DIABETE, CANCRO, DIALISI, SANGUE GRASSO E VERITÀ INSABBIATE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

       
LETTERA

RICHIESTA DI AIUTO URGENTE

Gentile Valdo Vaccaro, sono capitato per caso sul suo blog, in particolare
sulla conferenza sul diabete. Sarebbe possibile avere un link al video o
all’audio, oppure avere in qualche modo i file? Ho purtroppo un parente che ha
questa patologia e vedo che peggiora giorno dopo giorno.
Nico
         
*****

RISPOSTA

 Ciao Nico, contatta Emilio per quella conferenza. Ti allego
 comunque alcune mie tesine sul diabete 1 e 2.
Saluti.    
 VV

*****

LETTERA  (di Emilio a Nicola)

SIAMO IN ATTESA DEL DVD SULLA CONFERENZA
Ciao Nicola, mi permetto di darti del tu perche gli amici di
Valdo sono anche miei amici. Rispondo con piacere alla tua richiesta. Anch’io
sono in impaziente attesa dell’uscita del DVD.  La settimana scorsa
Marcello Pamio ha detto che è quasi pronto. L’evento è stato organizzato dalle
Associazioni Culturali “Il soffio del risveglio” www.ilsoffiodelrisveglio.it 
e  “Qui e Ora”  www.potereadesso.it
ed il relatore principale è stato Marcello Pamio, responsabile del sito www.disinformazione.it.
OGNI MARTEDI’ ORE 12:30-15:00 ASCOLTARE MARCELLO PAMIO SUI
94MHZ
In ognuno di questi siti puoi trovare diversi contatti e-mail
per richiedere il DVD. Inoltre, ogni martedi dalle ore 12:30 alle ore 15:00,
Marcello Pamio conduce una trasmissione in diretta radiofonica su radio gamma 5
ascoltabile in Veneto sui 94 MHz oppure in tutto il mondo (anche tu Valdo
dall’Asia) in streaming dal sito www.radiogamma5.it,
ed e’ possibile intervenire in diretta ai numeri 049700700 oppure 049700838.
PUOI NEL FRATTEMPO DOCUMENTARTI
Ti suggerisco inoltre, se sei interessato, di scaricare
gratuitamente il film “Un equilibrio delicato”. Basta che lo scriva
su Google ed esce subito. In particolare, per il diabete, dal sito della
Macroedizioni, ti consiglio di acquistare il dvd+libro “Crudo e
semplice”. Ma, cosa ancora migliore, sul sito www.disinformazione.it puoi
acquistare e poi scaricare un e-book che parla del diabete nel modo in cui
è stato trattato nella conferenza. Come vedi, in attesa del DVD, hai modo di
documentarti molto bene.
NON BASTA LA CULTURA TECNICA ALTERNATIVA, MA CI VUOLE
QUALCOSA DI PIU’

Però, per non darti delusioni, ti devo mettere un po’ in guardia. Per
uscire dal diabete di tipo 2, e da ogni forma di patologia cronica, serve
rigore. Bisogna attuare un coraggioso, profondo e non sempre facile cambio
a 360 gradi nello stile di vita. Un cambio che coinvolge
l’alimentazione, l’attività fisica e il proprio modo di essere a livello
spirituale, come insegna  l’Igienismo Naturale.
C’E’ TROPPA GENTE IMPREGNATA DI PESSIMISMO E DI DOGMATISMO
MEDICO
Senza contare poi le enormi pressioni che arrivano
dall’esterno, sia dall’ambiente medico, che dalla cerchia degli amici e dei
familiari stessi, gente in genere inquadrata acriticamente nelle direttive
mediche più ancora degli stessi medici. Gente che è impregnata di
pessimismo medico e di definizioni fuorvianti e dogmatiche di malattia,
tipo malattia inguaribile, malattia auto-immune, malattia idiopatica, malattia
genetica, malattia familiare, malattia allergica, malattia batterico-virale,
malattia lantanica, malattia criptogenetica, malattia lunare, marziana o
saturniana. Gente che, non vedendo vie di uscita a determinate patologie, si
accontenta di interventi illusori e fallimentari sui sintomi e prende la via
discendente e senza ritorno della dipendenza farmacologica e del declino.
LA PIGRIZIA MENTALE E’ GARANZIA DI DECADIMENTO FISICO E
MORALE
Gente che ha da tempo delegato ad altri la propria salute.
Gente ormai pigra mentalmente, immotivata e non disposta a rimettersi in
discussione, o a rivedere la propria polverosa ed obsoleta cultura.
Gente che è prevenuta e non crede a nulla che non provenga dalle
divinità sanitarie, per cui si oppone con forza e tenacia a chi osa mettere in
discussione le scartoffie dell’Ordine. Gente ipnotizzata ed innamorata
della propria cultura medica al punto di averne fatto un presidio psicologico
personale. Gente comunque non disposta a rinunciare alle proprie abitudini
errate e alle comode e insidiose risorse delle stampelle vaccino-chimiche
e integratrici. Ciao.
Emilio
*****
RISPOSTA (ad Emilio, a Marcello e a Nico)
UN ABBRACCIO VIRTUALE A CHI RISVEGLIA LE COSCIENZE
A Marcello soltanto un grande saluto e un grande abbraccio
virtuale, lo stesso che darei volentieri al grande Matthias Rath, a Paolo
Barnard, e anche a Beppe Grillo (che non è affatto un Gabibbo della
politica, come definito dal caustico Massimo D’Alema), e a chiunque cerchi di
risvegliare le coscienze assopite da 50 e più anni di consumismo, di
dolciumeria, di cloroformizzante ipnosi televisiva, di pecorismo politico
e di coma culturale irreversibile. Sia ben chiaro che nulla ho a che fare con
Scientology (di cui sono anzi molto critico) o col Movimento 5 Stelle di
Grillo. Esprimo solo liberi pareri personali sulle persone, per quello che
stanno facendo di buono e di eccellente.
UN SALUTO AD EMILIO E A NICO
Ad Emilio, un complimento e un grazie per il suo ammirevole
attivismo, per la sua crescente dedizione alla causa, motivata anche dai
risultati eccellenti che continua a registrare su se stesso. A Nico un bravo per
la caparbietà con cui sta cercando di aiutare un parente in evidente
difficoltà.
Chissà perché non si è rivolto alla medicina ortodossa,
ovvero ai divini medici dotati di laurea, di esperienza, di affidabilità? Non
sarà che ha bisogno di qualche cura psichica? Non sarà mica stato accalappiato anche
lui nella rete dei furbi igienisti, pronti a piombare addosso a chiunque sta
male rubandolo all’onorata e infallibile medicina?
NON ESAGERIAMO CON LE DIFFICOLTÀ
Vorrei aggiungere una cosa all’ottima e chiara mail di
Emilio. E’ vero che la via per sconfiggere il diabete 2, ma anche il diabete,
anche la dipendenza insulinica, anche gli sbalzi ormonali, anche le prostatiti,
anche le dialisi e  tutte le
malattie possibili ed immaginabili è lastricata di difficoltà. Ma non
esageriamo con quel tasto, altrimenti scoraggiamo la gente  e la mettiamo
di fronte a ostacoli che in realtà non sono insormontabili. Ma se non ci
crediamo con la necessaria intensità, non guariremo mai da niente, nemmeno dal
più banale raffreddore.
LA GUARIGIONE È SICURA, ACCERTATA ED ACCERTABILE
La realtà è che in pochi mesi si può e si deve guarire dal
diabete, senza spendere una lira e senza andare dal medico, senza pesare,
misurare, sondare, ecografare. Niente grassi, niente carni, niente formaggi,
niente uova, niente hamburger e patatine, niente fast-food, niente oli cotti,
niente ricotta sulle pizze, niente prodotti alimentari con uova e grassi
nascosti (esempio i cracker).
LA FORMULA NON L’HA INVENTATA IL DR SIMONCINI
Riempirsi quindi di centrifugati, di frutta, di verdure
crude, di cereali integrali, limitando il cotto al minimo. Bravissimo il dr
Tullio Simoncini a ribadirlo, come afferma Alberto Mondini su “Il Tradimento
della Medicina” (arpc@aerrepici.org).  Ma
non lo ha inventato lui, e nemmeno io. Lo sappiamo entrambi e da lunga data. Ho
gente che è guarita in 18 giorni, soltanto leggendo i miei libri e le mie
tesine, che qualcuno vorrebbe mettere al rogo assieme all’autore.
VIVIAMO IN UN MONDO DI LADRUNCOLI, DI LADRI E DI LADRONI
Il mondo attuale abbonda di ipocrisia, di falsità, di
fraintendimenti, di vorace appetito per il danaro, oltre che di ideologie
perverse. Non solo nella gente ignorante e priva di acculturazione, ma anche
nelle più elevate e rispettabili persone. Il legame tra diabete e grasso fu
dimostrato già nel 1923 dal dr R. Geyle della Columbia University.
DA GEYLE A RABINOWITZ, SI SAPEVA CHE IL SANGUE GRASSO ERA LA
CAUSA NUMERO UNO DEL DIABETE
Nel 1935, dopo un imponente studio su 1000 casi di diabete, il
medico canadese dr I.M. Rabinowitch presentò le sue prove alla US Diabetic
Association, dimostrando con estrema chiarezza che la prima causa di diabete
era il SANGUE GRASSO (impregnato di colesterolo LDL, di trigliceridi liberi, di
cadaverina, di omocisteina, di B12 in eccesso, e quindi scarso in vitamina
C e folati), ma le sue informazioni  vennero ignorate ed accantonate.
LA COSA CHE PIÙ RIESCE BENE ALLA MEDICINA NON È GUARIRE MA
INSABBIARE
L’insabbiamento delle verità scomode al sistema è una
costante nel nutrizionismo medico, come abbiamo anche verificato nel clamoroso
caso dello storico esperimento di Cambridge2000.
Solo oggi, 90 anni dopo, le scoperte pionieristiche del dr
Geyle, vengono accettate.
IL CELEBRE DIABETOLOGO ANDERSON IMPARÒ TUTTO DA PRITIKIN
Non per gentile concessione o per tardivo ravvedimento
dell’Ordine, ma solo perché il dr James Anderson, della University of Kentucky,
divenne troppo famoso nel Nord America negli anni ’80, coi suoi rivoluzionari
trattamenti vincenti su diabete-1 e diabete-2, oggi praticati con grande
successo in Canada. Dove mai aveva appreso tali tecniche il dr Anderson?
Le aveva imparate dal dr Nathan Pritikin che gliele aveva trasmesse nel 1975,
regalandogli anche la somma di 10000 US$ per condurre le sue prime prove
cliniche.
NATHAN PRITIKIN, ROBERT PRITIKIN E I LONGEVITY CENTER,
MAGGIORI CLINICHE ANTIGRASSO DEL PIANETA
Ricordo, per chi avesse corta o nebbiosa memoria, che Nathan
Pritikin (1915-1985) è stato per decenni l’avversario più irriducibile di
Robert Coleman Atkins (1930-2003), e fondatore dei Pritikin Longevity Center di
Santa Monica (California) e di Miami (Florida) che dal 1985 hanno guarito
70 mila pazienti, diabetici, nefritici, cardiopatici, beneficiando nel
contempo milioni di persone in America e nel mondo con la dieta più seguita e
rispettata di tutti i tempi, la dieta anti-grasso Pritikin. Oggi, le due cliniche
sono in mano al figlio dr Robert Pritikin e alla moglie Christine che vivono in
Santa Monica (www.pritikin.com,
info@pritikin.com ).
NESSUNO EQUIVALE LE CLINICHE IGIENISTICHE DI SCUOLA
SHELTONIANA
Pur essendo tendenzialmente vegani e tendenzialmente
crudisti, i Pritikin Centres includono anche diete non vegetariane e diete supplementate
a volta da integratori, vista l’inettitudine proverbiale dell’americano medio
nei riguardi degli alimenti naturali, e questo è il solo limite che
li rende, a mio avviso, imperfetti e decisamente inferiori alle cliniche
igienistiche “Cinque’s Health Retreat” del dr Ralph Cinque a
Buda-Austin (Texas), tel 512-2954256 e Regency House Natural House Spa di
Hallandale in Florida, tel 305-4542220, alla 
“Arcadia Health Centre” del dr Alec Burton di Arcadia-NSW-Australia, tel
61-29-6531115, alla clinica del dr Alan Goldhamer di Penngrove-California tel
707-7922325, alla “Health Promotion Clinic” del dr Ronald Cridland, di Rohnert
Park-California, tel  707-5865555 (numeri
da verificare o aggiornare).
SCANDALOSI COMPORTAMENTI DELLE ASSOCIAZIONI MEDICHE
Nonostante tutti questi enormi lavori di ricerca sul grasso
condotti da diversi medici americani, la US Diabetic Association si è limitata
a dare un contentino, portando la percentuale dei grassi, sul totale delle
calorie, al presente 30%, che è quello poi della FDA, dello stesso Atkins e
della Zona.
Stesso scandaloso comportamento si è avuto parallelamente dalla
AMA (American Medical Association) e dalla AHA (American Heart Association) nelle
malattie cardiovascolari, dove il dr Lester Morrison di Los Angeles aveva
dimostrato tra il 1940 e il 1950 le pesantissime implicazioni del grasso
dietetico e del colesterolo nelle malattie coronariche, e che bastava una
moderata riduzione a 220 mg/dL per ridurre i decessi coronarici del 50-75%.
OGNI PASTO RICCO DI GRASSI E PROTEINE ANIMALI RENDE IL
SANGUE MELMOSO E BLOCCA I CAPILLARI PER OLTRE 24 ORE DIABETIZZANDO IL
MALCAPITATO
Già nel 1965,
in un articolo riportato dal JAMA, Journal of the
American Medical Association, dichiarava a chiare lettere che “Un pasto ricco
di grassi soprattutto animali può rendere viscoso e melmoso il sangue,
bloccando l’uso dei capillari per oltre 24 ore”, e ben sappiamo come nelle
diete mediche americane (oggi anche in quelle europee) un pasto grasso fa
seguito a un altro pasto grasso, con pollo, manzo, tacchino e hamburger,
intervallati da brodi al parmigiano e affini.
NESSUNO LEGGE E LE VERITÀ SVANISCONO NEL NULLA
Passano gli anni e la AHA continua a promuovere diete
alto-lipidiche al 30%, e uso indiscriminato di grassi polinsaturi. Nessuno
legge il JAMA? O forse gli specialisti non comprendono la lingua inglese? Ci
riferiamo agli americani ovviamente. Gli italiani? Quelli non leggono nulla
all’infuori della Gazzetta. Figurati se vanno a leggersi riviste americane. Prendono
per oro colato ogni ordine e ogni comandamento che arrivi da Atlanta. Quello
sì, perché faticare e rompersi le palle?
ITALIANI ORFANI DI CARLO CANNELLA
Tutti orfani dell’iper-carnivoro professor Carlo Cannella
(1945-2011), tutti istruiti dalle rubriche di Giorgio Calabrese e dalle
promozioni di Gerri Scotti, tutti spinti verso le diete succulente, cioè grasse
e diabetizzanti. Tutti disinvoltamente attratti dalle ricette di Gusto, di
Cotto e Mangiato, dei McDonald’s e dei bar ferroviari Cremonini. Tutti con in
bocca il gusto dei gelati al latte, delle nutelle, delle piadine, dei
prosciutti, dei tonni al grissino, delle mortadelle, delle merendine, delle
patatine, del the coi biscotti, del macchiato o del cappuccino.
FRANCESI ORFANI DI MICHEL MONTIGNAC E DI DAVID
SERVAN-SCHREIBER
In Francia non va certo meglio. Tutti orfani di Michel
Montignac (1945-2010), ideologo della sballante dieta dissociata e integrata, e
tutti orfani di David Servan-Schreiber (1924-2011), ideologo delle rivoltanti
pasticche di Omega-3 ittico (frullato di occhi e budella di pesce).
LA CURA VINCENTE DEL CANCRO SI CONOSCEVA GIÀ NEL 1809
Le istituzioni anticancro poi hanno in America e in Europa,
i peggiori record in fatto di intrighi, corruzioni ed insabbiamenti. Fin dal
lontanissimo 1809, quando il medico londinese dr Richard Lambe scrisse un
trattato di gran successo sul cancro tramite dieta cruda vegana, le autorità
mediche hanno resistito in modo testardo e ringhioso all’idea che il fattore
dietetico avesse qualcosa a che fare col cancro. Nota bene poi che quando si
comprendono  le cause vere del cancro, si
comprendono anche quelle delle altre malattie metaboliche, epatiche, renali,
intestinali
IGNORATE DEL TUTTO LE PREZIOSE ESPERIENZE DI MAX GERSON
Nel 1981 ci fu una Convention a San Diego, dove il Gerson
Institute, presentò il successo terapeutico del dr Max Gerson (1891-1958) con
100 casi di pazienti giudicati incurabili e terminali dalla medicina, e guariti
con dieta rigorosamente fruttariana. Nel 1982, un voluminoso report del US
National Research Council, preparato dalla National Academy of Sciences,
metteva in risalto come i fattori dietetici avessero decisiva importanza
sull’insorgenza delle maggiori patologie. Tutto regolarmente insabbiato.
STESSA FINE AVEVA FATTO IL CELEBRE FITZERAL REPORT
Per non parlare del Fitzerald Report del 1953, quando l’avvocato
Benedict Fitzerald fu incaricato dal Senato Americano di fare, in modo approfondito,
il punto sulla situazione del cancro. Il report parlò subito di una disgraziata
situazione fatta di intrighi, di monopoli, di disonestà e di sistematica soppressione
delle informazioni veritiere. Ovvio che il Report venne subito sequestrato.
Quarant’anni dopo, arrivando all’Esperimento di Cambridge,
la situazione non era cambiata.
IL FIVE-PER-DAY  DEL
MAXI-ESPERIMENTO DI CAMBRIDGE
Ricordo a tutti che all’Università di Cambridge, testando 40
mila pazienti per 20 anni, nell’esperimento più massiccio e importante della
storia dietetica, si scoprì una cosa incredibile, e cioè che con 5 pasti
sazianti di sola frutta al giorno, intervallati al massimo da uno o due piatti
di verdura (e magari probabilmente da un piatto di pasta o di pizza vegana non
dichiarate o di soppiatto), cancro e cardiopatia, i due maggiori killer mondiali,
risultavano del tutto schivati e sbaragliati. Tutto grazie all’abbondanza di
vitamina C naturale e al simultaneo abbassamento di grassi .e di vitamina B12.
BOICOTTAGGIO INTERNO A CARICO DEI MEDICI APERTURISTI
Pur ammettendo pubblicamente di non conoscere le cause del
cancro, e pur convenendo sui pessimi risultati raggiunti con le presenti cure,
le istituzioni sanitarie impongono tuttora ai medici di mutilare i loro
pazienti e di trattarli con la chemio e la radioterapia, disinteressandosi se
il paziente sopravvive, come sopravvive e quanto a lungo sopravvive. Qualunque
medico che si permetta di fare delle aperture o dei tentativi, verso le terapie
dietologiche, viene prontamente dissuaso e catalogato come “Quack”, cioè
ciarlatano, ed anche come “Felon”, cioè malfattore.
È SEMPRE IL SISTEMA IMMUNITARIO IL FATTORE AUTO-GUARENTE
Ma anche l’idea del cibo che cura vale fino a un certo
punto. È verissimo che mangiar bene o mangiar male fa una grossa differenza,
ma i cibi giusti non guariscono. La frutta e la verdura cruda, consumate
quotidianamente nei modi, nei tempi, nei quantitativi e nelle combinazioni
giuste, permette una digestione e una regolarità intestinale a regola d’arte, e
quindi un sangue fluido e non grasso. In tali condizioni la forza immunitaria
non si distrae in pesanti sforzi digestivi e metabolici (leucocitosi,
acidificazioni, putrefazioni, intossicazioni, crisi eliminative), e concentra
tutti i suoi poteri sull’auto-equilibrio e sulla eventuale auto-guarigione da
anomalie precedentemente accumulate.
GROSSI INVESTIMENTI PER CREARE UN REGIME SANITARIO MONDIALE
A parte l’inerzia e l’arretratezza conservatrice, quello che
continua a mantenere la medicina ortodossa nel binario sbagliato è l’enorme
potere che le industrie 
chimico-farmacologiche hanno. Un potere acquisito mediante non solo le
costose campagne di lavaggio del cervello verso i consumatori, ma soprattutto
mediante cospicui investimenti di tipo corruttivo e collusivo nei riguardi dei
Governi e dei Ministeri del pianeta, delle lobby e dei servizi segreti, delle
università, dei partiti, dei sindacati e dei decision makers di ogni paese del
mondo, tutti foraggiati e sponsorizzati pesantemente per sostenere lo
status-quo, per imporre le vaccinazioni e le cure, con le buone o le cattive
(vedi ad esempio la bomba sulla vettura della senatrice democristiana Tina
Anselmi).
IL PARADIGMA DELLA MALATTIA STABILE
Il non-medico Valdo Vaccaro informa il pubblico italiano
anche di queste cose. Si conoscono forse?
Chiaro che le malattie sono batterico-virali, lantaniche, autoimmuni
e criptogenetiche. Chiaro che sono tutte inguaribili e solo attenuabili in via
temporanea grazie ai farmaci. Hanno ragione da vendere i medici! Con le
micidiali diete che propinano dentro e fuori gli ospedali nessuno può guarire e
nessuno deve guarire! Tutti devono restare ammalati e farmaco-dipendenti:
questo è il paradigma medico-farmaceutico.
STIAMO ANDANDO FUORI DI TESTA? VIETATO GUARIRE! DENUNCEREMO
CHIUNQUE OSI TOCCARE LA MAFIA DELLA SANITÀ!
Guai chiudere i macelli! Guai bloccare le preziose insuline
ed eparine! Guai dire ai malati che possono guarire! Guai stoppare la
vivisezione! Guarire poi con la frutta e la verdura? Guarire con l’acqua
distillata? Guarire con le foglie di cavolo? Guarire con la respirazione?
Guarire col pensiero? Ma stiamo andando forse fuori di testa? Andare a farsi
curare da un calzolaio, da un pecoraio, o da un vaccaro? Vediamo semmai di
denunciarlo per abuso di professione medica! Vediamo di mandargli quelli di
Strisci la Notizia! Vediamo di insultare e di delegittimare il suo blog, visto che
ha già rotto troppo con le sue diete, le sue (sic) tesine e con le sue
fastidiosissime guarigioni!
Valdo Vaccaro
Condividi con i tuoi amici.

Lascia un commento