SUGGERIMENTI PER DISINTOSSICARE IL MIO ORGANISMO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Intolleranza al lattosio, al glutine e ad altre cose

Ciao Valdo, sono Ornella, ti ricordi di me? Ci siamo anche sentiti al telefono.
Avrei bisogno di un consiglio da te.
Diciamo che sono intollerante al lattosio e al frumento, al glutine e ad altre cose.

Sono disorientata e non so cosa mangiare

Da un paio di giorni mi è venuta una leggera dermatite tra le sopracciglia e sul contorno del naso.
Sono leggermente arrossata, ma ho molto prurito.
Sarà forse perché sto mangiando mozzarelle e qualche gelato.
Con questo caldo non ho voglia di cucinare nulla, ma non so davvero cosa mangiare.

Grossi problemi col sonno

Inoltre è da più di un anno che faccio fatica ad addormentarmi.
Non sono mai stata dormigliona. Ma ora, sarà l’età che segna 50, o non so cos’altro, ma mi sento stanca, con dolori muscolari, irritabilità, senza fare grandi cose, e la mattina mi sveglio più stanca e scarica del giorno prima.
Dormo così poco che uso, la sera, 15 gocce di un medicinale chiamato minias.

Non ti voglio annoiare troppo

C’è dell’altro ma non voglio annoiarti troppo.
Spero tu e la famiglia stiate bene.
Un caro abbraccio.
Ornella da Udine

******

RISPOSTA

Sigarette, caffè, the, farmaci, tutti nella spazzatura. Bloccare subito le gocce.

Ciao Ornella, non è facile affrontare i tuoi problemi presi uno per uno.
La prima cosa che noto sono ovviamente le 15 gocce per dormire, che vanno assolutamente eliminate costi quel che costi, essendo esse motivo primario di intossicazione.
Sigarette, caffè, the, farmaci, tutti nella spazzatura, se vogliamo cominciare a ragionare in termini di salute e benessere stabile.

Serve un bagnetto di cultura igienistica

Se poi decidi di rivolgerti a me, non in nome della nostra amicizia che rimane ottima ed inalterata in ogni caso, ma per il fatto che appartengo a una scuola salutistica importante in linea generale e adatta a risolvere i tuoi inconvenienti, piccoli o non piccoli che siano, devi essere pronta a farti un minimo di cultura igienistica, rinunciando a parecchie cose della cultura medica.

Rigore nella dieta e adozione di schemi comportamentali a supporto

Con l’igienismo serve non sofferenza o rinunce, ma rigore nella dieta, e una serie di comportamenti igienistici di supporto (respirazione, sole, movimento, traspirazione, pensieri positivi).
Le varie intolleranze vengono superate man mano che un soggetto mette a posto la formula del proprio sangue.
Ma l’intolleranza al lattosio, come quella al fumo e alla cadaverina, non serve combatterla essendo essa un segnale di reattività positiva del proprio fisico non ancora del tutto rovinato da alimenti e sostanze sbagliate.

Il problema del sangue viscoso, lipotossico e lento

Sono circa vent’anni che non ci vediamo e ricordo che ti tenevi fisicamente al meglio, sana e bella intendo.
Ma non mi risulta che tu abbia alle spalle una esperienza igienistica o almeno vegana, anche se eri interessata già allora a queste tematiche.
Chi non pratica igienismo e vegetarianismo ha di sicuro il sangue viscoso e lento.

Tre giorni di riposo fisiologico in preparazione a un ripristino globale della vitalità

Ecco dunque il motivo per cui ti chiedo di affrontare, in questi giorni di caldo e di scarso sonno, tre giorni di riposo fisiologico totale, con tutta l’acqua leggera che ti va di bere, sforzandoti di berne anche in eccesso, ma a piccoli sorsi.
Tre giorni di digiuno assoluto, in stanza o in giardino, niente cibo, niente distrazioni televisive, niente cibo e niente altro in bocca se non acqua.

Digiuno seguito da qualche giorno di dieta fruttariana

Armata di spirito di sacrificio nell’affrontare una sicura crisi eliminativa a partire dal secondo giorno (capogiro, mal di testa, scarico muco, fastidi vari: tutti segnali innocenti che il digiuno funziona al meglio e che i veleni stanno venendo fuori), vincerai la tua piccola battaglia purificativa.
Non appena ti arrivano i segnali di ripristino vitalità sottoforma di ritorno dell’appetito, di urine ridiventate chiare, di lingua ridiventata pulita dalla patina bianca, di alito ridivenuto gradevole, tronchi il digiuno e fai 3-4 giorni di dieta fruttariana, alimentandoti con tutta la frutta che vuoi.

Adozione di una dieta stabile, il più possibile compatibile col tuo corpo fruttariano

Alla fine di tale settimana igienico-terapeutica riprenderai con la mia dieta vegana crudista tendenziale , che dovrà essere assai migliore di quella che hai usato negli ultimi anni, se non vuoi che i vecchi problemi si ripresentino.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.