IMMUNITÀ DI GREGGE SMENTITA DAI FATTI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Pare che tutte le attenzioni dei media e del paese siano accentrate e focalizzate sui fatti della politica interna e sulla presidenza delle Camere, e magari anche sulla questione dazi americani sull’import dalla Cina. Vengono così passati in secondo piano problemi scottanti ed urgenti che interessano da vicino famiglie, giovani genitori e i loro bambini. Mi riferisco esattamente alle vaccinazioni. L’Italia non è spaccata in due solo tra Cinque Stelle e la Coalizione Forza-Italia-Lega, ma anche tra la corrente pro-vax e quella no-vax e free-vax in tema di vaccinazioni.

IL PARERE DI UN BIOLOGO INDIPENDENTE

L’amico Piero Deola mi ha appena inviato un articolo del dr Giuseppe De Matteis, biologo e autore di libri-inchiesta, che ripropone la questione rivolgendosi non tanto alla popolazione contraria alle vaccinazioni, specie a quelle obbligatorie, quanto ai genitori che hanno vaccinato i loro bambini o che comunque hanno ceduto alle pressioni della medicina. Vedrò di sintetizzarlo per chi segue il mio blog. De Matteis, per quanto ci risulta, non appartiene alla corrente igienistica e tanto meno a gruppi partitici, ma è un ricercatore scientifico che fa giornalismo d’inchiesta. Un motivo in più per ascoltarlo.

DEDICATO AI GENITORI CHE HANNO OBBEDITO ALLA LEGGE VACCINANDO I LORO BAMBINI

Chi si è ribellato conosce questo tema in ogni dettaglio, ed in più ha già il suo bel da fare nel trovare le strategie possibili di compromesso, o nel pagare le contravvenzioni fissate dalle autorità competenti. La stragrande maggioranza dei genitori è però quella che sta dalla parte delle disposizioni mediche ufficiali, ed è soprattutto quella che era titubante e che ha deciso pur malvolentieri di adeguarsi al decreto-legge Lorenzin per non complicarsi troppo la vita, evitando persino di documentarsi al meglio sugli aspetti tecnici delle vaccinazioni, e sulle prospettive che riguardano il prossimo futuro dei loro piccoli.

VEDIAMO DI QUALI VACCINI SI TRATTA

La legge prevede dieci vaccini obbligatori, somministrati mediante un esavalente e gli altri quattro tramite un quadrivalente oppure un trivalente più un vaccino singolo. L’esavalente si chiama Hexyon (difterite, haemophilus influenzae B, pertosse, polio, tetano, epatite B), e si tratta di un vaccino sottoposto a monitoraggio addizionale, ossia in fase di sperimentazione, come scritto sullo stesso bugiardino del vaccino, fonte Aifa.

E già qui si inizia bene, con bambini presi come fossero cavie. Non si vorrebbe spaventare o mettere in agitazione nessuno. Già la vita quotidiana comporta stress a ripetizione, ma a nascondere o a sottovalutare certi fatti non si facilita la vita a nessuno.

L’IDROSSIDO DI ALLUMINIO DEI VACCINI È AUTENTICO VELENO E VIENE ASSORBITO AL 100 PERCENTO

Sempre dal sito Aifa si apprende che il componente idrossido di alluminio viene usato per incrementare la risposta immunitaria e rendere il vaccino più efficace. Ora si tratta di capire se l’alluminio è una sostanza tranquilla o meno. È risaputo che l’alluminio è un potente veleno per il sistema nervoso. Medici e pediatri ci rassicurano che assorbiamo molto più alluminio con l’alimentazione. Vero. Ma questa affermazione non tiene conto che solo lo 0,5% dell’alluminio ingerito viene assorbito. Quello iniettato con un vaccino, invece, viene assorbito al 100% e si accumula in diversi organi, compreso il cervello. L’alluminio è una sostanza velenosa per il sistema nervoso e scatena tutta una serie di malattie autoimmuni, come dimostrato da diversi studi.

RISCHIO AUTISTICO E RICORSO A CELLULE RENALI DI SCIMMIA VERDE, CONFERMATO DA BIG PHARMA

Del resto, che i vaccini possano causare autismo ce lo dicono le stesse case farmaceutiche. Basta leggere il bugiardo del Tripedia.

Se lo dicono loro! Alla faccia di tutti quelli, medici, pediatri, onorevoli, giornalisti, genitori, che gridano da anni che non ci sono evidenze scientifiche. Veniamo al bugiardino dell’Hexyon e leggiamo cosa si dice sulle cellule Vero. Malgrado sembri una cosa rassicurante, dovete sapere che le Vero sono cellule di reni di scimmia verde.

Per i non addetti ai lavori, le cellule di scimmia ci fanno venire in mente lo scandalo SV40, un virus trovato in alcuni tumori, proveniente dai reni di scimmia utilizzati nei vaccini antipolio sin dagli anni ’50.

Preoccuparsi? “Io al posto vostro lo sarei e anche molto. Ma i vaccini non erano sicuri?”, si chiede il dr De Matteis.

VACCINO TRIVALENTE E VACCINO TETRAVALENTE DA CELLULE DI FETI UMANI ABORTITI

Parliamo qui dei vaccini per morbillo, parotite e rosolia, oppure morbillo, parotite, rosolia e varicella, che rispondono a nomi commerciali tipo Priori Tetra e Proquad. Sempre dal sito Aifa, vediamo cosa contiene Priorix Tetra.

Il ceppo Wistar RA 27/3 viene coltivato su cellule diploidi umane (MRC-5), cellule umane provenienti da feti umani abortiti. In pratica quei virus sono stati coltivati su quel tipo di cellule prelevate molti anni fa da quei feti e, dopo che si sono riprodotti, i virus vengono successivamente inseriti in quel tipo di vaccini.

State per sentirvi male? Vi capisco. Ma la parte più incredibile della faccenda è che non è mai stato eseguito nessuno studio per verificare se questa roba possa danneggiare i bambini vaccinati. Il sospetto di una ricombinazione del Dna del bambino è più che legittimo. Non mi credete? Beh, allora fatevi consegnare le ricerche dal vostro pediatra o da quello della Asl. Ah, dimenticavo di dirvi che la maggior parte dei pediatri non hanno mai sentito parlare di MRC-5, provate a chiederlo. C’è un bel parlare di immunità di gregge alla quota 95%! Sempre sul vaccino Priorix Tetra, troviamo scritte informazioni sensazionali, sempre da fonte Aifa.

Vi rendete conto? Non sono i non vaccinati a mettere a rischio i vaccinati, è il contrario! Beh, vuol dire che i bambini vaccinati se ne staranno a casa per sei settimane dopo il vaccino, niente scuola.

ESISTE UN NESSO TRA ALTA MORTALITÀ INFANTILE E VACCINAZIONI

Ma dieci vaccini siamo sicuri che non facciano male? Secondo i pediatri potremmo vaccinarci anche con 10.000 vaccini, l’ho letto con i miei occhi, afferma De Matteis. Controlliamo? Nel 1992, la società Immunization Awareness Society (IAS) ha effettuato un sondaggio per capire meglio la salute dei bambini della Nuova Zelanda. I ricercatori hanno ricevuto 495 questionari compilati, comparando 226 bambini vaccinati e 269 bambini non vaccinati. Da questa statistica, i bambini non vaccinati stanno decisamente meglio di quelli vaccinati.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

Questa ricerca individua un nesso tra tasso di mortalità infantile e numero di dosi di vaccino. La faccenda si complica. Ma allora se i bambini vaccinati si ammalano e muoiono di più di quelli vaccinati, per quale motivo si fanno i vaccini? E i pediatri queste cose le sanno?

DUE PAROLE SUL VACCINO HPV GARDASIL

Il vaccino per il papillomavirus non è obbligatorio, ma qualcosa va detto, dal momento che si tratta anche in questo caso di una pagina vergognosa della cosiddetta Sanità. Controlliamo pure il contenuto, sempre secondo fonte Aifa.

Esso contiene Polisorbato 80 (nome commerciale Tween-80). Si tratta di un emulsionante per niente innocuo, presente anche nello sciroppo per bambini Nurofen.

Esperimenti sui ratti hanno dimostrato che il polisorbato 80 provoca danni riproduttivi e quindi sterilità. Ma è successo anche agli esseri umani. Una ragazza di 16 anni in Australia è in premenopausa dopo il vaccino Gardasil, ecco la ricerca: Deirdre Therese Little, HarveyRodrick Grenville Ward, doi:10.1136/bcr-2012-006879

MA PERCHÉ QUESTA LEGGE CAPESTRO SUL MORBILLO?

Ormai si parla del morbillo come della Nuova Peste. Il morbillo ha sempre avuto alti e bassi e sempre li avrà, con o senza vaccinazioni, e questo perché il morbillo è un virus a RNA e come tutti quei virus tende a mutare facilmente. Che ci piaccia o meno, il morbillo esisterà sempre.

CROLLA MISERAMENTE LA LEGGENDA SULLA IMMUNITÀ DI GREGGE

Neanche la famosa copertura del 95% definita immunitá di gregge risulta efficace per debellare il morbillo, come dimostra la Cina, che con una copertura vaccinale del 97%, segnala ancora focolai di morbillo (Yang, W., Wen, L., Li, S.-L., Chen, K., Zhang,W.-Y., Shaman, J. 2017. Geospatial characteristics ofmeasles transmission in Vhina durig 2005-2014. Pols Computational Biology,13(4), e 1005474). Stessa cosa dicasi per il Belgio, dove un recente focolaio di morbillo è intervenuto in Vallonia, una zona del Paese con copertura vaccinale superiore al 95%. Crolla così miseramente la leggenda della Immunità di Gregge, del resto mai dimostrata con studi ad hoc.

SE IL PROBLEMA VERO ERA IL MORBILLO, BASTAVA AL LIMITE UN VACCINO PER IL MORBILLO

Se il problema era davvero il morbillo, sarebbe stato sufficiente imporre la sola vaccinazione per il morbillo per alcuni mesi per poi ritirarla a emergenza finita, semplice e chiaro? Perché allora dodici (poi divenuti dieci) vaccini? È come se si forasse un pneumatico, andassi dal gommista e invece di farmi riparare la gomma bucata, me le faccio riparare tutte e quattro. Qualcosa non torna. Del resto anche sulle motivazioni del decreto sta scritto: “Ritenuto altresì necessario garantire il rispetto degli obblighi assunti e delle strategie concordate a livello europeo e internazionale e degli obiettivi comuni fissati nell’area geografica europea”. Eccola qua la vera emergenza, altro che morbillo.

IL VERO NOCCIOLO DELLA QUESTIONE ERA L’ACCORDO GAVI SUI VACCIN BONDS, UN INDEGNO GIOCO DI SOLDI

Di quali obblighi si tratti non ci è dato sapere, continua De Matteis. Io stesso ho scritto una mail al ministro Lorenzin, ma non ho ricevuto alcuna risposta, ovviamente. In ogni caso, questi misteriosi accordi penso di averli scoperti, come si evince dal seguente comunicato stampa dell’AIFA: (www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale). Non solo, avete mai sentito parlare di Gavi?

Si tratta di un accordo programmatico tra vari paesi, tra cui l’Italia, e l’industria farmaceutica (www.gavi.org). Tale accordo garantisce alla stessa industria un certo fatturato sino al 2024 e per il quale sono stati emessi i VACCIN BONDS, detto in parole povere vengono emessi dei titoli azionari sulle vaccinazioni, naturalmente, tutto questo si fa per il bene del mondo!

LA FAVOLA DEI VACCINI CHE HANNO DEBELLATO CERTE MALATTIE

La Sanità pretende di far credere alla gente che le fiabe di Biancaneve e dei Sette Nani sono reali. Per quelli che pensano che i vaccini abbiano debellato tante pericolose malattie, i grafici, le statistiche, i dati Istat dimostrano l’esatto contrario. La difterite era già spontaneamente in fase calante ed in scomparsa nel momento in cui è stata resa obbligatoria la vaccinazione.

IL VAIOLO IN ITALIA

Quanto alla morbosità della Polio, si sono avuti picchi di malattia nonostante le vaccinazioni.

IL FALSO MITO CHE I PROFUGHI PORTANO MALATTIE

Per quelli che pensano che i vaccini bisogna farli altrimenti i profughi ci possono infettare, dal congresso della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit): “Su 24mila sbarcati a Lampedusa nell’ultimo semestre, solo 7 erano malati di Tbc”. E così crolla anche il mito dei profughi portatori di malattie.

MA QUESTE COSE FONDAMENTALI, VE LE HANNO MAI DETTE?

Siate sinceri! Voi genitori che avete vaccinato i vostri figli, sapevate tutto questo? Voi onorevoli che avete approvato la legge, sapevate tutto questo? Ripensate ora a tutte le menzogne ascoltate sul morbillo e sul calo delle vaccinazioni, solo e soltanto furbi pretesti per imporre dieci vaccini non necessari e sicuramente pericolosi.

I DANNI DA VACCINO SI FARANNO SENTIRE NEL LUNGO PERIODO

“Nei prossimi anni assisteremo ad una impennata dei danni da vaccino, malattie autoimmuni, danni neurologici e autismo, tant’è che la legge ha previsto uno stanziamento di 1.400.000 euro per i prossimi danneggiati, controllate pure. Se voi intendete vaccinare i vostri figli facendo inoculare alluminio, cellule di feti abortiti, cellule di scimmia, polisorbate-80 e altre schifezze simili, siete liberi di farlo, io mai e poi mai inietterei quella mondezza dentro il corpo di mio figlio e soprattutto, nessuno mi deve obbligare a farlo”, è la conclusione del dr Giuseppe De Matteis.

DATI STORICI SUI VACCINI IN ITALIA, DALL’UNIVERSITÀ DI PERUGIA

In aggiunta al magnifico contributo di cui sopra, prendo pure una nobile testimonianza di Herbert Shelton, dal suo testo “Vaccins and Serum Evils” del 1966. Il New York Medical Journal del 22 luglio 1899 contiene un articolo di Chas Rauta, docente di Igiene e Materia Medica presso l’Università di Perugia. Il Lavoro di Rauta si riferisce alla Vaccinazione in Italia.

PIÙ DECESSI DA VAIOLO DOPO LA VACCINAZIONE TOTALE

Il prof Rauta dichiara che l’Italia del 1899 è uno dei paesi meglio vaccinati al mondo e di questo ci sono dati matematici e sicuri. Per 20 anni prima del 1885 le vaccinazioni della nazione italiana toccarono il 98,5%. Ma nonostante ciò le epidemie di vaiolo sono state di dimensioni talmente vaste da superare di molto quelle verificatesi prima della introduzione del vaccino. Durante il 1887 si registrarono 16.249 decessi da vaiolo, ma nel 1888 ci furono 18.110 decessi, e 13.413 nel 1889.

MORTALITÀ PIÙ ALTA TRA I SOLDATI PROTETTI A DOVERE

Parlando dell’Esercito Italiano, dove la vaccinazione veniva praticata 2 volte all’anno, da molti anni, afferma Rauta, abbiamo osservato che i soldati non protetti regolarmente da vaccinazione venivano colpiti in maniera assai inferiore di quelli “protetti a dovere”, e che il tasso di mortalità tra quelli vaccinati era maggiore di quello presente tra i soldati a cui la vaccinazione “non aveva preso”.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

47 commenti

  1. Massimo Mancini on

    Grandissimo come sempre Valdo, vero faro in questa notte buia.
    Grazie per quello che fai.
    Massimo Mancini

  2. L’idrossido di alluminio è un antiacido, più che un “autentico veleno”, il cui effetto collaterale è la stitichezza. Nemmeno wikipedia siete capaci di aprire.

    Sinceramente, ho letto solo la parte sottolineata in rosso e il titolo, com’è bello smentirvi proprio sulla prima cosa in cui mi è caduto l’occhio.

    • Aggiungo, confondere “Idrossido di alluminio” con “alluminio” è sintomo di analfabetismo funzionale o di truffa? Ehm, domande a cui non avrò mai risposta.

      • Domanda. L’idrossido di alluminio può provocare stitichezza se iniettato intramuscolo?

        • Ketil, bisogna anche guardarne la quantità. Le dosi da me considerate sono molto probabilmente molto più considerevoli di quelli presenti nel vaccino. (non ho controllato, ti consiglio di guardarne le dosi presenti in quei antiacidi in cui si usa l’idrossido di alluminio)

          • La quantità ingerita viene per la maggior parte smaltita, quella iniettata entra interamente in circolo. In ogni caso va sempre proporzionata a peso corporeo e quantità di sangue.

      • Massimo Mancini on

        Si dai, tutto innocuo, che vuoi che sia… e poi continua così rimani in superficie… limitati al titolo, o forse è troppo?

        • Se dal titolo c’è un errore (non è un titolo, ma titolo + commento + sottolineatura in rosso), come posso pensare che il resto dell’articolo sia corretto? Che poi ho commentato a un altro altre “problematiche” presenti nell’articolo.

          Come te dici “tutto innocuo” io ti posso rispondere con “tutto mortale”, il punto è che quello che dichiari devi dimostrarlo. Se ci sono degli errori, mi spiace ma il ragionamento viene da buttare. Se ci teneva così tanto a questo discorso era meglio che evitava di metterci degli errori al suo interno. (errori non da poco)
          Io non voglio rimanere in superficie, ma questo articolo non fa altro che lasciarti la sopra, visto che per andare in profondità avrebbe dovuto mettere qualche fonte ed ecc… Anzi, la mia ricerca su wikipedia è appunto “andare più in profondità” nell’articolo stesso. Di poco, pochissimo, ma di più di quelli che se lo leggono e basta.

      • Sonia Comessatti on

        Signor Loris spero che la sua critica non provenga esclusivamente da una rapida lettura di wikipedia. Dal momento che non sono una chimica e non conosco la differenza fra idrossido di alluminio e alluminio puro, suppongo che basti la presenza di alluminio nella formula chimica per guardare con sospetto a determinati alimenti o farmaci o cosmetici o utensili che lo contengono. Ma la prego se può brevemente degnarsi di erudire una profana la leggerò con vero interesse. Intanto due articoli che vanno oltre wikipedia. http://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/universita-di-padova-alluminio-e-salute-dalla-neurochimica-alla-neurodegenerazione/
        http://www.comilva.org/alluminio-e-vaccini/

        • Simone Energia Spirale on

          Sonia, mi permetto di farti alcune osservazioni: la prima di carattere personale, la prego di non fraintendermi, non ho intenzione di offenderla, ma il suo commento risulta abbastanza antipatico: se lei, come afferma, è una profana e di chimica non sa nulla, una rapida lettura di Wikipedia è già un bel passo in avanti rispetto al non sapere nulla. Wikipedia è affidabile ed è alla portata di tutti. Non è super dettagliata né super approfondita, ma è adatta ad essere il primo approccio per una persona poco erudita, come lei afferma di essere.
          i due siti che ha indicato NON vanno oltre Wikipedia, anzi sono famosi per riportare notizie alterate e fazioso, e nello specifico quegli articoli parlano di alluminio in quanto elemento puro, giocando sulla stessa ambiguità che ha sottolineato Loris.
          da qui la seconda osservazione, di carattere tecnico: la sua supposizione è sbagliata, non basta la sola presenza di un elemento nella formula per stabilire che tutta la sostanza sia pericolosa: il motivo è che i singoli elementi cambiano moltissimo il loro comportamento in base agli altri elementi con cui interagiscono. Le faccio un esempio con il cloro: da solo, il cloro gassoso è un’arma chimica che ustiona le vie respiratorie. Il cloroformio è un composto nocivo che contiene cloro. A questo punto, immagino che lei non voglia mai avere a che fare con delle sostanze che contengono cloro: eppure immagino che non si faccia molti problemi ad andare in piscina, dove l’acqua viene trattata con disinfettanti a base di cloro, disinfettanti usati anche negli acquedotti, con cui lei entra in contatto ogni giorno facendosi la doccia.
          Il cloro poi è uno dei due elementi che forma il sale da cucina, che tocchiamo e ingeriamo tutti i giorni. L’altro elemento è il sodio: il sodio puro, a contatto con l’acqua esplode. L’ultima volta che lei ha preparato un piatto di pastasciutta, quando ha buttato il sale nell’acqua, la sua cucina è esplosa? Lei è stata portata al pronto soccorso coperta di ustioni chimiche? Decisamente no. Se io scrivessi un articolo che dice che usiamo armi chimiche e esplosivi in cucina, sarebbe INGANNEVOLE e FALSO, e inutilmente allarmistico.
          nello stesso modo questi articoli sono falsi e allarmistici, e fanno leva sull’equivoco che siccome c’è l’alluminio, allora sono pericolosi. Ovviamente non possiamo essere tutti dei laureati in chimica, e alcuni inevitabilmente cascano nell’inganno e si spaventano

          • Bene, è per questo che attendo una risposta da Loris in relazione alla mia domanda. Grazie

          • caro simone, sarà anche esperto in chimica ma di vaccini mi sembra non ne capisca molto. peraltro se non sbaglio per giustificare le vostre tesi insistete sempre con l’assunzione orale, ma ahimè non prlate MAI di quella intramuscolare!!! chissà perchè…. evidentemente non conoscete manco lontanamente la fisiologia umana… infine se avesse letto tutto l’articolo si sarebbe accorto che non si parla solo di idrossido di alluminio, ma di molte atre cose interessanti (VERO CELLS, MRC 5, herd immunity…) e questo è solo la punta di un’iceberg. sulle problematiche legate ai vaccini ci sarebbe da discutere per ore.
            mi limito a dire quello che dico anche agli altri vaccinisti convinti:
            1) se l’immunità di gregge esiste perchè vacciniamo solo i bambini quando sappiamo che i vaccini hanno effetto solo per alcuni anni e quindi tutti siamo scoperti? troppo comoda prendersela solo con i bambini, di che avete paura, nell’immunità di gregge devono essere compresi anche gli adulti (95% della popolazione non comprende solo bambini)
            2) magari si legga anche la relazione finale del progetto SIGNUM sempre che sappia cosa riguarda e mi spieghi perchè dai media non è trapelata alcuna informazione in merito.
            3) perchè mancano studi approfonditi su queste tematiche e sopratutto perchè è sottovalutata la segnalazione di reazioni avverse sospette?

          • Il punto del mio commento è questo: Se cadono in errore sull’idrossido di alluminio, che mi pare che lei, Angelo, condivida che si tratti di un errore, come possiamo mai pensare che il resto dell’articolo non ricada in altri errori, alcuni banali e altri meno, che per un motivo o per un altro non riusciamo a trovare risposta? (Su internet e con la possibilità di cadere in un altro articolo pieno di errori.)

            Valdo ha preso il suo tempo per sottolineare in rosso e gettar scandalo su un qualcosa che scandalo non è. Senza argomentazione, senza fonti, rifacendosi a un “Ehi, si chiama idrossido di… ALLUMINIO!”

            La credibilità la si costruisce anche all’interno dell’articolo stesso, per me dopo aver letto quel punto, la sua credibilità è scesa a zero, se c’è qualcosa di vero in quel che dice me lo leggerò da qualcuno con più credibilità.

            Per esempio, dove parla del numero di decessi di vaiolo, dove sono le fonti, devo andarmene a cercare io?
            Di grafici non sono stato bravo a trovarne, ma ne ho trovato alcuni su questo testo: http://www.agiati.it/UploadDocs/6875_B_Condini_p_33.pdf

            La storia descritta in questo pdf mi pare molto differente.

            Questo non trovando info sul prof Rauta (ripeto, non ho letto l’articolo, commento sulle poche cose su cui poso l’occhio)

            Vediamo di cosa parla una riga sopra: cita Herbert Shelton, vediamo chi è.
            Si tratta di uno Scrittore. Ha scritto di medicina alternativa (da scrittore, non da medico), attivista, educatore, vegetariano, crudista, digiunista. Uno dei fondatori della corrente naturopatica. Insomma, un bel po di cose smentite.
            La sua opera più importante? “Il digiuno può salvarvi la vita”. Con tanto di cure naturali contro il cancro (bufale ben conosciute, gli ultimi ci sono morti in diretta su youtube con queste cure “naturali”) ed ecc…
            Perché mai devo fidarmi di un tizio simile? Uno scrittore.

          • Visto Ke ha commentato anche questo mio scritto, ha per caso letto del progetto signum? Forse è il caso di provare con la sua bravura a smontare Anche questo. Signum significa studio impatto genotossico unità militari. Ora io sono rimasto allibito dopo averlo letto. A questo punto le dico solo di informarsi. Senza fissarsi sull’alluminio. E poi magari di leggere qualche articolo di medicina.

      • Loris mi scusi mi mostra cortesemente studi che riguardino la quantià di idrossido di alluminio che una persona può tollerare in base al peso corporeo iniettata PER VIA INTRAMUCOLO ovviamente?
        comunque a mio modesto parere analfabetismo è anche sentenziare senza essersi minimamente documentati sull’intera questione e mi creda solo il fatto di aver scritto: “Sinceramente, ho letto solo la parte sottolineata in rosso e il titolo,
        com’è bello smentirvi proprio sulla prima cosa in cui mi è caduto
        l’occhio” la contraddistingue come uno dei tanti “leoni da tastiera” e non è un vanto perchè peraltro non ha smentito proprio nulla…

        • Mi piacerebbe veramente tanto se si fosse posto nello stesso modo anche verso chi ha fatto questo articolo. Quello che non capisco solo come mai a me chiede una cosa di cui non ho fatto riferimento.

          Chiedilo all’autore di questo articolo, visto che pare non scriverlo. Insomma, ma hai letto? Continua a parlare di alluminio quando si fa riferimento all’idrossido di alluminio.

          Io sono un leone da tastiera, sono un leone da tastiera che va su wikipedia, te sei un leone da tastiera che almeno va su wikipedia? Che per carità, contiene errori ed ecc… ma almeno due fonti c’è le mette e non cade nell’errore di non distinguere l’alluminio con l’idrossido di alluminio.

          Ah, poi ricordiamoci “Analfabetismo funzionale” è una cosa, “analfabetismo” è un’altra. Potrei dire una stupidaggine ma per essere analfabeti funzionali non si può essere analfabeti.
          Con analfabetismo funzionale non rientra l’educazione, ma rientra la mala interpretazione. E continuo, se una persona fa un errore del genere anche solo nel titolo, perché mai il resto dovrebbe essere degno di nota?

          • Intanto non mi sembra di conoscerla quindi non Mi dia del tu. Comunque io leggo Wikipedia ma molto più importante i testi e gli articoli di medicina, che sinceramente sono più attendibili. Per il resto questo è un biologo, quindi se permette credo che qualcosa abbia studiato…. Al contrario di qualcuno che da come si pone fa denotare la carenza in questo campo.

          • In rete ci si dà del tu, dare del lei su internet con persone che non si conoscono crea distanza e attrito, solitamente viene usato per dare fastidio. La prassi è dare del tu, anche all’autore del post.
            Non fa parte della Netiquette, ma dovrebbe fare parte delle regole non scritte, ci sono molte discussioni al riguardo e la maggior parte concordano con il “tu”. Ma ovviamente non ci metto la mano sul fuoco su questo.

            Chiudo off-topic.
            Scusa un attimo, chi è il Biologo, Valdo Vaccaro?

            Sul sito di MacroLibrarsi lo vedo descritto come:
            1- Laureato in Economia nel 1972, dedicato tre anni all’insegnamento e al giornalismo.
            2- Laureato nel 2002 in Filosofia e in Naturopatia, due lauree nello stesso anno, bello, ma immagino che sia stato facile visto che la naturopatia è fuffa, non è una scienza come la biologia, non lo rende nemmeno un medico.

            Ma cosa più importante, la vera risposta: No. Vaccaro è un economista, al massimo un filosofo, ma sicuramente non è un biologo.
            Ma anche se fosse un biologo, nel Maalox c’è il suo “È AUTENTICO VELENO”. Termine che già di per se, visto che non fa riferimento a quantità, di sicuro dimostra di non essere in grado di fare divulgazione.

          • L’articolo non è stato scritto da Valdo ma solo pubblicato. Legga bene. Ma alla fine cosa non ha capito di quello che ho scritto? Prima di sentenziare di continuo legga attentamente i miei commenti, le ho dato anche delle dritte, si informi, studi come ho fatto io e poi allora provi a commentare. È fastidioso perdere tempo a discutere con persone che non conoscono minimamente l’argomento vaccini. Io ho parlato anche con medici vaccinatori e le garantisco che ahimè la loro preparazione lascia a desiderare… Purtroppo… A domande specifiche come ho fatto a voi loro hanno reagito allo stesso modo. Nessuno commenta e cambiano discorso. Oppure si limitano a tesi molto fantasiose. Ora vengo al punto. Ma perché questi medici che prendono percentuali in base a quello che prescrivono non si pongono minimamente le stesse domande, per altro legittime? Perché ad oggi non ci si può permettere di dubitare sui vaccini? Perché i vaccini pur essendo farmaci, godono dell’immunità? Fanno bene e basta, non hanno controindicazioni ed effetti collaterali anche gravi. Gli altri farmaci però ce l’hanno. Perché? Perché l’Italia dall’ultima Global helth agenda è stata eletta come capofila delle politiche vaccinatorie fino al 2019? Perché proprio dopo questa elezione è stata fatta una legge x aumentare il numero di vaccini? Perché i medici e i genitori che chiedono risposte o espongono dubbi vengono banditi?
            Io credo che il.ragionamento è l’unica cosa che ci rimane, perso questo abbiamo perso tutto. Ma prima o poi arriveremo anche li, ma sarà troppo tardi per tornare indietro….

      • Hai ragione, chiudiamo wikipedia e prendiamo il primo medicinale che mi viene in mente.
        Il Maalox! Chi non lo usa? Beh, non so voi ma io lo uso. Si tratta di un antiacido, vediamo di cosa è fatto: Idrossido di Magnesio + Idrossido di Alluminio. Cribbio, proprio come detto da wikipedia. (si, parlava anche dell’idrossido di magnesio per andare contro gli effetti collaterali, facendo un bel lassativo + stitichezza)

        Il maalox fa parte del complotto wikipediano per far vender bene l’idrossido di alluminio? Sul serio, quello che ho detto ora non ha la più minima importanza? Non è di wikipedia, è un qualcosa che non centra nulla con quest’ultima, eppure ne da conferma alla sua veridificità.
        Perché con questo articolo non arrivo ad altrettanto? Aprire qualcosa di neutrale che ne conferma, no. Non succide mai, anzi, il fatto che ci facciano dei medicinali va ancora contro con la frase “È AUTENTICO VELENO”.

        • Cos’è che non ti è chiaro Loris? Fammi capire, siccome vilipedia sosterrebbe concetti corretti su una voce a caso, sarebbe valida l’intera enciclopedia? Capperi, che modo di ragionare. Ah, io non uso il maalox.

          • …analfabetismo funzionale oppure una battuta sarcastica?
            Mi spiego meglio: Ho controllato una cosa su wikipedia, con fonti, che spiega cos’è l’idrossido di alluminio e la cui spiegazione smentisce quella di Aldo Vaccaro.

            Si mette in dubbio wikipedia (e quindi le sue fonti), quindi prendo un altro elemento più vicino a una dimostrazione.Questa conferma wikipedia e non aldo vaccaro.

            Non ho detto che wikipedia sia tutto vero, ma wikipedia ha un punto in più di veridicità di quanto ne abbia questo articolo.
            Ho letto una cosa su wikipedia, che è stata confermata:
            Wikipedia +1.
            Ho letto tre cose di questo articolo, tutte smentite.
            Aldo Vaccaro -3.

            Ergo, wikipedia mi pare più autorevole di Aldo Vaccaro, nel caso di discordia presumo di far buona cosa a dar ragione al primo. Anzi, visto che sono un semplice utente e non un medico, visto che il secondo pecca di fallacia, sarebbe il caso di ignorarlo a priori. Wikipedia, beh, quando wikipedia sarà smentito lo metterò in dubbio, sempre se i wikipediani non si mettano a risolvere loro stessi il problema, facendola ritornare un minimo autorevole. Ma visto tutte le loro feree regole sulle fonti…

          • ferre regole sulle fonti di vilipedia, la chiamo così secondo te per quale motivo? evidentemente di essa sai poco. oltre all’analfabetismo funzionale (di cui a questo punto sono autorizzato a dubitare anche solo lontanamente di quanto ti sia chiaro il relativo concetto) difficilmente posso esimermi dal notare come il Vaccaro affermi, in tutto questo suo blog, un numero di argomenti e voci intuibilmente inferiore al totale delle voci presenti su vilipedia, pertanto, l’incidenza degli errori del Vaccaro potrebbe risultar inferiore all’incidenza degli errori rilevabili dal summentovato repository. da navigato utente redattore del medesimo, conosco piuttosto bene le dinamiche di opportuna manipolazione delle voci ivi riportate. quindi, fammi la cortesia, parla di quello che sai. chimica, magari

          • Beh, vedila in questo modo: Parecchio tempo fa c’è stata una polemica nella comunità di wikipedia in quanto, per regolamento, non si poteva pubblicare un articolo proveniente da un blog.
            Il Blog era di una scrittrice in cui dichiarava di essere la stessa autrice di altri libri scritti con un suo pseudonimo. Fatto confermato in un’intervista pubblica e anche sotto quello stesso pseudonimo.
            Essendo la fonte un blog personale, non era considerata abbastanza autorevole (per assurdo) per poter essere inserito su wikipedia. Dopo tanti casini, il massimo che sono riusciti a fare è una sezione “si dice che”, ma non considerandolo un fatto certo.

            Feree al limite dell’assurdo, ma pur di non cadere in errori fanno casini anche su un qualcosa di insignificante.
            Questa è wikipedia, almeno lo era 5-10 anni fa, quando come fonte non era considerata molto bene. (La sua reputazione con gli anni è migliorata di parecchio, dalla sua uscita)

            Chiudo off-topic.
            Valdo Vaccario, economista/filosofo/naturopata, non si occupa di questa materia. Ergo, come titoli di studio, ne sa quanto me che sono un programmatore che, come lui, non sono un medico.
            Un non-medico che si è messo a scrivere nel titolo (nel testo è peggio, visto che si mette a parlare di alluminio e non di idrossido di alluminio) un errore. Una cosa grave, una cosa che su wikipedia non ci finirebbe senza venir corretto il giorno dopo o il giorno stesso.
            Ed è solo uno dei tre errori che ho visto, sulle uniche tre cose in cui ho posato gli occhi. (dando la percentuale di errore, per il momento, pari al 100%)
            Detto questo mi chiedo, come si fa a dar fiducia a un articolo che può venir smentito cercando prodotti con idrossido di alluminio su internet? Dai, ho acquistato autorevolezza io, senza volerlo, per due brevissime ricerche: wikipedia e googlando “idrossido di alluminio farmaco”.

    • “L’idrossido di alluminio(allume)… è-stato utilizzato nei
      vaccini come adiuvante per il suo effetto immunologico dal 1927.
      L’allume è l’adiuvante più comunemente usato nei vaccini umani e
      veterinari, ma i meccanismi tramite i quali stimola le risposte
      immunitarie non sono completamente compresi.

      Anche se generalmente ben tollerato, allume può occasionalmente cause
      invalidanti e problemi di salute in persone presumibilmente
      suscettibili. Una piccola percentuale di persone vaccinate si presenta
      con un ritardato inizio di mialgia diffusa, stanchezza cronica e
      disfunzione cognitiva, e mostrano una persistenza a lungo termine dei
      macrofagi di carichi di alluminio sul sito della precedente
      immunizzazione intramuscolare (im), formando una lesione granulomatosa
      chiamata miofascite macrofagica (MMF). I sintomi clinici associati alla
      MMF sono paradigmatici della recentemente delineata ‘sindrome
      autoimmune/infiammatoria indotta da adiuvanti (Asia).

      La disfunzione cognitiva stereotipata ricorda i deficit cognitivi che
      descritti fra i lavoratori di fonderia esposti a particelle inalate di
      Al.

      Le preoccupazioni sulla sicurezza dell’alluminio dipendono in gran
      parte dal fatto se il composto rimane localizzato al sito di iniezione o
      dal fatto che si diffonda e si accumuli in organi distanti. Gli
      esperimenti sugli animali indicano la persistenza di nanomateriali
      biopersistenti captati da cellule di linea monocita nei tessuti , sotto
      forma di surrogati fluorescenti dell’alluminio, che possono prima prima
      traslocare verso linfonodi drenanti, e poi circolare nel sangue
      all’interno fagociti e raggiungere la milza, e, infine, accumularsi
      lentamente nel cervello “macrofagica myofasciitis”.

      Macrophagic myofasciitis: characterization and pathophysiology.

      Gherardi RK, et al. Lupus. 2012.

  3. Fuoridallamatrix on

    Esperimenti su ratti, su scimmie, su qualunque essere vivente (vegetali inclusi)… maledetti vivisettori, servi del sistema!
    E mentre l’attenzione del popolino viene abilmente catturata dai media con le solite questioni burletta
    (= disinformazione strumentalizzata) o con le immancabili distrazioni di massa, giorno e notte tonnellate di veleni vengono aviodispersi senza sosta sul volgo ignaro e sulla Natura tutta (senza contare l’aiuto sinergico di HAARP, MUOS, 5G, wi-fi e tutte le altre DIAVOLERIE!).
    Ci stanno sterminando:
    http://www.tankerenemy.com/2018/02/alluminio-nei-carburanti-per-aviazione.html#.WrkjzGq5vIU
    http://www.tankerenemy.com/2018/03/linquinamento-ambientale-prende-il.html#.Wrkjn2q5vIU ,
    https://www.facebook.com/Informati-sulla-geoingegneria-clandestina-Marche-1788595904707839/?hc_ref=ARR0Jrx_FgxYJoypSOwJLH4_C0AznR8W21_pVRXP6g_2akoeIbhEUN09i6rHyeJR7hw&fref=nf ,
    per un regime totalitario, che prevede il dominio totale della Terra e di tutti gli esseri che su Essa vivono (incluso il controllo mentale):
    http://www.tankerenemy.com/2017/12/elana-freeland-verso-il-dominio-totale.html#.WrkjNmq5vIV ,
    http://www.tankerenemy.com/2018/03/scie-chimiche-in-mongolia.html#.Wrkjfmq5vIU

  4. Fuoridallamatrix on

    Valdo, come mai anche in questo articolo non pubblichi il mio commento di ieri, contenente notizie (su nanoparticolato, scie chimiche e vaccini) di cui tutti potrebbero beneficiare?

      • Fuoridallamatrix on

        La frase poteva essere anche più esaustiva: chi, dunque, prende tali decisioni? Il blog del resto non è di Valdo Vaccaro?
        Non mi sembra corretto comunque bannare un commento, che poteva essere interessante per tutti i lettori.

  5. DisadAzione on

    Relazione Finale della Commissione Parlamentare sui casi di morte e malattie che hanno colpito i militari italiani.

    1) La Commissione Parlamentare conferma la totale assenza di studi scientifici in letteratura volti a valutare la tollerabilità della quantità complessiva di componenti dei vaccini (adiuvanti, conservanti, antigeni, allergeni, eccipienti e contaminanti). La quantità cumulativa dei vari componenti dei vaccini eccede il limite permesso per l’autorizzazione all’immissione in commercio!

    2) La Commissione Parlamentare conferma la necessità di NON somministrare contemporaneamente più di 5 vaccini monovalenti monodose sui militari.

    3) La Commissione Parlamentare conferma che la vaccinazione comporta rischi in termini di problemi di immunodepressione, iper-immunizzazione, autoimmunità e ipersensibilità

    4) La Commissione Parlamentare conferma che il pericolo dei rischi è riportato direttamente nelle schede tecniche delle case farmaceutiche che chiedono espressamente l’applicazione di opportune precauzioni all’impiego dei vaccini e la verifica dello stato di salute del vaccinando e dell’assenza di patologie al momento della vaccinazione.

    5) Nei vaccini analizzati oltre al principio attivo vi sono oltre 81 sostanze (come formaldeide, proteine pollo, cellule di uova di pollo, embrioni di gallina, idrossido di alluminio, lattosio, albumina umana, cellule fetali umane, ecc.) per cui è prevista una valutazione si sensibilità o allergia.

    6) La Commissione parlamentare conferma che vi è una associazione statisticamente significativa tra patologie neoplastiche e linfoproliferative e altre patologie autoimmuni e la somministrazioni di vaccini.

    7) I vaccini usati nella profilassi militare sono gli stessi autorizzati dall’AIFA per uso civile.

    ..e qui si parla di uomini maturi nel pieno del vigore fisico, figuriamoci su bambini di 60 gg.

    È una vergogna che uno Stato renda obbligatorio un simile trattamento ..peggio ancora chi ne sostiene a spada tratta la loro innocuità ed efficacia.
    Vergognatevi.

    • finalmente qualcuno che legge e si DOCUMENTA prima di scrivere. Allora qualcuno che ragiona prima di parlare esiste ancora!!!! le faccio i miei Complimenti…. Ottima sintesi…. Peccato che le persone che più dovrebbero documentarsi su questi argomenti (medici, ministri….) non lo facciano e peggio ancora insabbino tutto tramite i media, pagati solo per impaurire e creare false epidemie!

  6. Roberto R. on

    Solo prendendo in considerazione del come sono stati imposti i vaccini dovrebbero creare seri dubbi sulla finalità degli stessi ….

    • Luca Cacciato ✰ ✰ ★ ✰ ✰ on

      Ciao Roberto. Vabbé… dubbi no… ma bisognerebbe spiegare meglio le lacune e far scegliere la gente. Prevenzione ed informazione vanno di pari passo.
      La seconda in Italia è sempre mancata.

      • Roberto R. on

        Ciao Luca, premesso che sono ignorante in materia, non mi pare che l’Italia aveva cosi urgentemente bisogno di dodici vaccini. Se mettiamo avanti i morti, quei soldi non era meglio investirli nell’inquinamento? Li come vittime non è che scherziamo….. è stata una manovra troppo veloce e, conoscendo gli attori ….

  7. Antonio Armando on

    Personalmente ho letto il testo “Vaccinazioni pediatriche” di R. Gava e “Vaccini: si o no?” di S. Montanari.
    Cerco di tenermi aggiornato soprattutto sulle dinamiche che inducono a determinate decisioni la nostra classe dirigente.
    Ne ho dedotto che, allo stato, tenuto anche conto delle condizioni igienico-sanitarie in cui fortunatamente versiamo nell’italica repubblica, non è assolutamente il caso di fidarsi.
    Il quadro è fumoso, non soddisfa e non convince.
    C’è in gioco la vita dei miei figli. Non è, pertanto, il caso di prendere decisioni ed assumersi responsabilità (il consenso informato è più una barzelletta che una clausola contrattuale! ) alla “membro di segugio”.
    Sarà anche perché so cosa significa portare un figlio asmatico al P.S. nottetempo; bianco come un cencio e incapace di tenere il capo dritto. Aveva poco più di tre anni e per il quale, a detta degli illuminati camici bianchi (issimi), non c’era soluzione diversa dai broncodilatatori cortisonici.
    Nota a margine: mio figlio non conosce più l’asma da quando in famiglia abbiamo cambiato alimentazione, affidandoci anche ai consigli nutrizionali illustrati su questo blog dal buon Valdo (o Aldo, come dice qualcuno).
    Signori medici, siate innanzitutto chiari, deontologicamente inappuntabili, eticamente inattaccabili, immacolati.
    Poi preoccupatevi di studiare e di approfondire il vostro amato tecnicismo riduzionistico.
    Perdonatemi ma la vita di qualunque bambino a questo mondo vale molto più di questa squallida diatriba.

  8. sembrava solo una leggenda,
    ma pare che il pianeta delle scimmie s’ha da fare

  9. Un grande saluto a tutti i seguaci del grandissimo Valdo Vaccaro. Scrivo qui perchè ci sono molti commenti e forse è più facile avere una risposta. Sono un giovane di 26 anni che da 1 anno ha iniziato a seguire il blog di Valdo e ha cambiato alimentazione passando da una dieta onnivora (con pochissima frutta e molta carne e latticini) a una vegana il più possibile crudista. Non ho mai assunto droghe, fumo, caffè. Ho sempre preso poche medicine, ovviamente sono stato purtroppo vaccinato. Dal 2012 ho iniziato ad avvertire un senso di astenia, tachicardia, irrequietezza, mancanza di respiro, sintomi che sono peggiorati nel corso degli anni. Dal 2014 si è aggiunto un dolore al torace, avvertibile soprattutto dopo aver starnutito o con movimenti particolari. Il dolore è diventato sempre più marcato, e si sono aggiunti senso di svenimento, pallore, rigidità agli arti inferiori. Le mie ultime analisi e il mio ultimo controllo al cuore risalgono al 2012 e tutto risultava nella norma, ma ora non ho più intenzione di andare dai dottori e preferisco curarmi da solo. Come ho detto da 1 anno sono diventato vegano e i problemi sono migliorati solo leggermente e la stanchezza cronica pesantissima sta condizionando troppo la mia vita. Non riesco più a studiare e ad andare in bicicletta. Il minimo sforzo, anche spremere le arance con lo spremiagrumi, mi causa tachicardia e affanno. Da pochi giorni una persona mi ha detto che potrei avere una carenza di ferro, allora ho colto la palla al balzo e facendo delle ricerche sul web ho constatato che i miei sintomi combaciano perfettamente con l’anemia sideropenica, Ho iniziato allora a concentrarmi su alimenti (ovviamente rimanendo vegano e rinunciando a integratori) ricchi di ferro, e da 5 giorni ho iniziato a mangiare molte barbabietole rosse crude del mio orto, al punto che la mia urina è diventata viola. Immediatamente ho constatato benefici quali miglioramento dell’umore e quasi totale scomparsa del dolore toracico!!! Invece sono ancora presenti, seppur in fase di miglioramento, una leggera tachicardia e senso di stanchezza e mancanza di respiro. Secondo voi sono sulla strada giusta? Sono effettivamente affetto da anemia? Va bene se mangio anche legumi cotti oppure la cottura disorganica totalmente il ferro?

  10. Stefania Casini on

    GRAZIE SIGNOR VALDO IO NON HO VACCINATO L’ULTIMO FIGLIO MA MI CREDA E’ STATA UNA GRANDE SOFFERENZA E UNA DURA LOTTA …SARA’ FINITA??

  11. Per chi vuole cancellare l’obbligo vaccinale Si può firmare in comune una legge di iniziativa popolare. È valida fino al 2/8. Facciamoci sentire!