CHIACCHIERATA CON ANTONIETTA GATTI SULLE PANDEMIE DI OGGI E DI DOMANI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

PREVISIONI STRANE DI ANGELA MERKEL ED EMMANUEL MACRON

Prof Antonietta Gatti, orgoglio italiano nel mondo della libera ricerca in medicina, fisico, scienziata e ricercatrice, buongiorno a lei. Così parte il video del Vaso di Pandora (inserito a fondo pagina), e aggiunge come prima domanda le strane previsioni della accoppiata Merkel-Macron che stanno spingendo la cittadinanza a prepararsi per la prossima pandemia.

QUALCUNO HA LA SFERA DI CRISTALLO AL POSTO DEL MICROSCOPIO

La prof non si fa pregare e con la sua sottile ironia, non inferiore a quella del suo compagno di cordata scientifica Stefano Montanari, fa i complimenti ad Angela Merkel e a Emmanuel Macron, dotati non di microscopio elettronico ma di una sfera di cristallo.

Io come scienziato posso solamente dire che ogni inverno, da tutta la mia vita a questa parte, arriva una influenza che ogni anno è leggermente diversa, anche perché accompagnata (più che causata) da un coronavirus che è diverso e mutato e che ogni anno ha un impatto diverso sulla popolazione. Più di questo nulla mi permetterei di affermare.

SE HANNO NOTIZIE DI PRIMA MANO COMINCEREI A PREOCCUPARMI

Se i due statisti diventati medici o indovini si sono spinti più in là del dovuto con delle previsioni apocalittiche, vuol dire che sono “informati sui fatti” e che dispongono di “notizie sicure, programmate e di prima mano”. Cose per le quali potrei anche cominciare a preoccuparmi.

IMPATTO DELLE NANOPARTICELLE SULLA SALUTE

Lei prof è la madre delle nanotecnologie. Viene definita così. Cosa sono le nanotecnologie?

Nel 2002 ho presentato un progetto di ricerca alla Comunità Europea, e si chiamava proprio Nanotechnology. Era una ricerca sull’impatto che, specialmente le nanoparticelle, hanno sulla salute umana. A quel tempo noi, io e Stefano, eravamo in una situazione di frontiera. L’anno scorso l’OMS ha ammesso che per colpa di polveri sottili e di nanoparticelle muoiono circa 700.000 persone l’anno nel mondo, che non è poco.

ANALIZZIAMO L’INVISIBILE E L’ESTREMAMENTE PICCOLO

Da 18 anni a questa parte noi ci occupiamo non solo di polveri e di nanoparticelle urbane, industriali, ambientali e militari, ma andiamo pure a identificarle all’interno dei tessuti patologici che sono il più delle volte cancro, tanto per dirci le cose come stanno. Le andiamo a vedere, a identificarle con chiarezza, e talvolta riusciamo pure a rilevarle nell’ambiente dove vive il paziente. Andiamo cioè a definire le sue esposizioni a queste polveri velenose. Che le polveri grossolane possano dare dei problemi polmonari appare ovvio. Lo sappiamo dai tempi dei romani.

ARRIVIAMO AI 10 NANOMETRI

Il fatto che le polveri sottili possano interessare non solo i polmoni ma anche tutto l’apparato in generale, questa è una novità. Stiamo infatti rilevando queste polveri sottili all’interno dei testicoli, all’interno del cervello e nell’embrione. Quindi sappiamo che, accanto a patologie dovute a batteri e a parassiti, ci sono patologie dovute a virus, e anche patologie dovute a nanoparticelle. Più o meno la dimensione è simile. Il Covid-19 è dicono 120 nanometri o 1,12 micron (milionesimi di mm), e noi lavoriamo con particelle della stessa dimensione, o a volte anche più piccole, come 10 nanometri che hanno la proprietà di entrare con i virus dentro la cellula. Se poi questo accade particolarmente nelle zone di guerra, il fenomeno diventa particolarmente significativo.

SONO RICONOSCIUTA COME FELLOW IN CAMPO SCIENTIFICO MONDIALE

Lei e suo marito siete agli albori di questa scienza, eppure non c’è nemmeno una pagina vostra su wikipedia.

L’abbiamo fatta cancellare noi di proposito. Girano troppi dati fasulli in quei notiziari. Nel mondo anglosassone della ricerca, essere Fellow vuol dire che molti ricercatori riconoscono in te qualcosa di outstanding, qualcosa di eccezionale che fa da punto di riferimento. E già dal 2012 sono stata nominata Fellow che è il titolo mondiale più ambito tra i ricercatori. Qualcuno ha riconosciuto che ho fatto qualcosa di molto innovativo.

ABBIAMO CREATO UN NUOVO TIPO DI MEDICINA

Lei capisce che quando ci sono delle persone ammalate che vanno dal medico, quello le controlla che non abbiano degli antigeni, dei batteri disbiotici in eccesso, del materiale virale ostruente, dei parassiti, ma non controlla mai se hanno delle patologie da polveri. In questi casi si ha una diagnostica lacunosa e incompleta, finché non si arriva al caso estremo chiamato cancro. Questo è l’iter che stiamo seguendo. In pratica abbiamo creato un Nuovo tipo di Medicina, che intende essere di aiuto per il medico che vuole essere aiutato.

LE ANOMALIE DELLA ZONA CRITICA BERGAMO-BRESCIA NON HANNO INSEGNATO NIENTE

Senta prof Gatti, abbiamo sovrapposto le cartine d’Italia riportanti le zone più inquinate l’Italia con quelle che riportano le aree di maggiore concentrazione del Covid-19 che è poi la Val Padana tra Brescia, Bergamo e Milano, notando che esse coincidono perfettamente. Cosa si sente di dire?

Non c’è da affermare niente. Se io fossi stata all’interno di quel club di grandi cervelli selezionati dal governo avrei semplicemente notato che lì nel Triangolo delle Bermude c’è qualcosa di anomalo, ovvero una percentuale di mortalità che non esiste da altre parti.

PRIORITÀ ASSOLUTA CHIARIRE L’ENIGMA LOMBARDIA

I numeri parlano chiaro. Nessun malato al sud e 100 tra Bergamo e Brescia? Andiamo dunque a controllare in dettaglio quello che è, quello che succede. Anche perché si corre il rischio che la cosa si ripeta il prossimo settembre o al prossimo cambio stagionale. Se da quelle parti c’è stata qualche altra circostanza patologica lo devo appurare. Non posso nemmeno pensare di procedere con dei vaccini o con farmaci che finirebbero magari col peggiorare la situazione.

TUTTI A CORRERE CON TAMPONI, INTUBAZIONI E VENTILATORI, MENTRE SERVIVA SOLO FLUIDIFICARE IL SANGUE

Pertanto la prima cosa da fare è togliere la benda dagli occhi e capire il meccanismo d’azione di questo Covid-19. E allora si scopre (noi siamo stati tra i primissimi a dirlo) che questo virus non dà un semplice problema polmonare-zonale come molti medici pensano, non dà una polmonite interstiziale ma qualcosa di ben diverso che è una trombo-embolia polmonare, vale a dire una malattia SISTEMICA, che riguarda tutta la circolazione sanguigna, tutto il corpo. Ed è importantissimo verificare se le polveri e l’inquinamento hanno avuto un effetto scatenante, o se i vaccini effettuati in modo massiccio in quella zona siano stati determinanti. Questo è il punto fondamentale. Noi con la nostra nanotecnologia possiamo verificare questi dettagli.

LA PRIMA E UNICA COSA DA FARE ERANO LE AUTOPSIE, E IL GOVERNO LE HA DEMENZIALMENTE O VOLUTAMENTE VIETATE

Però, qui non si muove ancora una foglia. Lei pensi che durante il lockdown io ho regalato una strumentazione che usavo per le nanotecnologie all’ospedale Papa Giovanni XXIII, al primario di ematologia, perché a mio avviso era importantissimo fare delle autopsie, andare a capire perché la gente muore. È la prima cosa che si fa davanti a una malattia nuova. Non siamo nel Medioevo. Invece niente. Non si può fare. Come mai? Non si sa. Ho allegato pure a tale regalo una maschera professionale e una tubazione portatile di 10 metri collegabile con l’aria esterna, di modo che chi esegue l’autopsia respiri aria pura e possa operare tranquillo e in piena sicurezza sulle salme senza timori, anche se dopo le 24 ore il cadavere cessa di essere infettivo.

STIAMO ANCORA ASPETTANDO I CAMPIONI

Da rilevare che il Coronavirus provoca anomalie cerebrali. Molti pazienti lamentano infatti perdite del senso del gusto e del senso dell’olfatto. Come mai? Un’ipotesi io ce l’ho. Questo Covid, questa entità nonodimensionale viaggia evidentemente lungo il nervo olfattivo come fanno le nanoparticelle che arrivano al cervello. È un fenomeno che si può dimostrare tranquillamente. È per questo che ho regalato all’ospedale tale strumentazione. Ci saremmo aspettati in cambio almeno dei campioni da relative autopsie. Ma ora la pandemia sta volgendo al termine e i campioni non ci sono ancora! Questo è a dir poco scoraggiante. Forse non si vuole conoscere la realtà delle cose.

GUARDARE LA TELEVISIONE PURCHÉ NON SIA ACCESA

Tornando alle previsioni espresse da Merkel e Macron, per cui a settembre avremo una nuova pandemia in arrivo, sarà meglio capire come stanno le cose, e non viaggiare sempre nell’incertezza e nell’ignoranza. Ovvio che quei premier esprimono il massimo della anti-scienza. Ma la loro sicurezza mi fa pensare male. Le task force governative non sono composte da scienziati e nemmeno da persone affidabili. Questa è la realtà. Gente brava a impedire le autopsie, gente che ha la coda di paglia, gente che ha paura che vengano scoperte certe cose. Gente presenzialista da sfilate e interviste televisive. Gente da salotto più che gente operativa. È per questo che la televisione va guardata regolarmente, ma a condizione che sia spenta.

FACCIAMO VALERE IL NOSTRO POTERE DI NON ACQUISTO

Come consumatore io ho grande valore. Se non accendo lo schermo le pubblicità invasive che vengono trasmesse a ritmo martellante perdono di efficacia e non valgono niente. Ti pare poco? Dunque io consumatore valgo. Non compro più i prodotti pubblicizzati, anzi li evito di proposito, gli dò zero importanza, proprio zero. Compro invece i prodotti delle piccole industrie, dei contadini, degli artigiani, anche perché sono loro che devono sopravvivere in questi momenti critici. Se tutti facessero come me forse i produttori si accorgerebbero che il consumatore è quello che comanda. Quindi non possono imporre più di tanto, perché se la gente comincia a non comprare i loro prodotti quelli falliscono meritando di fallire.

SCANDALOSA PRESENZA DI ALLUMINIO NEI VACCINI

Tornando ai vaccini e al Covid, nelle province di Bergamo e Brescia, tra novembre 2019 e gennaio 2020 c’è stata una massiccia campagna di vaccinazioni contro la meningite e contro l’influenza. Prof Gatti, quali riflessioni si sente di fare?

Da scienziata io andrei a verificare l’interazione delle particelle organiche nei globuli rossi, nelle proteine e così via, visto che le particelle critiche stanno proprio dentro al vaccino, perché lì ci sono cose che non ci dovrebbero mai essere, e mi riferisco ad esempio all’alluminio. Ma ci stanno cose ancora peggiori.

CONTENUTO DEI VACCINI BIO-INCOMPATIBILE E DUNQUE AD ALTO RISCHIO

Alluminio che è stato vietato per tutti gli spray e i deodoranti perché neurotossico. E nei vaccini l’alluminio si inietta addirittura nel sangue direttamente. Ma nessuno muove un dito, nessuno dice qualcosa, nessuno nella Sanità nota dei controsensi e delle dissonanze. È mai possibile tutto questo? Ci potrebbero essere interazioni e incompatibilità e complicazioni tra i virus precedenti e quelli nuovi. Mi sa che non esistono studi in questa direzione. È chiaro che i componenti dei vaccini sono tutti corpi estranei e spesso offensivi rispetto alla circolazione sanguigna, rispetto al sangue. Non sono biocompatibili. Punto. Questo dovrebbe essere il concetto-base, il concetto-cardine su cui fare tutti i nostri ragionamenti.

GAVI ALLIANCE ENNESIMO GIOCATTOLO DI BILL GATES

Il 4 giugno scorso la Gavi Vaccines Alliance si è riunita per la ricerca dei fondi necessari allo sviluppo dei prossimi vaccini, incluso quello sul Covid-19. L’Italia, col sostegno del premier Conte, ha contribuito per 300 milioni di Euro. La Gavi ha come sponsor e organizzatori la OMS e la Bill&Melinda Gates Foundation. Quale è il suo parere su questa Gavi?

Per essere esatti la Gavi è una alleanza che parte da Bill Gates, e che racchiude pure la OMS, la Banca Mondiale FMI, l’Unicef. È un giocattolo di Bill Gates. È roba sua. Vi ha riunito intorno altre persone e altri enti ma tutto ruota intorno a lui medesimo.

QUALCUNO DOVRÀ PUR SPIEGARE I 300 MILIONI A BILL GATES

E noi abbiamo dato 300 milioni a Bill Gates quando il paese sta patendo la fame, quando c’è gente disperata, gente che si è suicidata per mancanza di lavoro e di opportunità. Se proprio vogliamo essere generosi ed eroici, era meglio dare quei soldi a bambini che soffrono la fame e ai bambini malati di cancro, oppure alla ricerca sul cancro, malattia che fa 1000 volte più morti delle pandemie vere o false. Ci sono al mondo molte persone che stanno male e che non vengono considerate. La Gavi puntava a raccogliere 7,4 miliardi di dollari, e alla fine ne ha raccolti 8,8? Bravi, complimenti.

TOTALE SILENZIO SUI BIMBI UCCISI DAI VACCINI

Ma ricordo a tutti che col pane si mangia e ci si nutre, mentre con le punturine invece no, anzi si fanno spesso gravi danni. Proprio ieri 2 gemellini a Milano, subito dopo le vaccinazioni imposte, il bambino è morto e la sua sorellina è in condizioni critiche all’ospedale. Una settimana prima un bimbo era morto a Torino in condizioni simili. Casi di cui non si parla né in prima pagina né altrove.

C’È DA CHIEDERSI QUALI SIANO GLI STANDARD MORALI DI QUESTO INDIVIDUO

Qui si tratta anche di capire quale è il vero bene dell’umanità. Ho visto dei filmati su Bill Gates dove si auspica di ridurre intanto del 10-15% almeno la popolazione mondiale. In altro video del 2015, Bill Gates va al Pentagono e presenta un suo progetto di ricerca dove i suoi vaccini riescono a far variare le mappe cerebrali, vaccini che uccidono in zona neurologica. Non c’è niente di bene per l’umanità.

CONTE NON HA MAI LETTO LA COSTITUZIONE

Prof Gatti, immaginiamo di avere qui accanto a noi il premier Conte e di dover parlare di questa pandemia. Cosa gli direbbe?

Conte è al momento premier del governo italiano, ed è pure avvocato. Gli chiederei se le attività da lui svolte sono compatibili con la Costituzione, e se le cose che si appresta a fare sono compatibili con la Costituzione Italiana che non è affatto una schifezza. Gli chiederei di leggersi la Costituzione, le singole leggi basilari e di agire di conseguenza, applicandole. Come cittadina io devo rispettare le leggi. I politici devono fare altrettanto e devono pure dare il buon esempio.

PROVO DISGUSTO PER QUELLO CHE STANNO FACENDO

Nella vita ho realizzato progetti scientifici importanti. Eppure non conto niente. Sono stata consulente di 4 commissioni sull’uranio impoverito e non ho chiesto allo stato neppure un centesimo. Mi hanno pagato il solo viaggio per andare dall’Emilia a Roma. Mi chiedo quanto queste persone prendono per le loro brillanti idee. Hanno impostato una fase 2 che non si gestisce. Vada a vedere gli esami di maturità. Hanno stabilito delle regole assurde e campate in aria. Gente irrealistica che vive sulle nuvole e che non è mai stata impegnata sul fronte, in prima linea, e che si permette di pontificare e di legiferare sul Covid. Persone che non hanno alcun contatto con la realtà.

TRATTAMENTI ASSURDI SU BAMBINI E ANZIANI

Sono arrivati all’assurdo di mettere delle mascherine ai bambini piccoli, categoria nemmeno sfiorata dal Covid. Non spiegano il come e il perché dovrebbero infettare. Tutto impostato contro logica e contro natura, contro la fisiologia delle persone. Vogliono vaccinare le persone di oltre 65 anni, quando il vaccino non ha più alcun effetto per invecchiamento del sistema immune. Un politico ha l’obbligo di conoscere le basi della natura, le leggi della natura, le scienze di base. Abbiamo invece al potere gente priva di un background culturale, incapace persino di scegliersi della gente valida. Chiaro che al bene della popolazione non ci pensa nessuno.

STIAMO CERCANDO DI PORRE RIMEDIO A UNA SITUAZIONE DRAMMATICA E INSOSTENIBILE

Grazie prof Gatti. Queste sue opinioni dimostrano il perché non le viene dato accesso ai media. Dire la verità e dire le cose come stanno significa auto-escludersi dai meccanismi informativi-mediatici ufficiali.

Proprio così. È per questo che sarò oggi 20 giugno a Firenze e poi il 30 giugno a Roma come relatori di un documento a difesa dei valori costituzionali, assieme a Sara Cunial, Mauro Scardovelli, Massimo Fioranelli, Stefano Manera, Maurizio Martucci, Cosimo Massaro, Luca Speciali, Carlo Prisco, Marcello Pamio ed altri ancora.

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x