GUARDO PIÙ AL CLIMA ETICO-SALUTISTICO CHE AL CLIMA ATMOSFERICO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Buona sera Valdo e grazie per l’articolo leggendo il quale ti ho preso due volte in castagna. È strano che un pluri-laureato e naturista-vegano non sappia:

  • che CO2 serve alla vita e che ce n’è troppo poca
  • che il surriscaldamento climatico globale è una clamorosa balla proprio a vantaggio di quelli criticati nell’articolo e di quelli denudati su “CONFESSIONI MEDICHE”.

Sono costretto a perdonarti ma mi aspetto un chiarimento soprattutto per i tanti tuoi lettori che sull’argomento sono sicuramente ignoranti. Un cordialissimo saluto.
Piero Deola


RISPOSTA

Ciao Piero. Mi risulta che sia tu che io abbiamo cose più serie cui pensare. Lasciamo perdere il pluri-laureato e il naturista-vegano. Mi hai preso in castagna? Sono appena arrivato da un giro in bici nei boschi circostanti con nello zainetto 5 chili di castagne. Spero che nessuno mi sanzioni anche per questo.

Non si sa mai, coi tempi che corrono. Sei del resto in piena armonia con la stagione dei ricci e dei marroni. Al limite posso ammettere la mia ignoranza in fatto di clima. Non credo poi che i miei lettori siano così sprovveduti.

Andiamoci piano anche col definire clamorose balle quelle sul clima. Potrebbe essere come non essere. Non credo ai dogmi a favore e nemmeno a quelli contrari. So per certo che, per ogni secondo che passa, a 7000 creature senzienti viene tolto ingiustamente il diritto di vivere. Ed è questo che conta per me.

Troppa cattiveria e troppa indifferenza oltre che una inspiegabile tendenza all’autolesionismo. Servisse a qualcosa e a qualcuno, servisse alla salute umana, servisse alla nostra autostima di esseri sensibili e intelligenti. Ma non c’è niente di tutto questo!

Quanto al clima, mi accorgo che la furia dei temporali e dei venti di questi ultimi anni è andata peggiorando a vista d’occhio. Può darsi benissimo che non c’entri il CO2 e i gas serra, ma non era questo per me il punto cruciale.

D’accordo che sia Rubbia che Zichichi, i nostri maggiori cervelli della fisica sono schierati contro le ipotesi che girano intorno al surriscaldamento globale e ai problemi climatici. D’accordo che anche Franco Prodi, fratello di Romano Prodi nonché stimato fisico climatologo è sulla stessa linea di perplessità, nel senso che si tratta di ipotesi non provate scientificamente.

Ho letto le loro argomentazioni. Il tema è comunque controverso. Ci sono diversità e disaccordi clamorosi tra gli stessi scienziati. Nemmeno le teorie dei premi nobel sono prive di incertezze. Non parteggio né per loro né per la Greta.

Rilevo piuttosto che Il Mauna Loa Observatory delle Hawaii ha rilevato nel maggio scorso valori di CO2 nell’atmosfera di 415 ppm (parti per milione), il dato più alto degli ultimi 800 anni. I 3/4 dell’incremento di CO2 è avvenuto negli ultimi 20 anni. Le emissioni di CO2 nel 1990 erano appena di 21,4 miliardi di tonnellate.

Il Mauna Loa, situato a 3397 metri sul mare è considerato la stazione di monitoraggio più affidabile del pianeta. Non è poi una questione di demonizzare l’anidride carbonica in sé che è certamente necessaria e utile per molti aspetti. Si parla soprattutto di gas serra, di metano proveniente dai mattatoi e dalle grandi stalle e dai loro fetidi liquami.

Per quanto mi riguarda, non intendevo entrare troppo in queste diatribe specifiche. Negli articoli che hai citato mi premeva piuttosto evidenziare gli aspetti gravissimi della deforestazione e delle coltivazioni di cereali e soia OGM destinate agli allevamenti di animali da macello.

In ogni caso mantengo salde le mie posizioni sull’argomento carni e sull’argomento etico, qualunque sia l’esito delle controversie in atto su surriscaldamento terrestre e su effetto serra.

Quello che occorre fare a mio avviso è sicuramente ridurre l’inquinamento del terreno, delle falde acquifere, dei fiumi, dei mari e dell’aria, oltre che l’inquinamento all’interno del nostro corpo, della nostra mente e della nostra anima.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.