C’È POSTO ANCHE PER QUALCHE LETTERA PIENA DI CATTIVERIE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Buona sera, scusi se le porto via del tempo, ma vorrei capire bene lei chi è. Ho 60 anni, mi curo con la medicina naturale da 40, condivido con lei tutto ciò che scrive sulla alimentazione.

Ho solo un dubbio. Ho l’impressione che le prime parti delle sue tesine siano scritte da qualcuno che non è lei, e cioè da un medico. Lei non mi sembra conosca la materia medica. Non è necessario conoscerla, sono d’accordo su questo, però penso bisognerebbe essere onesti e dirlo chiaramente.

In secondo luogo, trovo sia una furbata tutta italiana per non pagare le tasse la scusa del rimborso spese. È una furbata, lo ripeto. Questa cosa mi infastidisce molto perchè invece io le pago le tasse, tutte, troppe, perché in Italia chi paga le tasse le paga anche per quelli che sono furbi.

Ebbene, lei non mi piace. Trovo sia un personaggio costruito ad arte, uno come ce ne sono tanti. Lei che insegna tante cose alla gente, su come alimentarsi, ci pensi per favore. Le persone non sono solo quello che mangiano, sono sopratutto quello che hanno nel cuore, sono l’esempio che danno agli altri. Buona serata.
Claudia Vicinelli

*****

RISPOSTA

CRITERI DI MASSIMA CHIAREZZA

Grazie davvero. Non so cosa tu abbia dentro il cuore e nemmeno quali prerogative ti rendano aggraziata ed esemplare. Questa è di sicuro una delle peggiori lettere pervenutemi, carica com’è di cattiveria, di accuse gratuite ed ingiustificate mirate a demolire ed infangare. “Mi chiedo chi sia lei”, dici. Significa che non mi conosci affatto. Eppure non esiti a elaborare ipotesi quanto mai fantasiose ed insensate. Non pretendo di essere conosciuto ed apprezzato da tutti, ma non mi risulta affatto di operare sotto una coltre di nebbia. È da 10 anni che scrivo su un blog di corrispondenza intensiva e regolare coi lettori, usando criteri di massima chiarezza e trasparenza.

CARENZE INFORMATIVE

Prima di inviare una letteraria intrisa di pregiudizi, di negatività e di denigrazione, uno dovrebbe almeno prendersi la briga di informarsi meglio. Prima di esprimere accuse che non stanno né in cielo né in terra, uno dovrebbe documentarsi in modo obiettivo.

TENTATIVO DI DISCREDITARE

Non so esattamente le motivazioni che ti spingono a questo tentativo di screditare. Non mi interessa di mettermi sulla difensiva e dire che ti stai sbagliando di grosso. Può anche essere che io non sia un santo, un eroe o un benefattore dell’umanità. Può anche darsi che io sia al contrario un furbo, un inaffidabile e un malavitoso, magari legato alla mafia o chissà cos’altro ancora.

LE TESTIMONIANZE STRAORDINARIAMENTE FAVOREVOLI SOMMERGONO I RARI CASI CONTRARI

Ricevo tutti i giorni bellissime testimonianze da ogni angolo del pianeta. Ci sta anche che mi arrivino una volta tanto degli insulti. Ieri, un lettore laconico si è firmato con tre parole soltanto: “Sei un coglione”. Non una riga in più. Prendi e porta a casa, direbbe qualcuno.

METTERSI IN EVIDENZA COMPORTA QUESTO E ALTRO

Non sono e non mi sento un Buddha ovviamente, ma questi evidenti atti di maleducazione mi fanno pensare al cretino che oltre 2000 anni or sono volle incontrare il grande Maestro Illuminato e decise di fargli visita. Come saluto gli sputò semplicemente in faccia. Il Buddha prese un fazzoletto e si asciugò il viso. Bene, osservò, grazie per il messaggio eloquente. Hai forse qualcos’altro da dirmi? Lo strano visitatore non rispose e se ne andò. Il giorno dopo, preso dal rimorso, tornò dal Buddha e si mise in ginocchio chiedendogli perdono.

IMPOSSIBILITÀ DI PERDONARE L’INGIUSTO TORTO

Mi spiace, disse il Mauthama. Vorrei tanto darti soddisfazione e perdonarti, anche perché non amo serbare rancore nei riguardi di nessuno. Ma è impossibile per me farlo. Tutti noi cambiamo in continuazione. Io non sono più quello di ieri. E pure tu sei diventato un’altra persona. L’azione che hai commesso invece rimane e lascia il segno, mentre chi l’ha compiuta e chi l’ha subita sono entrambi cambiati. Ti invito a rasserenarti e a stare più attento nel rispettare il prossimo.

CRITICHE INCOMPRENSIBILI E SCONNESSE

Qualche conoscenza su salute e malattia, su alimentazione e comportamento, devo per forza possederla, altrimenti non avrei motivo di bazzicare intorno a questi argomenti, e ancor meno motivo avrei interesse a schierarmi con la Health Science. Non capisco pertanto il senso e la logica della tua critica.

HO IL DIRITTO DI CAMMINARE A TESTA ALTA

Quanto al ricorso a rimborsi spese come trucchi per non pagare le tasse, qui scadiamo nel ridicolo. Pago regolarmente tasse salatissime sulla casa, sui rifiuti e sulla lunga serie di bollette in arrivo. In 73 anni non ho mai costato una lira o un centesimo di euro allo stato italiano, né io, né chi vive con me. Mai usufruito di assegni familiari o di facilitazioni sociali. Ho portato al diploma e alla laurea i miei due ragazzi di 21 e 27 anni, e oggi sono entrambi in cerca di lavoro. Ho una moglie di Hongkong, cittadinanza italiana, che fa pure parte integrante del gruppo familiare, e che nulla ha mai chiesto e ottenuto dallo stato.

PENSIONAMENTO FARSESCO

A partire da 70 anni ricevo una pensione mensile di 700 euro che non riflette dei bonus statali ma solo versamenti effettivi e versamenti volontari. Per quasi 10 anni di regime Enasarco con prelievi salati regolarmente trattenuti mi è stato risposto che, mancandomi pochi mesi al raggiungimento della decade minima richiesta dai regolamenti, nulla mi spettava. Niente a che vedere dunque con le scandalose pensioni-farsa scucite disinvoltamente a favore di parlamentari e di dirigenti pubblici e privati. L’Italia è anche questo!

RISORSE DI SOPRAVVIVENZA E NON DI SPECULAZIONE

Alla fine, 3 soggetti che mi fanno compagnia, mi ospitano e mi rifocillano, mi aiutano nel mio lavoro, mi assistono per il blog, mi portano in auto alla stazione FFSS di Udine o all’aeroporto Tessera di Mestre. Costano zero allo stato e non tolgono un posto di lavoro a nessuno. Ti dà fastidio tutto questo? Ammesso che tu abbia diritto di vagliare e conteggiare le mie basi di sopravvivenza, hai forse qualcosa da obiettare sui rimborsi spese che nulla di speculativo e nulla di furbesco hanno?

GIÙ LE MANI DALLA MIA FAMIGLIA!

Tre persone capaci, responsabili, educate, oneste e trasparenti che nell’assieme non guadagnano niente e che spendono al contrario il loro tempo prezioso e le loro uniche risorse al fine di darmi le citate assistenze. Dovrebbero secondo te, o per lo stato mani-bucate e lo stato ladruncolo che ci malgoverna, morire di fame e andare in giro a chiedere dei pasti gratuiti alla mensa dei frati?

STRATEGIE DI PERSECUZIONE

Questa persecuzione ha ovviamente le sue motivazioni. Quando si diventa personaggi scomodi al sistema, ogni minima scusa diventa buona per attuare delle strategie di disintegrazione. I miei figli stanno pensando di emigrare in America o in Australia. Io pure sono tentato di fare altrettanto. Rimango tuttora in Italia per un paio di incidenti occorsimi, con tanto di ricoveri ospedalieri. Non è escluso che me ne torni a Hong Kong, dove risiedo come emigrato Aire da decenni. Farei un immenso favore alla mia Kathleen che da quelle parti ha tuttora genitori, sorella e fratelli.

RICONOSCIMENTI AUSPICATI DA TANTI IMPORTATORI ASIATICI DI PRODOTTI TECNICI ITALIANI

In tutti i paesi dell’Asia ci sono centinaia di importatori che tramite il mio lavoro dagli anni ’70 fino al 2010 hanno continuato a comprare macchine, strumenti e articoli tecnici made in Italy, e che più volte hanno auspicato per me premi e riconoscimenti per la dedizione all’export italiano nei vari paesi del Sud-Est Asiatico e dell’Estremo Oriente.

SEQUESTRI E ATTI DI INGENEROSITÀ STATALE

In questo momento sono tuttavia nel mirino del Sostituto Procuratore della Repubblica di Pordenone che, ispirato da denunce anonime e da delinquenti di alto lignaggio mi ha fatto sequestrare dai CC Nas e dai CC Belle Arti, computer, agende personali dal 2000 al 2016, mezzo quintale di documenti, nonché oggetti d’arte di proprietà familiare. Il fatto è successo in Agosto 2016. Dopo 6 mesi, nessun segnale di ravvedimento o di restituzione. Basta e avanza per accusare questo stato di grave ingratitudine e di comportamento ingeneroso e cinico nei riguardi di un cittadino dalle mani pulite e della sua famiglia.

UNA SPINTA AD ANDARSENE PUÒ DIVENTARE VANTAGGIOSA AGEVOLAZIONE

Se poi mi vedo arrivare messaggi allucinanti come il tuo, finirò per dirti grazie, nel senso che mi stai dando la spinta necessaria a staccarmi definitivamente da un paese diventato nemico, invivibile ed astruso non tanto per il maltempo, il terremoto, gli immigrati africani e mediorientali e le paure di attentati, quanto per la stupidità e l’idiozia della sua burocrazia, le perversioni e le persecuzioni del suo sistema fiscale.

I LEGAMI SONO IMPORTANTI MA A VOLTE TI IMMOBILIZZANO

Per ora, il legame che mi tiene da queste parti sono mia sorella e la sua famiglia, una manciata di cugini in Friuli, i miei cari defunti nel camposanto di Tavagnacco e, non certo ultimi, i tanti amici e sostenitori del blog, dei miei libri e della HSU o della Health Science University.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
29 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
29
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x