Salute & Alimentazione

RADIAZIONI IN SERIE DA PARTE DI UN ORDINE MEDICO AFFETTO DA SCHIZOFRENIA ACUTA

LETTERA

RADIAZIONE DEL DR PAOLO ROSSARO

Ciao Valdo, purtroppo anche il Dr. Paolo Rossaro, noto per le sue posizioni contro la chemioterapia, è stato radiato. Notizia di poche ore fa. Che tristezza e che rabbia!

RECENTISSIMA INTERVISTA DI MARCELLO PAMIO

Invio un video recentissimo in cui Marcello Pamio intervista il Dr. Paolo Rossaro intervenuto alla manifestazione di Verona il 28 maggio 2017 sulla Libertà Vaccinale.

Segnalo anche questo video che rivela la grande umanità e lo spessore di questo medico

Elena Fasulo

*****

SINTESI DELLA RELAZIONE DEL DR ROSSARO (Sintesi, titolo e sottotitoli di VV)

SONO MEDICO DI CAMPAGNA E VIVO NELLA CITTÀ DEGLI ASINELLI

Ciao a chi mi conosce e a chi non mi conosce. Chi mi ha preceduto aveva doti etiche e professionali di grande rilievo. Io sono un semplice medico di campagna. Vivo in una meravigliosa località chiamata città degli asinelli che ho messo assieme con degli amici al fine di realizzare un rapporto ravvicinato tra uomo e animale.

LA SCIENZA MEDICA SI GUARDA BENE DAL RACCONTARE LA VERITÀ

Domenica scorsa mi trovavo in Trentino e ho letto un articolo interessante sul giornale Adige. Vi si affermava che una scienza che tace sulla verità non è scienza ma fantascienza. Una scienza che tace è la Medicina tanto per fare un esempio. Medicina che si guarda bene dal raccontarci perché ci ammaliamo, non ci dice mai come possiamo guarire, e non ci racconta che dobbiamo anche morire. Io ho la sensazione che la gente abbia più paura di vivere che di morire. Forse il morire ci spaventa, ci spaventa la fatica e la paura di dire che sto male e di chiedersi cosa succede. Ma in realtà il morire appartiene ancora alla vita, è l’ultimo atto di questa nostra vita. Ci dà qualcosa dentro e ci mette in ansia. Quando morirò, come morirò? Soffrirò? Non vorrei soffrire. Molta gente preferirebbe infatti subire un colpo.

QUELLO CHE CI PENALIZZA DI PIÙ SONO I NOSTRI SCHEMI MENTALI

In realtà bisogna prendere coscienza che la vita e la morte non devono spaventare. Ma, oggi come oggi, è la vita a spaventare. Come ci ha descritto la dr Gabriella Mereu, la vita e la mente umana vengono scombussolate dai limiti che ci siamo posti, da quello che abbiamo dentro, da quello che abbiamo ingabbiato fin da bambini. Ciò che ci fa star male, ciò che ci conduce fuori strada sono i nostri schemi mentali logori.

L’INVITO È DI APRIRE FINALMENTE GLI OCCHI

La Medicina è la prima fonte di dogmi, di protocolli e di idiozie. Se il medico, è un decreto legge di qualche giorno fa, segue il protocollo, non può essere chiamato assolutamente a rispondere dei propri atti neanche se il paziente muore, purché muoia in un ambiente protetto, purché muoia seguendo quelli che sono i parametri di un protocollo medico. Mi chiedo come faremo ad uscire da questo limbo schizofrenico in cui tutti siamo addormentati. Mi chiedo come faremo ad aprire gli occhi.

DOBBIAMO DIVENTARE PRIMI ARTEFICI DELLA NOSTRA SALUTE

Se non prendiamo coscienza che siamo noi i primi artefici della nostra salute, della nostra vita, delle nostre esperienze, non otterremo nulla di valido e di concreto. Potremmo avere qui i migliori Nobel del mondo, ma usciremmo ugualmente da qui senza aver appreso alcunché.

LA MALATTIA BUSSA ALLA NOSTRA PORTA E CI DICE DI CAMBIARE

Una delle cose che spesso chiedo ai pazienti è “Perché ti sei ammalato?” La malattia arriva su 3 piani. Io ho il corpo, ho il cervello, la mente, ma anche qualcosa che va oltre e che chiamiamo anima, spirito, energia cosmica. La malattia entra in questo nostro meccanismo. Se io sono in equilibrio, se sono ciò che mangio, se sono ciò che penso, se sono come vivo, qualunque malattia in arrivo mi dice “Cambia!”. Se non cambio il mio modo di campare, di pensare, di agire, se non faccio tutto questo percorso non guarirò.

ROMPERE GLI SCHEMI MENTALI E SCONFIGGERE LA PAURA

Dobbiamo essere noi i primi a voler guarire. Se non facciamo questo non andiamo da nessuna parte. Il mondo, e quindi la vita, è di chi lo vuole cambiare. La nostra vita va bene se la vogliamo vivere bene. Se non facciamo questo rimaniamo al palo. Cos’è che ci fa paura? Il cambiamento. Cambiare significa rompere quegli schemi mentali che ci sono stati imposti fin da piccoli. È il cambiamento che ci terrorizza. Paura. Paura di che? Se non faccio quel test magari arrivo troppo tardi. Troppo tardi dove? “Lei se veniva prima potevamo ancora fare qualcosa. Adesso non so può fare più niente!” “Strano, una mia amica è venuta qui con 2 mesi di anticipo sui tempi richiesti, ed è morta lo stesso”.

VIETATO ABBATTERSI E PUNTARE AL SORRISO

La verità non ce l’hanno i medici! Ce l’avete voi. Ognuno di voi ha la propria vita in mano, ognuno di voi sa cosa vuole dalla vita, ognuno di voi sa dove vuole arrivare, ognuno di voi sa cosa vuol fare da questo momento in avanti. Mollate il vostro passato, pieno di rancori, rimorsi e ricordi inutili, pieno di dettagli inutili che vi appesantiscono l’esistenza. Quello che io vedo nella gente è tristezza profonda, depressione spirituale, incapacità di reagire e di sorridere. Cosa fa la Gabriella Mereu? Di fronte a qualsiasi vicenda della vita, non abbatterti ma datti una scossa interna e sorridi. È questo il sistema per venirne fuori. Essere felice non significa di certo possedere e guidare una Ferrari. La felicità è uno stato di essere e non uno stato di avere.

ABBIAMO QUESTA VITA E DOBBIAMO PRENDERNE MASSIMA CURA

La vita è una stranissima avventura. È l’unica esperienza che con queste gambe, con questo corpo, con questa mente posso avere adesso. Questa esperienza abbiamo il dovere sacrosanto di viverla al meglio. Dobbiamo essere consapevoli. Dobbiamo imparare ad essere felici. Dobbiamo pertanto capire il perché ci ammaliamo. La malattia bussa alla nostra porta e ci chiede di cambiare. Fate qualcosa!

NON ASPETTIAMOCI TROPPO DALLA MEDICINA DI OGGI

Il meccanismo è semplice. Diventa complicato perché deleghiamo agli altri. Ad altri che di esperienza ne hanno molta. Esperti nell’alleggerire il vostro portafoglio e nel gonfiare il loro. I medici sono inseriti in schemi di tipo aziendale, dove il danaro ha importanza prioritaria e preponderante. Il medico ha studiato? Sì, certo ha studiato. Ma egli non è dentro il tuo ventre, non è dentro il tuo dolore, non è dentro la tua testa. Ti fa fare degli esami. Non sa spesso cosa fare e non vuole prendersi delle responsabilità. Dopo i primi esami te ne fa fare degli altri. Restiamo sempre in balia di un sistema che sostanzialmente se ne frega di te.

*****

COMMENTO

SCANDALOSE E SCHIZOFRENICHE RADIAZIONI

Ciao Elena. Massima solidarietà per il dr Paolo Rossaro, innanzitutto. Troverà più intelligenza e umanità in mezzo ai suoi asinelli piuttosto che nell’ambiente abbietto e prepotente della Medicina. Ci sono aspetti demenziali davvero in questo trend dell’Ordine Medico a radiare i suoi medici, quelli poi che dimostrano di essere i più trasparenti, i più coraggiosi, i più veritieri. Particolarmente scandalose le radiazioni di Roberto Gava e di Dario Miedico. Basta che un medico sia sospettato di essere ad esempio contro i vaccini per trovare motivo sufficiente per farlo fuori.

  • thomas

    …un paese ormai in totale rovina,civile e morale,un paese che ha sempre lapidato i suoi figli migliori .Oggi più che mai!

  • Stiefanienko Pedross

    finira’ presto abbiate pazienza