TECNICHE MIGLIORATIVE PER MIOPIA E ASTIGMATISMO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Caro Valdo, tempo fa ti scrissi lamentandomi della mia famiglia che non accettava di buon grado le mie scelte alimentari e non faceva altro che mettermi addosso tensione e rabbia che per mio carattere reprimevo per non creare ulteriori incomprensioni. Beh, a distanza di sei mesi ho conquistato maggiore coscienza nella relazione con gli altri. Ho cambiato il mio atteggiamento mentre gli altri, la mia famiglia, sono rimasti quelli di sempre.

LA GENTE VA AIUTATA AD EVOLVERE COL BUON ESEMPIO

La tensione si creava perché io mi sentivo attaccata, criticata, trattata con sufficienza e con scarsa considerazione. Ho cominciato a pensare che tutti, piano piano, giungeranno a comprendere come sia insostenibile il modo tradizionale di vivere e da qui cominceranno a valutare altre alternative, altri “mondi”. Va bene così. Se ho avuto l’impressione che considerassero le mie idee velleitarie, non è certo loro la colpa. C’è qualcosa di marcio alla base che da sempre ottunde le loro menti. Non gli rimprovero nulla. Il mio esempio li aiuterà ad evolvere, prima o dopo.

MIOPE E ASTIGMATICA DA SEMPRE

Per Natale mi sono regalata un essiccatore per cominciare ad aumentare il crudo rispetto al cotto e vorrei cercare di eliminare la cottura quasi completamente. Sono miope e astigmatica praticamente da sempre. Porto gli occhiali da quando ho circa 6 anni (ne ho 21) e non ho avuto mai miglioramenti rilevanti. Senza occhiali sono un’invalida. Quest’estate ho provato le lenti a contatto rigide ma non sono riuscita ad adattarmi e le ho abbandonate.

L’INTERVENTO POTREBBE AIUTARMI A RECUPERARE I DECIMI MANCANTI

L’oculista che fino ad ora si è occupata della mia vista ritiene che l’intervento possa aiutarmi a recuperare la maggior parte dei decimi mancanti, ma non tutti, visto che il mio difetto combinato non lo renderebbe possibile.

ESISTONO DAVVERO METODI EFFICACI DI RIEDUCAZIONE?

Ho letto molto di persone che soltanto mangiando secondo natura hanno recuperato una vista perfetta e senza intervento. Ho letto anche della rieducazione visiva di Bates, ma credo che risultati migliori si possano avere coniugando l’alimentazione naturale agli esercizi di rieducazione. Hai qualche consiglio da darmi in merito? Grazie sempre. Con stima.
Roberta

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI MIOPIA

Ciao Roberta. La miopia è un difetto visivo che altera la messa a fuoco, per cui si vedono bene e nitidi gli oggetti vicini, mentre risultano sfocati e annebbiati quelli lontani, con aggravamento del fenomeno nelle ore notturne.
Nell’occhio normale le immagini si formano sulla retina e danno luogo a una messa a fuoco corretta. Nell’occhio miope l’immagine si forma davanti alla retina, generando una visione sfocata per gli oggetti n lontananza. Chi ne è affetto socchiude spesso gli occhi nel tentativo di vedere meglio, ma questo comporta un affaticamento della vista. Il 25% della popolazione mondiale soffre di miopia.

QUESTIONE DI ANOMALIE REFRATTIVE

Il fattore causativo sta nel bulbo oculare di forma eccessivamente allungata, con curvatura eccessiva della cornea, ossia della membrana che controlla la parte anteriore dell’occhio. La miopia è considerata lieve fino a 4 diottrie, media fino a 8 e grave oltre le 8 diottrie. Occhiali e lenti a contatto non risolvono il problema ma consentono di vedere al meglio. L’ideale resta quello di adoperare gli occhiali solo per il lontano, e di sfruttare al meglio la capacità visiva naturale per gli oggetti vicini, oltre che per la lettura.

PROCEDURE CORRETTIVE MEDIANTE LASER

La procedura laser tipo PRK fotoablazione corneale di superficie) asporta parte el tessuto superficiale della cornea, rendendola più piatta, e vale per le miopie lievi. La procedura LASIK (cheratomileusi intrastromale) asporta strati più interni della cornea e può andar bene per ogni miopia. Essendo gli occhi lo specchio della vita, una specie di punto rivelativo terminale sintetico dello stato interno dell’organismo, occorre rispettarli. L’occhio offre infatti all’oculista e all’iridologo la possibilità di conoscere lo stato di salute e di equilibrio dell’organismo.

DEFINIZIONE DI ASTIGMATISMO

L’astigmatismo (dal greco a = assenza e stigmé = punto) è un errore refrattivo con visione sfocata e sdoppiata a tutte le distanze. L’intervento laser in questo caso si chiama MARK e consiste in una minicheratotomia radiale asimmetrica. Le cause reali di queste anomalie non si conoscono, e le teorie genetiche non convincono nessuno. Leggere anche la mia tesina “Miopia e chirurgia rifrattiva a laser“.

LE TECNICHE NON INVASIVE DEL DR BATES

Vale il discorso sull’inefficacia dell’intervento sui sintomi e quindi sull’occhio. E’ sicuramente più vicino alla verità chi segue le pazienti tecniche del dr William Bates, basate su esercizi di rotazione dell’occhio, su esercizi tipo “guarda lontano-guarda vicino”, su cure tipo guarda il verde e i colori della natura. Ed è pure vicino alla verità chi parla di teorie comportamentali, vedendo come causa della malattia lo stress da iper-accomodazione causato dallo sforzo visivo a distanza non sufficientemente ravvicinata.

LA CORNEA NON E’ FATTA DI PLASTICA

C’è generale convergenza di opinioni sui progressi straordinari delle tecniche laser, sicuramente efficaci nel ridare chiarezza visiva. Occorre comunque fare qualche riflessione. Gli interventi atti a modificare il potere refrattivo del bulbo sono sempre rivolti ad un approccio corneale. Ma la cornea non è un brandello di materia inanimata. Trattasi di tessuto biologico integro in cui si mantiene un delicato equilibrio, tale da garantire le caratteristiche di specularità, vascolarizzazione e trasparenza di quell’occhio. Qualsiasi tipo di insulto e di modifica esterna che l’operatore apporta all’integrità tissutale non è sempre privo di inconvenienti, come si vorrebbe far credere.

DIETA E RESPIRAZIONE

Ha ragioni da vendere Manuel Lezaeta, quando afferma che gli occhi si ammalano o funzionano in modo anomalo a causa della impurità del sangue, che fa fatica a giungere dovunque con sufficiente flusso e regolarità. Sangue viziato e alterato da cattive digestioni, da stitichezza e da miasmi intestinali risalenti che causano congestioni e sbalzi di pressione locali negli organi sensori dell’organismo ed in zona cerebrale.

Per guarire al meglio serve dunque ristabilire la normalità digestiva e riattivare le funzioni della pelle, mediante movimento giornaliero e respirazione.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
10 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
10
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x