DISTACCO DALL’EUTIROX E NIENTE RIMEDI CONTRO IL TSH ALTO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

STO DETOSSIFICANDO E VORREI SOLO RIMEDIARE A UN TSH ALTO

Salve Valdo. Se possibile, vorrei sapere come rimediare a un TSH alto. Io sono determinata a continuare la strada intrapresa. Sento che mi sto detossificando a livello intestinale, lo sento sopratutto sulla lingua. Adesso la osservo regolarmente e mi sembra che essa rappresenti un ottimo metro di misura del processo di miglioramento.

LO STOP ALL’EUTIROX HA SIGNIFICATO PER ME UN SALTO DI QUALITÀ

Cerco di stare leggera secondo le tue regole e, se non mi va altro, mangio frutta. Leggo le tesine però, per tenermi aggiornata. Ho fatto un salto di qualità nell’abbandonare subito l’Eutirox 75, che prendevo già dal 2000.

DA 4 MESI NIENTE FARMACO E TANTO BENESSERE

Sono 4 mesi che non lo prendo. Mi sento bene, cammino e lavoro. Ho 55 anni e sono piena di energia. Non accuso nessun sintomo e nessun cedimento. Grazie per gli  ulteriori consigli che potrai darmi. Auguri di una buona guarigione anche per te.
Valeria

*****

RISPOSTA

COMPLIMENTI PER COME TI STAI MUOVENDO

Ciao Valeria. Intanto ti faccio i miei complimenti per il coraggio dimostrato nello staccarti dall’Eutirox e per la tua determinazione nel continuare. Del resto i risultati parlano chiaro e ti stanno dando pienamente ragione.

Ora mi chiedi di rimediare a un TSH alto. Potrebbe non essere necessario e cercherò di spiegartene il motivo.

I MECCANISMI ORMONALI LAVORANO IN PERFETTA SINERGIA

La tiroide sintetizza ed immagazzina T3 o triiodotironina e T4 o tiroxina, due ormoni tiroidei contenenti grosse quantità di iodio. Ormoni che regolano il ritmo metabolico, i processi di crescita corporale e la differenziazione dei tessuti. La T4 copre da sola il 90% della secrezione. Il TSH o thyroid stimulating ormone, od ormone tireotropo, è prodotto nell’ipofisi, o ghiandola pituitaria e controlla la tiroide e di regola cambia in direzione opposta ai primi due. Se T3 e T4 aumentano, il TSH diminuisce (cercando di ridurre l’attività della tiroide) mentre, se T3 e T4 diminuiscono, il TSH aumenta (cercando di stimolare la tiroide a produrne di più). Per capirci meglio, T3 e T4 rappresentano l’acceleratore, il TSH è il piede dell’automobilista che gioca tra frizione e freno, mentre il metabolismo è il numero giri del motore.

DALL’IPOTALAMO, ALL’IPOFISI E ALLA TIROIDE

L’ipotalamo secerne il TRH, ormone che induce l’ipofisi alla secrezione del TSH. Quando poi, col torrente ematico, passa dalla scatola cranica, dove sono allocati ipofisi ed ipotalamo, alla tiroide, il TSH induce quest’ultima alla produzione di T3 e T4. Tali ormoni stimolano il metabolismo, cioè l’insieme delle reazioni biochimiche deputate alla produzione di energia. Quando la concentrazione nel sangue di detti ormoni supera il livello fisiologico, si innesca un meccanismo di inibizione verso il TSH. Diminuendo il TSH si riduce la produzione di T3 e T4 che sono ormoni antagonisti del TSH, per cui il TSH finisce per mantenersi su livelli contenuti e fisiologici.

TSH BASSO E TSH ALTO

Il TSH è prodotto dalla ghiandola pituitaria ed è necessario per regolare la tiroide. Quelli con bassi livelli di TSH possono sperimentare stanchezza, letargia, aumento di peso, scarso appetito, problemi digestivi, mal di testa e altri problemi. Chi ha un TSH alto non sempre sperimenta dei sintomi particolari. Un elevato valore del TSH è generalmente asintomatico se non accompagnato da alterazioni degli ormoni T3 e T4. Quando valori elevati del TSH si accompagnano a valori alterati di T3 e T4, i sintomi si sviluppano lentamente e includono aumento di peso corporeo, intolleranza al freddo, stanchezza, pelle secca, stipsi, depressione, irregolarità del ciclo mestruale, perdita di memoria.

CAUSE DI TSH ALTO E TRUCCHI IN CORSO PER VENDERE PIÙ FARMACI

Le cause più comuni del TSH alto sono ipotiroidismo, adenomi dell’ipofisi TSH secernenti, tumori, consumo di droghe, post menopausa, gravidanza. Non esiste un trattamento standard per il TSH alto. Normalmente la disfunzione è strettamente correlata all’eziologia del disturbo. In alcuni casi il TSH alto è dovuto a patologie croniche per cui è necessaria una terapia specifica e mirata. Da tempo è in atto il tentativo di abbassare il livello massimo di TSH, in modo da poter definire ipotiroidei subclinici i “malati” e somministrare così Levotiroxina ovvero Eutirox a un maggior numero di persone.

TENTATIVO DI ABBASSAMENTO DEI VALORI TSH

Il concetto dell’ipotiroidismo subclinico è questo. Alcune persone che stanno benissimo hanno i valori TSH più alti del normale. Il TSH funziona come il termostato dello scaldabagno. Se la temperatura è bassa il termostato comanda il riscaldamento. Se la temperatura è alta il termostato blocca l’elettricità. La realtà, stando ad un documentatissimo studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinologia Metabolism, ha evidenziato che oltre l’11% delle persone di oltre 70 anni ha un TSH elevato senza avere alcuna disfunzione tiroidea. La stessa cosa vale per almeno il 3% delle persone più giovani. Ciononostante, l’industria spinge per ridurre i valori limite di TSH a valori più bassi, al fine di classificare più gente tra gli ipotiroidei, obbligando, attraverso le linee guida, ad una somministrazione di levotiroxina, verosimilmente inutile, ma di sicuro proficua.

RAGIONARE CON LA PROPRIA TESTA

Di fronte a qualcosa che viene classificato abusivamente come malattia, bisogna essere pronti a ragionare con la propria testa, e non con quella degli altri. Per mantenere la salute, anche con i valori apparentemente sbagliati, occorre disobbedire e andare contro corrente, a dispetto di chi ci vedrebbe malati quando malati sono solo i numeri.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x