Health Science UniversityNews

ISCRIZIONI APERTE PER I CORSI HSU 2018 AD IMOLA

CHI È INTERESSATO SI FACCIA SENTIRE

Mi si dice, anzi è notizia ufficiale, che le iscrizioni per i corsi 2018, sono aperte da subito e che l’ultima data per farlo è il 31 dicembre 2017. La locandina HSU pubblicata a parte sul mio blog, dà tutte le indicazioni necessarie per farlo. Ad ogni buon conto si tratta di comunicare la richiesta via email ad aghape@aghape.it, oppure telefonando a Elena o a Fiorenza ai numeri 335-1997815 e 327-3788838. La mia raccomandazione è di darci un segnale positivo e di confermare l’iscrizione al più presto possibile e non negli ultimi giorni, come spesso avviene, mettendo la Aghape in difficoltà e correndo pure il rischio di non trovare posto.

DIRIGERE È UNA PAROLA GROSSA CHE NON MI APPARTIENE

La citata locandina parla di lezioni, e parla di qualcuno che dirigerà la Scuola e che sarei, guarda un po’ io stesso. Il che non rappresenta a mio avviso la realistica impostazione della faccenda. La nostra Scuola, per come è concepita ed organizzata, e per lo spirito che ci distingue e ci caratterizza, non è solo qualcosa di innovativo nei modi di pensare e di agire, nei modi di intendere l’insegnamento, nei contenuti e nei metodi educativi e salutistici, ma deve essere innovativa anche nel suo linguaggio, nel modo di definire le cose che ivi si attuano.

NON LEZIONI MA INCONTRI PRODUTTIVI E RICCHI DI STIMOLI

Chiamare lezioni i nostri incontri mensili mi pare improprio e riduttivo. Si tratta piuttosto di meeting periodici di interscambio, di verifica ed aggiornamento su argomenti di interesse vitale concernenti salute, alimentazione, comportamento, cultura, etica, politica, economia. Dal momento che la Scuola non pone barriere ed è aperta a tutti, ci sarà sicuramente qualcuno che parte da zero o comunque da livelli elementari in termini di preparazione igienistica, e ci saranno altri che già hanno una infarinatura di base e che vogliono approfondire. Altri ancora potrebbero sfoggiare già una cultura ricca ed invidiabile sui temi affrontati.

LA FUNZIONE GIUSTA SARÀ DI FAVORIRE E CATALIZZARE UNA BUONA AMALGAMA DI GRUPPO

Un mix di incredibile potenziale umano all’insegna dell’amicizia e della collaborazione, del rispetto reciproco, dell’amore e della fratellanza. Io sarò tra di voi non certo come un cattedratico e come un presuntuoso primis, ma come pari inter pares, al massimo come un enzima e come un catalizzatore che favorisce l’armonia e l’amalgama, ed è su questo che vorrei alla fine essere valutato. Dare o impartire una lezione su qualsiasi cosa significa presupporre un sapere superiore. Nonostante l’aver affrontato più volte gli stessi problemi, io riparto ogni giorno da zero.

RIPARTO TUTTI I GIORNI DA ZERO, VIVENDO AL MEGLIO E ALLA GIORNATA

Lo faccio al mattino appena sveglio, mentre ricambio l’acqua alla mia piccola Anna Oca, che preferisce l’acqua piovana a quella del rubinetto, senza che nessuno glielo abbia insegnato, che mi prende dalle mani le foglie di tarassaco fresco e di radicchio, gli acini d’uva e i grani di mais, nonché le castagne crude frantumate e le bucce di cetriolo e di melone, senza che nessuno le abbia insegnato la superiorità del crudo sul cotto.

A LEZIONE DA UNA MAGNIFICA CREATURA CON LE PIUME

Questo animaletto dotato di ridicole zampe palmipedi, di becco e di vispi occhietti azzurri, e ricoperto di piume bianche immacolate, pulite e profumate dai continui bagnetti nell’acqua, pur se nato a Pasqua da un uovo miracolosamente salvato dalla nidiata e dalla mamma sua divorate dalla volpe, non ha dubbio alcuno su cosa preferire, su chi avvicinare, su quale erba preferire, su quando starnazzare e fare da guardia, o su quando lasciar passare tranquillo chi transita a passeggio, su quale laccio di scarpe accettare e su quale altro accanirsi per gioco tirandolo e sfilandolo per qualche misteriosa motivazione.

PIÙ SAPPIAMO E MENO SAPPIAMO

Continuo a imparare da lei tantissime cose. Non mi sento affatto superiore in essenzialità, in naturalezza, in allineamento con l’armonia del creato. Trovo anzi l’intero bagaglio culturale umano accumulato, depurato dai principi e dalle leggi superiori a cui noi tutti abbiamo privilegiato accesso, come un carico di inutile e logorante spazzatura. Al pari di quanto sosteneva Socrate, più cose imparo e più ignorante e impreparato mi sento di fronte alla apparente complessità del tutto.

NIENTE DIRIGENTI E NIENTE DIREZIONATI MA TUTTI ATTORI PROTAGONISTI

In ogni caso, dire che io dirigerò la Scuola, mi suona stonato. Io dovrò pur accomodarmi da qualche parte con tanto di microfono e di telecamera che mi inquadrerà più del necessario. Ma sono tutte formalità. Io sarò diretto soprattutto da voi “studenti”, con le vostre necessità di apprendere e di curiosare in questa Materia Igienistica tutto sommato semplice e chiara e veritiera, ma tuttora ignorata e tenuta in disparte da chi la disprezza, la sottovaluta o la teme.

SAREMO PUNGOLATI E SORRETTI DA OGNUNO DI VOI, OLTRE CHE DA ISPIRAZIONI SPIRITUALI E TELEPATICHE

Sarò semmai diretto da voi che porrete domande, critiche, obiezioni, da voi che apporterete valori personali diversificati e capaci di riflettere al meglio la vostra genuinità, la vostra professionalità, la vostra originalità, la vostra unicità, la vostra plurivalenza, la vostra provenienza regionale o internazionale. E sarò diretto ed assistito, lo spero vivamente, dalla giusta ispirazione proveniente dai grandi Maestri che ci hanno preceduto con le stesse istanze, e dai grandi Maestri di oggi che ci attorniano e portano avanti con indomito coraggio e sacrifico personale gli stessi nostri obiettivi.

SALUTE E FELICITÀ VANNO A BRACCETTO, CE LO RICORDA FIDEL

Quando facemmo il nostro esordio come HSU un paio di anni fa, ci fu tra i tanti messaggi l’auspicio di Fidel Natarella, il vivo desiderio che la nostra Scuola si chiamasse Health and Happiness Science University. Lo ringraziammo allora, e lo ringraziamo tuttora, perché quel suo brillante ritocco si sta dimostrando più che mai valido e attuale man mano che il tempo passa. Non abbiamo inserito una acca in più nel nostro logo solo perché, come tutti i valori di grande rilevanza, non vanno esternati nella dicitura ufficiale, ma devono essere incorporati nell’animus e nella forza interiore che muove e che elettrizza chi percorre questa strada nobile ed innovativa. Fidel ha profondamente ragione, perché salute e felicità coincidono in tutto e per tutto.

SORRISO SÌ MA ANCHE LOTTA CONTRO IL PENSIERO UNICO IMPOSTO DAL POTERE EGEMONICO

La Happiness di cui egli parla non va però confusa con un atteggiamento buonista, angelico, etereo, serafico, paradisiaco e sterile. Siamo immersi in una realtà spesso brutale, cinica, violenta e schizofrenica. Stiamo sì dalla parte del sorriso, della benevolenza, della tolleranza e del saper vivere in pace ed armonia con tutti, senza troppa seriosità e senza musi lunghi, duri o affranti, ma non possiamo nemmeno sottrarci al nostro compito di scalfire, incidere e modificare in concreto, a livello culturale, le troppe cose che vanno storte nell’informazione e nella formazione imposte dal potere e dal pensiero unico.

PERITI CONTRARI SUL CANTIERE DELLA VITA

Ci siamo assunti l’onere di fare i periti-contrari e i liberi denunciatori pubblici delle sistemiche malefatte che avvengono tutti i giorni a livello di malgoverno e di asservimento culturale, politico e mediatico. Possedere la giusta cultura è di basilare importanza per il progresso sociale e per un avanzamento dell’intero pianeta, ma non è una buona scusa per ricorrere alla vendetta, alla violenza su se stessi e sugli altri.

SIAMO OVVIAMENTE PER UNA CONVIVENZA ARMONIOSA E PACIFICA

Non promuoviamo di certo ribellioni e sommovimenti di piazza, e non rappresentiamo in alcun modo una fonte di ispirazione per chi si scaglia contro cose e persone, contro la pacifica convivenza tra le persone di diversa razza, cultura, religione e lingua. Abbiamo le qualità e le caratteristiche per farlo. Non apparteniamo a nessun gruppo politico e a nessuna religione ufficiale o alternativa, e pur costando inevitabilmente cari, in un mondo che non dà tregua e non dà scampo a chi non appartiene al ristretto club dei super-stipendiati, dei super-difesi e dei super-pensionabili, non siamo sul libro paga evidente o nascosto di nessuno, che non sia la nostra stessa coscienza.

LA VIOLENZA VA CONTRASTATA COL BUON ESEMPIO E CON SCELTE COERENTI, NON CON L’IPOCRISIA

Ha ragione Fidel, dicevamo. Quanto sta accadendo in questi tempi oltremodo difficili ed insidiosi, dovrà pur insegnare qualcosa. Tempi carichi di cieca e aberrante violenza dell’uno su l’altro, dell’uomo sull’uomo, dell’uomo sulla donna, dell’uomo sul bambino, del superbo e spocchioso bipede sulle altre creature diverse, del soggetto male-acculturato sul soggetto presunto ignorante, del ben piantato sul nullatenente, del sicuro sul disperato, del rabbioso sul pacifico, del dopato sul puro, dell’armato sull’inerme. Ma se non ce la mettiamo davvero tutta, ciascuno di noi con le forze, le risorse e le qualità che ci contraddistinguono, sarà difficile tirarci fuori dalla melma. Le lagnosità, le litanie, il richiamo alla provvidenza divina e i pianti di coccodrillo della religione non convincono più nessuno. Occorre ben altro.

SIAMO SPIRITI LIBERI E MOTIVATI

Non pretendiamo di fare i salvatori della patria. Non pretendiamo di fare miracoli o di possedere le chiavi per aprire le porte che tengono schiava e intrappolata l’umanità. Ma siamo consapevoli di essere spiriti liberi e autonomi che portano avanti istanze avanzate e nobili propositi. Siamo convinti di non essere perditempo, venditori di fumo e mangiapane a tradimento.

COSTIAMO NIENTE E PRODUCIAMO SOLIDA CULTURA ALTERNATIVA

Al contrario non costiamo un solo centesimo a uno stato che è bravissimo a sprecare, sperperare e dilapidare le sue risorse dove più gli comoda e gli aggrada, come ad esempio nei vaccini Tamiflu costati miliardi a fondo perso. Bravissimo a usare le sue costosissime strutture istituzionali e giudiziarie, i suoi inappuntabili ed inattaccabili procuratori della repubblica, per sposare denunce anonime e balorde di gentaglia assoldata dalle multinazionali e inviare a casa mia una fila di costose gazzelle dei Carabinieri NAS e Belle Arti, e a porre sotto-denuncia e sotto sequestro mezzo quintale di documenti, 19 agende degli ultimi 20 anni, computer, gli unici oggetti di valore di proprietà, non avendo io un solo quadro o statua o gioiello in tutta la casa.

STATO BRAVISSIMO A PERSEGUITARE E A SPREMERE I CITTADINI ONESTI E TRASPARENTI

Uno stato marionetta e colonizzato, bravissimo nel mio caso emblematico e niente affatto raro, a perseguitare e a trasformare un cittadino dalla coscienza e dal comportamento irreprensibile, dalla fedina penale e giudiziaria immacolata per 74 anni, dalle componenti familiari integre e pacifiche, come vicini e lontani possono ben testimoniare, in un mafioso e in un delinquente della peggiore specie, generando persino un susseguirsi di telefonate e di controlli e di interviste in tutte Italia, ai numeri trovati in agenda, al fine di trovare le prove del reato, l’abuso di professione medica, al fine schizofrenico, illusorio e maniacale, di annientarmi e di crocifiggermi socialmente, al fine di inchiodarmi a infrazioni di legge inesistenti e mai commesse. Per conto di chi? Per conto dei divini inventori dell’Aids e dei benemeriti produttori di schifosissimi e micidiali vaccini, Merck e Glaxo in testa.

UN BARACCONE STATALE PRIVO DI CREDIBILITÀ, DI BUONAFEDE E DI TALENTO

Nessuna intenzione di annoiare il pubblico con vicende personali dette e ridette. Ma questi fatti sono reali e permangono, coprendo di ridicolo e di inaffidabilità l’intero baraccone di questo stato privo di abilità, di apertura mentale, di spirito indipendente, di competenza, di buonafede, di dignità e di intelligenza, privo di palle e di cuore.

NON FACCIAMO POLITICA MA CULTURA LIBERA A VANTAGGIO DELL’INTERA COMUNITÀ

A maggior ragione, siamo nel nostro piccolo e nella nostra microbica dimensione, un simbolo e un punto di riferimento, una contromisura ideale alla dilagante diseducazione e al pessimo esempio da parte di un potere quanto mai lontano ed estraneo alla giustizia e al bene del cittadino, da parte di un potere bancario, politico, medico-militare e mediatico che sta facendo di tutto e di più per farsi odiare, per auto-castrarsi, per tradire le sue stesse leggi costituzionali, per tappare la bocca a chiunque lo contrasti e ne smorzi l’arroganza e la profonda slealtà.

DUE ANNI DI INTENSA ATTIVITÀ DIVULGATIVA

Cosa abbiamo prodotto in 2 anni di HSU a Imola? Non dovrei essere io a dirlo. Chiedetelo agli attori in carne e ossa, alle persone eccezionali che hanno dato vita a questa esperienza. Pure sul mio sito privato ci sono oltre 6000 tesine, accompagnate da tanti commenti buoni e meno buoni, ai quali non rispondo perché non ho tempo per farlo e nemmeno per leggerli. 6000 tesine che assieme ai libri pubblicati e in via di pubblicazione costituiscono il nostro capitale informativo e spirituale al quale ogni può attingere.

STIAMO ATTENTI A NON ELOGIARMI TROPPO

Francesco mi ha appena segnalato quanto scritto da Wilma Tassinari e da Vincenzo di Leonardo a proposito di “Rimedi superlativi ai mali del corpo, della mente e dello spirito” del 22/9, definito da entrambi “Magistrale documento da apporre sulla bacheca dei posti di lavoro, dei licei, delle scuole secondarie e professionali, delle università”. Ringrazio Wilma e Vincenzo, per essersi esposti. Spero che le Forze dell’Ordine non diano loro fastidio, perché elogiare Valdo Vaccaro in questi frangenti potrebbe inquadrarsi come reato.

TRA IL DIRE E IL FARE C’È DI MEZZO IL MARE

Bisognerà poi vedere se Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, e Beatrice Lorenzin, ministro della Sanità, entrambe donne (fatto positivo) ed entrambe autorevoli ma prive di laurea in istruzione e medicina (fatto strano ma al quale attribuisco scarsa importanza, non credendo troppo ai pezzi di carta universitari), accetterebbero di inserire il mio documento nella bacheca nelle scuole. Molto più accettabile per loro la pubblicità della McDonalds che usa soltanto “ottime carni italiane”, o quella della Glaxo sui vaccini “Do more, feel better, live longer”, o quella della Merck “There is not even one case of autism from vaccination”. Nulla di strano se la corruzione nella Sanità costa qualcosa come 6 miliardi di euro all’anno.

25 GRAMMI DI PROTEINE AL GIORNO BASTANO E AVANZANO

Molto meglio andrà per un certo Andrea, destinato a sonni tranquilli e magari a premio congiunto dalla Manzotin, dalla Simmental e dalla Cremonini. Andrea che a proposito di un altro mio documento-base come “25 grammi di proteine al giorno significa rivoluzione”, pretende di contestarne la validità con argomentazioni frivole e banali, occupando tanto spazio per obiettare con sussiego e supponenza nulla di interessante, di veritiero e di originale. “Come si fa a mettere in relazione il valore pratico del latte umano con il valore che deve assumere un adulto dico io?”, sostiene con malcelata stizza. Come si fa a presentarsi al pubblico con tanta pochezza su questo argomento fondamentale? gli rispondo.

IL NEONATO, DIVERSAMENTE DALL’ADULTO, DEVE RADDOPPIARE IL PESO

Un neonato ha bisogno di apporto proteico proporzionalmente assai maggiore dell’adulto in quanto deve raddoppiare il suo peso in 1-2 anni, mentre l’adulto non ha bisogno di crescere ma solo di mantenere il peso. Non ci vuole particolare talento per arrivare a tutto questo senza bisogno di ricorrere all’ipotesi dei fattori di crescita triplicati nell’infante. Le prove le offre la natura stessa a piene mani. Il vitellino che succhia latte materno bovino iper-proteico ed iper-caseinico (e non latte materno umano leggero ed acquoso), deve moltiplicare i suo peso entro il periodo di allattamento e poi, quando svezzato, primo non vuole più latte e, secondo, non passa di certo a traumatici sbalzi proteici per crescere e mettere su ossa-muscoli-peso, ma si basa sull’erba e sul fieno per farlo, alimenti a discreto potere calorico-proteico, commisurati alle esigenze autentiche di quella creatura.

VALORE INDICATIVO DEL LATTE MATERNO

Il bambino umano non ha certo bisogno di passare dal suo latte leggero e digeribile a un tremendo shock alimentare stile omogeneizzati plasmon e hamburger, e non sta nemmeno facendo una corsa agonistica a chi cresce prima e a chi cresce più velocemente, visto che ogni infante ha i suoi tempi individuali di crescita in barba alle ridicole tabelle schematiche dei pediatri. Me lo insegna non solo la logica, ma anche l’esperienza personale e quella di tanti altri genitori. Mi stanno bene le critiche purché ci sia del contenuto. Il valore indicativo del latte materno nei suoi specifici componenti, ai fini della determinazione della dieta, è una legge inamovibile della Natura e non una bizzarria del caso. Suggerisco ad Andrea di non prendersela ma di leggersi e studiarsi umilmente e in dettaglio: http://michaelbluejay.com/veg/protein.htlm.

AFFRONTIAMO LA REALTÀ QUOTIDIANA SENZA DOGMI E SENZA SPOCCHIA

È di queste cose che parliamo a Imola, senza trascurare tutto il resto, senza lasciar fuori i fatti che giornalmente accadono, affrontati sempre con lo spirito particolare di chi va al di là del pensiero comune e delle semplici apparenze. Affrontiamo la realtà del vivere quotidiano senza dogmatismo e senza spocchia, pronti a dar ragione alla controparte quando essa portasse prove realmente migliori e più convincenti delle nostre. Non promettiamo mari e monti, non guariamo nessuno, non siamo la serie B della Medicina Convenzionale, una pratica che per nostra fortuna e nostro privilegio ci è totalmente estranea. Insegniamo il semplice, il concreto, il sensato, il verificabile, il condivisibile e pertanto la conoscenza reale e scientifica. Una iscrizione precoce e numerosa ci permetterà di organizzarci meglio.

Valdo Vaccaro