ABOMINEVOLI VACCINI E DELINQUENZIALE FLUORO PER SFOLTIRE IL PIANETA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

NOTEVOLI MIGLIORAMENTI DA QUANDO TI SEGUO

Ciao Valdo, da un po’ ti seguo con molto interesse. Sono stato a una tua conferenza di un anno fa ad Alessandria, guardo quelle su youtube e leggo i tuoi articoli. Vegetariano da 5 anni, ero goloso di formaggi. Da quando ho eliminato anche i latticini il mio stato di salute è aumentato notevolmente. Al momento sto lottando contro la pessima abitudine dei cibi cotti, e della pasta, che da buon italiano amo ma che mi provoca gonfiori, costipazione intestinale e una cattiva circolazione del sangue.

DUE ARTICOLI IMPORTANTI

Detto questo, ti scrivo in verità per inviarti questi due articoli illuminanti degli anni scorsi sul fluoro e sui vaccini, presi da El Tiempo di Bogotà, che ho trovato grazie a una mail list a cui sono iscritto in merito all’argomento fluoro. Penso possano interessarti e possano rappresentare ulteriori strumenti di riflessione, qualora volessi pubblicarli sul blog, per chi come me ti segue con interesse. Grazie della pazienza.

Riccardo

*****

DOCUMENTO  (Sintesi e sottotitoli di VV)

FLUORO PEGGIORE DELL’ARSENICO

Per anni si è parlato del fluoro come di un minerale indispensabile per i denti. Martellanti pubblicità hanno creato una coscienza collettiva che il fluoro previene la carie, rende più duri i denti ed in generale è una specie di medicina, da aiuto alla salute, in particolare utile alla salute dei bambini.
Ma, secondo i più prestigiosi scienziati e ricercatori del mondo in questo campo, la verità è tutto il contrario. In sintesi si è dimostrato abbondantemente che il fluoro non previene la carie, ma che contribuisce a debilitare i denti e, quello che è più grave, è un elemento perturbatore della crescita e risulta più velenoso dell’arsenico.

UNA DENUNCIA PESANTISSIMA TUTTORA INASCOLTATA

In Colombia, si celebrò diversi anni fa, un evento chiamato “Giornate Odontologiche”. Nel corso di queste giornate, un odontoiatra colombiano, il dr Hugo Laverde Eastman denunciò i pericoli del fluoro, basandosi su documenti irrefutabili provenienti dai cinque continenti. Hugo Laverde, specialista in ortodonzia e stomatologia infantile, reduce da corsi e pratiche all’Università di Leipzing, alla Clinica di Rostok-Germania, all’Istituto Ortopedico Mascellare di Zwickaw-Sassonia e all’Università di Groningen-Olanda, tornò al suo paese e fu nominato Presidente della Società Colombiana di Ortopedia Mascellare.

SOTTO ACCUSA L’ISTITUTO MELLON DI PITTSBURGH-PENNSYLVANIA

Una delle accuse più gravi del dr Laverde, riguarda l’Istituto Mellon di Pittsburgh. Nel 1950, le grandi fabbriche di acciaio e di alluminio avevano accumulato residui del fluoro in quantità gigantesche e non sapevano che fare di queste scorie. All’inizio, le buttavano nei fiumi. Come conseguenza, sterminarono, in pochi mesi, tutte le specie ittiche del fiume Columbia, e furono multati, secondo le leggi. Ma per non dover pagare ulteriori multe, chiesero consiglio all’Istituto Mellon, il quale raccomandò in prima istanza che utilizzassero il fluoro per fabbricare veleni contro topi ed insetti. Ma la domanda di questi prodotti non bastava e allora il un nuovo studio del sistema del tristemente celebre Istituto pronunciò che il fluoro, oltre a servire per uccidere scarafaggi, mosche e topi, aveva proprietà profilattiche nella carie dentale.

CRIMINALE IMPOSIZIONE DEL FLUORO NEGLI ACQUEDOTTI, NEI DENTIFRICI E NEGLI ALIMENTI

Chiaro che l’operazione pubblicitaria fu massiccia e costò denaro. Fu necessario istituire borse di studio allettanti per scienziati interessati nella ricerca del fluoro. Si pagavano bene, ma questo non era certo un impedimento per la grossa industria nordamericana dell’alluminio e dell’acciaio. Chiaro che le valutazioni e le relazioni alle commissioni “Salute ed Alimenti” degli Stati Uniti, dovevano essere favorevoli alla fluorizzazione, tacendo le cosiddette minuzie. Alla fine, il Consiglio Nazionale della Salute (il cui presidente era curiosamente uno degli avvocati della Aluminium Company), procedette a dare la sua benedizione alla campagna pro-fluoro, tutta basata su sofismi anti-scientifici. Ed in poco tempo, riuscirono ad imporlo negli acquedotti, nei dentifrici, in diversi tipi di alimenti, nel sale e nel latte.

UN ENORME E DEVASTANTE ATTENTATO ALLA SALUTE PLANETARIA

La moda della fluorizzazione non tardò a passare i confini degli Stati Uniti. I funzionari del Servizio di Salute Pubblica USA, facevano parte anche dell’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, dipendenza dell’ONU. Fu da lì che imposero al resto del mondo il consumo massiccio e forzato dei residui delle industrie di alluminio e di acciaio di quel paese. Nonostante tutto ci furono negli stessi Stati Uniti, scienziati onesti e incorruttibili che alzarono la voce contro tale enorme attentato.

UNA LOTTA DI CORAGGIOSI SCIENZIATI CONTRO I TITANI DEL MALE

Uno dei più prestigiosi allergologi del mondo, il dr G. L. Walbot, fu uno di questi scienziati. Il suo libro “A struggle with titans”, descrive in forma impressionante, prove alla mano, le manipolazioni che accaddero ad alto livello per imporre il fluoro. Famosi medici furono intimiditi per scritto a non opporsi alla campagna. Tutte le ricerche dell’Associazione Dentale Americana ADA furono raccolte e bruciate per ordine dei capi dell’industria, e al loro posto si editò e si distribuì una Bibliografia Scelta sulla fluorizzazione. Nel 1961 e nel 1962 gli investigatori, al soldo dei magnati metallurgici, ricevettero regali per più di un milione di dollari, cifra veramente impressionante a quell’epoca.

FLUORO RESPONSABILE DI BAMBINI MONGOLOIDI

Una delle vittorie della scienza nella sua impari battaglia contro i consorzi industriali, ebbe luogo nel 1966, quando la FDA proibì la vendita di medicine e di preparati al fluoro. Si comprovò, con dati irrefutabili, che il fluoro provoca la nascita di bambini mongoloidi e causa serie lesioni alle ossa e ai denti dei bambini. Sebbene nel resto del mondo questa proibizione non ha effetto, il fluoro conquista sempre più mercati, nuovi rami di alimenti, creme e droghe.

PROVE INOPPUGNABILI E MASSICCE DA PARTE DEL DR HUGO LAVERDE

La documentazione che esibisce Hugo Laverde per provare le sue denunce contro la fluorizzazione è formidabile. Basta dire che cita più di trenta studi provenienti da specialisti di varie università nordamericane, da ricercatori svedesi, tedeschi, inglesi, indù, irlandesi, olandesi e sudafricani. Basilari i documenti di Dauw G. Steyn, dell’università di Pretoria, che porta niente meno di trent’anni di esperienza nella ricerca della tossicologia del fluoro, specialmente quando si mescola con l’acqua, come sta accadendo in tutti gli acquedotti del mondo.

FLUORO E FLORURO PIÙ VELENOSI DELL’ARSENICO

Il citato dr Steyn dice, tra le altre cose, che: “Il fluoro ed il floruro in diverse combinazioni chimiche costituiscono elementi tossici tra più pericolosi che si conoscono, addirittura più velenosi dell’arsenico”. La tendenza di questi composti ad unirsi con gli ioni del calcio del sangue, ed in conseguenza a depositarsi principalmente nelle ossa e nei denti, pregiudicando il loro sviluppo. La stessa tesi è sostenuta con prove dal farmacologo tedesco Mollerr che, da parte sua, ha scoperto che il fluoro causa pure disturbi gravi nel metabolismo. Pure i biologi inglesi J. Berry e W. Trillwood, comprovarono che bloccava la crescita delle cellule umane, ma il Gruppo Armstrong, dei magnati, riuscì a corromperli ed essi ritrattarono.

MINERALI NON FACILI DA CHELARE E DA ELIMINARE

Oltre a queste gravissime conseguenze, il fluoro produce rammollimento delle ossa, paralisi di gambe e braccia, affezioni nella placenta, nella pelle e nel cervello, danni ai polmoni, per la sua caratteristica accumulativa e la poca eliminazione che il corpo giornalmente fa del suo fluoro naturale. Previene sì la carie, nel senso che la ritarda, causando però la distruzione dello smalto dei denti e accelerando il danno di vari processi preventivi della bocca.

INTOLLERABILE IMPOSIZIONE DI VELENI DA PARTE DELLE MULTINAZIONALI AMERICANE

La denuncia del dr Laverde merita di uscire dalle sale dei congressi di Bogotà, e di estendersi ad ogni angolo del pianeta. La conclusione è 1) Che non possiamo continuare ad essere manipolati dagli interessi del consorzio dell’alluminio, perfino nel momento in cui ci laviamo i denti, 2) Che non possiamo sopportare più questa ennesima imposizione di veleni, in questo caso arsenico, da parte delle multinazionali americane.

VACCINI E FLUORO BOMBE ECOLOGICHE A SCOPPIO RITARDATO

Guillermo Aleman, un medico nutrizionista tornato in Colombia in seguito al programma di ritorno dei cervelli fuggiti da questo paese, assicurò che la vaccinazione di massa e la fluorizzazione dell’acqua potranno convertirsi in una bomba ecologica a scoppio ritardato. In una lettera diretta al Presidente della Repubblica e ai mezzi di comunicazione, il medico espone i concetti di 39 scienziati, secondo i quali la vaccinazione è principale imputata nell’aumento esponenziale delle malattie, mentre l’acqua fluorizzata produce nel contempo lesioni e persino il cancro nella pelle.

FLUORO VELENO PER TOPI

Sulla fluorizzazione dell’acqua, Aleman è il linea col dr Laverde e cita i diversi dibattiti, nell’ambito del Congresso Nazionale, nei quali si sono mostrati diversi documenti medici secondo i quali il fluoro aumenta l’incidenza del mongolismo, blocca lo sviluppo delle cellule umane, danneggia le funzioni della tiroide, del cuore, della circolazione e della riproduzione. Non a caso il fluoro è stato proibito in paesi come la Finlandia, l’Inghilterra, l’Australia, l’Austria, il Belgio, la Danimarca, la Francia, la Germania, la Grecia, l’Olanda, l’Italia, la Norvegia, la Spagna, la Svezia, la Svizzera, il Portogallo e in alcuni stati degli Stati Uniti. In questi paesi il fluoro si usa solo come veleno per i topi e negli allevamenti di bestiame per sterilizzare tori e per renderli meno feroci.

MINISTERI DELLA SALUTE SEMPRE COLLUSI CON LE MULTINAZIONALI DEI VACCINI

Secondo il Ministro della Salute Colombiano, nel 1985 si immunizzeranno mezzo milione di bambini contro il morbillo, il tetano, la polio e la difterite. In uguale maniera, più di 700.000 donne in età fertile, saranno vaccinate contro il tetano e le malattie che si trasmettono ai bambini. La campagna di vaccinazione, insieme con il piano di sopravvivenza dell’infanzia, cerca di ridurre l’indice di mortalità nei bambini, da 57 su mille a 35 su mille.

VACCINI CAUSA PRIMARIA DELLE PEGGIORI MALATTIE SUL PIANETA

In risposta a questo, il dr Aleman cita opinioni di professionisti della salute, dedicati alla ricerca, e secondo i quali “La vaccinazione è totalmente inefficiente ed è probabile causa per lo meno di 10.000 morti annui in Inghilterra, di cinque terribili e dolorose malattie”. Le dichiarazioni del medico furono rilasciate alla stampa nel momento in cui il paese si disponeva a realizzare la seconda giornata di vaccinazione del 1985.

LA PREVENZIONE, PER IL DR ALEMAN, SI ATTUA CON FOGNATURE, NUTRIZIONE E AMBIENTE

Secondo il dr Aleman, la prevenzione dei mali conosciuti come immuno-prevedibili, si può fare ugualmente se si garantisce acqua potabile, fognature, nutrizione adeguata e ambiente senza inquinamento. Il medico apporta statistiche realizzate negli stessi Stati Uniti, secondo le quali le vaccinazioni hanno aumentato di un 300% i casi di poliomelite in bambini vaccinati.

LE INFORMAZIONI TRASPARENTI CONTINUANO AD ESSERE IGNORATE E DISATTESE

Da rilevare che i citati articoli sono stati scritti una trentina di anni fa, e che attualmente in Italia, ed anche nel pianeta, si continua impunemente non solo a spingere verso le vaccinazioni, ma anche a fare largo uso di dentifrici contenenti fluoro e derivati!

*****

RISPOSTA

ERA NECESSARIA UNA SINTESI

Ciao Riccardo. Ottimi questi documenti. Li ho sintetizzati per semplicità e chiarezza, almeno così spero, senza alterarne minimamente il significato. Il fatto che abbiano datazione trentennale non ne riduce per niente la veridicità e l’attualità. Il fatto che arrivino dalla periferica Colombia non ne riduce affatto la credibilità.

PUTIN È FUORI DA OGNI PARAGONE

In questo momento, cioè nell’anno entrante 2016 le cose più intelligenti e sensate, non ce ne vogliano gli amici americani, arrivano da zar Vladimir Putin, potente sì ma dotato almeno di personalità e di carisma reale, e non certo da Obama o dai Clinton (servi della gleba alle dipendenze della Monsanto e della Pfizer), o da Donald Trump (4 miliardi di patrimonio netto dichiarato) o da George Soros (20 miliardi ufficiali e forse il triplo in nero), o tanto meno da Melinda e Bill Gates (80 miliardi senza contare le fondazioni).

I MACRO-ARRAMPICATORI E LE MANI PENZOLANTI

Non tanto per una questione di soldi e di fortune accumulate, quanto per le modalità e le circostanze che hanno accompagnato l’ascesa al potere di questi macro-arrampicatori sociali, di questi giganti dai piedi di friabile argilla. Mai fare auspici negativi e funesti per nessuno. Anzi, che campino il più a lungo possibile, e che il giudizio nei loro confronti sia benevolo e indulgente. Ma anche per essi arriverà l’ora di abbandonare i rispettivi tesori, lasciando le mani penzolanti fuori della bara come fece il grande Alessandro Magno. E non gli rimarrà di certo la soddisfazione di aver lasciato una bella traccia, vista l’insaziabile avidità e il cinismo dimostrati nelle loro rispettive scalate al dominio planetario.

OGNI STATO, COME DEL RESTO OGNI INDIVIDUO, DEVE SAPER ESPRIMERE DIGNITÀ ED INDIPENDENZA

Le cose più intelligenti, il buon esempio e gli spunti più istruttivi arrivano oggi non dalle cattedrali dell’Impero, ma da stati apparentemente marginali e poveri, ma pieni di spirito autonomistico e di rinnovata dignità come l’Ecuador, il Perù, il Cile, la Bolivia, il Venezuela. Da stati che rappresentano l’umanità vera, l’umanità sfruttata, l’umanità assoggettata e colonizzata per anni, l’umanità che rifiuta ulteriori arroganze dei poteri forti. Da stati che hanno il coraggio incredibile e concreto di mettere fuori legge la Coca Cola e la Fanta, la Pepsi e l’aspartame della Monsanto. Da stati che rifiutano di essere relegati al posto di comparse e di vassalli nella panoramica mondiale.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. Il pericolo della fluorizzazione delle acque è una cosa risaputa da tempo. Grave che si continuino a commercializzare prodotti per l'igiene dentale a base di fluoro, considerando anche la frequenza dell'utilizzo di questi prodotti. Fluoro o non fluoro io ho smesso da tempo di utilizzare dentifricio, sono pur sempre colmi di sostanze chimiche che entrando in contatto con la mucosa della bocca vengono assorbite. Spazzolo i denti a secco, raramente uso un po' di bicarbonato per l'effetto sbiancante. Buone le polveri dentifricie naturali come per esempio il dentie.