GRAVI RISCHI ED ORRIBILI BRUTTEZZE DEL MANGIARE CARNE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

ARTICOLO INVIATOMI DALLA FARMACIA DONADIO

NON MANGERÒ PIÙ CARNE FINCHÉ IL MONDO ESISTE

Io non mangerò mai più carne finché il mondo esiste. I Cor. 8:13. L’estrema avversione che alcuni adulti e molti bambini mostrano nei confronti della carne di ogni tipo, è attribuita da Fitch ad una tendenza atavica, cioè alla sopravvivenza dell’istinto primitivo dei nostri antenati preistorici che non mangiavano carne (J. H. Kellog, M.D., editore Buona Saluto).

LA CARNE È AUTENTICA ROVINA PER IL SISTEMA RENALE

È stata notata l’enorme quantità di morti in America dovuta al morbo di Bright. Non ho più dubbi che la dieta ricca di carne rovini i reni, specialmente considerando gli esperimenti dei dr Newburgh, i quali provano che possiamo, con certezza matematica, produrre il morbo di Bright anche nei topi, mettendoli a dieta con molta carne (M. Hindhede, M.D., Commissario della Sanità in Danimarca).

IL SANGUE NON FA SANGUE, MENTRE SUCCO E LINFA VEGETALE LO FANNO

La carne è stata a lungo sospettata di essere un cibo povero. Un’ampia esperienza sta provando che il sospetto è fondato. L’avvertimento di solito era di mangiare meno carne. Ora è diventato “Non mangiare la carne nel modo più assoluto”. Gli uomini un tempo credevano che la carne fosse necessaria per produrre sangue. Ora è noto che la frutta fresca, le bacche e le verdure forniscono il corpo di materiale incomparabilmente migliore di quello che danno le migliori bistecche.

IL BRODO DI CARNE EQUIVALE A UN LIQUIDO DISINTEGRATO DI NOME URINA

Il brodo di manzo è stato a lungo considerato un valido tonico e stimolante, quasi indispensabile per i malati deboli. Ora è noto che è vero il contrario. Secondo un eminente medico francese, il brodo di manzo è una vera concentrazione di veleni. Il dottor Austin Flint, del Bellevue Hospital College, uno dei più importanti medici d’America, fece un’analisi chimica dei brodo di manzo, e scoprì che il risultato era praticamente lo stesso di un’analisi dell’urina.

UN VELENO CHE INTOSSICA E NON NUTRE, MA CHE VIENE TUTTORA PROPINATO NEGLI OSPEDALI

È inevitabile che sia così, perchè il brodo di manzo, il brodo di carne, il brodo di pollo, il bollito e gli estratti di carne di tutti i tipi sono dei veri e propri tessuti disintegrati, preparati artificialmente, proprio come l’urina, che è composta da tessuti disintegrati, prodotti dal metabolismo dei corpo. Il brodo di manzo, perciò, è un veleno che intossica. Non ha proprietà nutritive. Il suo uso non è mai indicato, né tantomeno possiede la capacità di aiutare i malati deboli o i convalescenti.

TOSSICITÀ MOLTIPLICATA PER QUATTRO E ACIDO URICO MOLTIPLICATO PER DIECI

Bouchard scoprì che aggiungendo la carne nel regime dietetico, la tossicità dell’urina aumentava del 50%, e se la dieta consisteva interamente di carne, la tossicità aumentava dei 400%. Sterling scoprì che mangiare carne aumentava il contenuto di acido urico dell’urina da tre a dieci volte. Alla luce di questo, è da ricordare che l’acido urico, in combinazione con altre tossine, è considerato da molti ricercatori il più attivo di tutte le sostanze che producono le malattie.

DECOMPOSIZIONE DELLA CARNE E CONTAMINAZIONE DISASTROSA DEL SANGUE

Un tempo si supponeva che la carne fosse particolarmente salutare nella cura della tisi. Qualche anno fa un tedesco entusiasta fondò un’istituzione col proposito di nutrire i tisici esclusivamente con la carne, usando principalmente carne cruda. L’iniziativa fallì in sei mesi. La carne si decompone nel tratto digestivo. Il veleno risultante viene assorbito e il sangue contaminato, con risultati disastrosi. Questa è la principale causa che predispone al cancro, alla tisi e ad altri tipi di anormalità.

ESAMI POST MORTEM CONFERMANO INDEBOLIMENTO RENALE E MORTE DA TUBERCOLOSI POLMONARE

Gli esami post mortem, fatti in centinaia di casi al Phipps Institute di Philadelphia, hanno dimostrato che l’86% di tutti i malati di tisi avevano anche i reni malati, e in uno stadio abbastanza avanzato. L’indebolimento dei reni è, infatti, fra la cause più comuni di morte nella tubercolosi polmonare. Ed è sempre la carne ad essere in genere responsabile dei morbo di Bright e di altre disfunzioni renali.

FRUTTA E VERDURA SALVEZZA AUTENTICA DEI MALATI DI TUMORE

Nella dieta di frutta, noci e verdure, i malati di cancro hanno nelle loro mani i mezzi per liberarsi largamente, se non interamente, dalla paura che accompagna questa terribile malattia. Io l’ho verificato molte volte nella mia esperienza, e nella cura di questa malattia mi si è aperta una porta ancora più ampia da quando ho conosciuto il valore di una dieta simile (George Black, MD).
Il cibo animale, l’abuso del quale si fa ogni giorno più grande, non è un cibo in nessun senso, ma un veleno senza fine (prof Huchard). Se non fosse per la carne, noi dottori avremmo ben poco da fare (dr Allison, esperto in alimentazione).

MEDICINA MEDIEVALE CON GATTI CANI E SERPENTI SERVITI COME CURA ANTI-DIABETE

Per più di un centinaio di anni, i medici ostinatamente sostennero che una dieta composta principalmente di carne era essenziale per la cura vittoriosa dei diabete. Di questa assurda teoria Trall osserva: “Io non posso qui fare a meno di alludere al regime dietetico migliorato proposto dall’Accademia francese di Medicina per la cura del diabete. Questo miglioramento consiste nel nutrire il paziente con la carne di animali carnivori tipo gatti, cani, volpi e serpenti, condita con abbondanti brandy e spezie. Tali scoperte della scienza medica hanno il potere di portarci indietro nel Medio Evo, piuttosto che condurci a dei risultati utili nel futuro” (Il corretto cibo dell’uomo).

SPIEGATO IL MOTIVO PER CUI I DIABETICI NON GUARISCONO MAI

Ancora abbastanza recentemente era usuale per i medici nutrire i diabetici quasi esclusivamente con la carne. Questa è una ragione per cui questi malati non guariscono mai. I dottori senza farmaci hanno provato che una dieta di carne peggiora la malattia, aumenta la presenza di zucchero nell’urina e, comunque, peggiora lo stato del paziente.

LA PUTREFAZIONE CARNEA SI TRASFORMA IN DIARREA E FECI MALEODORANTI

Una dieta di carne magra è stata a lungo considerata benefica nel casi di obesità. Ora è noto che in simili casi di anormalità c’è una tendenza a sviluppare il diabete, e questo aumenta mangiando la carne. Commentando i pericoli nel mangiare la carne magra, Hindhede disse: “Noi abbiamo provato anche a vivere di sola carne. Ma dopo esserci nutriti di carne magra, cotta o arrostita, tre volte al giorno, in soli tre giorni stavamo così male che nessuno di noi volle continuare. Quale fu la causa? Quando gli intestini sono pieni di carne magra, il risultato è la putrefazione, che si manifesta in diarrea e feci maleodoranti. Attraverso questo processo sono probabilmente prodotte delle tossine, che una volta assorbite, causano un avvelenamento. Una dieta di sola carne magra è velenosa per l’uomo, non ci sono dubbi su questo”.

BERI-BERI, SCORBUTO, PELLAGA E RACHITISMO SONO MALATTIE DA CARNE

Il beri-beri, lo scorbuto, il rachitismo e la pellagra sono malattie da deficienza, e spesso risultano dal mangiare troppa carne. Tutti i tipi di carne mancano di molti elementi che il corpo deve avere per costruire dei tessuti sani. La carne è molto carente di vitamine e di sali di calce. D’altra parte, la frutta fresca le bacche e le verdure sono ricche sia di vitamine che di sali, e mangiandole si assumono tutte le vitamine e i sali di cui il corpo ha bisogno.

CANCRO A STOMACO E INTESTINO SONO MALATTIE DEL MANGIATORE DI CARNE

Qualche anno fa uno specialista dello stomaco fece trasalire il mondo della medicina affermando che “L’ulcera dello stomaco è una malattia di chi mangia la carne”. Il cancro dello stomaco e degli intestini ha origine dalla stessa causa, quando non sia prodotto dalla vaccinazione o dalla inoculazione. “Il 75% delle malattie più terribili di cui soffriamo è in pratica avvelenamento causato da cibi non naturali. La natura dice, in un modo che non può essere frainteso, che l’uomo è un animale frugivoro e non carnivoro” (Alexander Haig MA, FRCP).

BUOI, ELEFANTI E GORILLA PRENDONO LA LORO GRANDE FORZA DALL’ERBA, DALLE FOGLIE E DAI FRUTTI

Quei mangiatori di carne, che sono troppo deboli per abbandonarne l’abitudine, e quelli i cui dividendi dipendono dall’industria che inscatola la carne, sono sempre pronti a fare una grande pubblicità ad ogni informazione che sembra aiutare la loro causa. Molte persone credono che per avere forza e vigore è necessario mangiare carne rossa. Sembrano dimenticare che i buoi e gli elefanti prendono la loro grande forza e il sangue dall’erba e dalle foglie, ricche di vitamine, di calcio, di ferro e di altri sali minerali. I deboli, i magri e gli anemici, invece di nutrirsi di fegato di vitello e di olio di fegato di merluzzo, dovrebbero trovare i cibi vitali nel regno vegetale, per la mancanza dei quali il loro sangue sta morendo di fame e il loro corpo si sta ammalando.

SPAVENTOSO AUMENTO DEL BATTITO CARDIACO

È stato recentemente dimostrato da Moore, nei laboratori di Fisiologia di Harvard, che una dieta di carne causa un’accelerazione dei battito cardiaco sorprendente per velocità e durata. Dopo un pasto di carne, l’aumento dei battiti cardiaci va regolarmente dal 25 al 50% sopra il livello rispetto al digiuno, e persiste, in soggetti sperimentali, da 15 a 20 ore, raggiungendo un totale di molte migliaia di battiti in più. Moore provò che un pasto di proteine causa un sovraccarico cardiaco paragonabile, in estensione, all’attività totale del cuore di due o tre ore. Come dire che una dieta proteica è incompatibile col riposo cardiaco.

SCARTI VELENOSI CHE COSTRINGONO I RENI A SUPERLAVORO

La carne, scendendo nello stomaco e nelle budella umane, è come se giacesse sotto il sole estivo al margine della strada, e ciò di certo causa danni maggiori di quanto sia mai stato detto o scoperto.
Uno dei prodotti della carne decomposta è l’urina accompagnata dai miasmi putrefattivi, poco importa se la carne si è decomposta nello stomaco, nella pentola o dal macellaio. I prodotti secondari della carne decomposta passano nel sangue dei consumatori, e devono essere filtrati ed eliminati dai reni come uno scarto velenoso, che serve solo ad indebolire il corpo e a logorare i reni, portando al morbo di Bright e ad altre malattie renali.

LA CARNE FORMA UNA SCIA DI VELENI MORTALI LUNGO IL TRATTO DIGERENTE

La carne, scendendo nel tratto digestivo, forma uno dei veleni più mortali che i chimici abbiano mai conosciuto, e dà al respiro un odore nauseante che si tenta di correggere masticando caramelle e gomme profumate. Trattasi della putrefazione. Il dentista dica che il cattivo odore proviene dai denti malati, mostrando quanto abbia ancora da imparare.

LA PUTREFAZIONE CARNEA È RESPONSABILE DI MORTE PREMATURA

Quando il sangue diventa iper-contaminato da questi veleni, la pelle viene in suo soccorso e, in un processo di emergenza, crea un’eruzione. I dottori possono definirla morbillo, varicella, eczema, e così via, e cercano di curare la malattia con altri veleni sottotorma di farmaci e sieri. Non c’è da stupirsi se il grande Metchnikoff, dopo una vita di studi sull’argomento, abbia dichiarato che la putrefazione alimentare sia responsabile della morte prematura, che è causa di tutte le malattie, perchè questi pericolosi veleni passano dal canale alimentare nella linfa e nel sangue, e da questi sono condotti in tutto le parti dei corpo, incluso fegato, polmoni, reni, cuore e cervello.

NEFRITE CRONICA E PROGRESSIVO LOGORAMENTO DEI RENI

L’origine di tutte le malattie giace nella putrefazione alimentare, disse Metchnikoff. Qual è il rimedio sicuro? La rimozione della causa, non l’uso di farmaci, sieri e bisturi. Molti studi sperimentali hanno indicato che mangiare carne causa la nefrite cronica. Il professor Newburg, dell’università del Michigan, ha dichiarato che una piccola porzione di proteine della carne, come il 20%, porta già ad un logoramento dei reni.

PREZIOSI INSEGNAMENTI DEL PERIODO BELLICO

Le esigenze dell’ultima guerra sono servite a dimostrare il valore di una dieta poco proteica. Maiali e bestiame furono uccisi in Europa con lo scopo di conservare le provviste di cibo, e le popolazioni si nutrirono per un certo periodo soprattutto di frutta e verdura. Il risultato fu una riduzione di un terzo della mortalità, oltre a una grande riduzione delle malattie. Alcune malattie come il diabete, l’obesità, la gotta, i disturbi digestivi, i problemi dei fegato e dei reni e altre malattie dei l’alimentazione sparirono quasi completamente.

GLI STESSI MEDICI CADONO PARADOSSALMENTE NELLE PROPRIE TRAPPOLE

La gente rovina la propria salute mangiando carne, poi paga i dottori per farsi curare i sintomi che provengono da questo abuso. Molti medici ignorano la causa che si nasconde dietro i sintomi di alcune malattie, perché anche loro mangiano liberamente la carne come molti dei loro pazienti, e soffrono e muoiono prematuramente per la stessa malattia.

Titolo, sottotitoli e rielaborazione di Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
4 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
4
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x