Etica & ConsapevolezzaSalute & Alimentazione

ENERGIA COSMICA, MANGIARE LA METÀ, CAMMINARE IL DOPPIO, RIDERE IL TRIPLO E AMARE A DISMISURA

LETTERA

RAPPORTO TRA ENERGIA COSMICA E IPOTALAMO

Ciao Valdo, anche se si tratta di un tema che è già presente in numerose tue tesine, ti segnalo comunque questo articolo incentrato sul rapporto tra le vibrazioni di energia cosmica e l’ipotalamo.
Elena Fasulo

*****

ECCELLENTE TRADUZIONE DEI LAVORI DI NORMAN WALKER DA PARTE DI CRISTINA BASSI

(Sintesi, titolo e sottotitoli di VV)

PREMESSA DELLA TRADUTTRICE

Proseguo con la traduzione di un’altra parte di questo interessantissimo lavoro del dr Walker, COLON HEALTH (qui in rete, l’originale in inglese). La prima parte qui: Dr Walker: la salute del COLON

DATI SU NORMAN WALKER, MEDICO AMERICANO NATO A GENOVA

Norman Wardhaugh Walker (4 gennaio 1886 / 6 giugno 1985) è stato un pioniere del crudismo, del movimento vegetariano e nel campo dei succhi vegetali. Era convinto che la pulizia del colon attraverso i succhi freschi fosse la chiave per una buona salute. Famose le sue battute: “Posso dire in verità che non mi sono mai reso veramente conto della mia età. Non penso mai ai compleanni né li festeggio. Oggi posso veramente dire di godermi la mia vibrante salute. Non mi importa di dire alla gente quanti anni ho”.

*****

VIBRAZIONI DI ENERGIA COSMICA MUOVONO L’IPOTALAMO, RICETRASMITTENTE DEL CORPO

NULLA AVVIENE NEL CORPO SENZA LA MAGICA SPINTA DELL’ENERGIA

Non c’è nessuna funzione o attività che possa avere luogo senza energia. Questo è fuori di dubbio, soprattutto per ciò che riguarda il corpo umano. Dal momento del concepimento, l’attività continua per consentire al feto umano di crescere. Dalla nascita ed oltre nella vita del corpo, non c’è nulla che possa avvenire senza energia: il sangue non può essere riorganizzato, i milioni e milioni di globuli rossi dell’emoglobina non si possono riprodurre all’interno delle ossa, le ghiandole non possono creare gli ormoni, i nervi e i muscoli non possono operare.

IPOTALAMO DISTRIBUTORE DI FORZA VITALE

L’ipotalamo, che sta al centro del cervello, ha il compito di distribuire la giusta quantità di energia al corpo. Fino ad oggi, molto poco è stato scoperto, relativamente all’ampia portata delle sue funzioni fisiologiche. Osservando l’immagine che qui riporto, possiamo vedere che l’ipotalamo non è una ghiandola, ma semplicemente un insieme di fibre, nervi, vasi sanguigni che partono dal talamo, che si diffonde sui due lati dell’area nota come terzo ventricolo (la parola ventricolo significa cavità o camera all’interno di un organo). I due rami del talamo, sono il metatalamo e l’epitalamo, entrambi attaccati alla ghiandola pineale. La struttura dell’ipotalamo forma la maggior parte del pavimento del terzo ventricolo. Esso è racchiuso come una capsula all’interno delle fibre nervose e delle numerose cellule nervose, le cui connessioni non sono ancora pienamente state determinate.

MA DA DOVE ARRIVA TUTTA QUESTA ENERGIA?

L’energia che il corpo può usare, non è che semplicemente schizzata fuori a caso, senza controllo e direzione. Da dove arriva l’energia per il nostro corpo e come è distribuita? È difficile per la mente profana afferrare il fatto che l’energia primaria che consente alle ghiandole di funzionare ed operare, è quella forza cosmica inafferrabile, che è alla base di ogni vita e di ogni attività in questo universo.

VIBRAZIONI DI ENERGIA COSMICA

Tutto l’universo è composto da un numero infinito di vibrazioni, che formano sia la sostanza materiale che le cose intangibili, molto similmente alle migliaia di singoli fili che in un telaio formano un pezzo di tessuto. Si tratta di vibrazioni o lunghezze d’onda presenti nell’universo, in numeri per millimetro (in lunghezza) o per secondo (nel tempo), astronomicamente inconcepibili.

ENERGIA CHE INGENERA VITALITÀ, OLTRE CHE CAPACITÀ MENTALE E FISICA DI ESEGUIRE UN LAVORO

Il dizionario Webster, definisce vibrazioni, il moto periodico delle particelle di un corpo elastico o di un  mezzo, in direzioni alternativamente opposte, dalla posizione di perfetto equilibrio, quando tale equilibrio è stato disturbato. La parola cosmico significa pertinente al cosmo, un nome che è sinonimo di universo. Una definizione di energia, piuttosto estesa, che io riassumo come forma che dà causa alla vita, ossia quel potere esercitato con vigore ed efficienza, o anche come la capacità di eseguire un lavoro. Con tali definizioni siamo così in grado di concludere che le vibrazioni producono forma o energia e che l’energia è il risultato di vibrazioni.

3600 VIBRAZIONI/SEC NEI FILI DI CASA CONTRO 50 MILIARDI DI VIBRAZIONI/SEC NEL CORPO UMANO

L’uomo è stato in grado di imbrigliare in molti modi le vibrazioni di energia cosmica. Un modo è stato quello del generatore di corrente elettrica, che condensa l’infinito numero di vibrazioni nel volume insignificante di 60 cicli o vibrazioni al minuto, in corrente elettrica nelle nostre case uffici e negozi. Paragonate queste 60 vibrazioni al minuto, nei fili elettrici della vostra casa, con le 49.390.000.000 vibrazioni al secondo, che sono il numero vibrazioni di energia cosmica di cui un corpo umano maschile sano è composto, o con le 49.370.000.000 del corpo femminile, e vi renderete conto di quanto straordinaria sia il valore della nostra vitalità.

UN ANGSTROM UGUALE A UN DECI-MILLIONESIMO DI MILLIMETRO

Dato che il numero delle vibrazioni è così astronomico, tanto da determinare confusione nei profani, una unità di 10 milioni di vibrazioni per millimetro, equivale a 1 Angstrom (1 A°), da Jonas Angstrom, astronomo e fisico svedese che l’ha elaborata un centinaio di anni fa. Detto in inglese 1 A° = one ten-millionth of a millimeter. Questa unità di misura ha semplificato grandemente i calcoli relativi all’energia cosmica. È un dato di fatto, che i colori siano una rete di vibrazioni intrecciate con un numero infinito di varietà per ogni colore,  in dipendenza dal numero di vibrazioni che esiste al di sopra o al di sotto del numero di vibrazioni presenti nel colore puro.

VIBRAZIONI IN ANGSTROM DEI COLORI PURI E DEGLI ORGANI CORPORALI

Sulla base della unita Angstrom, troviamo che le vibrazioni dei colori puri sono le seguenti: Viola 4500 A°, Blu  4750 A°, Arancione 6500 A°, Verde 5000 A°, Giallo 6000 A°, Rosso 8000 A°. Ognuna delle varie parti e ghiandole del corpo umano, ha il suo specifico valore di vibrazioni di energia cosmica, indipendentemente dalla somma totale delle vibrazioni che compongono il corpo. Per esempio, la vita dell’individuo è nel sangue, specie nei globuli rossi, ovvero nell’emoglobina. Sappiamo che l’emoglobina, in condizioni di salute, registra circa 82.500 milioni di vibrazioni al secondo. Le vibrazioni del polmone invece, sono 67.250 milioni al secondo, le vibrazioni della ghiandola pituitaria 58.000 milioni al secondo, le vibrazioni dell’orecchio 47.750 milioni al secondo.

UN SISTEMA DIAGNOSTICO CORRETTO NON PUÒ IGNORARE LE VIBRAZIONI DEL CORPO

Ogni parte dell’anatomia umana ha le sue specifiche e distinte vibrazioni individuali. Quando le malattie e i disturbi affliggono il corpo umano, le sue vibrazioni vengono di conseguenza abbassate e, quando il corpo viene guarito dai suoi disturbi, le vibrazioni ritornano al loro valore normale e l’individuo si sente forte ed energico. Dovrebbe essere chiaro che un sistema diagnostico corretto dovrebbe basarsi sulle letture di queste vibrazioni.

PINEALE STAZIONE RICEVENTE DELLE ONDE DI ENERGIA COSMICA, IPOTALAMO TRASFORMATORE DELL’ENERGIA E RIDUTTORE DEL VOLTAGGIO

Ghiandola pineale ed ipotalamo sono in stretta relazione reciproca attraverso il talamo. La pineale agisce come antenna o come stazione ricevente, in diretto contatto e in modo imponderabile con le vibrazioni di energia cosmica dell’universo. Se tutta la forza delle vibrazioni di energia cosmica fosse ricevuta nel corpo, ciò sarebbe più devastante di milioni di volts elettrici. Il talamo agisce come un ammortizzatore tra ghiandola pineale, che raccoglie energia cosmica, e ipotalamo, che è il trasformatore che riduce il voltaggio dell’energia cosmica, abbassandolo a ciò che il corpo richiede. Come il trasformatore, l’ipotalamo amministra, regola e controlla il flusso di energia di ogni ghiandola, organo e parte dell’anatomia.