pressione e mai al micro-onde, mai con arnesi di alluminio e di ferro che rilascino particelle velenose, vanno limitati. Ma queste sono cose che si sanno. Per il resto l’uomo è costruito per consumare carburante zuccherino naturale, che è quello contenuto nella frutta acquosa e nelle verdure acquose alla clorofilla. Pensare di evitare i carboidrati è autentica follia. Spesso i medici scalcinati, quelli che chiamo medicastri disinformati, cadono in queste assurdità, demonizzando carboidrati, demonizzando il potassio, demonizzando questo e quello, vietando agrumi, pomodori e cetrioli, proibendo patate e legumi, inneggiando stabilmente alla carne, al latte, al sale, all’acqua in abbondanza, all’acqua alcalina, agli integratori di ogni tipo.

VIVERE E ALIMENTARSI SECONDO NATURA È DI FONDAMENTALE IMPORTANZA

Già il solo pensare di risolvere le proprie magagne andando contro natura, disobbedendo alle leggi naturali millenarie ed eterne, e offendendo la nostra struttura fisica, biochimica, mentale estetica, etica e spirituale, rappresenta un atteggiamento biasimevole e fuorviante, una vera e propria strada senza uscita. Avviarsi poi in concreto su questi metodi diseducativi è il massimo della negatività e dell’autolesionismo. Non esistono formule magiche e non esistono scorciatoie. Non esistono sostanze miracolose. Non esistono guaritori esterni col camice o senza, all’infuori ovviamente dei casi di reale emergenza. Nessuno può scansare le proprie responsabilità. Di buono c’è che al nostro interno possediamo i mezzi per auto-guarire e per venirne fuori, poiché la splendida Creazione ci ha fatti come esseri health-oriented, tendenti cioè alla auto-guarigione e alla remissione naturale dei mali, a condizione di rispettare i meccanismi interni di riequilibrio, a condizione di vivere in armonia e non in dissidio costante con le nostre dotazioni e le nostre caratteristiche speciali di esseri umani. Oggi come oggi non ci sono scuse e non esistono alibi. Nessuno venga a dire “Non lo sapevo”.

  • Ciro Gonzalo Ferrara

    Salve io sono Ciro da Paestum……avremmo la possibilità di metterci in contatto…..anche io avrei piacere come avevo già fatto presente a Valdo di organizzare qualcosa da queste parti…..Potrei essere di aiuto per l’organizzazione e magari accorpare tutto in un evento particolare portando anche gente dal Cilento e dallavpiana del sele……Grazie mille e saluti a Valdo….

  • Attilio

    Voglio esserci… e ci sarò!!!!

  • Marco Vagliasindi

    Buongiorno Sono Marco…Complimenti a Valdo per la professionalità e l’educazione

  • Marco Vagliasindi

    non avevo mai sentito parlare della dieta life120 e per curiosità sono andato a vedere…pura curiosità perchè sono vegetariano da oltre 20 anni e vegan da 5…ripeto complimenti per la correttezza e la moderazione, ma a me verrebbe da buttare lì una carriolata di insulti…una quantità simile di corbellerie riunite in un unico sito non l’avevo veramente mai vista…Ma basta guardare il sito: non dà nessuna reale informazione sulla dieta e sullo “stile di vita”…se li vuoi, devi ovviamente comprarti il libro. Poi parla vagamente di alimenti “naturali” e in primo piano c’è una incredibile serie di “integratori” (tutti “naturalissimi”, è chiaro…), dagli effetti miracolosi e, ovviamente, con il loro bel prezzo in evidenza e il form per ordinare….ma non vi viene in mente che se già una dieta parte con il bisogno di “integratori” forse ha qualcosa che non va di suo?!? ho fatto un rapido conto, se prendi tutti gli integratori che ti dicono (ovviamente te le presentano in modo che non capisci come hai fatto a sopravvivere fino ad oggi senza), spendi qualcosa come 250 €… dovunque clicchi sul sito ti rimanda alla sezione acquisti…boh, fate voi. E poi una serie di “miracolati”, che sono guariti dalle peggio cose a botte di proteine animali?!?!?!?

    • Emilia Polini

      Caro Valdo,
      in realtà, anche se forse non l’ho enfatizzato tanto, sono una tua seguace convinta e se ti ho fatto la domanda sulla decadenza eventuale dell’idea che la carne faccia male è solo per ridicolizzare tale dieta, improntata prevalentemente sul consumo di prodotti animali. Prima di conoscerti, cioè qualche anno fa, ero vegetariana da circa 35 anni, adesso sono vegana convinta, con qualche piccola trasgressione che sto cercando fermamente di correggere, come il consumo delle uova di tanto in tanto e la ricotta, molto raramente, per preparare i dolci. Cmq, nominare le cose non vuol dire crederci. Io ho citato la dieta life 120 per far sì che tu ne affrontassi il tema per penalizzarla e smascherarla.
      A presto!
      Rosina

  • Carlo Gislon

    La dieta life120 non è né una dieta “carnivora”, né una dieta che elimina i carboidrati ma una dieta che prevede il consumo esclusivamente dei carboidrati contenuti naturalmente in frutta e verdura. Essa incoraggia il consumo di verdure fino a sazietà sottolineando la necessità degli elementi in essa presenti. Possiamo riassumerla in: tutti i tipi di carne, pesce, formaggi stagionati, verdure di tutti i tipi e in qualsiasi quantità e poca frutta. È una delle poche, forse l’unica dieta, che spiega in modo dettagliato, scolastico direi, le sue ragioni, ragioni che potete trovare facilmente on line (non voglio fare pubblicità). Ragioni riprese in primo luogo dai libri sui quali i nostri dietologi e medici dovrebbero aver sostenuto numerosi esami. Infatti, il promotore di questa dieta, come lui stesso asserisce più volte, non ha inventato nulla, ha solo, possiamo dire, riscoperto quelli che sono le vere basi scientifiche dell’alimentazione umana. La dieta è sostenuta da molti medici e soprattutto è sostenuta da numerose evidenze e storie di successo confermate da analisi e test. Su internet non troverete nessuno che abbia applicato questa dieta e che non abbia provato evidenti benefici o tantomeno abbia avuto dei peggioramenti fisici. Personalmente ho guarito una malattia molto invalidante per la quale il medico mi avevo indicato solo farmaci palliativi od operazione chirurgica. Ho poi risolto una serie di disturbi, solo per fare un esempio, l’eccessivo indolenzimento delle articolazioni e lentezza di recupero dopo attività sportiva. Tutto senza alcun uso di integratori vitaminici o simile, che non prendo perché costano e perché sto bene anche senza. I carboidrati hanno solo due vantaggi: sono buoni e costano poco. Nessuno dei due ha a che vedere con la salute. I paesi che seguono la dieta mediterranea hanno più o meno la stessa vita media delle altre popolazioni. Chi vive più a lungo in europa sono gli svizzeri (non credo seguano una dieta mediterranea), dopo ci sono gli italiani, sotto di noi ci sono inglesi, greci, francesi, spagnoli. Tutti in 1/2 anni di differenza, popolazioni mediterranee e non mediterranee, tutte allo stesso livello. Le popolazioni centenarie della Sardegna, tanto celebrate, potrebbero dovere la loro longevità ad altri motivi ad esempio il fenomeno della “restrizione calorica”, la maggiore attività fisica, la vita all’aperto e il minor uso di carboidrati naturalmente (il cui consumo è andato sempre in crescendo nelle aree più industrializzate). Ciliegina sulla torta: l’età media italiana si sta ultimamente abbassando (verificate i dati ISTAT), il motivo è che i nostri nonni ci stanno lasciando e subentrano generazioni che mangiano troppo e mangiano sempre più carboidrati. Ad ogni modo non dovete “credere” alla dieta life 120, dovreste semplicemente provarla per qualche giorno, è sufficiente per scoprirne i benefici tanto sono immediati ed evidenti e se non vi fidate della sua salubrità fate i dovuti esami medici. Doveste trovarvi male , potreste tornare dopo una paio di settimane alla vostra dieta preferita. Un caro saluto.

    • Riky Mas

      Infatti funziona tutto ciò che produce risultati tangibili , il resto sono solo opinioni da “tuttologi”

      • Carlo Gislon

        E da chi ha interessi da difendere aggiungerei. La scienza stessa dice che consumiamo circa 150/180 gr di zuccheri al giorno mente i dietologi che ne fanno mangiare 500 con la dieta mediterranei (persone obese possono tranquillamente superare i mille). Da tenere presente che anche una buona parte delle proteine vengono trasformate in zuccheri, se di origine vegetali anche i 3/4.

  • Luigi Innamorati

    Dieta Life 120 di Flavio Dainesi??… e poi “dieta”??… Ma cosa scrivi?… vai in libreria, compra il libro e leggitelo… autore Adriano Panzironi… e poi fai come diceva mia nonna… pirma di scrivere conta fino a tre… prima di pubblicare cosa hai scritto conta fino a dieci…

    • Marco macchi

      come al solito su questo blog c’e’ piena dittatura…di valdo!!! lui mia ha risposto con le solite tarantelle, io siccome ormai ho capito la sua perversione mentale a distorcere i pensieri altrui, gli ho contro risposto scrivendogli una trentina di righe spiegandogli gentilmente la mia storia con la malattia e con il veg. purtroppo pero’ qua e’ casa sua e siccome non vuole perdere credibilita’ con i suoi seguaci imbbabbolati per non dire altro..come lo sono stato io per anni, che ha fatto, il grande e onesto valdo? paladino della giustizia divina e del buon senso?.HA CANCELLATO LA MIA RISPOSTA PIU’ CHE ESAUDIENTE E SOPRATTUTTO VERITIERA E A LASCIATO IL MIO PRIMO COMMENTO FACENDOMI PASSARE PER UN POVERO IGNORANTE E SENZA NESSUN VOCE IN CAPITOLO.

  • Marco macchi

    mi piace leggere ancora le cazzate che scrive valdo….si dopo 5 anni di veg e 2 da crudista arrivato al limite sia fisico che psichico ho detto basta a ste cazzate. seguo da tre mesi lo stile life120 e so’ rinato!!!! la fibromialgia candida psoriasi e altri 100 problemi stanno sparendo uno a uno e allora a chi mi tocca credere ora??? a te valdo??? che spali merda su tutto e tutti quelli che la pensano diversamente da te. daje forza panzironi!!

    • Ciao Marco. Dal momento che non ti conosco personalmente, non so come tu abbia condotto 5 anni da veg e 2 da crudista ottenendo risultati pessimi e deludenti. Ricordati comunque che è importante e basilare la scelta vegan-crudista ma non basta per risolvere i propri guai. La salute richiede altre cose ancora, Un minimo di preparazione igienistica intanto, e molta buona educazione. Ottenere in 3 mesi dei risultati eclatanti con un cambio di rotta può essere un buon segnale e ti auguro pure che sia così, visto che non sono avvezzo ad augurare malanni a nessuno, ma in ogni caso 3 mesi non sono per niente probanti e decisivi. Con le diete Atkins, Dukan e persino Lemme è dimostrato che si ottengono gli stessi effetti nel breve periodo, ma si accumulano nel contempo intossicazioni insostenibili nel giro di circa 1 anno. Se uno sbagliava mangiando poco, combinando male i cibi, non rispettando comportamenti validi e corretti di pensiero-azione-comportamento, sguazzando in situazioni anemiche o depressive, chiaro che una riscossa a base di cibo cotto, concentrato, arricchito da vitamine sintetiche e da integrazioni minerali che fanno da booster e da doping di sostegno si ritrova magnificamente in apparenza. Persino il grasso, lo strutto e il carneo, diventano una temporanea panacea in termini calorici e in termini stimolanti di tutto il sistema, visto che tutti i veleni temporaneamente tollerati dal corpo causano una reazione di rigetto del corpo stesso che si trasforma paradossalmente in ipertensione, in velocizzazione del battito cardiaco e in apparente super-rendimento. Ma il buon equilibrio e la stabile forma psico-fisica-mentale-spirituale sono un’altra cosa. Mi spiace dirtelo ma, per come ti esprimi nei miei riguardi, non dimostri affatto di essere rinato. Far sparire fibromialgia, candida, psoriasi e altri problemi è importante, purché avvenga su basi stabili di corto e di lungo periodo, e purché non si accumulino nuovi problemi. Nei miei 10 anni di conferenze e di istruzioni chiare e trasparenti nero su bianco ho una marea di persone guarite stabilmente, non certo per pochi mesi. Intendo dire persone auto-guarite, visto che non faccio il guaritore. Tra le mie 7000 tesine ci sono testimonianze probanti a bizzeffe. Non ho nulla contro chi la pensa diversamente. Dimostri di avere il fiato corto, il respiro corto, la memoria corta, la preparazione precaria. Non pretendo di andare bene per tutti. Non chiedo di essere creduto. Ancor meno spalmo merda sulla gente come stai invece facendo te in questa circostanza. Porto al contrario proposte e sfide di carattere scientifico, verificabili, sottoponibili a prova e a discussione, e sulla base di solidissime basi storiche millenarie, dettaglio che non guasta affatto. Non ce l’ho contro Panzirani. La Life120 sta diventando la nuova dea del mercato? Dire che è uno dei tanti bidoni in circolazione significa spalmare merda? Staremo a vedere. Il discorso sulla utilità delle verdure è approvatissimo. Quello sugli zuccheri anche, purché si distinguano con estrema chiarezza gli zuccheri assassini dagli zuccheri preziosissimi della frutta che sono contornati, nota bene, da equilibratissimo e mirabile contenuto mineral-vitaminico-ormonale, da forza elettromagnetica radiante, da fondamentale ricchezza idrica (acqua biologica), da elevato contenuto flavonoico Orac oltre il livello 5000/giorno (cibi ad alto assorbimento ossidazione e radicali liberi), da elevato contenuto vitalità e vibrazione Angstrom oltre il livello critico dei 6500 A°.
      Se si assumono comunque le cose raccomandate da Panzirani si fonisce per togliere l’appetito verso il cibo naturale e si rimane con tanta presenza cadaverale e putrefattiva nel proprio sistema, con ribaltamento e stravolgimento del microbiota intestinale che diventa disbiotico, visto che le salme di altre creature non fanno comodo al nostro disegno biochimico, alla nostra struttura emozionale e nemmeno a nostri microbi amici ed aerobici. Il ricorso a pillole integrative da assumersi a vita è la sberla finale che porta alla insostenibilità di questa dieta e di tutte le diete contro i carboidrati naturali, contro gli zuccheri crudi di Madre Natura e contro gli amidi naturali di Madre Natura cotti conservativamente.

      • the_zoo

        Marco si è posto male e mi ha fatto piacere che Valdo abbia risposto; io stesso però da 3 anni seguo una dieta tendenzialmente crudista e di risultati nemmeno l’ombra: calo di peso eccessivo (sto sui 3/4kg di cibo al dì, non certo poco), feci molli, mente non libera, psoriasi che non se ne va.
        Vado di frutta (abbondante frutta dolce fresca) fino a sera, poi a cena insalatona e verdure con a volte legumi o cereali senza glutine. 2500calorie circa, non sono un gran sportivo, e ho 26 anni (60kg per 175cm).
        Niente sgarri, anzi da qualche settimana sto provando alla disperata ad eliminare ogni cereale e legume, purtroppo Valdo non tutti li sopportiamo bene come te, e non è detto che ce ne possiamo accorgere!

        Pietro Bisanti è un esempio, Marco Urbisci un altro, Davide Bertinetto un altro ancora, e non mi sto certo riferendo a persone a caso ma tutti ragazzi in splendida forma e che vanno praticamente a sola frutta e verdura. (non certo come quelli di 3M, che pretendono scioccamente di star bene solo a mangiar mele, basta guardarli, non ce ne sta uno in forma tra di loro).

        Purtroppo la mia psoriasi non mi vuole lasciare, e se questo ultimo tentativo non andrà a buon fine, dovrò forzatamente fare dei passi indietro per riprendere peso, anche sbagliando.

        La personalizzazione che tante volte Valdo ha citato può voler dire tutto o niente, il range è larghissimo: cereali e glutine tutti i giorni, 2 pasti cotti, olio di oliva a volontà; ma può anche voler dire zero cereali e legumi, 10%max di calorie dai grassi, cottura 1 volta al dì di sole verdure. Sicuramente la prima non funziona su di me, ma forse nemmeno la seconda.

        PS.
        Arvo che fine hai fatto? Il tuo account disqus è sparito!

        • Marco macchi

          a zoo fanne tanti di passi indietro…fidate!!!

        • Marco macchi

          come al solito su questo blog c’e’ piena dittatura…di valdo!!! lui mia ha risposto con le solite tarantelle, io siccome ormai ho capito la sua perversione mentale a distorcere i pensieri altrui, gli ho contro risposto scrivendogli una trentina di righe spiegandogli gentilmente la mia storia con la malattia e con il veg. purtroppo pero’ qua e’ casa sua e siccome non vuole perdere credibilita’ con i suoi seguaci imbbabbolati per non dire altro..come lo sono stato io per anni, che ha fatto, il grande e onesto valdo? paladino della giustizia divina e del buon senso?.HA CANCELLATO LA MIA RISPOSTA PIU’ CHE ESAUDIENTE E SOPRATTUTTO VERITIERA E A LASCIATO IL MIO PRIMO COMMENTO FACENDOMI PASSARE PER UN POVERO IGNORANTE E SENZA NESSUN VOCE IN CAPITOLO. the zoo se riesci a leggere questa risposta prima che il burattinaio la cancelli, spero che almeno tu sia leale e potrai capire e divulgare quello che e’ successo. p.s. spero seriamente che anche tu ti accorga come siamo stati deviati da questo qua verso i suoi ideali o non so’ dove….ciao,

          • the_zoo

            A volte in disqus capita che cancellino o nascondano dei commenti senza motivo, spesso non è nemmeno colpa del blog che li ospita. Ti consiglio di dare un’occhiata sul tuo profilo disqus, può essere che il commento sia ancora lì.

            Detto questo io non difendo nessuno: io non sono un lettore/seguace del blog dagli inizi, diciamo che passo di qua saltuariamente e se vedo qualche commento interessante rispondo. Ho visto diversi lasciare il blog, da francesco ad arvo, ed entrambi non hanno risolto i loro problemi con i consigli di Valdo. Francesco era rinato abolendo ogni cereale (veniva da un infarto a 50anni), arvo invece più di una volta è stato critico sullo schema di Valdo proprio perchè non portava a soluzione.
            In giro (parlo di forum/blog/siti italiani) non c’è molto da apprendere: ognuno ha il suo orticello e propone quello in cui crede, nè più nè meno rispetto a quanto succede qui: parlo di promiseland (forum ormai morto) fruttalia (idem), ehret forum, ecc.ecc.
            Non metto in dubbio che tantissimi abbiano svoltato grazie allo schema che propone valdo, ma purtroppo c’è anche chi, come me, e non sono certo il solo, non ne è venuto a capo, nè con una dieta onnivora (che mi pare sia quella che tu stai seguendo) nè con una dieta vegan/crudista.
            Il mio obiettivo è debellare la psoriasi, non mi interessa più come. Mi basta guarire.

            PS.
            La life120 che tu citi non merita nemmeno di essere discussa: ho aperto il sito e la prima ricetta che propinano sono uova sode ripiene di mortadella e maionese…qui siamo oltre al cibo spazzatura, roba da fare concorrenza al MerdDonalds.

          • Marco macchi

            va bo a me non importa, la mia pso e’ sparita grazie alla eliminazione dei cereali legumi e latticini. zoo lo vedi il paradosso appena hai letto proteine animali ti sei messo subito sulla difensiva, io fossi in te mi farei una bella cultura su carni che uccidono e carni buone per l’uomo, c’e’ una grande differenza pero’ finche’ non ti scrolli di dosso tutte le idiozie che sto pazzo ci ha inculcato penso che la pso non sparira’ mai. e poi hai visto arvo e francesco che facevano tanto i professori de sto cefalo commentando con quell’aria son tutto io, alla valdo per chiarirci, alla fine si sono cancellati anche loro. haaaaaa che risate

          • the_zoo

            Io la vedo più come Pietro Bisanti (se non lo conosci da pure un’occhiata al suo blog), ovvero: meglio carne o pesce che latticini e soprattutto cereali e legumi.
            A dirla tutta non sono nemmeno vegano, visto che mi concedo una volta a settimana delle sardine, passate in padella o adagiate sulla pizza (fatta senza farine).

            Ti consiglio però di essere più chiaro, perchè non avevo affatto capito che avevi eliminato cereali e legumi, oltre ai latticini. Non mi scandalizzo certo di fronte a tavolate in cui si mangiano affettati (vengo proprio da una famiglia con queste tradizioni), se è questo che intendi.
            Quello che intendo fare, come ho già scritto altre volte, è provare ad eliminare cereali/legumi/latticini, ma a differenza tua per il momento non penso che maionese e mortadella siano la soluzione (sono pursempre prodotti lavorati, conservati, ipergrassi e iperproteici). libertà sul pesce me la concederò (anche questo è super inquinato, vedasi le quantità di particelle di plastica che ingeriscono) sulla carne al momento no, per lo meno quella pessima del supermercato.

          • Marco macchi

            daje cosi mi piaci, nella vita tocca provare…e no fossilizzarsi su ideali, magari degli altri….guarda io salumi e maionese no pero’ carne pesce uova semi vari noci mandorle cocco ecc verdura e frutta al mattino yesss. bisanti non lo conosco, ora gli do’ un’occhiata, pero’ per favore senti anche tu cosa ha da dire panzironi su quale carne e pesce mangiare, c’e’ una differenza su quella d’allevamento e su quella da pascolo nutrita a erba. io piano piano sto capendo che i nostri problemi ci sono venuti per cibi scadenti e no per cibi animali, ti posso dire che io in tre mesi ho fatto dei passi da gigante con questa alimentazione, fibromialgia da non alzarmi da letto psoriasi anche in faccia problemi digestivi da piegarmi in due e altre piccole cose che non ti sto a raccontare, in questo lazzo di tempo sono scomparse, l’unico fastidio che mi e’ rimasto e’ una sensibilita’ chimica al tatto con delle sostanze, pero’ anche quella sta andando via, fino a poco tempo fa’ se mi passava solo un’odore chimico vicino il mio corpo andava in tilt…la conosci? e’ una bestiaccia che non ti fa’ vivere e ti posso assicurare che in questi anni dopo il veg e il crudismo con dei digiuni di max 6 giorni le cose parevano che si attenuavano per ritornare piu’ violente di prima. ora anche mia madre da 20 giorni e’ passata a questo stile e la sua pso sta andando via come per magia. e allora a chi cavolo tocca crede a sto punto??? a persone come valdo che buttano in ballo sempre sta benedetta detox, o hai risultati nudi e crudi?? l’ultima cosa poi ti saluto, per me ritornare a mangiare animali e’ stato un dramma, avevo gl’incubi di notte e mi sentivo una merda per quello che facevo a queste povere creature, ma poi e’ bastato poco tempo per ritornare in forze che adesso mi faccio solo una grossa risata per quello che ero diventato…e’ la nostra natura.

      • Marco macchi

        A valdo queste tarantelle le conosco benissimo, e poi ci siamo conosciuti una volta giu’ a torvajanica da lucio, un’altro vegano pentito. Io in vita mia ne ho incontrati tanti che dopo un’inizio meraviglioso (col veg crudismo) hanno fatto un passo indietro e sono tornati a mangiare cadaveri come ci hai insegnato a dire tu. La questione e’ che mi sono documentato tantissimo oltre che i tuoi libri ho letto tanto shelton ereth ecc, all nizio ti posso dire che dopo un miglioramento, piu’ passava il tempo e piu’ mi sentivo depresso e debole pero’ convinto di avere la verita’ in tasca, eh si mi ero condizionato al punto di credere che io avevo ragione e tutte le altre persone che mi stavano intorno erano dei poveri bigotti che credevano ancora alla befana…la storia pero’ e’ iniziata a cambiare quando mi sono accorto che tutti i vegani che conoscevo avevano il mio stesso comportamento con il prossimo che non aveva fatto la nostra scelta e dicevano tutti le stesse cose che dicevo io, cioe’ le proteine animali intossicano e uccidono!!! La cosa e’ durata finche’ sia su di me e sia su gli altri veg ho iniziato a vedere una certa presunzione, ma poi tutta sta salute andove cavolo stava—? bo! Mangiare veg crudo tutto bio fare attivita’ tipo yoga un po di corsa e non usare materiali chimici mi ha portato a un’isolamento e un dimagrimento penoso, con continue botte di colite e intolleranza massima anche al piu’ semplice cereale cotto al vapore, si la psoriasi era regredita ma la fibro e altri problemi peggioravano- Quindi sta salute superiore come ci vuoi far credere quando cavolo doveva arrivare???? forse mi ci volevano altri 50 anni di detox come risponderebbe qualunque buon igenista. Senti per me sono tutte storielle inventate per deviare la mente umana, forse si se avrei fatto la vita dei sadhu in india su qualche montagna allora forse avrei trovato “L’illuminazione” con questo stile , ma qui non raccontiamoci fregnacce dai…e poi anche chi segue quella filosofia non e’ vegano come racconti tu ma massimo diventa vegetariano eliminando la carne e non sempre il pesce. Quindi??? Aoh su di me non ha funzionato e anche su tantissimi altri che ho conosciuto, si e’ vero che qualcuno continua con questa storia del veg e del crudo, ma sinceramente tutta sta salute dove sta? Tipo il povero salvatore palladino che pochi giorni fa’ se ne andato…ancora con la bocca piena di insulti verso i mangiatori di carne…povero mi dispiace pero mi nonno a 90 anni suonati ancora mangia carne rossa tutti i santi giorni. Ora ti saluto e mi scuso se ieri ho scritto quel mess. un po’ offensivo, ma tu non ti devi proccupare ci sara’ sempre qualche disperato che ti seguira’ fino alla morte…sua!!

        • the_zoo

          paladino, al pari di libralato, era un fan dei diguini, pessimi esempi purtroppo.

  • Beppe Zanardi

    Perché ce l’hai col forno a microonde?
    Hai per caso una MINIMA IDEA di come funzionino le interazioni energia/materia?
    Per cortesia non rispondermi proponendomi i deliri del povero Hertel e se sei in difficoltà, interpella prima il tuo chimico-fisico di fiducia.

  • Davide

    io ho avuto solo che benefici con la dieta life 120, secondo me prima di demonizzare qualcosa provatela, lo dico da ex scettico che lo ha fatto solo per dimostrare che si sbagliasse