CENTO ANNI DI VELENI MONSANTO E FILANTROPIA BILL GATES

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

COME MONSANTO AVVELENA IL MONDO DA OLTRE UN SECOLO

Il gigante degli OGM Monsanto questa settimana ha paralizzato la sua richiesta all’UE di approvare i “nuovi progressi tecnologici”, ma questo non significa che gli europei non devono temere per il loro benessere. Come visto sulla tesina “La Monsanto e le altre” del 14/9/13, oggi il nome Monsanto è associato principalmente agli OGM (organismi geneticamente modificati). Ma uno sguardo alla storia di questa potentissima multinazionale dimostra come la sua presenza massiccia ed invadente abbia davvero lasciato il segno, provocando danni e devastazioni all’ambiente e alla salute umana.

SACCARINA

Nel 1901 John Francis Queeny fonda la Monsanto Chemical Works a St. Louis, Missouri, per la produzione di sostituti dello zucchero per la Coca-Cola. Nei primi dei 70 diversi studi, tra cui uno del National Cancer Institute USA, rivelano che la saccarina provoca il cancro nei ratti e altri mammiferi.

BIFENILI POLICLORURATI (PCB), CAUSA DI MALATTIE NEUROLOGICHE E DI AUTISMO

Negli anni ’20 del secolo scorso, la Monsanto ha iniziato a produrre policlorobifenili, un elemento liquido refrigerante per trasformatori elettrici, condensatori e motori elettrici. Mezzo secolo dopo, l’Environmental Protection Agency statunitense ha presentato prove che i PCB causano il cancro negli animali e negli esseri umani. Nel 1979 il Congresso degli Stati Uniti ne vietato la produzione. La Convenzione di Stoccolma sui Contaminanti Organici Persistenti ha vietato i PCB in tutto il mondo nel 2001. Nel 2003, la Monsanto ha pagato oltre 600 milioni di dollari agli abitanti di Anniston (Alabama), dove sorgeva la produzione di queste sostanze chimiche, che hanno subito gravi problemi di salute come il cancro, malattie del fegato e malattie neurologiche. Secondo la ricerca condotta negli Stati Uniti nel 2011, questa sostanza chimica continua ad apparire nel sangue delle donne in gravidanza, mentre altri studi deducono un legame tra PCB e autismo.

POLISTIROLO, QUINTO PRODOTTO PIÙ PERICOLOSO E NON RICICLABILE

Nel 1941 Monsanto focalizzata sulla plastica e il polistirolo sintetico per l’imballaggio degli alimenti. Negli anni ’80 l’ Environmental Protection Agency USA lo ha classificato come quinto prodotto chimico più pericoloso e non riciclabile tra i rifiuti, ma viene ancora prodotto.

ARMI NUCLEARI E BOMBE ATOMICHE

Nel 1936 la Monsanto ha acquistato i Laboratori Thomas Hochwalt nell’ Ohio che divenne il suo Dipartimento Centrale di Ricerca. Tra il 1943 e il 1945 questo dipartimento coordinò i propri sforzi con il Comitato di Ricerca della Difesa Nazionale degli Stati Uniti e si dedicò alla purificazione e la produzione di plutonio, e perfezionare prodotti chimici che vengono utilizzati come inneschi per le armi nucleari.

DICLORO DIFENIL TRICLOROETANO, OSSIA IL MICIDIALE DDT

Nel 1944, la Monsanto è stata uno dei primi produttori del DDT per combattere le zanzare che diffondono la malaria. Fu utilizzato in modo intensivo come insetticida in agricoltura. Nonostante decenni di pubblicità della Monsanto, che ha insistito sul fatto che il DDT era al sicuro, infine gli effetti cancerogeni furono confermati e nel 1972 il DDT è stato vietato su tutto il territorio degli Stati Uniti. Oggi è noto che provoca infertilità e fallimenti nello sviluppo degli embrioni.

DOIXINA O DIOSSINA

Nel 1945 la Monsanto ha cominciato a promuovere l’uso di pesticidi chimici in agricoltura e prodotto l’erbicida 2,4,5-T, uno dei precursori dell’ Agente Orange contenente diossina. Le diossine si accumulano nella catena alimentare, soprattutto nel tessuto adiposo degli animali. Esse sono altamente tossiche e possono causare problemi di riproduzione e dello sviluppo, interessare il sistema immunitario, interferire con gli ormoni e quindi provocare il cancro.

AGENTE ORANGE

Nel 60 Monsanto è stato uno dei produttori dell’ Agente Orange, usato come arma chimica nella guerra del Vietnam. Come conseguenza dell’uso dell’Agente Orange circa 400.000 persone sono state uccise o mutilate e 500.000 bambini sono nati con difetti alla nascita. Un milione di persone portatrici di handicap o che hanno avuto problemi di salute, tra cui i soldati statunitensi esposti alla sostanza durante gli attacchi eseguiti. I rapporti interni di Monsanto mostrano che la società era a conoscenza degli effetti tossici dell’ Agente Orange quando lo ha venduto al governo degli Stati Uniti.

FERTILIZZANTI PETROLIFERI CHE RENDONO I TERRENI STERILI

Nel 1955 la Monsanto ha iniziato questa pratica, dopo l’acquisto di una raffineria di petrolio. Il problema è che i fertilizzanti prodotti dal petrolio rendono sterile la terra, visto che uccidono i microrganismi benefici del suolo.

ASPARTAME

L’aspartame è un dolcificante non calorico, che è 150-200 volte più dolce dello zucchero. È stato scoperto nel 1965 dalla multinazionale farmaceutica GD Searl. Nel 1985 Monsanto acquista GD Searl e inizia la commercializzazione del dolcificante con il marchio NutraSweet. Nel 2000 vende il marchio. NutraSweet è oggi elemento che è presente in 5.000 tipi di prodotti e viene consumato da 250 milioni di persone in tutto il mondo. È dichiarato sicuro per il consumo umano da più di 90 paesi. Nel febbraio 1994, il Dipartimento di Salute e Servizi Sociali degli Stati Uniti ha pubblicato l’elenco dei 94 effetti collaterali che la sostanza può avere sulla salute umana. Nel 2012, sulla base dei dati dell’Istituto Ramazzini (Italia) che è riuscito a testare gli effetti cancerogeni di NutraSweet nei ratti, la Commissione Europea ha chiesto di avviare un nuovo processo di rivalutazione di questo composto. Intanto l’aspartame si trova in libero commercio sulle scansie di ogni supermercato.

SOMATOTROPINA, L’ORMONE BOVINO DELLA CRESCITA ABNORME

La somatotropina bovina ricombinante (rBGH), detta anche ormone della crescita bovina, è un ormone geneticamente modificato della Monsanto che viene iniettato nel vacche da latte per aumentare la produzione di latte. Secondo diverse indagini, soprattutto europee, vi è un collegamento tra latte rBGH e cancro della mammella, cancro del colon e della prostata nell’uomo. Si evidenzia che il prodotto provoca gli effetti più gravi nei bambini per due semplici motivi: bevono più latte rispetto agli adulti e hanno meno massa corporea per elaborare i contaminanti del latte. L’ormone è vietato in Canada, Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Israele, Unione Europea e Argentina.

DUE PAROLE SUL MAGNATE BILL GATES

Bill Gates, è fondamentalmente noto per essere il fondatore di Microsoft, l’azienda produttrice del notissimo sistema operativo Windows. Ricchissimo, si è ritirato dalla guida dell’azienda ed ora impiega tempo e denaro nel finanziare le tecnologie per la modificazione genetica, la geo-ingegneria, le vaccinazioni sperimentali e nel diffondere la buona novella della Monsanto salvatrice dalla fame nel mondo.

500 MILA AZIONI MONSANTO PER 23 MILIONI DI DOLLARI

Nessuna sorpresa quindi nel leggere che Gates possiede 500.000 azioni della Monsanto, equivalenti a 23 milioni di dollari. Ma è sempre Monsanto quell’azienda che è stata beccata a gestire in Argentina gruppi di lavoratori in nero, schiavizzati e costretti a lavorare 14 ore al giorno, spesso senza stipendiarli. Azienda che ricorre ai propri colossali fondi per pagare organizzazioni che falsificano letteralmente le dichiarazioni della FDA al fine di diffondere gli organismi geneticamente modificati. Non mettiamo nemmeno in conto i suicidi di agricoltori in India, dovuti all’incapacità dei prodotti Monsanto di garantire i raccolti, suicidi che si verificano al ritmo di 1 ogni 30 minuti in quella zona agricola che è tristemente nota come “Fascia dei suicidi”.

EMINENTE MALFATTORE E NON BENEFATTORE DELL’UMANITÀ

Bill Gates finanzia anche aziende che riducono i minori in schiavitù. Come se non bastasse, la Bill and Melinda Gates Foundation collabora con la Cargill con l’obbiettivo di diffondere la soia OGM nel 3° mondo. La Cargill è una multinazionale da 133 miliardi di dollari beccata anch’essa a violare le leggi sul lavoro ed incriminata dall’International Labor Rights Fund per traffico di minori dal Mali e per riduzione in schiavitù di minori come lavoratori nelle piantagioni di cacao, dove sono costretti a lavorare dalle 12 alle 14 ore al giorno, con paghe misere ed alimentazione insufficiente. L’azienda intanto continua ad acquistare cotone dall’Uzbekistan, dove è ben noto che sia il frutto di lavoro nero minorile.

MONSANTO E GATES AFFAMATORI DI POPOLI

Bill Gates si è prestato in prima persona per spot pubblicitari a favore degli OGM Monsanto, nei quali li magnifica come la soluzione alla fame nel mondo, quando persino l’ONU ha riconosciuto che gli OGM non possono sconfiggere la fame altrettanto bene quanto l’agricoltura tradizionale. Il tema della fame nel mondo è stato studiato in particolar modo dall’International Assessment of Agricultural Knowledge, Science and Technology for Development (IAASTD), un gruppo di 900 fra scienziati e ricercatori. I risultati della ricerca sono abbastanza chiari. Opinione concorde ed univoca è che le sementi OGM non sono per niente la soluzione alla fame nel mondo. I risultati sono stati pubblicati nel 2008, ben prima che Bill Gates iniziasse a proclamare per ogni dove che gli OGM sono la soluzione miracolosa.

DANNI ENORMI ALLA SALUTE E ALL’AMBIENTE

Anche la Union of Concerned Scientists ha esaminato la verità sui raccolti prodotti dagli OGM, giusto per scoprire che sul lungo periodo le sementi OGM non producono nessun aumento nei raccolti, mentre hanno un costo eccessivo e recano un grosso danno alla salute ed all’ambiente. La mancanza di basi scientifiche è risultata tanto evidente agli occhi della Union da voler documentare tutto in modo dettagliato, all’interno di un resoconto del 2009 intitolato “Raccolti fallimentari”. Sono molte le critiche che si sono levate contro Gates per tali finanziamenti, per esempio dal gruppo Community Alliance for Global Justice.

FALSO FILANTROPO E UOMO BILDERBERG

“La Monsanto ha un passato di spregio delle esigenze e del benessere dei piccoli agricoltori sparsi per il mondo. La questione solleva grossi dubbi sul pesante finanziamento dato dalla Monsanto allo sviluppo dell’agricoltura africana”. Allora, come mai Bill Gates, un uomo osannato dai media come un santo filantropo versa miliardi in operazioni di questo tipo? E perché continua a dire che gli OGM possono combattere la fame nel mondo quando sa che non è vero, visto che fanno al contrario calare i raccolti e creano altri problemi?

CHIEDETEMI QUALUNQUE COSA E NON VI RISPONDERÒ

Domandiamolo a Bill Gates. Ieri Gates si è reso disponibile a rispondere alle domande di utenti online tramite il sito sociale Reddit, in quella che si presentava come una intervista aperta, del tipo “Chiedetemi qualunque cosa”. Era un’opportunità unica per conoscere direttamente da lui il perché avesse acquistato in modo occulto 500.000 azioni Monsanto, a parte questioni fiscali, e perché facesse squadra con la Cargill per diffondere gli OGM nel mondo. Cosa che in tanti si domandano.

TANTI MILIARDI IN TASCA MA ANCHE UNA COSCIENZA SPORCA ALL’INVEROSIMILE

Alle domande su Reddit avrebbe risposto in forma scritta. Gli ho semplicemente chiesto: “Perché hai comprato 500.000 azioni Monsanto?” Non arrivando la risposta, sono partiti numerosi commenti con gli utenti che domandavano a Gates, per favore, se voleva rispondere. Quindi molti altri hanno posto delle varianti di questa stessa domanda. Domande rimaste tutte senza risposta, come previsto. Firmato
Anthony Gucciardi.

Da Energia.Divulgativa, da Effedieffe e da Disinformazione (Sintesi, elaborazione e sottotitoli di Valdo Vaccaro)

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.