MATRICI E MEMBRANE DIVINE, TRA GIORDANO BRUNO E PIER LUIGI IGHINA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ARTICOLO DI ALESSANDRO MEOTTO SUL RAPPORTO TRA TERRENO DI COLTURA E INFORMAZIONE VITALE

Ciao Valdo, ho appena finito di leggere un articolo dell’igienista Alessandro Meotto, blogger che si occupa di Disciplina Alimentare Spirituale dal titolo Rapporti tra terreno di coltura e informazione vitale, articolo che indaga sulla relazione esistente tra matrice extracellulare e materia extraplanetaria/universale concludendo che non vi è nessuna differenza sostanziale. Nell’introduzione all’articolo Alessandro Meotto ha riportato le parole di Giordano Bruno, estrapolate dai dialoghi tratti dal film biografia. Parole che non finiscono mai di stupire e affascinare!

SONO RIMASTA AFFASCINATA E COLPITA

Nonostante la complessità della trattazione, ne sono rimasta veramente colpita. Mi piacerebbe che ne prendessi visione, tempo e voglia permettendo, per conoscere il tuo parere e leggere i tuoi commenti. Grazie.
Elena

*****

COMMENTO

ALESSANDRO MEOTTO È SEME PREGIATO DELLA NOSTRA SCUOLA

Ciao Elena. Quando dico che la HSU a Imola ha fatto e sta facendo cose egregie, mi riferisco esattamente a questi argomenti che vanno anche al di là del cibo e dell’alimentazione, del raffreddore, del mal di testa, del diabete e del tumore. Non posso dire che Alessandro sia stato formato in modo specifico dalla nostra Scuola, ma piuttosto che si è allineato e armonizzato prontamente e senza discrepanze con il nostro spirito e i nostri principi.

APPORTATORI DI VALORI PRIMA ANCORA CHE ASSORBITORI DI BUONE TEORIE

In altre parole, abbiamo con onore e piacere annoverato tra gli allievi studenti di questa portata e di questo livello, arricchendoci e provando grosse soddisfazioni. Studenti che ci hanno apportato dei valori, prima ancora di riceverne da noi. Si sono toccati tutti i temi collegati in modo diretto e indiretto alla salute, all’ambiente, all’agricoltura, ai cibi, alla spiritualità. Non sto a citare i nomi e i titoli delle tesi presentate, ma ti assicuro che erano tutte di livello superlativo, a testimonianza della passione, dell’impegno e della competenza espressa come singoli e come gruppo. La pubblicazione dei quaderni individuali sta procedendo alla HSU e la Fiorenza Guarino si sta dedicando anche a questo.

L’EREDITÀ SPIRITUALE DI PIER LUIGI IGHINA, RICORDATA A NOI ITALIANI DA UNO STRAORDINARIO RICERCATORE RUMENO

Da rilevare che i concetti toccati con encomiabile e rara maestria da parte di Alessandro Deotto, trovano riscontro, rispondenza e conferma nell’ammirevole lavoro dello studente HSU Ionel Stafie, di origini rumene, costruttivamente e laboriosamente in Italia da quasi 20 anni.
La sua ricerca porta il titolo “L’eredità spirituale di Pier Luigi Ighina”. “Se l’uomo imparasse a vivere nel cuore in permanenza e non solo una volta tanto, percepirebbe il cuore degli atomi, dei pianeti e quello delle intere galassie, e udirebbe in sottofondo i battiti che, insieme al suo, pulsano in armonia col cuore divino del Creatore”. Un po’ lo stesso discorso e lo stesso spirito di Giordano Bruno, di Alessandro Meotto, ed anche dell’intera nostra Scuola.

DIAMOCI DA FARE QUI ED ORA, SE VOGLIAMO CONQUISTARE TUTTO IL TEMPO

“Il segreto della salute fisica e mentale non sta nel lamentarsi del passato, né nel preoccuparsi del futuro, ma nel vivere il momento presente con saggezza, armonia ed impegno. La vita ha luogo solo nel presente. Se perdiamo l’attimo perdiamo la vita. L’amore nel passato è solo memoria. Quello nel futuro è fantasia. Solo qui ed ora possiamo amare veramente. Quando ti prendi cura di questo momento, ti prendi cura di tutto il tempo”. L’unico mio merito è quello di riproporvi questo pensiero straordinario che appartiene a un irripetibile e immenso Maestro chiamato Gautama Buddha.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.