TUMORI ASPORTATI, CHEMIO REITERATE E UNA FIGLIA CON LE LACRIME AGLI OCCHI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

LE SCRIVO CON LE LACRIME AGLI OCCHI, PER DUE TUMORI MATERNI ASPORTATI E METASTASIZZANTI

Buongiorno Dr Valdo Vaccaro, Io mi chiamo Daniela. Le scrivo con le lacrime agli occhi e con la speranza che qualcuno mi possa aiutare. Mia Madre ha 69 anni e purtroppo è stata operata un anno e mezzo fa di due tumori, uno al seno ed uno all’uretere. A distanza di un anno e dopo 4 chemioterapie rosse le sono comparse metastasi al fegato e un linfonodo al pelvi.

CICLI DI CHEMIO A RIPETIZIONE

Il suo oncologo, visto un altro ciclo di chemioterapia che le ha fatto fare per fermarlo senza riuscirci, gliene farà iniziare un altro lunedì. Ma non parla di alimentazione giusta e quando provo ad accennargliela, quasi mi denigra.

DISPERSA ED ISOLATA IN QUESTA LOTTA

Io sono convinta degli aspetti benefici delle vitamine per contrastare questo male. Ho comprato un estrattore a freddo e cerco di farle bere tre centrifughe al giorno, più un bicchiere di spremuta di arancia a digiuno la mattina. Sto impazzendo a leggere tutti gli articoli sull’argomento. Vitamina C ed ascorbato di potassio, poi vitamina B17 ed altro ancora. Sono sola e mi sento sola in questa mia lotta.

MIA MADRE È LA SOLA PERSONA CHE MI RIMANE

Io le parlo con il cuore in mano. Mi rimane solo mia madre. Non ho più il papà, non ho marito e figli. Lei è rimasta l’unico legame della mia vita. Vorrei chiederle se mi potesse indicare la via da seguire. Quali alimenti farle mangiare o centrifugare e altre accortezze. Purtroppo sono circondata da interessi voraci e volgari. Tutti mi parlano di corso ineluttabile della natura. Io non ci credo, visto che una sola puntura di chemio è costata allo Stato Italiano 1800,00 euro, finiti nelle tasche delle case farmaceutiche. Grazie per l’attenzione.
Daniela

*****

RISPOSTA

A VOLTE LA VOGLIA DI FARE NON BASTA

Ciao Daniela. Comprendo e condivido emotivamente la tua situazione. Sei da sola e stai leggendo tante cose su vitamina C, sulla B1, sulla B17 e non so cos’altro ancora. Quando ci si butta a capofitto si corre il rischio concreto di confondersi, di accumulare nozioni contraddittorie, di raccogliere concetti-spazzatura, di complicare la propria cultura anziché affinarla e di allontanarsi dalla realtà, col risultato di una chiarezza mentale compromessa e di scelte terribilmente sbagliate e devastanti.

LA MEDICINA DI OGGI NON MERITA ONESTAMENTE FIDUCIA

Come si faccia, oggi nel 2015, a dar fiducia a una medicina inaffidabile ed incartapecorita che propone testardamente la chemio e la radioterapia, onestamente non lo so. Eppure, entro domani lunedì, nel giro di poche ore, tua mamma subirà questo ennesimo accanimento terapeutico!

IMPARIAMO QUALCOSA DAL DR CHARLES HUGGINS, NOBEL DELLA MEDICINA

Se tu, anziché abbeverarti alla cultura raccogliticcia e kitsch che va a cercare soluzioni curomani e miracolistiche nei semi di pompelmo o in altre risorse strane, avessi usato migliori criteri selettivi, avresti ad esempio appreso che un celebre oncologo americano, il dr Charles Huggins, premio Nobel e docente alla Chicago University, si è espresso 20 anni orsono in modo chiaro ed inequivocabile sulla chemioterapia.

NULLA DI PEGGIO AL MONDO CHE LA CHEMIO

“Sono decisamente contrario a questi metodi mediocri e sbrigativi, oltre che privi di senso logico, metodi che indeboliscono e tagliano le ginocchia alla gente, senza offrire nulla di valido in contraccambio”. “Esistono cose assai peggiori della morte. Una di queste si chiama chemioterapia!”
“Se poi si usano assieme, chemio e radio diventano la procedura più letale mai concepita in campo medico. Una procedura usata comunemente da medici ossessionati e fissati nella distruzione del sintomo e delle cellule tumorali, da questo e niente altro che questo”. Una procedura tipica delle menti deboli e fragili della medicina, direbbe la grande Florence Nightingale (1820-1910).

TUA MADRE OGGI SI TROVA NELLE MANI SBAGLIATE

Se solo tu avessi appreso che una sfilza di medici importanti, trasparenti ed intelligenti, come il dr Lambe già nel lontano 1809, seguito  di recente dal tedesco Max Gerson e dall’olandese Moerman, hanno trattato e risolto con successo tumori e cancri aiutando semplicemente i loro pazienti a correggere i rispettivi disordini costituzionali, a modificare il milieu interieur del dr Claude Bernard, a rispettare l’intoccabile sintomo tumorale, asportando invece la loro tumorosità, la loro tendenza a formare tumori in crescita, non avresti oggi tua madre nelle mani sbagliate.

GLI ESTRATTORI DI FRUTTA E DI VERDURA VANNO BENISSIMO

Chiaro che hai fatto bene ad attrezzarti di estrattori e di cultura vegan-crudista più avanzata che tendenziale. Purtroppo c’è decisa incompatibilità tra procedure chemio e fruttarianismo intenso. Ti invito ad andare sul mio blog e digitare come motore di ricerca parole tipo tumore, cancro, chemio, ottenendo i titoli delle tesine specifiche. La lettura dei miei libri circolanti ti aiuterà a dare maggiore contenuto alla tua preparazione igienista.

STRATEGIE CONCRETE SUL DA FARSI

Per la dieta affidati a quella vitale e crudista, ad alta vibrazione radiante, tipica della Scala Simoneton.   Una dieta  molto bassa in proteine e grassi animali, con abbondanza di vegetali crudi e di occhi di frutta, con rimedi erboristici tipo piantaggine lanceolata, salvia, aglio, cipolla, peperoncino, zenzero, succo d’uva, succo di mirtillo, frutti di bosco. Stare nel contempo lontani  da caffè, carne, zuccheri raffinati, tabacco e latticini.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. Tra le varie tesine sull'argomento prova a dare un'occhiata a quella del 20 agosto 2014. Riporta un link dove trovi l'intervista al medico milanese Paolo Rege-Gianas, il cui approccio si basa sull'utilizzo di succhi vegetali estratti a freddo.