LETTERA

Ciao Valdo, da recenti esami di laboratorio ho scoperto d’avere la Bilirubina Totale oltre la norma (2.10, quando dovrebbe essere inferiore a 1mg/dl), la Diretta anche (0.29, quando dovrebbe essere inferiore a 0.25mg/dl) e l’indiretta è pari a 1.81mg/dl. Di fatti ogni tanto m’è capitato di notare di avere una colorazione giallastra della pelle. Così mi sono documentato e ho scoperto che potrebbe essere sindrome di Gilbert. Non ho fatto test specifici, né ho mai parlato col mio medico. Quando ho effettuato il prelievo venoso ero a digiuno da circa 11 ore, non ho assunto nulla se non acqua del rubinetto.

DATI TABELLARI

Per darti un’idea ti riporto tutta la biochimica clinica: Glucosio 95 mg/dl, Urea (BUN) 14 mg/dl, Creatinina 0.7 mg/dl, Acido urico 5.2 mg/dl, Colesterolo 162 (53HDL e 96LDL) mg/dl, Trigliceridi 43 mg/dl, Proteine totali 7.4 g/l, AST/GOT 19 U/l, ALT/GPT 17 U/l, GGT 9 U/l, Fosfatasi alcalina 50 U/l. Per l’esame emocromocitometrico è leggermente sopra i valori il valore di Emoglobina corp. media (MCH) 32.4pg (valore max 32.2), mentre è più basso il valore piastr. medio (MPV) 9.2fL (il minimo è 9.4), la concentrazione di emoglobina corp. media (MCHC) è appena sotto il valore massimo (36.4 g/dl su 36.5 g/dl). Gli altri valori sono tutti perfettamente entro il rispettivo range.

RIALZO BILIRUBINA IN SEDE DI DIGIUNO

Ho provato a cercare qualcosa tra le tue tesine, ma non ho per ora trovato nulla che mi desse una risposta soddisfacente. Dal momento che per l’igienismo è contemplato anche un giorno di digiuno alla settimana, ho sentito che chi ha questa sindrome di Gilbert, gli incrementa la bilirubina. È vero ciò? E come dovrei comportarmi in questo caso? C’è qualcosa che si può fare per questo quadro ematochimico? Attendo con trepidazione la tua preziosissima risposta, grazie!
Adrian

*****

RISPOSTA

Ciao Adrian. Hai cercato in modo abbastanza approssimativo. Sulla bilirubina e sul fegato c’è una marea di articoli, e diversi di essi includono i tuoi problemi specifici. Chiaro che devi usare come motori di ricerca termini come fegato, cistifellea, bile, bilirubina, epatite.

TREPIDIAMO DI FRONTE A QUELLO CHE METTIAMO IN BOCCA, E NON DI FRONTE A EVENTUALI VALORI FUORI NORMA

L’ansia e la trepidazione che esprimi non hanno a mio avviso alcuna ragione d’essere. Dal modo in cui interpreti gli esami, sembra quasi che i valori citati siano un dogma fisso e immutabile, e non qualcosa che varia in continuazione. Tu appartieni un po’ a quel tipo di persone che devono imparare a trepidare sulle scelte giornaliere relative al cibo, e non sui valori tabellari offerti dalle diagnosi mediche.

SCELTA DI CAMPO TRA CUROMANIA MEDICA E NON-CURA IGIENISTICA

Ovvio che i valori tabellari sono soggetti a interpretazioni assai diverse se te li fai leggere da un medico o se li metti nelle mani di un igienista. E tali interpretazioni portano a soluzioni terapeutiche diverse.
Pertanto diventa importante una netta scelta di campo. Elevati livelli di bilirubina possono causare una condizione chiamata ittero, dove la parte bianca degli occhi e la pelle diventano gialli.

DETOSSIFICARE, SCARICARE VELENI, ALCALINIZZARSI, E LASCIAR PERDERE TUTTO IL RESTO

Si impone una detossificazione del fegato e una migliore funzionalità della ghiandola biliare. Frutta acquosa e verdure crude. Ravanello, specie quello nero. Cavolo, mandorle, arancia, avocado, carciofo, carota, ciliegia, crescione, fagiolini cotti al vapore, mela, melanzana, mirtillo, oliva, patata, pompelmo, prugna, rafano, ribes, sedano, tarassaco. Questi gli amici principali del fegato. Ma in pratica tutto quanto trovi di fresco e vitale nell’orto, o dal contadino, a al mercato, va preso per buono.

CAUSE DI BILIRUBINA ALTA

La causa più comune di bilirubinemia si verifica quando il fegato si infiamma. Fegato grosso e infiammato per quale motivo? Carni bianche, rosse, di terra e di acqua, innanzitutto. Alcol, caffè, farmaci, integratori, cibi stracotti, stitichezza, disidratazione e sangue grasso sono i maggiori responsabili.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro