Seleziona una pagina

MELONE AMARO, UN VEGETALE CARICO DI VIRTÙ

da 6 Apr 2017Ortaggi

LETTERA

IL MELONE AMARO

Caro Valdo, ho notato che sul blog non parli del melone amaro (detto anche goja o goya) che, secondo certa letteratura, agirebbe sul diabete al pari dell’insulina sintetica, ma con tutti i vantaggi di un alimento naturale.

DIMENTICANZA O QUALCHE RISERVA PER DEGLI EFFETTI COLLATERALI?

Poichè so quanto sei attento è documentato ritengo che tu, volutamente, non l’abbia preso in considerazione a causa degli effetti collaterali, che risulterebbero abbastanza preoccupanti al punto di sconsigliarne l’uso. Aspetto con vivo interesse il tuo parere al riguardo. Grazie! Un cordiale saluto.
Luigi Scanu

*****

RISPOSTA

IL MELONE AMARO MERITA SICURAMENTE DI ESSERE INCLUSO NELLA NOSTRA DIETA

Ciao Luigi. Ti ringrazio per l’appunto e per la segnalazione. Conosco il melone amaro, o bitter gourd o Momordica Charantia o balsamic pear, per averlo consumato a volte in Asia. Si tratta di un ottimo alimento sotto ogni punto di vista, anche se da consumarsi senza esagerare, al pari di tutti i vegetali fortemente amari. Non lo ho citato per semplice e banale dimenticanza. Del resto la gamma di frutti esotici è molto ampia. Appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, cresce nelle aree tropicali del pianeta e il suo frutto assomiglia ad una piccola zucca bitorzoluta di forma allungata, verde quando è ancora acerbo, il frutto diventa poi giallo-arancio a maturazione.

USO ALIMENTARE E CURATIVO

Nella tradizione, la pianta è usata sia a scopo alimentare che curativo. In Amazzonia, gli indigeni aggiungono il frutto e le foglie ai piatti di legumi e alle zuppe. Talvolta il frutto subisce una sbollentatura in acqua salata per rimuovere parte del gusto amaro, caratteristico di tutta la pianta. Usatissimo in Cina, in India e in tutta l’Asia.

ECCELLENTI QUALITÀ

Il succo dei frutti e il decotto delle foglie è usato per curare diabete, coliche, piaghe e ferite, infezioni, per eliminare vermi e parassiti, quale emmenagogo (stimolante del flusso mestruale). Usato in caso di morbillo, epatiti e febbri. Viene spesso citato come vegetale utile a contrastare tumore al seno e tumore al pancreas.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. I colloqui hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

UNA SPECIALE LODE AGLI ASPARAGI

UNA SPECIALE LODE AGLI ASPARAGI

L’asparago (Asparagus officinalis) rimane uno degli ortaggi più pregiati ed appetitosi, ed anche il più atteso in questo momento dell’anno, in quanto il primo...

LE STREPITOSE QUALITÀ DEL TARASSACO

LE STREPITOSE QUALITÀ DEL TARASSACO

Il tarassaco comune (Taraxacum officinale), pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Asteracee, è una pianta erbacea perenne nota fin dall'antichità...

Commenti

0 Commenti

0 commenti

Commenti