UN ECCELLENTE EVASORE DI NOME VATICANO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

LA SANTA MADRE CHIESA NON PAGA ICI, IRPEF, IRES, IMU E TUTTO IL RESTO

Rai uno: una suora in trasmissione ci informa che con il costo di una scatoletta di cibo per cani si sfama un bambino in un paese del terzo mondo.
Io la informo per contro che, con il pagamento dell’ICI su tutti i beni immobili del Vaticano presenti sul suolo italiano e con la dismissione dei beni del Vaticano e dello IOR, si sfamano tutti i bambini e tutti i cani del mondo!
Il Vaticano non paga ICI, IRPEF, IRES, IMU, tasse immobiliari e doganali, ma neanche gas, acqua e fogne: Tutto è a carico dei contribuenti italiani.

LA SANTA MADRE CHIESA POSSIEDE IL 30% DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE ITALIANO

Possiede quasi il 30% del patrimonio immobiliare Italiano e con l’8 per mille toglie quasi 1 Miliardo di Euro all’anno all’Italia. Tassare la Chiesa e i suoi possedimenti in Italia é giusto per gli Italiani, oltre che per i bambini del terzo mondo e per tutti i cani del pianeta.

Studio Legale Avv. Maria Cristina Bruno Voena
Via Giuseppe Verdi n.47, 10124 TORINO
Tel.: 011.889330-011.8110730, telefax: 011.889330

Rosella Rosati
ARPA Umbria -Servizio Contabilità e Controllo di Gestione
tel. 075/51596542, fax 075/51596368
e-mail r.rosati@arpa.umbria.it

*****

RISPOSTA

GESÙ CRISTO È UNA COSA E IL VATICANO E’ UN’ALTRA

Non siamo dei mangiapreti, ma non vogliamo essere neppure fagocitati dai preti. Distinguiamo in ogni caso Dio e Gesù dal gruppo Rothschild, famiglia mondiale prendi-tutto, che cura con divino amore e infinita devozione gli interessi del Vaticano.

Siccome si è scatenata in Italia la caccia agli evasori, cominciamo a dare il buon esempio. Siccome si è scatenata in Italia la follia del controllo del danaro contante, la cui circolazione non può superare i 1000 Euro, cominciamo a parlare non solo delle tasse evase (legalmente, ben si intende) dal Vaticano negli ultimi 50 anni, ma anche dei 9 milioni di Euro che ogni anno lo stato regala in contanti al Vaticano a titolo di obolo Lateranense (sempre legalmente, ben si intende).

Recuperando tutta questa marea di danaro regalato al Vaticano, l’Italia sarebbe il paese più benestante del mondo intero, non solo nel settore privato ma anche a livello di finanze dello stato.

PERCHÉ NON REGALIAMO TUTTO ALLA CHIESA, E FINIAMO IN MASSA AD INTASARE IL PARADISO?

Già il Vaticano, con lo spauracchio della morte, dei diavoli e dell’inferno, riceve in regalia case, terreni e possedimenti dalle vecchiette italiane che vogliono morire in grazia di Dio. Ora questo non basta. Saremo costretti a dare alla Chiesa le nostre prime e seconde case, che non ci appartengono già più.

Avere una casa e pagare l’affitto ICI su di essa non è essere proprietari ma bensì inquilini ed affittuari.
Perché aspettare di regalarla alla Chiesa quando si muore? Regaliamogliela subito e così il Vaticano diventa padrone dell’Italia non più al 30% ma al 100%.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Cos'è tutto questo buonismo nei confronti dei preti? Piuttosto è necessario, oltreché doveroso, essere profondamente anticlericali! Forse Valdo Vaccaro e molti altri non sanno che questi signori sono i veri nemici dell'umanità intera, e non solo. Infatti la chiesa cattolica attraverso il catechismo, diffonde e insegna ai BAMBINI quanto segue: "Dio ha consegnato gli animali a colui che egli ha creato a sua immagine. È dunque legittimo servirsi degli animali per provvedere al nutrimento o per confezionare indumenti. Possono essere addomesticati, perché aiutino l'uomo nei suoi lavori e anche a ricrearsi negli svaghi. Le sperimentazioni mediche e scientifiche sugli animali sono pratiche moralmente accettabili, se rimangono entro limiti ragionevoli e contribuiscono a curare o salvare vite umane." (Art 2417 del catechismo della chiesa cattolica).

    Per capire quanto la chiesa sia ostile e principale avversaria delle nostre istanze salutiste, informo che l'Arcidiocesi di Los Angeles vietò alla comunità cattolica la lettura degli scritti di Arnold Ehret. È necessario capire che la chiesa cattolica ha tutto l'interesse a mantenere l'umanità malata, per motivi che ciascuno di voi dovrebbe quanto meno intuire, a partire dalle sue infinite attività economiche nel settore malattia (case di cura, ospedali, etc).

    La chiesa cattolica, ha adoperato e continua ad operare ogni mezzo per impedire che l'umanità possa venire a conoscenza delle pratiche igieniste-salutiste (vedi, per esempio, l'occultamento del "Vangelo esseno della pace"), altrimenti oltre a cadere tutto il suo enorme business creato sulla e intorno le malattie e le sofferenze, crollerebbe anche il suo castello di fandonie fondate sulle preghiere e/o devozioni mariane etc (guaradacaso, altro enorme giro d'affari!). In pratica, il prevalere delle pratiche igieniste-salutiste costringerebbe il Vaticano SpA a chiudere la sua millenaria bottega mangiasoldi, camuffata da "religione"….

    Infine, relativamente ai costi ANNUALI della chiesa cattolica, segnalo che si tratta di 9 MILIARDI di euro (comunque cifra in difetto, c'è chi parla di 14 miliardi) e non già di 9 milioni, come riportato erroneamente da Valdo Vaccaro. Buona giornata.

  2. Daniele Manzari on

    …L'esposizione di quanto sopra e'gia' di per sé una bella lezione esauriente per lo Stato Pontificio, per i credenti, per i non credenti per gli uomini di buona volontà e per i tanti ordinì religiosi della chiesa cattolica apostolica romana costituita quindi da tantissime sette che amano molto piu' l'IDDIO denaro che l'IDDIO CREATORE.