TIROIDITE, MALESSERE LINFATICO E RIVOLUZIONE CULTURALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CRISI GLOBALE CON EVIDENTI DIFFICOLTA’ CARDIOCIRCOLATORIE

Buongiorno, dal mese di giugno avverto affaticamento e sudorazione eccessiva. Al lavoro mi si è alzata la pressione, con formicolii agli arti e tachicardia. Il medico di famiglia ha diagnosticato avvertimenti negativi quali stress ed ansia. Mi son rivolta privatamente ad un chirurgo di fiducia, il quale mi ha prescritto gli esami tiroidei. Il valore TSH, al 7 agosto, è risultato pari a 5.01, mentre l’ FT4 è stato pari a 10.8. Alla visita successiva, la dottoressa mi prescrive ulteriori esami, aggiungendo anche l’ecografie tiroidea e cardiaca a riposo, per escludere il prolasso della mitrale. Nel frattempo parto per il mare, perché l’endocrinologa mi da l’OK per andare dove voglio. Al mare però non son stata bene, e ho contattato la guardia medica, che a sua volta ha fatto intervenire la croce rossa, visto che i battiti cardiaci non erano regolari.

CONTROLLI ORMONALI E DEMONIZZAZIONE DELLA TIROIDE

I risulti degli esami (fatti prima della vacanza marina) riportano i seguenti valori: TSH 5.12, FT4 14.1, ANTI PEROSSIDASI 377, ANTI TIREOGLOBULINA 542, INSULINA BASALE 3.8. L’ecografia tiroidea riporta un’infiammazione vascolare della tiroide con 8 noduli che sono contenuti nel loro alveolo. La valvola mitrale non ha avuto prolasso. L’esame delle intollerenze alimentari è negativo. Contatto un’altra endocrinologa, che lavora in un ospedale dove c’è il reparto di endocrinologia e, in riferimento alla esami, mi prescrive terapia Eutirox 25 mg, che ha inizio il giorno 8 settembre. A distanza di due settimane, ci sono dei giorni in cui avverto ancora affaticamento, anche solo dopo aver fatto una scala di 20 gradini. Continuo inoltre a soffrire di tachicardia, dolori allo stomaco, dolori anche al polmone sinistro. Mi potrebbe gentilmente aiutare a capire cosa mi sta succedendo?

A PARTE LA TIROIDE, NON CI SARA’ QUALCOS’ALTRO?

Vorrei iniziare un corso di acquatonic, a contrasto del mio lavoro di impiegata. Rimango seduta 9/10 ore al giorno e vorrei fare movimento. Ma se, dopo 20 gradini ho l’affanno, non so proprio come potrei affrontare delle lezioni di 50 minuti in movimento. Inoltre questi sintomi sono inerenti al discorso tiroide o ci potrebbe essere qualcos’altro di poco interessante? Ho chiesto all’endocrinologa il tipo di alimentazione da seguire, ma mi ha riferito di mangiare quel che voglio. Specifico che ho mamma con patologia L.E.S. (lupus). Scusi per le tante righe. Ringrazio anticipatamente e saluto con cordialità.
Anita

*****

RISPOSTA

GHIANDOLA TIROIDE CROCEVIA DELLA TEMPERATURA, DELLA CRESCITA E DELLA SALUTE

Ciao Anita, La tiroide non è una semplice ghiandola da affidare a uno specialista tiroidologo o endocrinologo. La tiroide è il crocevia dell’equilibrio calorico, minerale ed emozionale del corpo. Per la tiroide ci vorrebbe uno specialista in organi vitali, un vitalista. Qualcuno che non esiste sul mercato degli aggiustatori ghiandolari. Il tuo problema sta in ogni caso nel sistema linfatico. Se il sangue è un liquido trasportatore, la linfa è un liquido movimentatore ed assorbitore, capace di collezionare i residui tossici prodotti dal corpo e di depositarli nei cassonetti delle immondizie chiamati linfonodi. I virus endogeni, ovvero i detriti cellulari generati dalla moria e dal ricambio cellulare, continuano ad arrivare in modo quotidiano ed incessante al ritmo d miliardi. La rimozione degli inquinanti proteici e dei detriti cellulari dagli spazi interstiziali è una funzione fondamentale, altrimenti moriremmo nel giro di 24 ore. Il sistema linfatico fa esattamente questo, sotto l’attenta regia del sistema immunitario.

DECONGESTIONARE SUBITO IL SISTEMA LINFATICO MEDIANTE DIGESTIONI RAPIDE E SEMPLICI

Per vivere in salute serve pertanto alimentarsi di cibi leggeri che non acidifichino, che non devitalizzino in termini di potere radiante e vibrazionale (vedi scala Simoneton), che non leucosizzino (vedi scala Kouchakoff), che non congestionino od impigriscano il sistema (vedi tempi medi di digestione, con frutta in testa con 30 minuti soltanto, e carne-pesce in coda con 30-50 ore). La congestione del sistema linfatico porta sempre a seri danni, inclusi noduli, infiammazioni croniche, tiroiditi, diabete, dialisi e cancro. Il sistema ghiandolare, tramite un formidabile network di neurotrasmettitori, di ormoni e contro-ormoni, di recettori e di inibitori, è strettamente interrelato, dalla pineale, all’ipofisi, alla tiroide, al timo, al pancreas, alle surrenali e alle gonadi. Assurdo e blasfemo già il solo pensare che un intervento, farmacologico o chirurgico su una singola ghiandola, possa lasciare inalterato l’equilibrio e la funzionalità di tutte le altre.

ESSERE CONTRO I TRAPIANTI E’ UN ATTO DI CIVILTA’ E DI CORAGGIO, NON UNA VIGLIACCHERIA

Nonostante gli insegnamenti di Ippocrate, ripresi fortemente dall’antica Roma, sulla “Mens sana in corpore sano”, la medicina moderna continua testardamente a promuovere il concetto dualistico di corpo e spirito suddivisi in diverse entità, e dello stesso corpo separato in diversi compartimenti stagni curabili da appositi specialisti. Ennesimo bestiario della cultura medica prevalente, basata sul bisturi e sui trapianti d’organo, sul falso ed ipocrita concetto di generosità donazionale, come se il non aderire alla logica dei trapianti fosse un antisociale atto di tirchieria e di individualismo, e non una precisa scelta ideologica anti-trapiantistica.

IL FRIULI E’ PRIMO NELLA DIETA CASEINICO-SANGUINARIA, PRIMO NELLE DONAZIONI, PRIMO NEI DRAMMI

Il Friuli, ad esempio, risulta essere purtroppo tra le regioni più ammalate d’Italia. E si vanta pure di essere tra le regioni più avanzate del mondo in termini di donazioni e di trapianti, e quindi di spirito civile e sociale, secondo i crismi dei chirurghi udinesi e pordenonesi (Aviano). Il fatto è che questa scelta non rappresenta affatto l’ideologia della salute e dell’amore per il prossimo, ma soltanto l’ideologia del mantenimento del maialismo, dell’alcolismo e del caffettismo, che nessuno di questi medici si è mai sognato di contestare con coerenza e convinzione.

UN CONTO E’ GUARDARE E UN CONTO E’ CORRERE

Si ama visceralmente il gioco del calcio, ma a correre e combattere per l’Udinese Calcio (regolarmente sovvenzionata dai produttori di latte e di prosciutti) sono soprattutto i giocatori dell’Africa Nera o dell’America Latina, mentre i campioni locali latitano del tutto o quasi.

BENESSERE E SALUTE PSICOFISICA SI COSTRUISCONO COL SUDORE

La salute si costruisce con la giusta nutrizione e con una sana e faticosa attività fisica ed intellettuale. E’ col sudore che si costruisce il benessere, la serenità e l’equilibrio mentale. E’ l’azione intensa che assorbe l’ansietà. E’ importante disegnarsi un piano di esercizi giornalieri, se vogliamo raggiungere un soddisfacente livello di stabilità emozionale. Nel caso tuo, 20 gradini il primo giorno, 30 il secondo e 40 il terzo. Dopo un mese arriverai a fare le scalinate e persino le scalate, a patto di accoppiare all’azione una dieta umana vegan-crudista tendenziale e non vampiristica, da iena, da avvoltoio o da sciacallo.

UNITA’ INTEGRALE DEL CORPO E DELLA MENTE

La cosa più ridicola di questa faccenda è quella dell’endocrinologa che ti dice di mangiare indifferentemente quello che vuoi, ma di prendere senza alcuna riserva ed esitazione l’Eutirox. Possibilista e indecisa sul cibo, sicura come una roccia sul farmaco. La seconda cosa che mi lascia perplesso è la domanda ansiosa che tu stessa ti poni: “Ci potrebbe essere qualcos’altro di interessante?” Posizioni entrambe precarie e poco costruttive. La salute è in ogni caso un tutt’uno. Non puoi avere la tiroide fuori posto e l’ipofisi a posto, l’intestino fuori posto e il fegato a posto. Ecco allora che quell’Eutirox inserito come panacea non risolve. La mia opinione è che tutti i sintomi di cui ti lamenti (stanchezza, sudorazione, formicolii, dolori allo stomaco e al polmone), sono un globale avvertimento interno, un segnale rosso d’emergenza. Sei un’auto carica di incrostazioni e col freno a mano tirato. Non puoi andare avanti in quel modo.

PERCHE’ STAI MALE?

Come tutti, ai primi segnali di malattia ci rivolgiamo alla medicina, pensando che essa ci tiri fuori dai guai. Ignoriamo che la medicina punta semplicemente a combattere il sintomo e la spia rossa, senza intaccare in alcun modo le ragioni per cui stiamo male. Le ragioni le conosciamo, se solo ci mettiamo un minimo di buon senso. Stai male perché ti alimenti male, perché digerisci male, perché respiri male, perché ti muovi poco. Stai male perché hai continuato a seguire tale copione per anni e anni, senza mai mettere in discussione le tue scelte.

CON LA CUROMANIA DEL SINTOMO NON SI RISOLVE NULLA

Sei arrivata al punto in cui il tuo corpo si rifiuta di andare avanti in quello stato. Serve pertanto una forte scossa e un forte cambiamento. Lo stress sulla tiroide porta ai noduli e all’infiammazione, ma la malattia non è questa. Questo è solo il sintomo del male. E il sintomo per me filosofo igienista non va combattuto. La malattia sta altrove. Sta nella tua cultura, nelle tue convinzioni, nelle tue abitudini.

VIETATO MESCOLARE QUESTO TIPO DI MEDICINA ALLA SCIENZA SALUTISTICA NATURALE

Non pensare ora di risolvere i tuoi problemi prendendo un po’ a destra (medicina) e un po’ a manca (igiene). Troppe diversità di ideologia e di metodo curativo contraddistinguono le due scuole. O ti curi medicalmente, o ti tratti igienicamente. L’igiene ti impone un drastico cambio di alimentazione, e un rigoroso non ricorso ai farmaci.

IL LUPUS NON E’ MALATTIA GENETICA E NEMMENO MALATTIA AUTOIMMUNE

Disapprovo anche il fatto di citare con implicita enfasi che hai una mamma con patologia LES, quasi a significare che potrebbe essere una questione di geni sbagliati e di ereditarietà. La questione del lupus materno è utile, semmai, solo per evidenziare che nell’ambito familiare girano le stesse informazioni, si fanno gli stessi errori di pensiero e di scelta a livello comportamentale ed alimentare. Il lupus è patologia legatissima alla pigrizia linfatica, al sangue viscoso, ai cibi alto-proteici ed alto-grassi, ai cibi cotti e devitalizzati.

COSA FARE IN CONCRETO?

Che fare? Se opti per una scelta igienista occorre cambiare registro, cambiare coordinate, meridiani e paralleli. Devi necessariamente darti un minimo di preparazione, allenandoti a navigare controcorrente. Nulla di spaventevole e di scomodo. L’igiene naturale è di una semplicità straordinaria. Dieta vitale, ossia vegana e tendenziale crudista. Centrifugati di carote, sedano, mela, più manciata di rucola, o ravanelli, o crescione, o radichetta di zenzero, da inserire a piacere a metà mattina o a tardo pomeriggio, con 2 cucchiai aggiuntivi di germe di grano. Succo di agrumi al risveglio, insalata verde al crudo di radicchio, o di cavolo crudo, o di valerianella e ravanelli, o di rape nere piccanti grattugiate e carote grattugiate, di pomodori e cetrioli, come piatto di esordio a pranzo e cena, seguito da patata, o zucca, o gnocchi, o cereali integrali, o pasta alle verdure, o pizza vegana senza mozzarella. Semi di zucca, di girasole e di sesamo, semi di chia e di canapa, lupini in salamoia, o una eventuale manciata di mandorle o pinoli concluderanno il pasto.

TRASFERIMENTO E TRASFORMAZIONE

Un vero e proprio trasferimento dall’ideologia proteica formaggiaia-pescicola-bisteccaia, integrata da litri di acque dure alcaline, da supplementi mineral-vitaminici, da dolcetti, salatini, alcol e caffè, al regno pacifico e vitale della frutta, dei meloni, dell’uva, dei melograni, delle fragole, delle ciliegie, delle pesche, dei mirtilli, dei lamponi, dei fichi, dei datteri e dei kaki, dei manghi e dei durian. Al magnifico ambiente delle crudità verduriane, dei carciofi, delle indivie belghe, dei cavolini di Bruxelles, dei cavolfiori, delle patate, dei funghi, dei tartufi, dei cereali, delle bietole, del topinambur e delle rape, dei lupini e dei germogli, degli agli, dei porri e delle cipolle, delle olive, dei carciofini sott’olio extravergine e del pomodoro secco. Al dominio del tarassaco e delle fantastiche verdure selvatiche, dei semini, delle mandorle e dei pinoli, dei pani-pasta-pizza vegani e limitati. Un entrare nel mondo della respirazione e del movimento aerobico, della traspirazione, del sole, e del rispetto per il proprio disegno corporale fruttariano, per la pulizia interna e la salute, per l’ecologia ambientale e per la salvaguardia, la protezione e l’incolumità di tutte le creature viventi e senzienti.

Leggiti il testo The China Study, ora tradotto e reperibile nelle librerie, e sconfiggerai i dolori allo stomaco ed al polmone. Leggiti i miei libri e le mie tesine sulle tiroiditi e sul cibo, applicandone i contenuti in modo coerente e convinto, e non ti servirà diventare cavia di cure e test medici in continuazione. Non sta a me dire questo. Ti riferisco solo quanto mi dicono i tanti beneficiati non per effetto placebo o per miglioramenti illusori e transitori, ma per definitivo ripristino di una salute radiante ed energetica a tutti i livelli.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.