LIBERARSI DAI DOLORI INTESTINALI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PROBLEMI INTESTINALI DA CIRCA TRE MESI

Buonasera Dott. Vaccaro. Le scrivo in merito a dei problemi intestinali che si sono manifestati circa 3 mesi fa e che adesso le elencherò. All’inizio di ottobre ho avuto un forte male alla pancia durante la notte, con conseguenza al mattino di un scarica diarroica e, da quel medesimo giorno, ho finito di stare bene. Un continuo male al ventre con gonfiore e meteorismo alternato. Giorni di feci molli giallastre e giorni in cui stavo meglio ma, appena andavo di corpo non mi sentivo mai libero dai dolorini intestinali.

ESAMI COMPLETI E TUTTO NELLA NORMA

Mi sono recato dal mio medico spiegando la situazione. Mi sono stati prescritti esami del sangue, esami completi al fegato e al pancreas, emocromo più formula, marcatori tumorali intestino. Tutto è risultato nella norma. Ho fatto pure una eco generale di fegato, pancreas, milza, reni, vescica e prostata e mi è stato diagnosticato un calcolino alla cistifellea di 6mm.

ALTRA SERIE DI VISITE CON ESITO NEGATIVO

Poi ho prenotato una visita presso un gastroenterologo puntiglioso. Ha effettuato tutti i controlli del caso, verificando uno ad uno i miei referti. Mi ha visitato scrupolosamente e ha deciso infine di farmi fare una serie di esami mirati sulle analisi delle feci. Ricerca emoglobina, ricerca Clostridium Difficile, ricerca AG GDH, esame parassitologico, tutti con esito negativo. Esame chimico-fisico: feci formate, pH 6.8, fibre vegetali in modesta quantità, fibre carnee in modesta quantità, amidi parzialmente digeriti in modesta quantità, amidi indigeriti assenti, calprotectina fecale 15 mg/kg.

VINO ROSSO E ALCOL PROVOCANO SCARICHE DIARROICHE, METEORISMO E DOLORI

Ad oggi i problemi persistono a giorni alterni. Ho notato che nel fine settimana, quando magari faccio qualche cena con amici, se bevo vino rosso durante i pasti o fuori pasto o qualche cibo in particolare, il giorno dopo ho scariche diarroiche e meteorismo e dolore addominale che si protraggono durante tutta la giornata e nei giorni a venire. Sono sempre stato un amante del vino o birra ma in questi mesi vedo che le reazioni sul corpo sono molto diverse confronto a mesi prima. Potrebbe essere l’alcol a portarmi questi disagi intestinali?

NESSUN BENEFICIO DAI PROBIOTICI

Premetto che ho assunto probiotici marca Enterolactis Plus per circa due settimane, ma senza giovarne beneficio se non lieve. Attendo cortesemente un suo gentile consiglio da esperto. Saluti.
Riccardo

*****

RISPOSTA

LASCIAMO DA PARTE GLI ALCOLICI

Ciao Riccardo. Rimettere in ordine funzionale un intestino irritato non è per niente una impresa facile. Non so poi a quale tipo di dieta tu faccia normalmente ricorso. Sul vino e sull’alcol, direi di metterli da parte in ogni caso, visti gli effetti deleteri che ti stanno procurando.

VEGETARIAN-CRUDISMO TENDENZIALE E SOSTENIBILE

Il sistema alimentare più conveniente è una dieta vegetariana-crudista tendenziale, sostenibile e personalizzata, con prevalenza di cibi vitali e crudi ben masticati. Per arrivare a questo obiettivo occorre procedere con pazienza e coerenza passo dopo passo, onde evitare impatti biochimici eccessivi.

FRUTTA ACQUOSA LONTANO DAI PASTI E VERDURA CRUDA ABBONDANTE COME INIZIO A PRANZO E CENA

Raccomando una buona assunzione di frutta, soprattutto acquosa, lontano dai pasti e a stomaco vuoto, preferibilmente nel corso della mattinata. Per pranzo e cena ci sarà sempre un abbondante primo piatto di esordio a base di verdure crude, seguito da un secondo di cibi cotti ma non stracotti, tipo patate, purea di patate, patate in insalata con cipolla cruda, legumi, cereali, gnocchi di patate o di zucca, minestra vegetale, pasta alle verdure o ai funghi, verdure saltate in padella, peperonata, frittatina alle erbe.

CIBI SOBRI, LEGGERI, INNOCENTI E DIGERIBILI

Importantissimo porsi come obiettivo prioritario una buona digestione, grazie a cibi leggeri, innocenti, sobri. Amici dello stomaco e dell’intestino? Cavoli, patate, carote, mele, avocado, carciofo, dolcetta, mirtillo, orzo, pomodoro, miglio, portulaca, rapa, ribes, tarassaco, uva, zucca, zucchina.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x