DI QUESTO PASSO E CON QUESTA FOLLIA DEL GREEN-PASS TORNERÀ BEN PRESTO LA GHIGLIOTTINA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

CHI CALPESTA I DIRITTI FONDAMENTALI DEI POPOLI NON PUÒ PRETENDERE IMPUNITÀ

Non auspichiamo per niente giustizie sommarie e atti di violenza nei riguardi di nessuno, ma quando si va oltre ogni ragionevole limite, calpestando impunemente per mesi e mesi la dignità, il rispetto, la libertà della gente, la situazione può sfuggire di mano ingenerando vendette incontrollate. Ne prendano nota i satrapi e i manovratori di tutte le stirpi.

TROPPA GENTE IMPEGNATA A MANDARE IL MONDO FUORI CARREGGIATA

Siamo ahimè letteralmente circondati da alcune categorie di persone che giocano tutte un ruolo nefasto e odioso in quanto influenzano in senso negativo, diseducano la massa presentandosi al pubblico come esperte, affidabili e responsabili. Persone referenziate e pagate profumatamente, persone inserite nei posti e nelle professioni che contano, nella politica, nella pubblica amministrazione, nei municipi, nei media, nelle istituzioni sanitarie, nella scuola, nell’industria, nei sindacati, nelle banche, nel mondo del cinema e dello spettacolo, nel mondo dello sport.

MALA TEMPORA CURRUNT PER I RESPONSABILI DEL DISASTRO IN CORSO

Ci sono tuttavia abbondanti segnali che tutto cambierà prima o poi, più prima che poi. Come dire mala tempora current per chi ha fatto impunemente il gradasso e il dittatore, trasformando questi ultimi 2 anni in una epoca di sofferenza, di tragedie, di devastazioni sul piano morale e di immani disastri economici non dissimili da quelli causati da una guerra nucleare.

LE COLONNE DEL POTERE RISCHIANO GROSSO

Queste persone presentano titoli e referenze apparentemente ineccepibili. I loro nomi sono sempre preceduti da dottore, professore, presidente, onorevole, senatore, generale, maresciallo, capitano, tenente, questore, monsignore, sua santità, o da specialità tipo presentatore televisivo, giornalista, opinionista, celebre attore del cinema, campione dello sport, governatore di questa o quella regione, sindaco di questa o quella città, ministro o sottosegretario di questo o quel dicastero. Si tratta insomma di persone che godono di visibilità, che vengono intervistate rigorosamente senza contraddittorio, che appaiono con frequenza e regolarità in televisione, che bazzicano nelle sale dei bottoni o negli immediati dintorni. Il sistema le difende, le protegge, le coccola e le strapaga in quanto sono degli opinion leader, sono le colonne portanti e il simbolo del potere.

DENUDATI DI MOSTRINE, GRADI, CAMICI E DIVISE, APPAIONO IN TUTTE LE LORO BRUTTURE E INESTETISMI

In realtà se andiamo a vedere e a soppesare cosa pensano, cosa dicono e cosa fanno, e quale tipo di messaggio diffondono, ci rendiamo conto di trovarci di fronte a dei personaggi estremamente mediocri e vuoti sul piano della moralità e della conoscenza, elementi non genuini, non autonomi e non indipendenti, ampiamente collusi e prostituiti a determinati gruppi di potere. Denudati dalle loro mostrine, dalla loro brillante apparenza esteriore, appaiono per quello che sono nella realtà. Gente che agisce costantemente per il proprio tornaconto personale e che tradisce gli interessi della popolazione, gente che si circonda pure di elementi di bassa lega e di scarsa trasparenza, di soggetti servili e obbedienti in perfetto allineamento e coerenza con le proprie caratteristiche.

UNA SEQUENZA DI AZIONI DELETERIE E CRIMINOSE

Si sono resi responsabili di distorsioni, perversioni e malaffari. Hanno creato angoscia e panico. Hanno diviso le famiglie, hanno discriminato la gente mettendo l’uno contro l’altro, donne contro uomini, giovani contro anziani, sani contro malati, ricchi contro poveri, vaccinati contro non vaccinati. Hanno demonizzato i no-vax come incivili, contagianti e ora anche terroristi, quando tutte le persone di buon senso dovrebbero semmai odiare e contrastare l’uso di siringhe e di veleni a scopo tutt’altro che preventivo e terapeutico. Hanno pure imbrogliato le carte, dal momento che i vaccinati non sono immuni da un bel niente e, nella misura in cui si pretende che il contagio esista -cosa tutta da dimostrare- sono i primi a mettere a rischio l’integrità del prossimo vista la loro indebolita immuno-competenza da avvenuta vaccinazione.

UN QUADRO QUANTO MAI DESOLANTE

Il lato paradossale e grottesco dell’intera questione è che questi umanoidi deformati e senz’anima godono pure dell’appoggio di larghi strati del popolo stesso da loro sbeffeggiato, sfruttato, disossato, perseguitato, mantenuto in stato di subordinazione, di sudditanza e di schiavitù. Questo è il desolante quadro della situazione sociale che stiamo vivendo e che trova particolare conferma nelle specifiche circostanze della cosiddetta pandemia Covid dove tutte le leggi, tutti i regolamenti e i provvedimenti emessi sono mirati a scapito e a detrimento della massa, se non addirittura a una progressiva riduzione dei popoli usando ampiamente l’arma micidiale dei vaccini.

LA GENTE VACCINATA CONTINUA A MORIRE IN OGNI ANGOLO DEL MONDO, NON A CAUSA DEI VIRUS MA A CAUSA DEI VACCINI

Vaccini sempre più sofisticati, ingegnerizzati e ad alto grado di pericolo, vaccini che già stanno causando danni gravissimi e mortali in tutti i paesi e in tutte le fasce di età, drammi che non vengono ovviamente nemmeno riportati dai media. Nei casi più clamorosi viene negata ogni correlazione tra il vaccino e la morte del vaccinato, poco importa se si tratti di un atleta, poco importa se stesse magnificamente prima di subire l’inoculazione.

FRANCIA PAESE-GUIDA E PAESE BENEMERITO

Il mondo a questo punto deve essere grato alla Francia che ormai da 8 settimane di seguito è scesa in piazza al suono dei tamburi e al canto della Marsigliese, con massicce dimostrazioni popolari non solo nella capitale, ma anche nelle 200 delle sue città più importanti. La Francia non è un paese qualsiasi. Ricopre nella storia il ruolo della ribellione ai soprusi, della rivoluzione, del rifiuto di ogni arroganza da parte del potere poco importa quale esso sia. Non a caso è il paese di Place de la Concorde, il paese che su queste cose non scherza, il paese della ghigliottina facile (che noi chiaramente disapproviamo con tutti le nostre forze), il paese di Liberté-Egalité-Fraternité. Il paese che sta indicando al mondo intero qual è la via da procedere contro le scelleratezze delle maschere, dei tamponi, dei distanziamenti, dei lock-down, delle quarantene, dei vaccini e dei green-pass. Cadute a suo tempo le teste dei nobili e dei regnanti, i delinquenti di oggi, i mangiatori di pane a tradimento, i venditori di fumo, i mafiosi, i privilegiati e i nuovi mandarini al potere, non troveranno la strada libera e spianata per le loro iniquità e perfidie.

DANNI ENORMI E INCALCOLABILI

I falsi e i corrotti che stanno attualmente in modo stabile nelle sale dei bottoni avranno pane per i loro denti, dovranno fare i conti con una montante ribellione di massa. Hanno da tempo superato ogni confine e ogni logica. C’è un limite a tutto. I piani abominevoli e pazzeschi che hanno concepito non sono soltanto atroci ed esecrabili ma anche insostenibili, avendo essi messo a soqquadro il mondo e mandato in tilt la convivenza pacifica tra i popoli, gli scambi commerciali, l’economia, il turismo e tutto il resto.

IL MONDO INTERO È IN EBOLLIZIONE, PRONTO A FAR SALTARE IL COPERCHIO

Ci sono non 2, non 20 ma 200 paesi pronti a esplodere, con la gente e la gioventù in particolare matura al punto giusto per scardinare i suoi rispettivi governi. La gente dei paesi-chiave ha fatto nel recente passato le barricate per motivi ben più banali e insignificanti di quelli odierni. Ma oggi si è raggiunto il colmo e il troppo pieno. Il green-pass sarà indispensabile per gli stessi che lo hanno concepito. Questa gentaglia dovrà chinarsi e umilmente richiederlo, prostrandosi e inginocchiandosi davanti ai tribunali popolari. Si tratterà del green-pass per il carcere, onde evitare cose ben peggiori come la giustizia sommaria da parte del popolo impoverito, tradito, beffato e infuriato.

NON ESISTONO FRANCHIGIE E BOTTI DI FERRO PER NESSUNO

Non si illudano poi nemmeno quei dittatori che si sentono in una botte di ferro, quelli apparentemente in sella ai rispettivi politburo come ad esempio Xi Jinping. I malumori del popolo non scompaiono affatto con la repressione, con la censura e con gli interventi reiterati della polizia. Le braci continuano a covare sotto la cenere, sia nei campi di concentramento e di rieducazione della Cina che negli ambienti traditi e vilipesi di Hong Kong, trasformata in pochi mesi da Eden internazionale della libertà e della imprenditoria internazionale in metropoli disastrata e priva di prospettive.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x