DIGIUNO BALNEARE E CICLO FACILE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Il primo giorno di digiuno con diverse ore in spiaggia

Salve Valdo come stai? Io e Piero siamo rientrati oggi da Alghero.
Abbiamo affittato uina casa per quasi una settimana, di cui due giorni li ho dedicati al digiuno.
Piero mi faceva da supporto anche fisicamente.
Ti spiego in dettaglio. Il primo giorno stavo bene. Siamo anche andati in spiaggia.
Avevo solo la sensazione di fame e quindi bevevo regolarmente acqua a piccoli sorsi.

Secondo giorno con arrivo del ciclo (semplice e regolare), più leggera crisi eliminativa (nausea e capogiro)

Al secondo giorno mi è arrivato il ciclo mestruale.
Non ho avuto il minimo sintomo di dolore, e mi è durato soltanto due giorni.
Però ero fortemente nauseata, ho provato un attimo di capogiro e ho avuto la sensazione di vomitare.
Piero mi ha accompagnata in bagno per eventuali necessità, ma non è successo niente.
Mi sono messa a letto e ho riposato tutto il giorno, sentendo molto sonno, e continuando a bere a piccoli sorsi, con tre litri consumati nei primi due giorni. Niente appetito ovviamente nel secondo giorno.

Terzo giorno perfetto, scomparso ogni fastidio e tornato l’appetito

Il terzo giorno stavo decisamente bene.
Nausea e capogiro sono passati del tutto ed è ritornato l’appetito.
A quel punto ho cominciato a consumare la frutta.
Tutto in regola e tutto a posto. Il rammarico forse che, sia al mare, che anche adesso a casa (lavori nel vicinato), non c’è stato un minuto di silenzio e di calma.

La prissima volta cercheremo un posto più tranquillo. Forse un posticino a casa tua? Scherzo ovviamente. Ti salutiamo con tanto affetto.
Lella e Piero e tutta la Sardegna

*****

RISPOSTA

La semplificazione del ciclo mestruale, dovrebbe interessare a tutte le donne giovani

Ciao Lella e Piero, a parte il piccolo inconveniente del rumore, avete portato a termine un digiuno breve ma ugualmente importante.
Nessuno è deceduto e state in perfetta forma.
In più il dettaglio fondamentale di un ciclo mestruale facile e leggero.
È bene dirlo alla gente.

Studenti, cavie e insegnanti

Questa è scienza igienistica applicata.
Scienza dal vivo, dal laboratorio della vita.
Con voi due che state facendo in questo momento da studenti, cavie e insegnanti.
La vostra disponibilità a raccontare il tutto per filo e per segno è davvero basilare.

La prima donna che si racconta attraverso il digiuno. Accade in Sardegna.

Tu Antonella poi sei una testimonial storica.
Sei la prima donna italiana che si racconta in pubblico attraverso il digiuno e attraverso il ciclo.
Chiaro che anche la classe medica, per quanto poco restia in generale a parteggiare per le nostre attività, ed anche poco disponibile ad accettare il digiuno come mezzo terapeutico, può imparare qualcosa da tutto questo.

La conoscenza del proprio corpo attraverso le fasi del digiuno

Hai imparato a conoscere meglio il tuo corpo in fase di digiuno e di espulsione tossine.
Hai verificato di persona la nausea e il capogiro del secondo giorno, ma anche lo stop ai medesimi nel terzo giorno, e il ritorno dell’appetito.
Tutte esperienze significative e utili per il futuro, e per chi volesse finalmente provare.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x