I VACCINI CAUSANO L’AUTISMO, SVEGLIATEVI BRANCO DI LOBOTOMIZZATI!

LETTERA

Ciao! Pietro Bisanti non smette mai di stupirmi. Oggi ha pubblicato sul suo blog questo articolo, nudo e crudo ma da far venire i brividi.
http://pietrobisanti.blogspot.it/2016/10/i-vaccini-causano-lautismo-e-molto.html
Te lo segnalo, nel caso tu non l’abbia ancora letto.
Elena Fasulo

*****

ARTICOLO DEL DR PIETRO BISANTI, MARESCIALLO DEI CC E AUTORE DI ASSASSINI IN PILLOLE, BEST SELLER MONDIALE ED UNICO NEL SETTORE (Titolo, sintesi e sottotitoli di VV)

I VACCINI CAUSANO L’AUTISMO E MOLTO ALTRO. SVEGLIATEVI, BRANCO DI LOBOTOMIZZATI!

VIETATO PRENDERSI IN GIRO

Inutile prendersi per il culo. Guardiamo le cose per come sono. Viviamo in un’epoca in cui la vita umana non vale un cazzo. A nessuno interessa niente di nessuno, a meno che non ci sia qualcosa da guadagnare. I rapporti umani hanno raggiunto il loro livello più basso, tanto da fare gli auguri di compleanno su Facebook a persone morte da un pezzo.

PREDOMINA UNA INCONSAPEVOLEZZA MAI VISTA PRIMA

Il livello di ignoranza e di inconsapevolezza, poi, uniti alla mancanza totale di pensiero indipendente sono la ciliegina sulla torta. Nessuno ragiona con la propria testa. Tutti delegano di forza agli altri il proprio destino, soprattutto in campo medico. Greggi di pecore belanti che non sanno nemmeno che cazzo dicono. Osannano il dottore di turno pro-vaccini, che li ridicolizza nella maniera più sfacciata possibile, cioè con il sorriso sulla bocca.

LA SPOCCHIA E L’ARROGANZA DI CERTI MEDICI È SENZA EGUALI

Scienza qui, scienza lì. Quando in realtà basterebbe osservare. Siamo completamente circondati da milioni e milioni di bambini autistici, la cui sintomatologia è senza alcun dubbio iniziata con la somministrazione vaccinale. Se io vi dessi una bastonata in testa e voi provaste dolore, assocereste la botta alla bastonata o dareste la colpa a un uccello che nel frattempo vi ha defecato dal cielo? Ecco, questo fanno gli spocchiosi, arroganti, frustati, incompetenti e marci dottori che arrivano a negare l’evidenza, a negare quello che è davanti agli occhi di tutti.

LA RESPONSABILITÀ RICADE SUI GENITORI

Vaccino mio figlio e il giorno dopo muore in culla. Vaccino mio figlio e il giorno dopo smette di guardarmi. Vaccino mio figlio e il giorno dopo smette di andare di corpo. Vaccino mio figlio e il giorno dopo smette di parlare. Ma la colpa rimane sempre e solo VOSTRA. Genitori paurosi e ignoranti che studiano ore prima di comprare un’auto nuova, ma che non perdono cinque minuti per capire se vaccinare o meno i propri figli. Qualunque sostanza venga inserita direttamente nel torrente sanguigno e provochi febbre NON può essere qualcosa di benefico per il corpo, altrimenti, per le Leggi naturali, il corpo NON produrrebbe febbre, che si sviluppa solo ed esclusivamente davanti a qualcosa di negativo.

SITUAZIONE ALLUCINANTE GRAZIE ALL’INVASIONE DELLA CHIMICA

Una persona su tre muore di cancro. Gli anziani, quando ci arrivano alla terza età, raggiungono l’aldilà completamente devastati nel corpo e nella mente, pieni zeppi di farmaci. Gli uomini, oltre i 50 anni, sono quasi tutti viagra-dipendenti. L’essere umano medio, intorno ai 50 (ma anche molto prima) non ha più quasi tutti i suoi denti naturali. I bambini, soprattutto quelli vaccinati, sono costantemente devastati da febbri e tonsilliti, tanto che è raro trovare un bambino vaccinato che vada regolarmente all’asilo. Gli animali domestici, unici in natura che si vaccinano, hanno la peggior salute del regno animale pur vivendo in condizioni estremamente favorevoli.

NESSUNO DICA CHE PIETRO BISANTI NON AVEVA AVVERTITO

Continuate pure la vostra vita fatta di porchetta, scamorza e vaccini. Quando, dopo avervi spennato come polli, la medicina moderna vi manderà a casa a morire pieni di morfina, con vostro figlio autistico che non potrà accudirvi (e che lui stesso finirà in qualche casa-famiglia, assieme alla valanga di psicofarmaci che vengono somministrati in questi casi) non dite che Pietro Bisanti non vi aveva avvertito. Io questa vita la vivrò dall’inizio alla fine in piena integrità fisica e mentale. E nessuno osi portarmela via con la forza. O saranno cazzi amari.
Pietro Bisanti

*****

CHI È PIETRO BISANTI

Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri, da 14 anni si occupa in chiave igienista della correlazione fra alimentazione e malattia, con particolare attenzione alla salute mentale nonché all’utilizzo delle molecole più demoniache e distruttive mai inventate dall’uomo, che sono gli psicofarmaci. L’intento di questo blog non è fornire indicazioni di natura medica, bensì quelle informazioni che possano essere utilizzate per effettuare delle scelte personali e consapevoli, soprattutto in ambito psichiatrico. The aim of this blog is not to provide medical diagnosis and/or any form of treatment. All the information contained can be used to address your own choices towards a superior and better well-being, with particular attention to the psychiatric field.

*****

COMMENTO

UN UOMO DAVVERO FUORI DEL COMUNE

Grazie Elena di questa formidabile perla da parte di una persona dalla tempra eccezionale. Una persona di gran lunga fuori del comune. Una persona a contatto giornaliero coi peggiori casi di suicidi e drammi familiari inesplicabili. Toccato tutti i giorni da questi episodi e pertanto carico di inaudita forza e determinazione nei suoi modi di proporsi, di agire e di esprimersi, il dr Bisanti non ha peli sulla lingua. La sua generosità e il suo coraggio sono illimitati. La sua grandezza non sta solo nelle esperienze raggelanti cui è sottoposto tutti i giorni, ma soprattutto nel metterle a disposizione del pubblico, con tutte le insidie che questo comporta.

UN CARISMA CHE SI TRASMETTE AL PUBBLICO E CHE LASCIA IL SEGNO

Ogni volta che interviene personalmente alla nostra Health Science University di Imola, non vola una mosca. Affascina ed avvolge il pubblico con argomenti e toni inimitabili, senza vuoti di memoria, senza pause, senza incertezze. Chi possiede la verità non viene fermato da niente e da nessuno. Ho il grande onore di essergli amico e di partecipare intensamente a quanto dice e quanto fa. Ha detto in pubblico che molte cose basilari del suo repertorio le ha apprese da me medesimo. Ovvio che questo può essere vero soltanto in minima parte. Ma confesso che mi ha arrecato un grosso piacere. Un allievo di questa caratura e di questo livello se lo sognerebbe qualsiasi ricercatore trasparente.

Valdo Vaccaro