VEGETO-CRUDISMO E RIMEDI ANTI-TOSSE IN ETÀ PEDIATRICA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA 1

TENTATIVO VERSO IL CRUDISMO CON ALCUNE DOMANDE

Salve, È da circa un anno che sono diventata vegana, ultimamente cerco di mangiare il più possibile crudo e mi attira molto l’igiene naturale della quale però ancora so poco. Ho cominciato a leggere il suo libro Storia dell’Igienismo e vorrei farle qualche domanda.

IL PRIMOGENITO DI 3 ANNI E MEZZO PRENDE TUTTORA INDERAL, DOPO DELLE CURE A BASE DI AMIODARONE

Ho 2 bambini di 3 anni e mezzo e di 15 mesi. Il primo è nato prematuro, causa tachicardia fetale, ha avuto uno scompenso cardiaco e da subito gli hanno dato un sacco di farmaci per la sua salvezza. È stato 2 mesi in terapia intensiva ed ora il peggio è passato. Dovrà fare un’ablazione quando peserà 30 chili, però lui dalla nascita fino ad ora prende 3 volte al giorno un farmaco (Inderal). Fino a maggio 2016 prendeva in più anche l’Amiodarone!

MI STO RENDENDO CONTO CHE IL BAMBINO È STRAPIENO DI VELENI, TRA VACCINI E CURE ANTIBIOTICHE

Sono sempre stata abbastanza tranquilla, però adesso che mi sto informando e leggo tutte queste cose sull’igienismo, sull’acidità del corpo e su tutto il resto, mi rendo conto che lui è strapieno di veleni e per questa cosa mi stringe il cuore, ci penso di continuo. Poi è spesso raffreddato con tosse. Ultimamente cerco di non dargli altri farmaci però, specialmente il primo anno (io ancora incosciente), il dottore gli ha prescritto 3 volte l’antibiotico e poi subito da piccolo gli hanno fatto una volta al mese il vaccino Synagis (dicevano che per i prematuri era meglio farlo).

TEMO CHE NON CONTRASTANDO LA TOSSE SIA COSTRETTO A RIPRENDERE L’ANTIBIOTICO

Adesso è più di un anno senza antibiotico e già sono contenta, ma ancora non siamo fuori. Fino a pochi giorni fa gli ho dato uno sciroppo (fatto da me) per la tosse. Però visto che c’è zucchero e che viene bollito (diventando ancora più acido per il corpo) non glielo do più. Ma la tosse non gli passa (né a lui né alla piccola). Ho paura che poi peggiorando sia costretto a riprendere l’antibiotico! Come nella medicina per il cuore, dove se smetti di prendere la medicina torna la tachicardia! È possibile disintossicare almeno un po’ il corpo anche se deve prendere questo farmaco?

TROPPI BISCOTTI E SCARSITÀ DI FRUTTA

Di frutta purtroppo ne mangia poca. Stamani sotto ricatto sono riuscita a fargli bere la spremuta! Poi a merenda i biscotti glieli davo solo insieme al frullato (mela, banana, lattuga, dattero). Purtroppo anche per lo svezzamento abbiamo fatto tanti sbagli (seguendo lo schema classico).

LA BAMBINA SVEZZATA CON CRITERI VEGANI VA GIÀ MOLTO MEGLIO

Vedo la differenza con la piccolina che sto svezzando vegano, nonostante tante cose cotte (cereali con legumi e simili). È possibile alimentare per la maggior parte crudo una bambina piccola??? Già comunque è piccolina e abbiamo il pediatra un po’ contro l’alimentazione vegana! La ringrazio già adesso e mi scusi per il messaggio lunghissimo.
Cordiali saluti
Yvonne

*****

RISPOSTA 1

PIÙ TI EDUCHERAI IN MODO LIBERO E INDIPENDENTE E PIÙ LACUNE SCOPRIRAI

Ciao Yvonne. Man mano che apprenderai più concetti di tipo igienista, ti renderai conto degli strafalcioni che la gente commette quotidianamente su ispirazione della medicina e della pediatria convenzionali. Non mi sorprende affatto che il tuo pediatra sia contro l’alimentazione vegana, contro quella vegetariana e contro quella crudista. Nulla di meglio potresti aspettarti da chi ha prescritto al tuo bambino farmaci come l’Inderal che è un beta-bloccante e come l’Amiodarone che è un rallentatore del ritmo cardiaco, in aggiunta agli antibiotici e ai vaccini che hai citato.

CUROMANIA SUL SINTOMO E LONTANANZA DALLE LEGGI NATURALI BOCCIANO LA METODOLOGIA MEDICA

I criteri proposti ed imposti dalla medicina allopatica sono tutti basati sulla curomania, ovvero sulla cura del sintomo, mentre i fattori causanti dei problemi sul tappeto non vengono nemmeno sfiorati. Altra aberrazione sta nel fatto gravissimo di non considerare mai che Madre Natura ha fornito ogni essere vivente di strumenti auto-guaritivi formidabili.

LA MEDICINA STRAVOLGE LA REALTÀ E INCUTE INGIUSTIFICATI STATI DI ANSIA E DI PAURA

Se non si comprende che il corpo umano è health orientated, per cui non va mai contro se stesso a condizione di essere messo nelle giuste condizioni per riprendersi e riequilibrarsi, non si arriverà mai al dunque, non si sconfiggeranno mai le alterazioni che affliggono piccoli e grandi. Tosse, raffreddore e febbre, o anche la classica influenza innescata da batteri e virus non vanno affatto contrastate e bloccate. Parlare di queste malattie (che sono in realtà preziose benettie) come si trattasse di disgrazie innescate da nemici invisibili e da mostri virali significa stravolgere la realtà e spaventare inutilmente la gente.

UNA MASSA DISEDUCATA ED IMPAURITA È QUANTO DI MEGLIO ESISTA PER LE MULTINAZIONALI DEL FARMACO, DEL VACCINO E DELL’INTEGRATORE

“Se la tosse non gli passa sarà costretto a riprendere l’antibiotico”. Questa frase la dice lunga sul tipo di educazione salutistica sballata che ti è stata inculcata negli anni. Una educazione che ci vorrebbe tutti vulnerabili e tutti in balia di malattie micidiali ed inguaribili.

TOSSE COME MECCANSMO DI ESPULSIONE TOSSINE

La tosse in realtà è un meccanismo di espulsione di materiale irritante dalle vie aeree, un meccanismo fisiologico che consente di liberarsi da microbi, da inquinanti ambientali come l’aria viziata in casa e a scuola, o come lo smog e le micidiali particelle fuori casa. In pratica, il materiale estraneo viene avvolto dalle secrezioni mucose ed espulso violentemente tramite i colpi di tosse. Un colpo di tosse determina un flusso aereo che può raggiungere in fase di espulsione punte di 800-1000 Km l’ora!

TOSSE ACUTA IN ETÀ PEDIATRICA

La tosse acuta è la tosse più frequente tra i bambini La tosse può avere caratteristiche e cause diverse. Quella più comune in età pediatrica è la tosse acuta che dura pochi giorni, facendo seguito in genere a un raffreddore. Colpisce in particolare i bambini che vanno al nido o alla scuola materna, vero ricettacolo di virus morti (detriti cellulari ostruenti) e germi vivi, che colpiscono proprio i più piccoli, che hanno un sistema immunitario ancora immaturo e quindi sono più indifesi di fronte a questi problemi. Si calcola che in media i bambini sviluppano 6-8 infiammazioni a carico delle vie respiratorie superiori ogni anno, che sono accompagnate generalmente da tosse.

TOSSE MAGRA E TOSSE GRASSA, TOSSE SERALE E TOSSE AL RISVEGLIO

La tosse acuta arriva nelle prime ore della nanna e al mattino. La tosse acuta si riconosce perché è vivace nelle prime ore dell’addormentamento e al mattino, quando il bambino si alza dal letto. A determinarla infatti è lo scolo di muco dalle fosse nasali nella gola, che si verifica durante i cambiamenti di posizione, come accade quando il bambino assume la posizione sdraiata o quando al mattino passa alla posizione eretta, causando in entrambe le situazioni un movimento delle secrezioni nella faringe. La tosse si presenta all’inizio secca, per poi evolvere dopo qualche giorno in tosse grassa, a causa della progressiva produzione di muco da parte delle ghiandole mucipare presenti nelle vie aeree.

RIMEDI NATURALI ALLA TOSSE

Introdurre tanti liquidi, specialmente caldi, aiuta catarro e secrezioni a sciogliersi più rapidamente e ha un effetto emolliente sulla gola irritata. Aerare gli ambienti per garantire sempre aria pulita e nuova in casa. Mantenere nelle stanze una temperatura non superiore a 20 gradi. Far dormire il bimbo con la testa rialzata per aiutare le vie respiratorie a rimanere libere, basta anche un cuscino in più sotto la testolina.

SCIROPPO DI MIELE-LIMONE E POMATA AL TIMO

Un cucchiaino di sciroppo di miele e limone. In una tazza versare il succo riscaldato di mezzo limone spremuto, aggiungere un cucchiaino di olio di semi di girasole e 3 cucchiai di miele, mescolare ottenendo uno sciroppo naturale. Conservare in frigorifero e dare all’occorrenza un cucchiaino per calmare la tosse. Ottima pure la pomata al timo, emolliente e lenitiva, da spalmare sul petto e sotto alla pianta dei piedi.

TISANE CALMANTI E IMPACCHI ALL’AGLIO

Tisana al tiglio o alla malva o alla violetta, indicate in particolar modo in caso di tosse secca. L’impacco all’aglio si dimostra pure efficace. Tritare o frullare 3 teste di aglio insieme a olio evo fin tanto da ottenere un composto denso da spalmare su un panno caldo, poi avvolgerlo e posizionarlo sul petto.

PIÙ FRUTTA FRESCA E PIÙ SUCCHI FRESCHI

In linea generale, togliendo ogni farmaco ed incrementando l’assunzione di frutta acquosa tipo mandarini, uva, cachi, mele, pere, kiwi, mango, papaya, ananas, fragole, mirtilli, banane, avocado, nonché succhi freschi tipo carote, sedano e ananas, i miglioramenti non tardano ad arrivare. Ovviamente, dalle nostre parti, la gamma di risorse naturali si amplierà come al solito verso il bimestre maggio-giugno.

UNA DIETA INTELLIGENTE E DIGERIBILE PORTA A QUEL SANGUE FLUIDO CHE È GARANZIA DI SALUTE E BENESSERE PER GRANDI E PICCINI

L’adozione di una dieta vegeto-crudista tendenziale e sostenibile, gradevole ed accettata progressivamente dai piccoli, basata su verdure crude ben masticate, tipo valerianella, radicchio, lattuga, cavoli, finocchi, da assumere come primo piatto a pranzo e cena, seguite da verdure e tuberi cotti al vapore tipo carciofi, patate, cavolfiori, cavolini Bruxelles, tarassaco, spinacino, ortiche, fagiolini, piselli, lupini, riso integrale con verdure o miglio o grano saraceno, o gnocchi di patate e di zucca, o minestrine di verdura, già si ottengono ottimi risultati.

CREMINE DI TAPIOCA E DI CASTAGNE

Per la bambina di 15 mesi serviranno cremine a base di farina di castagne, farina di tapioca e farina di carrube. Importantissimo tenere i bambini alla larga di cibi e bevande spazzatura, alla larga da merendine confezionate e zuccherate, da gelati commerciali, da caramelle, lecca-lecca, cole, aranciate fatte con le polverine e altri obbrobri alimentari del genere.

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA 2

BAMBINO IN CURA PRESSO IL BAMBIN GESÙ

Grazie mille per la sua risposta e per la sua velocità. Mi rimane un dubbio però: Lukas (il mio bambino di 3 anni) è dalla nascita in cura presso l’ospedale Bambin Gesù a Palidoro, dove hanno un reparto di aritmologia pediatrica, quindi l’Inderal (come anche l’Amiodarone) è stato prescritto da loro.

TENTATIVO OSPEDALIERO NEGATIVO DI PROSEGUIRE SENZA FARMACI

A maggio gli hanno fatto la SATE (stimolazione atrio trans esofageo) per vedere se poteva stare senza farmaci, però gli è tornata la tachicardia. Hanno visto però che era sufficiente solamente l’Inderal e hanno sospeso l’Amiodarone. Come faccio io a sospendere l’Inderal, sapendo che poi gli torna la tachicardia rischiando la sua vita????

È GRAZIE AI MEDICI CHE IL BAMBINO VIVE

È dalla nascita, o meglio da prima della nascita che ha la tachicardia e grazie a loro è vivo! Hanno fatto il taglio cesareo d’emergenza, il suo battito era a 350 e quello l’ho sentito e me lo ricorderò per sempre, quando lo avevano tirato fuori il suo colore era già leggermente blu (o cianotico come dicono). Mezza giornata in più e lui sarebbe morto in pancia.

SONO CONTRO I FARMACI INDUSTRIALI MA MI TROVO UN PO’ NEL MEZZO

Quindi mi trovo un po’ nel mezzo. Sì, sono contro i farmaci industriali, però grazie ai medici e ai farmaci lui è sopravvissuto! Abbiamo fatto per 3 anni le prove per vedere se poteva stare senza farmaci, perché ci dicevano che questo fascio che lui ha in più potrebbe riassorbirsi da sé nei primi tre anni. Però purtroppo non è stato così e dovrà fare l’ablazione. Non so, se mi sono spiegata.

UN IGIENISTA AL POSTO MIO COSA FAREBBE?

Un igienista, al mio posto, cosa farebbe???? Sarebbe morto in pancia??? Non avrebbe nemmeno fatto il cesareo perché ci vuole l’anestesia???? Se vuole le posso mandare anche la lettera di dimissioni del ospedale. La tachicardia che ha è la TPSV (tachicardia parossistica sopra ventricolare). Sono confusa….e vorrei capire…..
Yvonne

*****

RISPOSTA 2

COMPLIMENTI AI MEDICI DEL BUON GESÙ

Ciao Yvonne. Non metto in dubbio, ora che ti sei anche spiegata meglio nei dettagli, che i medici del Bambin Gesù abbiamo fatto un ottimo lavoro nella grave emergenza del tuo caso. Non metto in dubbio che lo abbiano salvato. Li apprezzo anche per i continui tentativi di togliere essi stessi tutti i farmaci possibili, pur senza poter bloccare la tachicardia parossistica sopra-ventricolare.

NIENTE POLEMICHE INUTILI ED IMPRODUTTIVE

Pertanto non serve qui fare delle polemiche o delle critiche. Tuttavia vedi che gli stessi medici che lo hanno salvato stanno tentando la via della ripresa naturale, in quanto consci che solo senza farmaci potrà riprendessi davvero. Il mio dubbio reale è che essi, per colpa dell’inquadramento che hanno essendo comunque medici anche se bravissimi, non ce la mettano davvero tutta o non abbiano la sufficiente determinazione a procedere in quella direzione. È dimostrato dai fatti che la tachicardia, anche nelle forme più gravi come la parossistica sopra-ventricolare, può essere sempre migliorata e a volte anche guarita, coerentemente con le leggi di madre natura che dichiarano l’essere umano sempre e comunque health oriented, per cui il corpo non va mai contro se stesso.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.