QUALE ESTRATTORE DI SUCCO COMPRARE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

I succhi di frutta e verdura sono uno dei migliori modi per tenere sotto controllo il peso, depurare e nutrire il proprio corpo con acqua biologica, vitamine e antiossidanti. Li consiglio spesso infatti per periodi di detossificazioni pre-digiuno o anche semplicemente per una ottima carica di succo fresco, vitaminico ed enzimatico.

Ci sono però ancora molte persone che mi chiedono informazioni e suggerimenti se sia meglio la centrifuga o estrattore a freddo, o qual è il miglior estrattore in base al succo che voglio fare e così via.

L’offerta del mercato è infatti sempre più vasta e, senza le adeguate conoscenze è facile finire su prodotti non ottimali. In questo articolo vi andrò quindi ad illustrare le due principali modalità di estrazione del succo: centrifugazione e estrazione. (Non parlerò della pressa Norwalk in quanto di difficile reperibilità e di costo molto elevato. Per chi si volesse informare a riguardo questo è il sito ufficiale)

CARATTERISTICHE DELLA CENTRIFUGA

La centrifuga fino a pochi anni fa era il sistema più comune per ottenere i succhi. Funziona con lame che girano ad alta velocità (3000-16000rpm) sminuzzando frutta e verdura estraendo poi il succo tramite un filtro che, grazie alla forza centrifuga creata dalla rotazione delle lame separa la polpa dal succo.

Residuo di scarto della centrifugazione

VANTAGGI DELLA CENTRIFUGA

  • Costo minore rispetto a un estrattore di pari livello
  • Alcuni modelli hanno un’imboccatura ampia, il che permette di risparmiare tempo nella preparazione
  • Facilità d’uso
  • Semplicità e velocità nella pulizia

SVANTAGGI DELLA CENTRIFUGA

  • Degradazione e ossidazione dei nutrienti contenuti nel succo determinate dal calore generato dalle lame che girano molto velocemente e dal contatto con l’aria
  • Il succo ottenuto dalla centrifuga risulta molto schiumoso, con una alterazione del gusto
  • Non è adeguata per ottenere succo da vegetali a foglia
  • Estrae meno succo di un estrattore, lasciando quindi un residuo di scarto molto umido
  • Estrae perlopiù il contenuto d’acqua, lasciando nella polpa molti nutrienti
  • Può essere molto rumorosa
  • Garanzia base di 2 anni

CARATTERISTICHE DELL’ESTRATTORE

L’estrattore, a differenza della centrifuga, adotta una coclea (vite senza fine) che gira lentamente (45-60rpm) e non produce quindi calore, spremendo il succo attraverso un filtro. Per questo motivo viene anche chiamato estrattore di succo a freddo o anche slow juicer.

VANTAGGI DELL’ESTRATTORE RISPETTO ALLA CENTRIFUGA

  • Grazie alla velocità bassa di spremitura non ci sono problemi di alterazione di gusto e di proprietà nutritive
  • Migliore resa, rivelandosi alla fine più conveniente anche economicamente
  • Lavora bene anche con vegetali a foglia
  • Consuma molta meno energia della centrifuga (150-200W contro i 700-1100W delle centrifughe)
  • Solitamente hanno un periodo maggiore di garanzia sul motore e sulle parti
  • Riescono a rimuovere la maggior parte dei pesticidi contenuti nella buccia di prodotti non biologici
  • Decisamente più silenzioso

SVANTAGGI DELL’ESTRATTORE RISPETTO ALLA CENTRIFUGA

  • Costo più elevato rispetto a una centrifuga di pari livello
  • Richiede in genere più tempo per la pulizia, in quanto ha più componenti

Esistono però varie tipologie di estrattori: verticali, orizzontali, con coclea singola o a doppio albero. Non è sempre facile capire quale sia quello più adatto alle nostre esigenze.  Qui di seguito troverete i vari tipi di estrattori di succo con i relativi punti di forza di ognuno.

ESTRATTORI ORIZZONTALI

Gli estrattori orizzontali sono stati i primi estrattori ad essere inventati. Hanno avuto un grande successo in quanto consentono di ottenere un succo di alta qualità, grande efficienza con residui poco umidi (quindi riduzione degli scarti), facilità di utlizzo e di pulizia. Sono chiamati orizzontali dal momento che la coclea è posta orizzontalmente.

Estrattore orizzontale

Estrattore di succo orizzontale

VANTAGGI DEGLI ESTRATTORI ORIZZONTALI

Gli estrattori di succo con coclea orizzontale si distinguono per:

  • Succo concentrato, ricco e morbido
  • Ossidazione ridotta del succo, con separazione delle parti più lenta rispetto agli estrattori verticali
  • Migliore rendimento con i vegetali a foglia
  • Più funzioni oltre a quella di estrazione succo (es. spremitura olio)
  • Più semplici da lavare
  • In genere sono meno cari di quelli verticali
Estrattore a Doppio albero

Estrattore a doppio albero

C’è inoltre un’ulteriore distinzione da fare: estrattori a coclea singola e a doppio albero.
Quelli a doppio albero sono il massimo della qualità grazie a un metodo di estrazione ancora più preciso che permette di avere:

  • Resa massima
  • Succo ancora più ricco, morbido e meno soggetto all’ossidazione
  • Schiuma minima
  • Ottima estrazione di foglie e germogli

In questo caso gli svantaggi sono però:

  • Imboccatura ridotta per prevenire la immissione di porzioni eccessive
  • Costo elevato
  • Peso elevato (6-12kg)
  • Non è il sistema più rapido di estrazione

ESTRATTORI VERTICALI

Gli estrattori di succo verticali sono stati introdotti dopo quelli orizzontali per rispondere alle varie richieste del mercato. Funzionano sempre con lo stesso principio, ma la vite a coclea è posizionata verticalmente.

Estrattore verticale

Estrattore di succo verticale

VANTAGGI DEGLI ESTRATTORI VERTICALI

  • Ottimi per estrarre frutta e ortaggi
  • Gli ultimi modelli hanno bocchette di inserimento molto ampie (non servirà più tagliare a pezzi gli ingredienti)
  • Grazie al design specifico necessitano di meno forza per spingere i pezzi all’interno della macchina
  • In genere occupano meno spazio rispetto agli estrattori orizzontali

SVANTAGGI

  • Costano più delle versioni orizzontali
  • Estraggono con meno efficienza i vegetali a foglia

QUINDI COSA COMPRARE?

Ora conoscete le caratteristiche delle centrifughe e di ogni tipo di estrattore. Se non sapete ancora quale estrattore comprare o se per voi sia meglio la centrifuga o l’estrattore a freddo, qui di seguito troverete dei suggerimenti per l’acquisto con le indicazioni per scegliere il tipo di macchina più adatto alle vostre esigenze.

CENTRIFUGA

Le centrifughe sono inizialmente più economiche di un buon estrattore di succo a freddo, ma lo scarto è molto umido e il succo estratto di scarsa qualità. Per questi motivi non ne consiglio l’acquisto. Meglio fare uno sforzo in più e spendere per un estrattore di qualità, che rispetto alla centrifuga vi farà risparmiare nel tempo e vi permetterà di ottenere succhi decisamente migliori. Ne vale la pena!

ESTRATTORE ORIZZONTALE A COCLEA SINGOLA

L’estrattore orizzontale a coclea singola probabilmente è la scelta più versatile. Potrete infatti ottenere succhi sia di frutta che da verdura a foglia con un ottima resa, oltre a poterlo utilizzare anche per altre funzioni, che variano in base ai modelli.

Il Sana EU707J by Omega per esempio è una delle scelte migliori se stai cercando un estrattore orizzontale super-versatile.

Questo è infatti uno dei migliori estrattori orizzontali a coclea singola. Oltre al design moderno, vanta una grande efficienza di estrazione e una altissima versatilità. È fornito infatti di numerosi accessori che permettono di ottenere oltre ai succhi anche smoothies, omogeneizzati, pasta ecc. A parte è pure possibile avere una pressa per estrarre l’olio da semi. Garanzia sul motore di 10 anni, sui componenti di 5 anni.

Qui sotto trovate una breve recensione del Sana EU707 (in inglese, sottotitoli in italiano disponibili da desktop) dove potrete vederlo in funzione.

Compralo su Amazon

ESTRATTORE A DOPPIO ALBERO

L’estrattore a doppio albero è la scelta per chi vuole la massima qualità ed è disposto a fare un investimento per la sua salute. Da prendere in considerazione quindi se si intende utilizzarlo con frequenza, e in particolare con vegetali a foglia.

Quando si parla di estrattori a doppio albero la scelta d’eccellenza è senza dubbio l’estrattore Angel, completamente in acciaio SUS-304 e con garanzia di 5 anni sul motore e 3 anni sulle parti.

estrattore angel

Ci sono tre versioni dell’Angel:

  • 5500: versione base
  • 7500: aggiunge la funzionalità di reverse automatico nel caso in cui un pezzo di cibo resti incastrato
  • 8500S: oltre al reverse automatico ha gli organi di spremitura in acciaio chirurgico SUS-316.

Qui un breve video con la gamma di estrattori Angel.

Compralo su Amazon

ESTRATTORE VERTICALE

L’estrattore verticale può essere la soluzione ideale per chi non ha molto interesse nell’estrazione di vegetali a foglia e cerca una soluzione compatta.

Fascia media: BioChef Atlas Whole Slow. Questo estrattore ha una potenza di 250W, è dotato di componenti in tritan e BPA free e ha una velocità di rotazione di 40 giri al minuto. L’imboccatura grande consente di inserire frutta intera senza quindi doverla tagliare a pezzi in precedenza, con un notevole risparmio di tempo.

Oltre a succhi freschi di frutta e di verdura è possibile anche ottenere sorbetti, gelati e salse.

È coperto da una garanzia di 5 anni su motore e componenti.


Compralo su Amazon

Fascia premium: Hurom H-AI.

Questo estrattore di succo Hurom da 60 giri al minuto è innovativo. Uno dei difetti comuni più o meno a tutti gli estrattori è la necessità di inserire pezzo per pezzo tutti gli ingredienti, spesso dovendoli anche spingere con l’apposito strumento. Il tempo è prezioso, e in particolare la mattina anche quei pochi minuti possono fare la differenza tra bere il succo e non berlo. Questo estrattore risolve il problema.

Infatti il suo design self-feeding permette di immettere in una volta sola tutti gli ingredienti precedentemente lavati e preparati, ottenendo in qualche minuto il succo pronto da bere.

Inoltre è molto compatto grazie al posizionamento intelligente del recipiente per la polpa, integrato direttamente sotto il filtro. Garanzia sul motore di 10 anni, 2 anni sui componenti.

Guarda la recensione per vederlo in funzionamento! (In inglese, sottotitoli in italiano disponibili da desktop).

Compralo su Amazon

LINEE GUIDA FINALI SULL’ESTRAZIONE DI SUCCHI

Ora che conosci la differenza dei due principali metodi per fare succhi freschi considera questi suggerimenti finali.

  • Non usare più di 3-4 ingredienti per succo
  • Non utilizzare frutti come avocado o banana, che avendo pochissimo succo non sono adatti per fare estratti ma sono ottimi ad essere frullati
  • Bere i succhi sempre lontano dai pasti
  • Bere i succhi appena estratti, infatti più tempo passa e più nutrienti vengono persi
  • Prestare attenzione alla combinazione degli alimenti

Questi sono i principi base, ma se non hai mai utilizzato un estrattore ti consiglio di leggere la mia Guida base ai succhi freschi per approfondire l’argomento.

Se queste informazioni ti sono state utili condividile con i tuoi amici!

Disclosure: Cliccando uno dei link di affiliazione ed effettuando un acquisto su Amazon nelle successive 24 ore, senza nessun costo aggiuntivo per te, è possibile che io riceva una piccola commissione sull’acquisto, che mi aiuta a mantenere attivo il sito.

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.