TETRALOGIA DI FALLOT

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

CHE COS’È LA TETRALOGIA DI FALLOT

La tetralogia di Fallot, detta anche sindrome del bambino blu, è una malattia cardiaca congenita, che altera la struttura del cuore compromettendone il normale funzionamento. I pazienti affetti si presentano, dalla nascita, con un aspetto bluastro e cianotico. Le cause precise della tetralogia di Fallot, al momento, non sono conosciute. Tuttavia, si ritiene siano responsabili fattori sia genetici che ambientali. L’unica terapia efficace, secondo i cardiologi, è l’intervento chirurgico, che mira a risolvere le anomalie del cuore. Senza questa operazione, il paziente non può condurre una vita normale.

ANATOMIA DEL CUORE

Il cuore è diviso in due metà, destra e sinistra. Il cuore di destra è composto dall’atrio destro e dal sottostante ventricolo destro. Il cuore di sinistra è composto dall’atrio sinistro e dal sottostante ventricolo destro. Ciascun atrio è collegato al ventricolo sottostante per mezzo di una valvola. L’atrio destro riceve sangue non ossigenato attraverso le vene cave, e lo spinge nel ventricolo destro. Il ventricolo destro pompa il sangue nell’arteria polmonare, che conduce il sangue ai polmoni, dove si carica di ossigeno. L’atrio sinistro riceve il sangue ossigenato, di ritorno dai polmoni, attraverso le vene polmonari, e lo spinge nel ventricolo sinistro. Il ventricolo sinistro pompa il sangue ossigenato verso gli organi e i tessuti del corpo umano, attraverso l’aorta.

LE QUATTRO ANOMALIE ANATOMICHE NELLA PATOFISIOLOGIA FALLOT

  • Restringimento o stenosi della valvola polmonare e della porzione di ventricolo destro circostante la valvola stessa. L’effetto sta nella riduzione di portata-sangue che imbocca l’arteria polmonare e che, poi, raggiunge i polmoni. La conseguenza è un ristagno di sangue nel ventricolo destro e la quota di sangue ossigenato inferiore alla quota normale.
  • Difetto del setto interventricolare. Il setto interventricolare separa il ventricolo destro dal sinistro. Il difetto consiste in un buco del setto. L’effetto è che i due ventricoli comunicano tra loro. La conseguenze è che il ristagno di sangue non ossigenato travasa dal ventricolo destro e si mescola al sangue ossigenato del ventricolo sinistro, formando sangue misto. È il cosiddetto “shunt da destra a sinistra”, dove shunt indica un buco o un passaggio che permette il travaso di un liquido da un compartimento a un altro.
  • Posizione diversa dell’aorta rispetto a un cuore normale. È leggermente spostata verso destra. Pertanto, anche a causa del buco presente nel setto interventricolare, essa comunica direttamente con il ventricolo destro. L’effetto è il sangue misto, ossigenato e non ossigenato, che imbocca l’aorta e raggiunge i tessuti del corpo umano. La conseguenza è il colorito cianotico del soggetto.
  • Ipertrofia del ventricolo destro. A causa della stenosi della valvola polmonare, serve una forza maggiore per spingere il sangue non ossigenato nei polmoni. Per far ciò, il muscolo del ventricolo si accresce e si rinforza. L’effetto è che la parete del ventricolo si ispessisce. La conseguenza è che il muscolo del ventricolo perde elasticità e si irrigidisce.

La risposta della Health Science ai cardiologi la dà l’umile Padre Taddeo. Nessuno muore a causa del mal di cuore, bensì per sangue guasto. I disordini digestivi, ed in particolari modo la stitichezza, si ripercuotono sempre sul cuore. La pressione dei gas stomacali soffoca l’attività cardiaca producendo alterazioni al polso. La circolazione del sangue non è poi opera esclusiva del cuore, che fa da regolatore dell’intero processo, ma coinvolge i polmoni, apportatori reali del flusso sanguigno. Essendo il sangue guasto causa di tutte le malattie cardiache, è indispensabile purificarlo per ristabilire un riavvicinamento alla normalità funzionale.

Normalizzare pertanto la digestione con scelte alimentari compatibili di tipo vegan-crudista, rinfrescare l’intestino togliendogli surriscaldamenti e congestioni, nonché attivare le eliminazioni renali, intestinali e cutanee. Come coadiuvante e purificatore Padre Taddeo segnala gramigna (20 g), borragine fiori (20 g), violetta fiori ()20 g), lavanda fiori (15 g), equiseto (20g), tiglio fiori  815 g). Far bollire 5 minuti grammi 10 di tale mistura in 250 g di acqua e berne 3 tazzine al giorno prima dei pasti.

QUALE APPARECCHIO SCEGLIERE PER I SUCCHI

Obiettivamente, ci sono molti vantaggi nell’acquisto di un estrattore di succo a freddo rispetto alle centrifughe tradizionali. Nella mia guida agli estrattori a freddo spiego in dettaglio le caratteristiche di ogni tipo di estrattore così da rendervi più facile la scelta.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Stufo della pubblicità intrusiva? Clicca qui.

Condividi con i tuoi amici.