GONFIORI, RITENZIONE IDRICA ED EMORROIDI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ALIMENTAZIONE VEGANA E ALLONTANAMENTO DALLE SOLUZIONI CHIRURGICHE

Mi chiamo Antonio ho 53 anni, da settembre 2014 ho scelto una alimentazione vegana in quanto dopo vari tentativi le mie emorroidi non mi abbandonavano con perdite di sangue. Dopo aver fatto la visita dal chirurgo, anziché intraprendere la strada della medicina tradizionale ho cambiato completamente la mia alimentazione, per cui oggi ho una alimentazione vegana.

RIPRESA DEI FASTIDI EMORROIDALI

Nei primi mesi ho trovato molto sollievo. Ora mi ritrovo però coi soliti fastidi emorroidali, anche se non mangio più carne, pesce e latticini. Ho perdite di sangue e fastidio, come posso comportarmi per stare meglio e risolvere il problema che mi attanaglia? Quando il lavoro me lo permette cammino e vado in bicicletta!

BOCCA SALATA PUR NON CONSUMANDO SALE

Ho 46 anni, sono Nadia, la compagna di Antonio. Fino a circa due anni fa mangiavo di tutto. Poi, dal 2013, ho scelto una alimentazione vegana. In questo ultimo tempo mi sono ritrovata in diversi periodi con la bocca completamente salata. Preciso che sono abituata a mangiare senza sale. Comunque, con il passare dei giorni, il fastidio è passato.

MANI E PIEDI CHE SI GONFIANO

Ora mi ritrovo da qualche giorno con altri problemi ancora. Mentre dormo mi sento gli arti che si gonfiano, sia mani che piedi. In particolare di mattina mi ritrovo dolorante e con mani e piedi gonfi.
Solitamente faccio 4-5 ore alla settimana di cyclette e, quando posso, vado in bicicletta oppure a camminare. Un po’ di gonfiore ai piedi lo avevo nel caso di molto caldo, preciso che il mio lavoro consiste nel cosidetto lavoro di scrivania! Come posso comportarmi? Dovrò aumentare la mia attività fisica? La ringrazio infinitamente per le sue tesine molto preziose per chi ha scelto di vivere in stile naturale, evitando la medicina tradizionale! Rimaniamo in attesa di cortese e gradita risposta. Cordiali saluti.
Nadia e Antonio

*****

RISPOSTA

EMORROIDI, STITICHEZZA E SANGUE IN VIA DI PURIFICAZIONE E DI SGRASSAMENTO ELIMINATIVO

Ciao Antonio. Il problema delle emorroidi rimane collegato alla stitichezza e si contrasta con un regime vegan-crudista avanzato, e con l’aggiunta di more di gelso, mirtillo, frutti di bosco, papaia, tamarindo, miele, patata cruda non irradiata, grattugiata o centrifugata. Questa recidivazione di tarda primavera fa ritenere che tu abbia compensato le tue esigenze caloriche mediante latticini o cibi cotti, mettendo assieme possibilmente una certa presenza parassitaria, per cui cipolla, aglio, ravanelli, limoni, semi di zucca, germe di grano, semi di chia, di sesamo e di papavero, sono tutti utili per il loro alto contenuto di zinco. L’uso intenso di ortiche saltate in padella o aggiunte alle zuppe di verdura è pure indicato.

ALLA LARGA DAL BISTURI

Un paio di semicupi freddi al giorno sul bidet, per qualche minuto, possono apportare beneficio. La bicicletta non è invece indicata in questi casi. Ti consiglio di consultare la tesina “Emorroidi, varici e sanguinamenti“, del 13/5/2015. Ovvio che hai fatto benissimo a stare alla larga dalla chirurgia. L’estirpazione delle emorroidi non ristabilisce di certo la salute, perché il bisturi non purifica e non sgrassa il sangue.

CLORURI DI SODIO E ALTRI MINERALI IN ESPULSIONE

Per la Nadia, la questione della bocca salata sta solo a significare una crisi eliminativa innescata dai miglioramenti della sua dieta, per cui i vecchi depositi di cloruro di sodio e di altri minerali inorganici mai assimilati e depositati in varie parti del corpo, o mescolati ai fluidi di ritenzione, si sono ulteriormente disgregati, trovando vie espulsive a livello orale e salivare.

GONFIORI, EDEMI E FORMICOLII

Quanto ai gonfiori a mani e piedi, si tratta di accumuli di fluidi nel corpo, e pertanto di edema e di ritenzione idrica. Le cause possono essere lo stare troppo a lungo in piedi o anche seduti alla scrivania e al computer, il ciclo mestruale, l’invecchiamento, l’insufficienza renale ed epatica, l’ipertiroidismo e l’ipertensione, l’omocisteina alta, l’artrite e la gotta, l’assunzione di estrogeni e di testosterone, l’assunzione di farmaci in generale, di farmaci contro il diabete, l’uso di cibi in scatola, zucchero, alcol, caffè, fumo, caffeina e teina, dolci, grissini, formaggi, salumi. Abbondare di estratti a base di bieta vulgaris o erbette o bietole rosse.

ESACERBAZIONE DI EFFETTI RIPULITIVI AL RISVEGLIO

Il fatto che ci sia un aggravamento di gonfiori nelle ore di prima mattina, collega il fenomeno al ciclo circadiano notturno, al ciclo assimilativo che va dalle 20 alle 4 del mattino, dove l’ipotalamo, soprattutto se si va a nanna presto e si sfruttano al meglio le ore prima di mezzanotte che valgono il doppio, conclude il suo lavoro assimilativo prima del tempo, impiegandoci 4 ore anziché 8, per cui dalla una dopo mezzanotte in avanti ha 3 ore a disposizione per i suoi interventi notturni fatti di accumulo melatonina nella pineale, di compensazioni, di ritocchi, di smussamento angolosità, di imposizione obbligatoria del digiuno notturno. Questo provoca nel corpo i classici effetti depurativi del post-digiuno, con incremento pressorio, incremento cortisolo, incremento picchi glicemici, emicrania, edemi, gonfiori ed altro ancora. Ovvio che si tratta di fenomeni espulsivi benefici benefici a cui siamo tenuti a resistere, e che tenderanno a calare man mano che continuiamo a vivere in massima virtuosità.

ARTRITE, GOTTA, RITENZIONE IDRICA ED INSUFFICINZA RENALE

Da rilevare che di artrite e gotta soffre la metà della popolazione italiana ultra 65enne. Assai comune anche la disidratazione e l’insufficienza renale. Quanto poi alla ritenzione idrica è diffusa a livello epidemico, visto l’alto consumo di prosciutti, mortadelle ed hamburger. I rimedi consistono nel forte incremento del crudo, nel movimento, nella esposizione solare, nella assunzione di carciofo crudo, tarassaco, ortiche, ananas, banane, asparagi, finocchi, ginepro bacche e germogli, alfa-alfa, crescione, acetosa, aglio e cipolla. Ricordiamoci che la rigenerazione dell’organismo passa anche attraverso cibi ad alto contenuto di antocianine ed antiossidanti tipici della frutta con tonalità rosso scuro, blu e nero, a forte effetto protettivo nei riguardi della fragilità capillare e della circolazione periferica. Lo sgrassamento e la fluidificazione del sangue e della linfa hanno una funzione davvero fondamentale.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
2
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x