EFFETTI DI LUNGO TERMINE E SINDROME DI INCREDULITÀ

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

FAMIGLIA DI VEGAN-CRUDISTI SANI E FELICI DOPO UN ANNO DI ESPERIENZA

Salve! Sono Maria (25 anni). Da più di un anno io e la mia famiglia siamo vegan-crudisti, con piccole ricadute solo eccezionalmente. Ho fatto un digiuno quasi totale di 7 giorni, una settimana a base di solo crudità arrivando ad ottenere dei risultati molto positivi sulla salute. Siamo tutti convinti che questo stile di vita sia quello più adatto all’essere umano, nonostante quasi tutto quello che trovo intorno a me è in contraddizione con le mie credenze, in particolare una maggioranza di persone convinte che l’uomo sia onnivoro.

TRENTA GIORNI DI CRUDISMO TOTALE CON MIA SORELLA ENTUSIASTICAMENTE CONCLUSI

Tutte le mie curiosità mi hanno portato a documentarmi di più e arrivare a credere che l’alimentazione più adatta all’uomo sarebbe quella fruttariana o per lo meno crudista. So che non ci riuscirei a diventare crudista al 100%, ma al momento io e mia sorella ci proviamo 30 giorni di solo crudità e sono entusiasta di dire che siamo quasi alla fine della nostra impresa.

TESTIMONIANZE CONTRARIE PARLANO DI PENTIMENTI

Riguardo a questo tema le vorrei farle una domanda. L’uomo essendo fruttariano dovrebbe essere in grado di trarre tutti i benefici per poter vivere cibandosi di frutta e crudità. Nonostante questo, sento esperienze di persone, o testimonianze su youtube che, dopo un anno, 20 anni o anche 40 anni da vegan- crudiste sono arrivate a cambiare opinione a causa degli effetti negativi sulla salute, sotto forma di carenze nutrizionali, con sintomi legati alla memoria, all’energia, o ad altre problematiche.

VIENE CONTESTATA L’IDEA DEL CORPO UMANO-FRUTTARIANO

Qualche persona ritorna sui suoi passi abbandonando il veganismo ed altre invece ritengono che questo stile di vita possa essere adatto a qualche persona, ma non a tutte. Come dire che l’uomo non è per natura fruttariano, ma che tutto cambia in relazione al corpo di ognuno. Io in questo momento sono convinta di questo stile di vita e non vorrei cambiare opinione con il passare degli anni.

QUALI SONO GLI EFFETTI DI LUNGA GITTATA?

Però mi chiedo quali possono essere gli effetti a lunga gittata di una dieta crudista o vegana-tedenzialmente crudista, e se crede che l’essere fruttariano od onnivoro dipenda dal corpo di ognuno di noi, o se invece quelle persone che hanno abbandonato la retta, hanno semplicemente commesso degli errori nella loro dieta e nel loro stile di vita? Grazie mille se potrà spendere qualche minuto per commentare quanto sopra. Con stima!
Maria

*****

RISPOSTA

TROPPO BELLO PER ESSERE VERO

Ciao Maria, impara a vivere nel presente e a gioire della fortuna che hai nel trovarti giovane, sana ed in armonia con te stessa e col mondo intero! Non sei la prima a spaventarsi della propria condizione di felicità, di energia e di entusiasmo. Non sei la prima a non credere ai propri occhi. Più di qualche lettrice, dopo anni e anni di sofferenze, viene colpita dalla sindrome di incredulità. Una specie di passaggio dalla depressione del malessere alla paura del benessere, o al timore di essere di fronte a un abbaglio e a una illusione.

NON FACCIAMOCI ILLUSIONI E VIVIAMO AL MEGLIO NEL PRESENTE, NONOSTANTE TUTTO

La vita, se vogliamo, è una illusione o un Maya sempre e comunque per tutti. Ciò non toglie che chi è dotato di mezzi intellettivi e di strumenti di discernimento come l’uomo, debba farne uso, e non possa concedersi il lusso di non adoperarli, e di comportarsi da individuo losco, rozzo e balordo. Impariamo a vivere nel presente e a fare le cose giuste nelle quali crediamo, indipendentemente dai vantaggi e dagli svantaggi a scadenza. Chi pratica un credo salutistico in funzione del vivere 100 anni o 200 anni rimane regolarmente buggerato. Chi prega e fa qualcosa di buono nella speranza di finire in Paradiso termina probabilmente nella regione di Satana. La vita è qui ed ora. Si gioca in questo istante e devi essere entusiasta e felice di essa in questo istante, nonostante il clima sociale ed economico non certo ideale. Se poi durerà 200 anni e se ti ritroverai con un karma positivo e rilassante, tanto meglio.

SIAMO ACCERCHIATI DA MOLTA IGNORANZA E ANCHE DA UN DETERMINATO REGIME

Questi timori sul domani vengono alimentati da chi ha interesse a farlo. Non voglio cadere nel vittimismo di maniera. Ma occorre prendere nota della realtà che ci circonda. Non siamo solo accerchiati, come tu dici, da una maggioranza ideologicamente contraria, ma soprattutto sotto-tiro da parte di un regime che non perde occasione per svalutare, depotenziare, corrodere, sfiancare e togliere spazio alla nostra costante e preoccupante crescita. Cominciamo a dare qualche fastidio.

MANIPOLAZIONI STATISTICHE ALL’ORDINE DEL GIORNO

La manipolazione e l’uso tendenzioso delle statistiche è una tecnica ben nota. Per quanto mi riguarda non ho mai avuto alcun cedimento e alcun ripensamento. E ti garantisco che la maggioranza di chi prova, con n minimo di serietà il vegan-crudismo tendenziale, non torna affatto indietro. Vorrei piuttosto conteggiare la massa di gente soggetta a confusione e disorientamento alimentare nel campo avverso.

IL VEGAN–CRUDISMO NON E’ DOPING E NON E’ DIETA DIMAGRANTE

Vorrebbero forse segnalare defezioni individuali di qualche sbandato e ricavare da tali defezioni un punto debole a distanza, tra 20 o 40 anni? Non facciamoci ridere. Sarebbe semmai vero il contrario. La scelta igienistica prevede infatti le crisi eliminative nei primi tempi, al massimo nel giro di pochi mesi o di un anno, proprio in vista di un benessere di lungo periodo. C’è molta ignoranza in giro su cosa è il vegan-crudismo, su quali sono le sue basi scientifiche millenarie, e su quali sono i suoi propositi. Non siamo una dieta dimagrante che ti fa perdere 50 chili in due mesi illudendoti di aver toccato il cielo con un dito, per poi riprecipitarti nell’inferno dopo un anno di vita grama, resistendo alla sete e alla disidratazione.

LE PROVE DI IERI E DI OGGI NON MANCANO

Le comunità vegan-crudiste in America provano questo. Lord Bertrand Russell, prova questo, avendo partecipato da centenario a tutte le battaglie per la pace e i diritti calpestati di popoli e di animali. Margherita Hack e Umberto Veronesi provano questo, non avendo cambiato opinione sul vegetarianismo. Le esperienze di tanti igienisti e naturopani dimostrano come la fede vegan-crtudista abbia sempre prevalso negli anni della saggezza e dell’equilibrio, e mi riferisco a Leonardo, a San Francesco d’Assisi, a Luigi Alvise Cornaro, ad André Simoneton e a una sfilza di altri personaggi della storia. Può anche succedere che qualcuno ceda. La perfezione non è di questo mondo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
52 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
52
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x