FIGLIA DI UNA SOCIETÀ MALATA VINCERÒ LA MIA BATTAGLIA ESISTENZIALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA    1

MOLTE PERSONE COME ME, CON TANTE ABITUDINI CATTIVE, POTREBBERO GIARIRE SE INFORMATE E RASSICURATE CORRETTMENTE

Buongiorno Carissimo Valdo, mi chiamo Stefania e ho 32 anni. Ho visto i suoi scritti e sto iniziando ora a prenderci confidenza. Le vorrei fare una domanda che spero metterà sul blog, perché molte persone come me, non hanno idea di come risolvere le cose e hanno tante abitudini cattive, per cui pensano sia impossibile salvarsi. Invece magari, conoscendo meglio alcuni dati, potrebbero essere indotte a cambiare. In altre parole, sapendo che ci si può disintossicare concretamente, diventa più sopportabile aspettare i tempi e i sintomi che verranno nel periodo di purificazione corporale.

TIROIDITE DI HASHIMOTO, ERNIE, CARENZE B9 E B12, VITAMINA D A LIVELLO ZERO

Premetto che ho diversi problemi di salute da circa 10 anni, includenti vertigini, stanchezza cronica, ernie, dolori diffusi e cronici, stomaco debole, parestesie, allergie. Talvolta ho dovuto passare mesi a letto perché non riuscivo a reggermi sulle gambe per quanto legnose e pesanti erano, e per una disfagia che mi ha fatto perdere 20 kili in un anno, quando non riuscivo a mangiare altro che un gelato o del purea di patate, e per una intensa agorafobia, ossia una angoscia di vivere negli spazi metropolitani o anche nella piazza del paese. Premetto anche di aver fatto diversi esami, molti, senza che fosse rilevato alcunché di anomalo, a parte tiroidite di hashimoto, ernie, vitamina D pari a zero e quindi grave, basse vitamina B12 e B9 o acido folico.

QUALI I TEMPI DI DISINTOSSICAZIONE CON LA GIUSTA DIETA

Detto questo, mi sto sempre più convincendo che siamo quello che ingeriamo. Ho pensato che forse, se alimento il mio corpo meglio, chissà magari starò meglio. Vorrei, insomma, riavere la mia vita.
Forse la mia domanda le apparirà assurda, ma quello che vorrei sapere è se sa dirmi quali sono i tempi di disintossicazione.

BEVO COCACOLA IN MODO SMODATO E FUMO 20 SIGARETTE AVENDO DIMEZZATO LA DOSE, DOPO CHE PER 15 ANNI NE FUMAVO 40 AL GIORNO

Andiamo al concreto. Bevo tra 1 e 2,5 litri di coca cola al giorno da 15/16 anni. Ho smesso da tre giorni. Che lei sappia può causare sonnolenza e depressione l’astinenza? Fumo tra 30 e 40 sigarette da 18 anni, anche se nell’ultimo anno sono passata a 15/20. Per quanto attiene il cibo penso di non aver mangiato frutta per una ventina d’anni. centellinando con la verdura. Ho pure fatto una dieta kousminiana per un anno, circa tre anni fa, ma poi purtroppo poi mi son persa e sono tornata alle vecchie abitudini. In generale, fin da bambina, consumo quantittivi di patatine fritte e cioccolatini.

ECCO LE MIE DOMANDE

1) È possibile che fumo, coca-cola, zuccheri, poca frutta e verdura davvero facciano così tanto male come molti dicono e mi abbiano creato tutti questi sintomi? 2) Smettendo la coca-cola come sto facendo e le sigarette, quali sintomi di astinenza devo aspettarmi? 3) Se ad esempio smetto con coca-cola e sigarette e faccio una dieta stile tanta frutta e verdura, poca carne bianca, poco pesce e magari succo di mela al posto della cola, in quanto tempo il mio corpo può rigenerarsi? 4) Potrò mai veramente purificarmi da tutto questo? 5) Se alla dieta aggiungo i funghi (auricularia, polyporus e reishi) consigliatemi da uno stimato micologo la mia disintossicazione sarà facilitata? 6) Lo stato delle mie vene, ossa, legamenti, muscoli, mente può essere stato messo a dura prova da questo stile di vita e in che misura?

SONO FRUTTO DELLA CULTURA ALIMENTARE E COMPORTAMENTALE MEDICA DEL XX SECOLO, FIGLIA DI UNA SOCIETÀ MALATA

Non so se condivida questo pensiero con me. Io credo di essere il frutto di una cultura alimentare e medica classica del ventesimo secolo. Cioè non conoscevo per nulla la possibilità che l’alimentazione influenzasse la mia salute ed ero convinta che un medico potesse sempre risolvere tutto. Mi sa che sono anche l’emblema del capitalismo, in senso alimentare intendo. Le persone come me hanno un’oggettiva speranza di riprendersi secondo lei? È colpa nostra o siamo figli di una società malata?
Scusi se le mie domande le sembreranno assurde. Ma per me sarà un grande sacrificio negarmi così tante cose. Se però, come sto iniziando a pensare, i miei organi interni ne risentissero in positivo, un sacrificio si potrebbe assolutamente fare.assolutamente la pena di fare!

SPERO DI GUARIRE E DI POTER ESSERE DI AIUTO ALLA GENTE

Ho preso un impegno con Dio. Se mai tornerò in salute piena e avrò di nuovo la possibilità di vivere fuori dalla mia casa, allora io di certo dedicherò il mio tempo ad aiutare gli altri. Non so come.
Ma basta guardarsi attorno per vedere come gli uomini si siano dimenticati di essere fratelli e basta così poco ad aiutare gli altri. Spero di guarire e spero, dopo così tanti anni di sofferenza, che almeno siano serviti a farmi diventare un essere migliore, capace di dare a chi ha veramente bisogno, come fa lei e tante altre brave persone a questo mondo. Un caro saluto.
Stefania

*****

LETTERA 2

SONO LETTERALMENTE IMPREGNATA DI FARMACI E DORMO DALLE 2 ALLE 5

Mi sono dimenticata una cosa. Per moltissimi anni ho invertito il giorno con notte, quindi vado a letto in un orario variabile tra le 2 e le 5 del mattino. Inoltre, a causa di un acuirsi delle vertigini, negli ultimi mesi mi hanno dato Vertiserc, Trimeton, Levopraid, cortisone, Fluifort e altro ancora. Lo dico per farle capire bene lo stato delle cose. Se riuscirà a rispondermi potrò poi scriverle una mail con esattamente tutti i sintomi per avere un consiglio su come e cosa dovrei mangiare?

TENDO COMUNQUE A VEDERE IL LATO BUONO DELLE COSE

Io le sarò molte grata se riuscirà ad aiutarmi. Nel mio animo sono disperata, e chiedo tutti i giorni al signore di farmi guarire o morire. Una delle due qualsiasi. Fortunatamente però cerco sempre di sorridere e vedere il lato buono. Un giorno se vorrà le racconterò la mia storia. Non so perché, a volte si parla con alcune persone perché si coglie qualcosa di buono, una sensazione più che altro.

NELLA MALATTIA SI SCOPRONO SPESSO I SIGNIFICATI PIÙ PROFONDI ED INACCESSIBILI

Ho sempre avuto il terrore di farfalle, ragni, serpenti, topi e formiche. Nell’ultimo mese però se me ne trovo a casa non voglio più ucciderli. Addirittura lascio che le farfalle mi camminino addosso senza problemi. Credo di aver capito l’importanza della vita in senso globale. A volte, nella malattia, scopriamo i significati più importanti. Sensazioni che raramente sono accessibili ai comuni mortali.

L’ISTINTO DIVENTA PREVALENTE E DIVENTIAMO FINALMENTE MEDICI DI NOI STESSI

Come se tutto avesse un senso e smettessimo di aver bisogno della scienza e iniziassimo ad aver bisogno solamente del nostro istinto. Ecco che allora i medici diventano semplici persone e noi diventiamo medici, almeno di noi stessi. Io ho una lunga strada davanti, sempre che rimanga viva abbastanza a lungo. E necessito di qualche angelo qua e là. Un caro saluto di nuovo. Un augurio che il suo lavoro aiuti sempre più persone e che si risvegli una consapevolezza collettiva di salute e rapporto con noi stessi.
Stefania

*****

RISPOSTA

Ciao Stefania. Alla domanda globale sulle tue possibilità di guarigione dico decisamente di sì, sia per principio che per il modo promettente e determinato, fattivo e costruttivo, che traspare dal tuo messaggio. Sei molto giovane e sei dotata di chiarezza interiore, oltre che di una importante dote che è la presa di coscienza di vivere in una società malata. Sei pure carica di senso autocritico e di voglia sincera di venirne fuori al più presto.

LE QUALITÀ INDISPENSABILI NON TI MANCANO AFFATTO

Non ti manca poi l’autostima e la capacità di intravedere il lato positivo delle cose. Non ti fa difetto poi il basilare ingrediente chiamato motivazione, visto che ad equilibrio riacquisito ti proponi di rendere migliori le persone che incontrerai, e ti proponi di mondo in cui viviamo in posto migliore di quello attuale al fine di poterci vivere come fratelli e non come esseri ossessionati ed in lotta assurda gli uni contro gli altri.

NONOSTANTE TUTTO NON SI RILEVA DISTRUTTIVITÀ NEI TUOI PENSIERI

Spesso le persone che assumono tanti farmaci e troppe sostanze stimolanti sono negative e disperate oltre che depresse, per cui finiscono per ospitare pensieri distruttivi. Non mi pare affatto il tuo caso. Il tuo ricorso a cole e a sigarette è sicuramente deplorevole, ma lo vedo più come semplice errore di giovanile di percorso, mai messo in seria discussione e mai corretto. Errore aggravatosi con gli anni e divenuto cronico.

I TUOI ERRORI NON SONO SCUSABILI MA HANNO UNA LORO LOGICA

Lo vedo come errore di sottovalutazione dei danni psico-fisici derivanti da tali insidiose abitudini. Lo vedo come un lasciarsi andare di persona vulnerabile e poco accorta sui danni che tali sostanze comportano. Lo vedo come una scivolata in un canalone o in un tunnel di una giovane che si è resa conto di essere troppo sensibile ed inadatta a una società troppo tesa, concorrenziale, isterica ed impaziente per i tuoi gusti. Questa mia comprensione nei tuoi riguardi, sia ben chiaro, non va confusa per un atteggiamento giustificativo e tollerante. Non esistono scuse e non esistono alibi, né si possono accampare pretesti, appigli ed attenuanti.

L’IDEA BISLACCA DI POTERCI ROVINARE DATO CHE NON MANCANO I RESTAURATORI

Le tante medicine assunte sono, come dici tu, il simbolo dell’idea bislacca che tutto è possibile e rimediabile, per cui si può sempre scaricare il barile e delegare su terzi specializzati in questo, che tutto si può fare e strafare, sbagliare e stra-sbagliare, tanto c’è l’aggiustamento medico dietro l’angolo. Idee chiaramente balorde e bizzarre delle quali te ne stai finalmente rendendo conto.Veniamo dunque alle risposte sui quesiti che mi hai posto.

DANNI DEL FUMO E DELLE COLE

  1. Non è detto che Coca-Cola e fumo ti abbiano provocato tutti i mali che hai elencato, poiché i mali derivano spesso da una serie di concause. Di sicuro esse producono danni notevoli. Se pensi che nel fumo e nella combustione di sigaretta, oltre alla nota nicotina ed oltre al catrame, si sviluppano 200 altri inquinanti ed in particolare ci sono radiazioni equivalenti a un soggiorno di 3 giorni in zona di fall-out attivo tipo Chernobyl dopo l’incidente atomico. La Coca-Cola poi è costituita da ingredienti decisamente insidiosi come acqua comune di incerta qualità, zucchero raffinato che devasta tutte le vitamine del gruppo B, acido fosforico causante abbassamento del pH e quindi acidificazione del sangue, dolcificanti vietati tipo l’aspartame, caffeina equivalente a 3 tazzine di caffè, ed altre cose ancora. In genere, chi assume Coca-Cola tende anche a bere caffè e a riempirsi di dolciumi, nonché di altre bibite similari e di cibi spazzatura.

INEVITABILI LE CRISI DI ASTINENZA

2. Staccarsi dal fumo dalla caffeina, dagli zuccheri, dall’aspartame, implica ovviamente il dover subire delle notevoli crisi di astinenza e di depressione, venendo a mancare in contemporanea tutti quegli effetti stimolanti, tutte quelle stampelle chimiche che tali sostanze procuravano. Già il distacco dalla caffeina, tanto per fare un esempio implica più o meno una settimana di male di testa sopportabile e non continuo, ma pur sempre fastidioso. È prevedibile che il tuo organismo abbia delle cadute di tensione e ti lasci un po’ a terra nelle fasi depressive che lo stesso sistema immunitario orchestrerà nei modi e nei tempi da esso prescelti con la sua solita intelligenza. Ci sarà insomma la necessità da parte tua di stringere i denti e a non demordere. Ma alla fine ne vale davvero la pena e raccoglierai incredibili risultati. Se tu avessi 132 anni potrei anche chiedermi se vale la pena di detossificarti, ma ne hai soltanto 32 e puoi fare tante cose belle nella vita, per lasciarti andare a quel modo.

CE LA FARAI A DEPURARTI MA SERVIRÀ RIGORE

3-4. Il grado di sofferenza e la durata degli effetti eliminativi che arriveranno a ondate cicliche al pari dei ritmi ultradiani, non è facile dirlo. Dipende dall’ammontare di tossine accumulate, dalla residua forza immunitaria disponibile di volta in volta, dalla coerenza e dal rigore con cui affronterai questa prova impegnativa. Ce la farai sicuramente a depurarti. Non dovrai concederti però della carne bianca e della carne di altro colore. Ricorrendo a mandorle, noci, noccioline e pinoli, ad avocado e germogli, a cereali e radici varie, a patate e patate dolci, a tutte le verdure tenere masticabili, alle verdure saltate, ad agrumi, melagrane castagne, cachi e funghi nel prossimo periodo autunno-inverno, troverai tutto quello che serve. Il ricorso occasionale al formaggio di malga ricavato a crudo potrà rappresentare una accettabile trasgressione casuale.

NON CERCHIAMO SCORCIATOIE E TANTO MENO SOSTANZE MAGICHE

5. Non farti irretire dall’idea di funghi speciali e di sostanze straordinarie o miracolose in grado di rendere il percorso più veloce e privo di sofferenza. Non esistono. Non esistono scorciatoie. Il tuo percorso rimediale sarà basato sul rispetto delle leggi naturali e sul pacchetto salute che caratterizza la Health Science. Soluzioni semplici, sperimentate, garantite, con cibi sobri, nutrienti e digeribili, con digestioni efficaci e prive di dispersioni energetiche.

IL CORPO E LA MENTE, ANCHE SE MESSI A DURA PROVA, TROVANO IL MODO DI RIPRENDERSI

6. Vene, legamenti e muscoli hanno di sicuro subito dei traumi non indifferenti. Il Creatore ha fatto però le cose a regola d’arte, rendendo il corpo auto-guarente ed auto-riparante, per cui ci sarà un ripristino progressivo delle forze man mano che inserirai nella dieta cibi vitali e vibranti, alti nella scala Simoneton, man mano che imparerai a riconoscere i cicli circadiani e a percepire i cicli biologici ultradiani, man mano che incrementerai la frutta agra invernale e la frutta acquosa estiva nella mattinata in concordanza col ciclo circadiano ripulitivo delle 4 am-12, man mano che anticiperai pranzo e cena con una terrina colma di tenere verdure verdi e crude seguite da un piatto di cotto a tuo piacimento da scegliersi tra gnocchi di patate non irradiate, minestre di verdure, pasta alle verdure, riso o miglio o grano saraceno, fagiolini, fagioli ed altre leguminose, patate in tutte le forme, polenta e funghi in concordanza col ciclo alimentare delle 12-20, man mano che andrai a letto presto per il ciclo assimilativo delle 20-4am dove accumulerai melatonina nella pineale, man mano che ti esporrai al sole catturando la vitamina D necessaria e man mano che farai la tua camminata giornaliera di un’ora ritmata e sonoramente sbuffante in fase esplorativa, con l’aiuto di un paio di racchette. Le altre immancabili 1000 domande che ti verranno in testa le soddisferai leggendo regolarmente le mie tesine giornaliere  e spulciando tra le tesine pre-esistenti e già pubblicate sul blog.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
14 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
14
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x