MIRELLA PIZZI, DOTTORESSA ESEMPLARE E CORAGGIOSA, MEDICO DI BASE IN BOLOGNA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

GROSSI RISULTATI IN QUEL DI BOLOGNA

Ciao meraviglioso Valdo! Come stai? Io benissimo, anzi, un trionfo! Qui a Bologna andiamo alla grande! La dottoressa Pizzi ed io stiamo diffondendo a piene mani Cultura Igienistica con risultati strepitosi! La gente che ci ascolta recupera salute e buonumore. Che cosa meravigliosa! Ti invio uno dei tanti articoli che Mirella scrive. Sono sicura che lo troverai interessante. Un abbraccio grande con la speranza di rivederti presto.
Mirna Visentini, Dietista Vegan Crudista-Bologna
Practicioner P.N.L. e Autrice di: La Dieta Comica (Ediz Stampa Alternativa), Tel 338-3054361

*****

ARTICOLO DELLA DOTTORESSA MIRELLA PIZZI MEDICO DI BASE A BOLOGNA
(sottotitoli di VV)

BOLOGNA LA GRASSA PATRIA DEI TORTELLINI E DELLA MORTADELLA

Nella mia città, Bologna la grassa, patria di tortellini, zamponi e mortadella, non è facile parlare ai pazienti di alimentazione a base esclusivamente vegetale. I condizionamenti subiti per anni e anni fin dalla nascita a volte sembrano un ostacolo insormontabile. Inoltre, il parere contrario di, ahimè, ancora tanti miei colleghi medici non ancora aggiornati in proposito, supportati dalle false nozioni diffuse dalla televisione e dai giornali, media sponsorizzati direttamente e mediante spot danarosi dai grandi colossi della carne e del formaggio, non aiuta di certo.

DAGLI AMBULATORI CONTINUA AD ARRIVARE DISEDUCAZIONE A TUTTO SPIANO

In fondo come può una paziente non credere allo specialista dell’ambulatorio dedicato alla cura dell’osteoporosi che ancora oggi le consiglia di bere tanto latte e di mangiare formaggio in abbondanza? Mi raccomando, almeno una bella spolverata di grana sulla pasta ogni giorno, per il calcio indispensabile al benessere delle ossa! Questo nonostante le più autorevoli fonti scientifiche dimostrino ormai il contrario. Ma si sa che le parole dello specialista hanno un forte peso! Peccato però che siano accompagnate da una bella lista di farmaci e integratori da assumere, farmaci che hanno tra gli effetti collaterali la necrosi della mandibola e la frattura bilaterale atipica dei femori. Questo è veramente scandaloso!

MALATTIE SCONFITTE DALLO STILE DI VITA

Dopo più di trent’anni di attività come medico di famiglia e, dopo aver studiato molto per conto mio, ho acculato tanta esperienza che ormai non ho più dubbi sulla strada giusta per aiutare i miei pazienti a mantenersi in buona salute. Ho visto l’effetto deleterio di politerapie in persone che hanno accumulato negli anni talmente tante malattie da poter riempire un vero e proprio trattato di patologia medica! Continuando ad aggiornarmi e mettendo nello stesso tempo in discussione il potere del camice bianco fine a se stesso, ho scoperto che la maggior parte di queste malattie potrebbe essere prevenuta e addirittura sconfitta agendo esclusivamente sullo stile di vita ed in particolare sull’alimentazione.

OGNUNO DI NOI HA IL DIRITTO E IL DOVERE DI ESSERE SANO

Ogni giorno in ambulatorio cerco di diffondere il concetto che la salute è esclusivamente nelle loro mani, che ci hanno abituato a considerare normale essere ammalati, mentre ognuno di noi ha il diritto di essere sano. Ci hanno abituati al diabete, all’ipertensione, al tumore. Oggi abbiamo bambini di soli 2 anni che sono già ammalati di diabete! Per fortuna con l’aiuto di internet le notizie si diffondono velocemente e sono tantissime le persone che si informano e capiscono che devono cambiare rotta.

LA GENTE FATICA NON POCO A MOLLARE LE VECCHIE ABERRANTI ABITUDINI

Quando parlo ai miei pazienti mi accorgo che sanno già tante cose in questo campo, ma ancora molti presentano grosse difficoltà a metter in pratica questa scelta fondamentale per la salute, scelta ormai obbligata che consiste nell’eliminare senza esitazione carne, pesce, latte, formaggio, uova per dirigersi su cibi freschi di veloce digestione, ricchi di principi nutrienti e di fitocomposti protettivi come frutta, verdura cruda e a seguire un po’ di cereali integrali, legumi, semi, frutta secca.

TIMORI DI CARENZE E RICORSO ABOMINEVOLE ALLE INTEGRAZIONI

Purtroppo molti sono condizionati dal parere contrario di amici e parenti, ecco allora che nasce l’insicurezza, la paura di andare incontro a carenze, di non provare più gusto nel mangiare, la necessità di dover fare esami particolari, la necessità di dover assumere chissà quali e quanti integratori.

PREVALGONO LE PIÙ STUPIDE PAURE ALIMENTARI

La paura più frequente è quella di non avere quantità sufficienti di proteine, oppure ferro o calcio e chissà quali altre sostanze. A questo punto scatta la necessità di un’informazione capillare, rassicurante ma scientificamente supportata, che possa dare valido aiuto a questa scelta fondamentale per la vita e la salute a qualunque età. Questo è quello che faccio ogni giorno in ambulatorio. Tante piccole miniconferenze ad personam, senza mai costringere nessuno ma cercando di dare ai miei pazienti gli strumenti giusti per mantenere o ritrovare la salute, cercando di non prescrivere farmaci che agiscono solo sui sintomi senza mai risolvere il problema alla fonte.

ARTRITE REUMATOIDE GUARITA CAMBIANDO ALIMENTAZIONE

In base a questi principi sono ormai tanti i casi che io tratto con risultati eccellenti e, come dicevo, quando necessario mi avvalgo della collaborazione della bravissima dietista vegana crudista Mirna Visentini, una splendida donna che è riuscita a vincere la battaglia contro l’artrite reumatoide, diagnosticata all’età di 2 anni, semplicemente invertendo la marcia per quanto riguarda lo stile di vita, quale esempio vale di più?

GUARIGIONI SPETTACOLARI A CONFERMA CHE LA HEALTH SCIENCE IGIENISTICA FUNZIONA DAVVERO

Avrei moltissimi casi del genere da riportare, ma quello che tra i tanti mi ha colpito di più è quello di una giovane donna che si era presentata in ambulatorio come urgenza con la faccia gonfia e rossa come un pallone, in preda da tempo ad una reazione poliallergica per cui non riusciva più a mangiare nulla. Aveva provato di tutto dal pronto soccorso allo specialista, trattata con cortisone e antistaminici senza alcun risultato. Ebbene dopo solo 15 giorni di alimentazione vegetale depurativa la ragazza non aveva più nulla! Vi lascio immaginare la sua felicità e la nostra soddisfazione.

PATOLOGIE CHE SPARISCONO GRAZIE ALLA DIETA VEGETALE E VITALE

Risultanti eccellenti abbiamo avuto anche nel caso di reflusso gastroesofageo, ernia iatale, colon irritabile, diabete, dislipidemia, ipertensione arteriosa, obesità. Nel sovrappeso grave si perdono i chili senza patire la fame, e soprattutto senza intossicarsi con le tristemente famose diete iperproteiche. In fondo non c’è nulla di nuovo o complicato in tutto questo. Già 2500 anni fa Ippocrate, il padre della medicina, diceva ai suoi allievi “Fa che il cibo sia la tua medicina”. Ed è questo il concetto che oggi viene diffuso dall’igienismo, la vera scienza della salute.
Dottoressa Mirella Pizzi

*****

UN PENSIERO SULLA FELICITÀ

Il modo per essere felici é di rendere gli altri felici e di far vedere loro che li amiamo. Il modo per fargli vedere che li amiamo é di amarli veramente.
Jeremy Bentham, filosofo economista

*****

RISPOSTA

IL CORAGGIO E L’INTELLIGENZA VINCONO OGNI RESISTENZA ED OGNI OSTILITÀ

Carissime Mirella e Mirna. Conoscendovi entrambe di persona ero sicuro che avreste fatto cose egregie, vincendo le difficoltà ambientali di una Bologna capitale mondiale del grasso e della cadaverina, patria della Cremonini, del prosciutto di Parma, della mortuaria Mortadella e del saporitissimo grana Parmigiano-Reggiano, carico purtroppo di sale e caseina, micidiale mix che si finisce per pagare caro.

UN FULGIDO ESEMPIO STILE FLORENCE NIGHTINGALE

Alla Mirella Pizzi vorrei davvero fare enormi complimenti, esprimendole la mia grande ammirazione. Sta dando infatti una sonora lezione professionale ai medici maschi d’Italia, rintanati troppo spesso nelle loro mediocrità, nelle loro piccolezze e nei loro egoismi. Quasi una nuova  Florence Nightingale, armata di incredibile forza morale, di entusiasmo e di coraggio. Ulteriore dimostrazione che saranno proprio le donne di coraggio a rimettere il mondo nella giusta carreggiata.

INDEGNO SOFFOCAMENTO DELLA HEALTH SCIENCE IN ITALIA

La Scienza Igienistica in Italia è stata soffocata, ignorata ed annientata in modo vergognoso per secoli, nonostante l’Italia fosse la patria e la Nazione Guida della salute, con Roma Imperiale capace di vietare l’arte medica e le pozioni greche per 600 anni, con la Scuola Medica Salernitana, ad alto contenuto pitagorico-ippocratico, capace di insegnare corrette terapie mediche a tutto il mondo per un millennio, con Santi tipo Francesco d’Assisi, Antonio da Padova e altri ancora ad esaltare l’amore per gli animali, con Leonardo da Vinci a promuovere il rispetto per ogni creatura vivente e per l’ambiente, con Giordano Bruno a condannare la stupidità manifesta del materialismo, con Luigi Alvise Cornaro a scrivere il primo trattato igienistico della Storia.

PERSONE CHE FANNO LA DIFFERENZA

Ci ritroviamo oggi con una schiera di persone di nuova generazione, di persone che fanno la differenza, come descritto magnificamente da un’altra magnifica donna emiliana come la dr Fiorenza Guarino della Agaphe, che con la sua dedizione igienista ha letteralmente creato le basi per lo sviluppo e per l’intreccio di queste Nuove Forze.

SPINA DORSALE DI UNA NUOVA GENERAZIONE CHE BADA ALLA DIGNITÀ ED ALL’AUTONOMIA, E NON SI VENDE PER UN PIATTO DI LENTICCHIE

Persone che rappresentano la spina dorsale di una Nuova Educazione che sta sorgendo in mezzo al boicottaggio totale da parte delle Istituzioni, delle Leggi Vigenti, delle Scuole di ogni ordine e grado, dei Media, della Politica e del Regime Medico Mondiale, tanto arrogante quanto ridicolo e fallimentare nei risultati, tanto corrotto e prostituito da essere sul libro paga delle multinazionali, tanto strisciante ed ipocrita da aver scritto le pagine più nere, oltraggiose e disonorevoli della storia umana, come i Carrozzoni Carnascialeschi-Hollywoodiani Aids ed Ebola insegnano. Un grande evviva alle nostre eroine bolognesi!

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA

Carissimo Valdo,  ti ringrazio tantissimo per la stima che mi dimostri e per la soddisfazione che mi danno le tue parole. Tu sei un grande maestro e mi inchino alla tua enorme conoscenza igienista a cui mi sto affacciando da qualche anno con enormi successi per la salute dei miei pazienti, eliminando ed evitando tanti farmaci inutili e dannosi. Ti invio anche gli altri miei articoli per un tuo parere in proposito, un caro saluto e a presto!!!!
Mirella Pizzi

*****

DOCUMENTO DELLA DR MIRELLA PIZZI, MEDICO DI BASE A BOLOGNA (Sintesi, titolo e sottotitoli di VV)

INFLUENZA COME CURARE QUESTA NON-MALATTIA OVVERO QUESTA BENETTIA

AMBULATORIO PIENO E TELEFONO CHE SQUILLA ININTERROTTO

Ci siamo. In questo periodo, dopo le feste natalizie, l’ambulatorio si riempie di pazienti febbricitanti che tossiscono continuamente e chiedono il rimedio miracoloso, cioè il farmaco, o magari un antibiotico, che possa farli guarire immediatamente dall’influenza. Il telefono squilla ininterrotto per lo stesso motivo e per me non è facile contenere questa ondata di super lavoro.

COS’È DUNQUE LA TEMUTISSIMA INFLUENZA?

Ma vediamo insieme cos’è la temuta influenza, quella che porta milioni di persone a vaccinarsi ogni anno per tentare di scongiurarla. Vediamo perché si accompagna spesso a preoccupazione e paura. I sintomi principali sono febbre, cefalea, tosse secca, mal di gola, dolori muscolari diffusi e, non a caso, inappetenza. Si tratta di un malessere generale che presenta la maggior frequenza in questo periodo dopo le abbondanti libagioni che hanno caratterizzato il pranzo di Natale, il cenone di Capodanno ed ogni altra occasione buona per trangugiare tortellini, zamponi, arrosti e una mostruosa quantità di altri cibi animali completamente inadeguati al nostro organismo, altamente acidificanti e intossicanti. Chiamiamola pure benettia, un modo efficace per tornare in salute.

COME MAI LA GENTE SI AMMALA SIMULTANEAMENTE IN QUESTO PERIODO?

Come si spiega il fatto che tante persone si ammalano simultaneamente in questo periodo? Ci hanno abituato a credere che si tratti di un virus che si trasmette con facilità, un nemico che viene dall’esterno, mentre non dobbiamo considerarla una malattia contagiosa, ma al contrario come dice l’igienismo, un modo semplice e veloce per recuperare l’equilibrio del nostro organismo.

IL CONCETTO DI TOSSIEMIA ELABORATO DAL DR JOHN TILDEN

Qui entra in campo il concetto di tossiemia, teoria elaborata dal dr Jhon Tilden, medico igienista appartenente alla American Natural Hygiene Society, che ci spiega come ognuno di noi presenti un certo livello di tolleranza alle tossine introdotte attraverso alimenti inadeguati. Tolleranza che varia da persona a persona e a secondo della stagione, quando scatta la Goccia che fa traboccare il vaso. Se questo limite viene superato entra in gioco il nostro sistema immunitario. E lo fa cercando di espellere le tossine attraverso un meccanismo di difesa intelligente che si manifesta con la febbre e la malattia chiamata generalmente influenza.

RIPOSO, SUCCHI DI FRUTTA E NIENTE FARMACI

Il cambio del clima, la carenza di sole, l’uso di integratori, l’aumento di cibi animali cotti ed elaborati, grassi e acidificanti, con assoluta carenza di vitamine, antiossidanti, enzimi e quant’altro, favorisce questo meccanismo rimediale che si manifesta solitamente proprio nella stagione invernale. Una volta stabilito che non si tratta di una malattia, ma di una semplice fase eliminatoria, che fare per superarla?
Assoluto riposo per qualche giorno, mangiare frutta e verdura cruda, spremute, frullati, estratti vegetali e non cercare di abbassare la febbre con farmaci. Ricordiamo che si tratta di un vero e proprio meccanismo di difesa!

VIETATO INTRALCIARE I PROCESSI DI RECUPERO DI MADRE NATURA

Se al contrario ci rivolgiamo subito ad antipiretici, antibiotici o vitamine sotto forma di integratori non facciamo altro che intralciare questo meraviglioso processo di recupero che la Natura ci ha donato. Ci sembrerà di essere guariti, mentre avremo solo aperto la strada ad altre future malattie, più profonde e più gravi.

LA PREVENZIONE SI OTTIENE MA NON CERTO COI VACCINI

Ma come fare infine per prevenire l’influenza? Non certo attraverso i vaccini di cui è ormai dimostrata da più parti l’inutilità, accompagnata spesso da gravi reazioni avverse. L’unico modo ormai certo e scientificamente provato è quello di seguire una sana alimentazione priva di carne, latte, formaggi, yogurt, pesce e uova, tutti cibi negativi per la nostra salute in generale, rivolgendo la nostra attenzione ad una dieta vegetale ricca per il 70% circa di frutta e verdura cruda.

LA LEUCOCITOSI DI PAUL KOUCHAKOFF

Perché tendere ai cibi vegetali il più possibile crudi? Come dimostrato dai famosi test di Kouchakoff (Primo Congresso di Microbiologia a Parigi nel 1930), ogni volta che assumiamo un pasto a base di proteine animali o un pasto a base di cibi cotti, i leucociti, ossia i globuli bianchi, si mettono sulle difensive e si moltiplicano fino a triplicare il valore iniziale, mentre nessun processo patologico di leucocitosi accade dopo aver mangiato frutta e verdura cruda.

GLI ENZIMI DI EDWARD HOWELL E LE VIBRAZIONI DI ANDRÈ SIMONETON

Ricordiamo inoltre la scoperta dei food enzymes, gli enzimi vivi presenti solo nei cibi vivi e non cotti fatta da Edward Howell, nonché la teoria delle vibrazioni e delle onde elettromagnetiche emesse dai vari cibi, da parte di Andrè Simoneton. Ancora una volta ricorre il concetto che la salute è nelle nostre mani.

SFRUTTIAMO AL MEGLIO I POTERI A NOSTRA DISPOSIZIONE

Dobbiamo uscire da un meccanismo perverso che ci vuole rendere a tutti costi consumatori di poveri animali macellati e di medicine. Cerchiamo piuttosto di avere una visione più naturale e soprattutto più etica della nostra esistenza. Abbiamo in noi il potere di difendere la vita, la libertà, il benessere nostro e quello di ogni creatura vivente. Allo stesso tempo possediamo una innata capacità di mantenere e ripristinare la salute grazie al Sistema Immunitario, nostro Sovrano Medicatore di tutti i mali!

*****

RISPOSTA

Ciao Mirella. Questo tuo articolo fa seguito alla tesina “Mirella Pizzi, dottoressa esemplare e coraggiosa, medico di base in Bologna“. Un mio parere sui tuoi scritti? Possiedi delle qualità tanto preziose quanto rare.

  • Credi in quello che fai
  • Sei una persona bella e trasparente
  • Hai la capacità di sintetizzare i punti salienti
  • Ti sei avvicinata alla Health Science Igienistica con grande umiltà, mettendo da parte senza alcuna esitazione le nozioni e i concetti medici appresi con grandi sacrifici presso l’Università di Bologna, avendo intuito gli effimeri, caduchi e corrotti aspetti della cultura medica prevalente
  • Non hai esitato a mettere in gioco la tua posizione privilegiata di Medico di Base

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

3 commenti

  1. Grandi donne!, ma strano che non l' abbiano ancora radiata dall' albo dei medici.

  2. Avrei la curiosità di sapere se la dott.ssa Mirella dice chiaro e tondo ai suoi pazienti che la chemio ammala invece di guarire, e la radioterapia pure. Se davvero, anche nei casi gravi, dà il suo onesto parere e si rifiuta di firmare le impegnative per questo tipo di "cura". O se crede nell'igienismo "a metà". Non è una polemica, il discorso è importante e deve essere spiegato in modo chiaro. Già orientare verso una dieta vegan crudista è una missione nobile. Ma parlare, come va di moda, di "amore per gli altri" poi indirizzarli verso pratiche cimiteriali, stonerebbe.
    Personalmente (ma ha davvero poca importanza), credo che sia felice chi si accetta per quello che è. E lavora su di sé perché pensieri, parole e azioni, siano coerenti. L'amore per gli altri non esiste senza quello per sé stessi, ne è una naturale conseguenza. Almeno io la penso così.
    Sarebbe bello avere in una sua successiva mail a Valdo chiarezza sul mio precedente quesito.Grazie.

  3. Coordinamento Movimento LAM Lega Anti Macellazione on

    Buongiorno, vorrei sapere cosa pensa la dottoressa sulle uova. Ho letto in un opuscolo che parla solo di carne e latte.
    Io sono contraria anche alle uova! Pensare ai pulcini che finiscono vivi nel tritacarne….mi viene male solo al pensiero.
    Per non parlare di come vengono trattate le povere galline. Sfruttate finché producono uova, poi gettate nel pattume nella migliore delle ipotesi.
    Ringrazio