CAMPAGNA CONCERTATA CONTRO LA PAZZIA VEGETARIANA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

COMMENTO ALL’ARTICOLO PUBBLICATO SU REPUBBLICA

UNA CAMPAGNA DENIGRATORIA E TERRORISTICA MOLTO BEN CONCERTATA

Stamane in tv, mentre facevo colazione, stessa solfa, stesse tematiche, identiche conclusioni. Tutte le reti televisive e tutti i quotidiani. Pertanto si tratta di una vera e propria campagna terroristica giostrata a vasto raggio con la regia dei soliti ignoti, ignoti si fa per dire. Da una parte le schermaglie e le incertezze per dare all’Italia un nuovo governo e nuovi ministeri, dall’altra la concretezza e il rullo compressore che compatta, comprime, solidifica e uniformizza ed inquadra tutto secondo i propri voraci ed ampli interessi, ripiombando come un gigantesco falco sulla realtà quotidiana, col fine di trasformarla e adattarla ai propri fini e ai propri interessi.

I GIORNALI SI LASCIANO SCRIVERE

Le persone citate come esperte non appartengono di sicuro alla categoria dei divini e degli infallibili. Al contrario sono tra i più fallibili e tra i più inaffidabili. Appartengono semplicemente al sistema e lo rappresentano al massimo grado. Quanto al giornale che ha pubblicato, esso si chiama La Repubblica, secondo quotidiano in Italia dopo il Corriere della Sera. Nulla di trascendentale. Sulla falsariga degli altri, poi. Al pari della rivista L’Espresso è di proprietà del gruppo Editoriale GEDI, il cui pacchetto di maggioranza e la cui presidenza sono nelle mani dell’intraprendente e potente Carlo De Benedetti, legato chiaramente a diversi cordoni ombelicali nel settore farmaci, nel settore integratori, nel settore agroalimentare (escludendo radicchi, verdure e arance che nulla di sostanzioso producono, se non tanta salute per il popolo, salute che sia beninteso, dà enorme fastidio e danno alle borse, alle banche, ai ministeri della sanità e alle lobby che ronzano intorno alla grande torta).

GLI ANTICHI ROMANI CI GUARDANO E CI COMPIANGONO DA SOTTO

Gli antichi romani non vivono sulle strade fatiscenti e piene di buche di Roma Capitale. Stanno qualche piano più sotto. Ma sono vivi più che mai. Osservano schifati, scandalizzati, turbati e sconvolti quanto avviene sopra le loro teste. Probabilmente sghignazzano come non mai. La buttano saggiamente sul ridere. “Per fortuna che ce ne siamo andati in tempo. Non avremmo mai potuto sopportare tanta mediocrità culturale e tanta ipocrisia.” Questo diranno.

DUE PAROLE CHIAVE: CUI PRODEST?

Quanto ci mancano Giovenale, Cicerone, Seneca e Marco Aurelio! Ci hanno insegnato cose incredibili e concise. Cose tipo come Panem et circenses, Homo homini lupus, Medicus curat Natura sanat. Ci hanno insegnato Cui prodest? A chi serve? A chi serve questa campagna distorta e manipolatrice sui cibi e sui vaccini? La motivazione è tutto fuorché etica, tutto fuorché generosità, tutto fuorché socialità, tutto fuorché scientificità. Cos’è allora? È tutta una questione predatoria, dove si fondono rapacità, avidità ed ingordigia per il soldo e per il potere.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
5 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
5
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x