VARICOCELE DA RAGAZZO E PROBLEMI DA ADULTO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

DIAGNOSI CONTESTATA TRA PRIMARIO ED ASSISTENTE, E DISINVOLTA ASPORTAZIONE DEL TESTICOLO SINISTRO

Caro Valdo, da circa un anno sono vegana e anche mio marito 50enne. Il problema riguarda lui. Da ragazzo è stato operato al testicolo sx per varicocele con asportazione parziale, testicolo che poi gli è stato asportato del tutto qualche anno fa, perché avvertiva dei dolori sordi scrotali, spesso abbinati al momento dell’evacuazione e poi al momento dell’erezione. Di quella diagnosi non è mai stato convinto. L’assistente del primario aveva suggerito che fosse dovuto alle emorroidi e ragadi che poi in effetti ha scoperto di avere, ma il primario non ha voluto ascoltarlo procedendo all’operazione.

STRESS LAVORATIVI, DECESSO DELLA MADRE E FEGATO SOFFERENTE

Di recente un medico che usa l’agopuntura e affini gli ha detto che tutto è collegato al fegato e alla sua rabbia che non riesce a esprimere facilmente, soprattutto in un ambiente lavorativo poco esaltante.
Non abbiamo avuto figli. Fatto sta che, pur tra alti e bassi, il problema si è ripresentato in questo ultimo anno. C’è da dire che negli ultimi mesi mio marito ha visto la madre ammalarsi d’improvviso per cancro all’intestino con decesso avvenuto un mese fa.

AVVILIMENTO, PREOCCUPAZIONI, IPOTESI DI PROSTATITE ASINTOMATICA

Sta vivendo nell’ansia e nella frustrazione per la sua condizione personale. Pure io sono preoccupata, perché vedo il suo avvilimento per qualcosa che nessuno gli ha mai spiegato con chiarezza. Quando non si capiscono i propri mali si finisce inevitabilmente per pensare a cose ben più gravi. Io ho avuto anche il sospetto che, visto il ripresentarsi di tanto in tanto, potesse trattarsi anche di prostatite asintomatica.

EFFETTI DISINTOSSICANTI DELLA DIETA VEGANA?

E’ possibile che c’entri anche con gli effetti disintossicanti della dieta vegana? Lui dice che non ritornerebbe mai indietro, che si sente un’energia nuova e che questa è la strada. Ciò non toglie che il problema rimanga, col rischio che diventi anche psicologico. Mio marito infatti adesso teme le frustrazioni da rapporto che “va in bianco”, ma sono convinta che “meno pratica” e più acuisce il problema. Non sono uomo, e forse non so bene cosa sia meglio fare in questi casi. Tu che ne pensi? Ci puoi aiutare?

C’È QUALCOS’ALTRO CHE POSSIAMO FARE?

C’è qualcos’altro che posso fare, oltre a quello che ho letto nelle tue tesine? Tieni presente che seguo con attenzione i suggerimenti della tua dieta e a parte qualche biscotto, una volta ogni tanto, di trasgressioni non ne facciamo più e abbiamo eliminato tutto quello che non c’entra con il crudo, le verdure, i cereali integrali. Ti ringrazio tanto, sei forte.
Iole

*****

RISPOSTA

DIETA E PURIFICAZIONE VEGANA RIMUOVONO I PROBLEMI E NON NE CREANO DI NUOVI

Ciao Iole. Cominciamo col lo scartare le idee sbagliate. La disintossicazione provocata da digiuni, semidigiuni e adozioni rapide di dieta vegan-crudista può essere fastidiosa ma non è mai negativa ed apportatrice di nuove patologie o di effetti collaterali, all’infuori del muco in eccesso, della febbre eventuale, dell’emicrania da caffè, delle eruzioni da minerali tossici.

IL MOTIVO DI OTTIMISMO STA PROPRIO NELLA FORZA INTERNA CHE LO SORREGGE

La cosa migliore del messaggio è proprio la ferma posizione di tuo marito a non tornare indietro, visto che sente dentro di sé una energia nuova che lo sorregge nonostante tutto, nonostante gli accadimenti e le frustrazioni. Ed è proprio lì che occorre lavorare, rafforzando e non indebolendo i propri stili di vita. A 50 anni ci si può afflosciare e si può anche, al contrario, reimpostare la propria vita, per una vera e propria ripartenza.

MEGLIO VOLTARE PAGINA

Voltare pagina per quanto è successo. Purtroppo acqua passata non macina più. Non rinchiudersi sulle proprie magagne. Pensiamo a chi sta molto peggio di noi. Sfruttiamo tutte le nostre opportunità di fare qualcosa di buono per noi stessi e per gli altri. Non piangiamoci addosso più del necessario. Non è coi rammarichi e le rivendicazioni che si risolvono i nostri problemi.

I NODI MENTALI SI SCIOLGONO CON NUOVI STIMOLI SUL PIANO EMOZIONALE

Migliorare la respirazione, fare più attività fisica. Intraprendere qualche attività sportiva, qualche iniziativa sociale, economica, culturale. Offrire a se stessi qualche nuova motivazione. Rilassarsi e vivere più serenamente. Prenderla con più filosofia e con sana autoironia, soprattutto sul lato sessuale. Lo farà se e quando le condizioni glielo permetteranno, non certo sotto la pressione psicologica di dover dimostrare qualcosa a te o a se stesso. Più che questione di dieta qui siamo di fronte a fatti emozionali. Più che incrementare le spremute di arancia e i centrifugati di carote, cosa che già fate per conto vostro, penserei a ravvivare l’atmosfera familiare con l’inserimento di nuove motivazioni. Staccarsi dal solito tran-tran del lavoro. Farsi una bella vacanza in zona soleggiata. Sdrammatizzare e trovare pure il modo di divertirsi.

Valdo Vaccaro

Il sito è stato penalizzato e completamente demonetizzato da Google.

Supporta il mio lavoro con una donazione, oppure effettuando acquisti attraverso i seguenti link su ilGiardinodeiLibri o su Amazon.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.