Seleziona una pagina

CI VOGLIONO TARPARE LE ALI CON NUOVE PANDEMIE

da 25 Mag 2022Attualità

TROPPE SCELLERATEZZE FINISCONO PER CORRODERE L’ANIMA

Errori, scelleratezze e stupidaggini si sono pianificate, pensate, dette ed attuate nell’intero mondo Occidentale, a partire dagli Stati Uniti di Joe Biden, presidente fasullo attualmente in carica, e dai suoi fedelissimi seguaci europei, in particolare Italia e Germania. Sbagliare è umano, anche se farlo in modalità così eclatanti e ridicole non trova facile giustificazione. In ogni caso “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum”, dicevano in Roma antica.

GALLINE E OCHE CI BATTONO PER INTELLIGENZA

Non è affatto casuale che io vada dicendo ormai da anni che galline, oche, anatre, fagiani, gabbiani, cornacchie, piccioni, merli, rane e persino grilli sono più saggi di noi. Queste creature non sgarrano, non tradiscono e non imbrogliano. Gli umani invece, nonostante dovrebbero essere frammenti di stelle e della divinità universale, commettono il gravissimo errore di credersi superiori, mentre in realtà sono privi di umiltà e di saggezza, per cui continuano a ritenersi intelligenti e superdotati, mentre non lo sono affatto.

ITALIA TERRA DI FALSI PROFETI

Gli Italiani in particolare rientrano perfettamente in tale categoria. La cosa più grave e fastidiosa è che non sono disposti ad ammettere i propri errori. Come diceva Checo Pigàn tutti i giorni, nelle sue rocambolesche e spettacolari conferenze in piazza a Tavagnacco, l’Italia è fatta spesso di bastardi e di falsi profeti, di gente che si avvale del saio e della tiara sacerdotale, della divisa militare e del camice medico per esercitare il proprio dominio.

COI TEMPI CHE CORRONO L’ITALIA DOVREBBE PENSARE A PIÙ MITI PRETESE

L’amen finale che Checo adoperava era “Italy Arabèk” – chiara conseguenza della lunga prigionia sofferta come prigioniero di guerra africana delle truppe italiane. Non intendo con questo offendere gli Arabi che sono gente generosa e rispettabile. Essi tra l’altro possono permettersi di dire e fare quello che vogliono, di allearsi con chi gli fa più comodo, avendo sotto i propri piedi enormi riserve di petrolio, mentre noi italiani possediamo sì ricchezze e tesori straordinari di storia e di arte, ma al posto del petrolio abbiamo solo rocce mal sistemate che scivolando una sull’altra provocano tremori e terremoti.

PAESE DALLA PESSIMA REPUTAZIONE ANTI-RUSSIA

L’Italia si è lasciata conquistare dall’America, diventando suo malgrado una colonia priva di libertà e di protagonismo, priva di neutralità e di equidistanza. Avrebbe almeno dovuto giocare con furbizia e intelligenza positivo-economica le sue carte di paese sostanzialmente libero, di paese che non viene conquistato con un semplice e banale sbarco. L’Italia era Regina del Mediterraneo, paese rispettato per la sua storia, la sua cultura, le sue bellezze. A parte le scelte disastrose dei Savoia e di Benito Mussolini nel fissare le proprie alleanze, e nell’intraprendere una folle campagna di Russia a fianco della Germania Nazista, l’Italia rimaneva un paese sostanzialmente ammirato. Le sue debolezze richiedevano però di rispettare il paese più esteso e ricco del mondo, specie la Nuova Russia purificata dallo Stalinismo. Così non è stato assolutamente, tant’è che ci siamo guadagnati la niente affatto invidiabile reputazione di paese anti-russo e anti-Putin per antonomasia.

GRAVI PERDITE TURISTICHE IN COSTA SMERALDA

Proprio in questi giorni si stanno effettuando esercitazioni militari NATO in Sardegna sud-occidentale, dove sono già in atto divieti e restrizioni di transito in 15 zone dell’isola. In contemporanea con tutto questo, la Sardegna sta perdendo 22.000 turisti russi di prestigio che rappresentano il 20% degli introiti turistici della Costa Smeralda.

MARIO DRAGHI È UN LUSSO CHE SOLO L’ITALIA PUÒ CONCEDERSI

Non è un caso che, assai ironicamente, Mario Draghi venga ormai definito il numero uno, il più figo, il più grande, il più intelligente, il più simpatico, il più intrigante, il più arguto, il più forte, il più magnanimo, il più bello, insomma il più tutto! Ma che culo abbiamo noi Italiani. Siamo davvero assistiti dalla Divina Provvidenza! Questo personaggio ce lo abbiamo solo noi italiani, circondato poi da un team formidabile di terroristi che comprende Speranza, Lorenzin, Berlusconi, Mattarella, Bassetti, Pregliasco, eccetera, tutti d’accordo sul fatto che ci saranno migliaia di persone colpite dal nuovo virus delle scimmie, per cui chi non ha fatto le vaccinazioni anti-Covid o quelle anti-vaiolo rischia molto.

BILL GATES DIETRO QUESTA ENNESIMA BUFFONATA MONDIALE

Cosa mai c’entra il Covid col vaiolo qualcuno dovrà pure spiegarcelo, e cosa mai c’entri la vaccinazione anti-vaiolo quando le ultime inoculazioni effettuate portano la data del 1974, qualcuno dovrà pure spiegarcelo. Fatto è che dietro questa ennesima buffonata mondiale brilla nuovamente la sinistra maschera di Bill Gates.

FUGA DI SCIMMIETTE DAL LABORATORIO DI PITTSBURGH, UNA CIRCOSTANZA CHE POCHI CONOSCONO

Si fa un gran parlare nei telegiornali di regime e nelle maggiori testate giornalistiche (non a caso sempre più in perdita) della nuova grande pandemia, della Pandemia delle Scimmie. Ma pochi ricordano che qualche mese fa a Pittsburgh-Pennsylvania ci fu una fuga di alcune povere scimmiette dai laboratori sperimentali della OMS. Una fuga fortunata o un fuga organizzata? E chi c’è mai dietro questa ennesima sceneggiata se non chi ha messo al sicuro il prefetto per i nuovi vaccini Monkey-pox, chi se non uno che grazie a virus e anti-virus ha accumulato una enorme fortuna? Chi se non il solito Bill Gates?

CLAMOROSI ATTI DI AUTOLESIONISMO DI UN PAESE DAL FIATO CORTO

Ma torniamo in Italia. Da rilevare che dopo solo 2 ore dalla scoperta del Vaiolo delle Scimmie, abbiamo pronti al Ministero e alla Clinica Spallanzani di Roma i vaccini a copertura dell’intera nazione italiana, un vero record mondiale di efficienza e di rapidità. Quanto siamo furbi e smaliziati, o meglio quanto siamo autolesionisti. Come si può definire un paese che si è prestato a una sottomissione totale alla potenza americana? Come si può giudicare un paese che ha messo a repentaglio la sua indipendenza, la sua autonomia, la sua Costituzione, diventando un allocco nelle mani di una potenza straniera, nelle mani della Casa Bianca e della CIA? Ed è così, per farla breve, che l’Italia continua a farsi del male, continua a rovinarsi con le sue stesse mani parteggiando per una Ucraina piena di problemi, piena di debiti e di presunzioni, di un paese in costante e vorace richiesta di danaro e di armi per una guerra anti-russa che non potrà mai vincere.

60 MILIONI DI ITALIANI BEFFATI DAGLI STATI UNITI D’AMERICA

Da rilevare che oltre 40 testate nucleari americane rendono l’Italia un bersaglio prioritario di ogni attività bellica preventiva o reattiva. Questo viene confermato dal nuovo libro-rivelazione di Luca Ciarrocca, libero giornalista e ricercatore. Siamo gli unici al mondo ad ospitare tali ordigni in 2 note basi (Ghedi ed Aviano) del nostro territorio nazionale. L’aspetto comico della questione è che non solo non veniamo pagati o ricompensati per tutto questo, per i pericoli tremendi che tutto il popolo italiano sta correndo, ma al contrario si stima ci costino circa 50-100 milioni l’anno solo per il loro mantenimento!!! Questo è il frutto di un accordo segreto, segreto ma non troppo. Un accordo siglato non con la NATO come tutti i paesi normali avrebbero sottoscritto, ma bensì direttamente con Washington, a riprova che l’Italia è una colonia del tutto speciale per la Casa Bianca. Esiste inoltre una circolare del 1960 dove si autorizzano gli Stati Uniti a gestire l’ingresso di armi strategiche americane nel territorio italiano.

GIOCHI SPORCHI DA PARTE DELL’AMERICA

I commenti di Alfred De Zayas, esperto delle Nazioni Unite, sono alquanto illuminanti. Non è la Russia che voleva essere nemica della NATO, ma esattamente viceversa. La Russia non ha alcun motivo logico per allontanarsi dalla comunità internazionale. La Russia odierna non cova ambizioni strane, essendo una potenza organizzata e stabile che tiene molto alla sua reputazione internazionale. È la NATO che aveva invece bisogno di un nemico per giustificare la sua stessa ragione di essere, la sua ragione di esistere e di non scomparire dalla scena politica mondiale. È per questo che la NATO ha assegnato unilateralmente questo ruolo aggressivo alla Russia, utilizzando furbescamente l’Ucraina come carne da macello.

COMUNITÀ UMANA DOMINATA DALLA OMS

Si fa un bel parlare di Mafia internazionale, di Alto Rischio Nucleare, di Pericolo Giallo, di peste bubbonica, mentre circola libero e incontrastato um mostro autentico che dovrebbe ingenerare in ognuno di noi avversione e combattività, per la sua perversa capacità di soggiogare l’intero pianeta e di sottoporlo ai suoi voleri. Mi riferisco chiaramente al dominio della OMS e dei suoi sponsor internazionali, al potere sanitario, chimico e farmaceutico intrecciati inestricabilmente con il potere politico.

ENNESIMA LEZIONE DI BOLSONARO

Se guardiamo nel frattempo l’immagine di Jair Bolsonaro, presidente del Brasile, lo rivediamo in piena forma davvero, giovane e pimpante più che mai. Ecco le sue parole assai significative: “Il Brasile non firmerà alcun accordo con la OMS. La Sovranità Nazionale del mio grande paese non è qualcosa da consegnare a un ente esterno come la OMS o a qualsiasi altra organizzazione, non è qualcosa alla quale si può rinunciare al fine di far parte di un club di nazioni apparentemente avanzate”. Una vera e propria lezione di coraggio per i governanti di casa nostra, sempre pronti a vendere se stessi e i cittadini che essi dovrebbero invece difendere e rappresentare in modo degno. La loro bravura consiste nel non irritare i potenti e nel piazzarsi in prima fila a richiedere le prebende in danaro contante.

POPOLARITÀ ALLE STELLE PER IL PRESIDENTE PIÙ GRADITO NELLA STORIA MONDIALE

Da Mosca intanto si apprendono diverse cose interessanti, cose che sembrano fatte apposta per smentire il pensiero unico anti-Putin dominante in Italia, e per creare imbarazzo nella compagine governativa e presidenziale di questo imprudente paese. Si apprende infatti che il tanto odiato e sottovalutato Vladimir Putin non solo non viene contestato come da tempo narrato tutti i giorni dalle nostre parti, ma ha raggiunto picchi di popolarità e di sostegno mai visti prima nella sua Nuova Russia. Da oltre il 70% che vantava, si è portato a un supporto popolare del 90%, a un livello che nessun governante al mondo si sogna e si è mai sognato di raggiungere.

I RISULTATI NON ARRIVANO MAI A CASO

I risultati superlativi non arrivano mai a caso. Ci vuole ben altro. Putin è un vero presidente che non legge dei brevi comunicati banali e noiosi, ma è uno che colloquia liberamente e dettagliatamente con il suo popolo tutti i giorni, spiegando come stanno le cose e che senso abbiano. Ovvio che i risultati sul campo di battaglia contano molto e la conquista dell’intero battaglione Azov in particolare è stata molto apprezzata.

RESA INCONDIZIONATA DI UNA BANDA SENZA SCRUPOLI

Non si è trattato affatto di qualcosa di accettato a fini umanitari come strombazzato dai nostri media filo-ucraini, ma di resa totale e incondizionata alla supremazia militare e morale dei russi. Duemila e oltre prigionieri di guerra che saranno pure giudicati per i loro crimini, avendo essi attribuito ai russi atti disumani di ogni genere, quasi che i soldati russi fossero il peggio del peggio. Una insopportabile offesa all’orgoglio nazionale di una grande nazione che non scherza e non transige affatto su queste cose. Tant’è che il comandante dichiaratamente nazista di tale gruppo è già stato condannato in direttissima alla massima pena che è l’ergastolo.

TOTALE INCOERENZA DELLE SANZIONI

Il ministro dell’economia russo Dmitri Mevdevev ha intanto parlato della situazione grano e dei rifornimenti energetici da parte della Russia, mettendo in rilievo come le sanzioni anti-russe non solo non causano alcuna conseguenza negativa come i media occidentali stanno sostenendo da mesi, ma rendono semmai imbarazzante il rapporto commerciale, essendo molto più semplice e agevole fornire beni a paesi che ti rispettano, piuttosto che a quelli che chiedono forniture e nel contempo ti sanzionano pure.

PAZZESCO AUMENTO DELLE TARIFFE AEREE

A questa situazione di nuova emergenza inventata, si aggiunge ora un’altra mazzata sul popolo della terra che, a parte questi ultimi due anni di ripetuti lockdown e restrizioni, si stava ormai abituando a muoversi, a viaggiare, a incontrarsi con la gente di altri paesi, a scoprire paesi nuovi, e a tenere su nel contempo l’industria turistica, le compagnie aeree e le compagnie navali di crociera. Come riporta il Greg, in radio e in tv stanno già cominciando a parlare di rincari dei biglietti, in particolare per i voli, che non saranno più low cost ma high cost, con aumenti vertiginosi di oltre il 50%. Si tornerà insomma ai prezzi degli anni ’60, quando il volare era un privilegio di pochi benestanti e non certo un discorso di massa. Anche questo fatto dovrebbe spingere tutti alla ribellione e a fare in modo che il mondo non vada indietro ma si evolva nel verso giusto, ovvero nella direzione degli interessi popolari.

CI VOGLIONO IMPEDIRE IL MOVIMENTO TARPANDOCI LE ALI

Siamo dunque di fronte al tentativo, da parte delle alte sfere e del regime assolutistico che ci sovrasta, di rinchiuderci letteralmente in casa da mattina a sera, di istupidirci e di farci vivere da poveracci e da spiantati. La maggior parte delle compagnie aeree dovrà chiudere, gli alberghi dovranno ridursi o chiudere, le agenzie di viaggio dovranno fallire salvo sollecitare assistenza ed elemosina ai rispettivi stati. Come scriveva un celebre saggio e teologo persiano di nome Rumi Jaladdin “Siamo nati con le ali e c’è da chiedersi perché mai dovremmo rassegnarci a strisciare per tutta la vita”.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

1 Commenti

1 commento

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: