UNA GUERRA VIRALE ASSURDA E PERSA IN PARTENZA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

INTERVISTA DI GIANLUCA SPINA A STEFANO MONTANARI – SOTTOTITOLI DI VV

L’INVENZIONE HA RADICI LONTANE MA IL GONFIAMENTO ABNORME VA ADDEBITATO AL MEZZO TELEVISIVO

Stefano Montanari, secondo te perché mai in Italia siamo stati colpiti con tanta furia dalla sceneggiata virale? Esiste qualche responsabilità e da parte di chi? La parola a Montanari: Mi pare che non esistano dubbi su questo. La gente ragiona non certo in base a quanto diciamo e sosteniamo noi da anni. La gente ragiona su quello che vede e ascolta in Tivù da mattina presto a sera inoltrata. Nel caso attuale, la Tivù, Insegnante Principe degli Italiani, ha fatto vedere cose da film horror, cose del resto assolutamente falsificate da cima a fondo. Morti, lazzaretti, bare, cadaveri accatastati uno sull’altro, secondo una esperta regia hollywoodiana applicata poi in tutti i telegiornali del pianeta. Una fiction continua priva di contraddittorio.

LA GENTE CREDE ALLE COSE TERRIFICANTI SOPRATTUTTO SE RACCONTATE DAI TELEGIORNALI

Tutti i giorni alle 18, delle persone con l’esoftalmo, cioè occhi fuori dalle orbite e rigorosa mascherina su bocca e naso, persone della protezione civile attorniate da medici e scienziati fuori di testa, hanno continuato a raccontare cose terrificanti. E la gente ci crede! Ti assicuro che lo fa. È allenata a questo. Non ha il contatto coi fatti. Nessuno che vada a Bergamo e Brescia, troppo scomodo e rischioso. Ma sta con chi la intrattiene mediante tali immagini e tali commenti a senso unico. Non esiste altro.

SE UNO USA IL CERVELLO E ANALIZZA COME STANNO LE COSE, CAPISCE AL VOLO DI ESSERE STATO PRESO PER I FONDELLI

Ma poi c’è qualcuno che conosce la materia e comincia a porsi delle domande. Andiamo a vedere cosa è mai questo mostro virale che sta mettendo alle corde e al KO il mondo intero. È un Coronavirus. Uno prende il raffreddore o meglio auto-sviluppa un raffreddore e magari attribuisce la colpa al virus che accompagna il raffreddore, o a qualche cugino del virus, visto che esistono centinaia di varianti di questo virus, e centinaia di modi per modificarlo secondo tecniche segrete da guerra batteriologica.

IL CORONAVIRUS RIMANE IL PIÙ BANALE E INNOCENTE DEI VIRUS

Il Coronavirus è del resto per sua natura estremamente comune e, si presume, facilmente trasmissibile per induzione o stimolo elettromagnetico o semplice contatto, ma non è per niente patogeno. Ti vengono al massimo un paio di starnuti, qualche benefica secrezione di muco dal naso e tutto finisce lì. Nella stragrande maggioranza dei casi non succede niente, salvo che uno non sia già malmesso per conto suo. Molte persone infettate, ma niente sintomi, se non per qualcuno con patologie tipo non l’acne o i calli, ma qualcosa di ben più grave come il cancro.

CENTO MORTI VERI DA COVID SU 60 MILIONI, SERVIVA QUESTO NULLA PER BLOCCARE UN INTERO PAESE E METTERLO IN GINOCCHIO?

I morti registrati avevano in media 3,3 patologie gravi a testa. Se hai il cancro in fase avanzata, non puoi sperare che il cancro non vada avanti e che il Covid ti salvi dal cancro, o magari che muori di Covid e non di cancro. È una cosa che non può reggere. Esistono persone affette purtroppo da patologie gravi tipo tumore, infarto, diabete con 5 fiale di insulina al giorno. Come puoi pensare che non ci siano tra esse alti rischi di morire? Muoiono delle loro malattie. Stamane ho parlato con Giulio Tarro. I morti veri da Covid, secondo i dati ufficiali sono in tutto poco più di 100, su 60 milioni. Numeri inferiori a una normalissima influenza stagionale degli ultimi anni. A Kobe in Giappone sono appena stati fatti dei rilievi, scoprendo che la mortalità da Covid nel mondo è dello 0,01%, e dunque inferiore alla percentuale delle comuni influenze. Quindi siamo di fronte al NULLA.

PERCHÈ MAI SI SONO DISTRUTTE LE PROVE?

Ma allora perché tutti questi morti sbattuti in faccia alla gente? Tu Spina, che mi stai intervistando, hai un passato di poliziotto. Quando in un fatto grave qualcuno distrugge delle importanti prove, tu che dici? Ti chiedi il perché. Lo ha fatto perché tali prove gli davano evidentemente fastidio. Quanti cadaveri sono stati cremati? Una infinità. Perché li hanno cremati? Forse senza dei motivi? Come mai il Ministero della Salute ha emesso una circolare dove “consiglia” di cremare i cadaveri, per cui non è possibile accertare se uno è morto da Covid o dalle cure imposte alle vittime. Non trovi più nulla. E ora lo stato, colmo dei colmi, sta inviando alle famiglie pure il conto-spese delle cremazioni. Ma stiamo forse scherzando con il fuoco?

SE IL COVID È INNOCENTE, LA GENTE VUOLE CAPIRE CHI SONO ALLORA I VERI KILLER

Avrò almeno il diritto di sapere il perché un mio familiare è morto. Non è poi detto che l’autopsia chiarisca sempre tutto. Devi sapere cosa vai cercando, un’idea devi già averla. Devi cercare ad esempio qualcosa a livello dei polmoni. I medici hanno fatto una cosa sbagliata. Molti morti sono morti per colpa dei medici. Lo dico senza timore e mi avvalgo dell’art. 21, per cui c’è libertà di opinione. Come possiamo somministrare Ossigeno e aria a questa gente, senza curarsi di vedere se arriva il sangue ai polmoni?

COME FUNZIONANO GLI SCAMBI GASSOSI NEGLI ALVEOLI POLMONARI

Semplificando per i non addetti ai lavori, abbiamo dell’aria che entra nei polmoni e va a finire nei tanti micro-sacchettini chiamati alveoli polmonari. Abbiamo del sangue che arriva da tutto il corpo con anidride carbonica che va a contornare questi milioni di sacchetti e cede loro la CO2, il rifiuto e la cacca della cellula. Lo stesso sangue si carica dell’ossigeno che ho appena inspirato. Senza questo sangue tu puoi dare tutto l’ossigeno che vuoi, non serve a niente, non serve mettere altra aria.

DEFINIZIONE DI EMBOLIA POLMONARE

Quando vedi poi che c’è qualcosa che non funziona e vedi che il paziente non migliora ti devi preoccupare davvero. Arriva o non arriva il sangue? Se non arriva, perché non arriva? L’embolia polmonare consiste nell’ostruzione di un vaso sanguigno che conduce il sangue dal cuore ai polmoni per ossigenarlo. In altre parole, è un blocco occlusivo che ha sede nell’arteria polmonare o in una delle sue ramificazioni. Responsabile di tale blocco è un materiale, detto embolo (solitamente un grumo di sangue), che viene trasportato dal sangue fino ai vasi.

TROMBOSI DISSEMINATA E FORMAZIONE DI PICCOLI TAPPI OSTRUENTI

Da notare che il massimo di concentrazione di malattia era proprio nelle zone in cui c’era il massimo di inquinamento atmosferico e nelle zone con gli eccessi di vaccinazioni contro l’influenza e contro il meningococco, la medesima geografia critica. Nel 1965 il medico francese Armand Trosseau (1801-1867) scopre un tipo di embolia polmonare. Nel sangue venoso nota dei piccolissimi trombi, fenomeno che chiama trombosi disseminata, per cui tutto va a finire nei polmoni. Questi piccoli tappi vanno a tappare i piccoli vasi che conducono ai polmoni. Quindi il sangue non arriva ai polmoni.

I MORTI SONO DECEDUTI PER TROMBO-EMBOLIA POLMONARE

20 anni fa, nel 2002, due ricercatori italiani di nome Antonietta Gatti e Stefano Montanari scoprono una cosa e la fotografano al microscopio elettronico. Vedono che le micro e nano-particelle inquinanti, così comuni nelle zone che saranno critiche per il Covid, riescono a trasformare una glicoproteina liquida detta fibrinogeno in una proteina solida detta fibrina che è creatrice di trombi. Anche il cancro e anche il semplice inquinamento producono trombi, tanto per intenderci. La mancanza di sangue produce infiammazione. Quel virus ha dunque azione infiammatoria. I morti da Covid sono morti da trombo-embolia polmonare.

SERVIVA PRONTO USO DI EPARINA OPPURE DI UROCHINASI

Che fare in tale situazione? Fai una cosa che i medici sono obbligati a fare. Devi impedire che i trombi si formino. E allora serve un fluidificante chiamato eparina. Ma se il tappo è già formato non serve più l’eparina e ci vuole l’urochinasi che scioglie il trombo. Trattasi di una terapia che costa poco e risolve il problema.

GENTE CURATA MALE CHE MORIVA FULMINATA COME MOSCHE

Come mai tu medico non hai fatto quel tipo di diagnosi chiamata trombo-embolia polmonare che è poi la 3° causa di morte al mondo? Non era possibile? Ma se si tratta di una malattia da quattro soldi. Una malattia curata male. Se vai a pompare aria e ossigeno nei polmoni, chiaro che i malati poi cadono a terra fulminati e muoiono come delle mosche. Sono stato denunciato da un gruppo di infermieri. Follia pura. Mi avvalgo sempre dell’art 21. Non ho nemmeno parlato di infermieri, anche perché gli infermieri prendono ordini dai medici. Se mi denunciano è perché ho detto la verità. Che mi denuncino pure, e il mondo capirà ancora di più le orrende cose che ci vengono nascoste.

SIAMO TUTTI IMMERSI IN UNA ZAVORRA ANTI-CULTURALE DI DIMENSIONI PAZZESCHE

Il virus non è vivo e non è morto, è una catena chimica che si riproduce in cellule vive. Che fare dr Montanari per non ricadere più in queste trappole? Occorre liberarsi di questa zavorra anti-culturale, dove succedono cose che non stanno né in cielo né in terra. Cose che se io le avessi dette al mio professore di biologia mi avrebbe cacciato dall’aula ricoprendomi di derisione e di insulti. Il solo fatto di dire “Usciremo da questa emergenza solo quando avremo il vaccino” fa capire quanto in basso siamo precipitati.

IL VIRUS-RAFFREDDORE NON PRODUCE IMMUNITÀ, IL VACCINO, CHE È LA STESSA MALLATTIA IN PICCOLO, NE DÀ ANCORA MENO

Siamo in una situazione dove oltre 150 ditte nel mondo stanno lavorando giorno e notte per vincere la corsa al miglior vaccino, un intruglio chimico qualunque, basta che ci sia. Ma questo vaccino sarà in ogni caso una truffa perché non sarà mai in grado di offrire la tanto agognata e illusoria immunità. Parliamoci chiaro. Pur esistendo al mondo tanti gonzi, nessuno va a vaccinarsi contro il raffreddore. Se una malattia non ti dà immunità, certo che l’immunità non te la può dare un vaccino che è poi la MALATTIA IN PICCOLO. Qualunque farmacologo lo sa. Potrebbe servirti al massimo per 2 mesi o anche meno di immunità, per poi ripetersi poco dopo. Quel virus è innocuo ma ha una enorme velocità di espansione. E allora cosa faccio? Passo la vita a farmi rivaccinare in continuazione subendo danni collaterali e rischi non da poco? E poi i vaccini non sono sperimentabili, come succede per i farmaci, per verificare se funzionano o meno.

I FARMACI SONO SPERIMENTABILI MA I VACCINI NO

Per tanti sofferenti di male di testa, prendi 1000 persone con l’emicrania e le dividi in due gruppi. Alla metà gli dai il farmaco vero e all’altra metà il farmaco falso-fasullo-apparente che si chiama placebo, e nessuno viene informato di quale pillola si tratta per non suggestionarlo e rendere la prova invalida. E alla fine riscontri se funziona o meno e con quale percentuale. Ovvio che, se si ha efficacia nel 50% dei casi, non esiste alcuna efficacia. Ma col vaccino tutto questo non accade. Per sperimentare un vaccino devi farlo su una popolazione sana, visto che il vaccino deve prevenire le malattie e non curarle come nel caso del farmaco.

LA GENTE CONTINUA A CAPIRCI POCO

Esempio Covid, dò a 500 persone il vaccino e alle restanti 500 una puntura d’acqua. Ma come faccio a sapere se ti ammali di Covid o non ti ammali? Nel primo caso tutti erano malati col mal di testa, ed era facile verificare se tale fastidio passava o no. Ma qui sono tutti sani. Come faccio a sapere se ti ammali o no? Non lo so. Non posso sapere se il vaccino abbia avuto effetto o se tu non ti ammali semplicemente per caso o per fortuna. Questo perché esiste chi non si è ammalato di Covid (ad esempio io, e come me tanti altri), pur non essendo mai stato vaccinato. Quindi tanta gente non si ammala, ma il merito non è del vaccino. Questo vale per tutte le malattie, anche per il morbillo. Ti fanno un intruglio e non ti ammali più. Vale per il morbillo che è malattia immunizzante. Ma non vale per i virus a corona e gli anti-influenzali. Addirittura i vaccinati da anti-influenza si ammalano più dei non vaccinati nella misura media del 37%. Valle a spiegare tu queste cose alla gente!

IMPERDONABILI DANNI ALLA POPOLAZIONE INFANTILE

Il futuro è rappresentato dai bambini. Quali effetti vedi nella emergenza Covid sui bambini? Genitori con bambini rovinati dai vaccini arrivano da me tutti i giorni. Bambini che parlavano loquacemente e che erano pieni di vita e che sono diventati degli stracci poco dopo l’inoculazione. È così. Nessuno lo può contestare. Nella società attuale i bambini vengono rovinati ancora prima di nascere. Spesso nascono già col cancro. Lo prendono nel grembo materno. Le patologie che noi studiamo passano da madre a feto e vanno a incidere e modificare il Dna del feto.

I BAMBINI RIPULISCONO LE MADRI E SI CARICANO DI VELENI

Abbiamo delle foto chiare e impressionanti di tutto questo, di bambini nati col cancro. Se sono fortunati muoiono subito, se sopravvivono è una cosa da brivido. Ce n’è uno che in 5 anni ha subito 13 interventi chirurgici al cervello. Veniva da Taranto. Nel suo cervello c’erano tutti i residui tipici della fonderia. Il bello è che le mamme in questi casi sono spesso sane del tutto. Come mai? I bambini, loro malgrado, fanno da spugna depurante a favore della madre, la ripuliscono. La gravidanza, è risaputo, ha forti effetti terapeutici per la madre, ma non certo per il bambino. A noi capita non di rado di trovare donne che abortiscono 2-3 volte e che al 4° tentativo ci riescono. Quel quarto bambino nasce e cresce bene grazie al sacrificio dei suoi 3 fratellini morti anzitempo. Trattasi di un classico.

BAMBINI SOTTOPOSTI A TORTURE INENARRABILI

Altro dramma comune i vaccini prescritti alla donne in gravidanza. Se io avessi detto questo all’esame di laurea sarei stato buttato fuori in malo modo. Si cominciano a rovinare i bambini già quando nascono. Gli propinano una fiala di vitamina K che non serve a nulla e che è peraltro piena di inquinanti. Poi cominci a vaccinarli. Un esavalente a pochissimi mesi. Un esavalente che contiene 830 volte la quantità massima di Alluminio concessa agli adulti. L’Alluminio è un metallo leggero ma fortemente tossico, tanto che il ministero della Salute lo vieta persino nei deodoranti. E qui permette che lo si inietti liberamente in un bambino di 4 kg. A 13 mesi, un bambino che ha fatto tutte le vaccinazioni obbligatorie, senza contare quelle extra, riceve decine di migliaia di volte il livello massimo di veleni che potrebbe forse tollerare. Lo abbiamo a quel punto già bastonato oltre i limiti.

STIAMO CRESCENDO DEI BAMBINI O DEI PICCOLI MOSTRI?

Poi arriva l’emergenza, e che si fa? Gli si mette la mascherina. Ho visto dei genitori che fanno andare i loro piccini sulla bicicletta con le rotelle, col volto coperto. Li stanno massacrando, li mandano in acidosi nella misura in cui auto-respirano la propria anidride carbonica, il proprio veleno che dovrebbe invece andare fuori del tutto. Li predispongono a ulteriori malattie. Una bimbetta ha urtato per sbaglio una signora. “Mamma, non l’ho fatto apposta, vieni a disinfettarmi!” Questi bambini stanno crescendo in un autentico incubo. Non hanno più amichetti, non hanno compagni di gioco, hanno intorno a sé dei piccoli potenziali assassini e degli appestati. Come puoi far crescere dei bimbi in questo modo? Li fai diventare al massimo dei dementi. Li attacchiamo da ogni lato, dal punto di vita fisico, psichico ed emozionale.

IL CORPO UMANO È AL CENTRO DI CONTINUE REAZIONI BIO-CHIMICHE

Io mi ritengo uno scienziato. L’anima non si pesa e non si misura, ma per me tuttavia esiste, e va pertanto considerata. Ma restiamo pure sul pratico e sul toccabile. Se un cibo ti piace, ti fa venire l’acquolina in bocca. Se vedi una ragazza che ti attrae (succedeva soprattutto quando ero più giovane) si scatena una tempesta ormonale. Si tratta di una reazione biochimica. Quando ti arrabbi o ti spaventi hai il cuore che pulsa più forte. Non è l’anima, è la chimica, è l’adrenalina, sono le ghiandole che cominciano a pompare. Tutte cose che incidono sul tuo organismo.

LA GUERRA CONTRO IL VIRUS È ASSURDA OLTRE CHE PERSA

Se poi ti tengono chiuso in casa è una cosa folle. Il tuo organismo ha bisogno di essere forte per fare fronte alle malattie che verranno, deve essere attrezzato. C’è la vitamina D, il calciferolo che per poter funzionare ha bisogno di sole, di tanto sole. Senza il sole il calciferolo non conta nulla. Pertanto, se stai in casa rimani esposto a tutte le patologie. Queste cose le sappiamo dall’Ottocento, se non addirittura dalla Grecia antica. Mettersi ad attaccare il patogeno, il virus, È UNA GUERRA NON SOLO SBAGLIATA MA ANCHE PERDUTA IN PARTENZA. Perché i virus vanno dappertutto, hanno 1000 vite. Poi, se tu ne uccidi alcuni milioni non gliene frega niente, ci sono i loro fratelli e i loro cugini a trilioni e trilioni. Tu combatti il patogeno e la guerra la perdi, sempre e comunque.

DOBBIAMO FARE LE COSE GIUSTE CHE BEN CONOSCIAMO DA MILLENNI

Che fare allora? Devi fare in modo che il tuo organismo non accetti il patogeno, non diventi il terreno adatto al patogeno. Se tu prendi un chicco di grano e lo lasci cadere nella terra arata, è probabile che nasca una spiga. Ma se lo lasci cadere sull’asfalto o sul marciapiede non nasce niente. Devi pertanto rendere il corpo come il marciapiede. Cosa fai in concreto? Mangi bene, prendi il sole, vivi bene, fai moto. Sono tutte cose che sappiamo un po’ tutti da 2500 anni almeno. Se vai a leggere i trattati di medicina generale di Socrate, Pericle e Ippocrate trovi già queste cose. E oggi ci stanno proibendo di fare quello che sappiamo da 2500 anni.

GENTE AGLI ARRESTI DOMICILIARI È QUALCOSA DA MANICOMIO CRIMINALE

Tenere chiusa e inattiva la gente in casa per tre giorni è già demenziale, farlo per 3 mesi è da manicomio criminale. Però lo stanno facendo e se ne vantano pure. Così come le mascherine. Così come i guanti, mezzo addirittura formidabile di infezione. Perché questo? Perché il nostro corpo è super-popolato di batteri, funghi e virus.

SIAMO CIRCONDATI FUORI E DENTRO DA PREZIOSI ESSERINI CHE VANNO RISPETTATI E NON COMBATTUTI

Batteri e virus sono indispensabili. Si chiamano microbiota. Stanno principalmente nell’intestino, ma li abbiamo dappertutto, compreso il cervello. Li abbiamo in particolare modo sulla pelle. Questi esserini sono indispensabili e preziosi per difenderci dagli attacchi esterni. Semplificando, i batteri vivi mangiano i virus morti, non certo viceversa.

LA MANO È UN MEZZO DI SALUTE, MA COL GUANTO DIVENTA UN COVO DI SPORCIZIA VIRALE

Pertanto la tua mano possiede delle difese formidabili. Ma se tu ci metti un guanto sopra, i virus infettanti che si depositano sulla superficie interna ed esterna del guanto non sono disturbati da nessuno poiché nessuno li mangia. Quel guanto porta a spasso i patogeni dappertutto. La cassiera del supermercato mette i guanti alle 8 del mattino e se li toglie alle 18 di sera. Quel guanto ha toccato centinaia di carte di credito, le banconote e le monete, il cibo, la merce, il banco, i vestiti, persino il naso e i capelli. Quel guanto è strapieno di batteri e virus che non sono combattuti da niente e da nessuno. Guanti e mascherine, se ci fosse un pizzico di buonsenso e di scienza, dovrebbero essere vietati.

NEI MANICOMI DI UN TEMPO OGNI CONCETTO VENIVA RIBALTATO

Ho visto invece che li portano pure i poliziotti. Siamo governati e circondati da psicopatici, da schizofrenici e da matti. I veri untori sono questi. Sembra tutto fatto apposta sotto una unica regia del male. Tutto quello che sto dicendo su guanti, mascherine e quant’altro lo dovrebbero sapere tutti, farmacisti, medici, giornalisti, artisti, religiosi, naturalisti, gente comune. Questo è l’ABC della vita. È impossibile non sapere queste cose o persino dubitare su queste cose.

HO SCRITTO UN LIBRO DAL TITOLO IL GRILLO MANNARO

Come mai l’ABC viene largamente ignorato? Si conoscono benissimo i responsabili di questi misfatti. A volte preferisco metterla sul comico. Esiste sempre un lupo mannaro. Io lo chiamo il Grillo Mannaro, che è anche il titolo di un mio libro. Molti anni fa ebbi una interessante esperienza con Giuseppe Grillo. Scrivo il libro e lo propongo a un editore. L’editore lo legge, gli piace ma il libro non esce, ha paura di pestargli i piedi. Lo passo a un piccolo editore che lo stampa pure, ma ancora non esce. Allora io lo pubblico gratis sul mio sito, e 300.000 persone lo leggono. Cosa contiene il testo? Racconto le mirabolanti imprese del ragionier Beppe Grillo.

LE BATTUTE LE FA SOLO IL CAPOCOMICO

Facevo degli spettacoli con Grillo. Gli servivo. Mi presentava come il numero uno al mondo, con 15 minuti di spettacolo e di domande-risposte. Ero diventato il suo mecenate. Lui lanciò una raccolta fondi. Non regalava nulla da buon genovese, sia ben chiaro. Ricordo un episodio. Mi scappò una battuta fuori copione e la gente scoppiò a ridere a crepapelle. Quando Grillo entrò negli spogliatoi mi disse freddo e gelido “Le battute le fa soltanto il capocomico, chiaro?” Poi mi fece avere un microscopio, che però stranamente non mi apparteneva, per cui mi venne poi da lui sottratto e scomparve per un paio d’anni con intricate vicende. Descrissi le imprese di Grillo insomma. Speravo che lui mi querelasse. Non l’ha mai fatto. In tribunale potrebbero venir fuori cose imbarazzanti.

I VACCINI NON VANNO TOCCATI, NON VANNO DISCUSSI, NON VANNO ANALIZZATI

Fatto sta che il boicottaggio contro Gatti e Montanari continua su tutti i fronti. È qualcosa che viene dall’alto. Abbiamo una grave e imperdonabile colpa, ed è quella di andare a vedere cosa c’è nei vaccini. Veniamo colpiti in continuazione. Però intendiamo continuare. Sono citato in 5 milioni di siti. Questo è il motivo dell’accanimento. Questa è la ragione per cui il regime non ti perdona. Ma vuol dire che quanto facciamo è importante. È per questo che chiediamo collaborazione alla gente. Telethon in 2 giorni raccoglie decine di milioni di Euro, senza offrire in cambio alcun risultato concreto. In 15 anni di pubblicità martellante Telethon avrà accumulato risorse per 1 miliardo di euro. Noi non costiamo. Noi lavoriamo gratis e non sprechiamo nemmeno una provetta. Non abbiamo mezzi per sollecitare aiuti mediante spot di alto costo. Siamo a stipendio zero. Ma occorre pagare le nostre alte spese di ricerca.

MATERIALE DA CONSERVARE IN BACHECA E DA RILEGGERE

E qui si conclude la lunga intervista dell’ottimo Gianluca Spina a Stefano Montanari, persona simpatica ed eccezionale, oltre che grande ricercatore senza peli sulla lingua. L’ho un po’ elaborata, sintetizzata, interpretata e sottotitolata come al solito, ma senza modificarne il senso e il tono. Valeva la pena di dedicargli tutte queste attenzioni? Per me sì. Questo non è materiale banale da disperdere e lasciare nel primo cestino che si trova. Questo materiale va tenuto in bacheca e va studiato in continuazione. Nelle scuole, una copia per ciascuno studente, nelle medie inferiori e superiori, oltre che nelle università.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x