IL KEFIR AL LATTE DI COCCO, VERA DELIZIA VEGANA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UNA DOMANDA RIGUARDANTE IL KEFIR

Carissimo Valdo. Perdonami se ti scrivo pure io abusando del tuo tempo. Ho una domanda per te. Un cliente-amico, mi chiede del kefir a base di latte, se faccia bene o meno. Io non ne so nulla e mi permetto di chiedere a te un parere al riguardo. Grazie dell’attenzione e a presto.

Chiara

*****

RISPOSTA

LA SODDISFAZIONE DI UN ORTO RAVVIVATO DA TANTI CESPI DI RADICCHIO IN CRESCITA

Ciao Chiara. Con le favolose piantine di radicchio invernale dell’Orto Fiorito di Martignacco-Udine, uno dei migliori vivai d’Italia, ho allestito giusto in tempo e prima delle piogge tardo autunnali un fornitissimo orto per la stagione fredda, e questo fatto mi arreca non poca soddisfazione. Devo dunque a te e al tuo vivaio la gioia di veder crescere di giorno in giorno le varie qualità variegate, rosse, verdi, di Castelfranco, di Treviso, di Chioggia, nonché il radicchio tardivo di Gorizia che maturerà a febbraio sotto il gelo.

Figurati dunque se abusi del mio tempo. Puoi contattarmi ogni volta che lo ritieni opportuno.

CHE COS’È IL KEFIR

Personalmente non ho mai bevuto il kefir. Viene definito in generale come bevanda ricca di fermenti lattici e probiotici ottenuta dalla fermentazione del latte. Contiene circa lo 0,8% di acido lattico, ha un gusto fresco ed è considerato un alimento liquido nutriente e sano non molto dissimile dallo yogurt.

IL PROCESSO DI FERMENTAZIONE RIDUCE DI MOLTO I RISCHI DI DISTURBO DA LATTOSIO

C’è anche chi gradisce il sapore del latte tradizionale ma non può consumare dei latticini senza sperimentare conseguenze indesiderate. Non conoscendo poi i benefici del kefir, lo esclude in partenza dalla propria dieta onde evitare effetti collaterali. In realtà, il processo di fermentazione riduce di molto i rischi di disturbo nei soggetti intolleranti al lattosio.

IL KEFIR VEGETALE AL LATTE DI COCCO GODE DI OTTIMA REPUTAZIONE

Nel dubbio però è possibile optare per qualche alternativa deliziosa e ancor più vicina a Madre Natura, come ad esempio il kefir a base di latte di cocco, o anche di latte di soia. Il kefir originale è a base di latte vaccino o caprino e, per più generazioni, ha rappresentato il segreto della salute per molte popolazioni longeve della Georgia e del Caucaso. Kef significa non a caso stare bene e questo la dice lunga sulle sue proprietà. Il kefir di cocco mantiene tutte le virtù originali del kefir originale, col vantaggio di offrire un sapore più delicato, apprezzabile anche dai vegani.

RICETTA PER PRODURRE IN CASA IL KEFIR AL COCCO

Introdurre i grani di kefir e il latte di cocco in un capiente vaso di vetro. Coprire con uno strofinaccio e lasciare a temperatura ambiente per almeno 12 ore. Dopo 12 ore assaggiare il kefir e lasciarlo riposare ancora, fino a quando non avrà raggiunto il livello di fermentazione desiderata, Eliminare i grani di kefir e aggiungere nuovo latte di cocco per ripetere il processo. Conservare il kefir al latte di cocco in frigo prima di consumarlo.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

4 commenti

  1. Antonio Armando on

    lo conosco a menadito!
    ritengo molto interessante conoscere anche la tua senz'altro autorevole opinione sui fatti oggetto di discussione su questo blog. tutto qui.
    grazie e buon proseguimento di vita.