VIOLAZIONI ECLATANTI DEL CODICE MEDICO DI NORIMBERGA

Pinterest LinkedIn Tumblr +
  • Danni incalcolabili sul piano economico, morale e spirituale
  • Il mondo scientifico e legale si sta finalmente muovendo contro questa banda di paranoici
  • In caduta libera l’intera baracca del virus con inclusi burattinai e burattini

I CRIMINI CONTRO L’UMANITÀ SONO ANCORA PIÙ ODIOSI IN TEMPO DI PACE

Dai blog nobili di Stefano Montanari e di Maurizio Blondet riprendo e rielaboro questi loro puntuali scritti dedicati ai crimini odierni contro l’umanità, crimini che continuano ad avvenire sotto i nostri occhi e sui quali -complici i media impegnati solo a trasmettere piatti, noiosi, falsi, ipocritamente piagnucolanti aggiornamenti sui colpiti, sugli intubati, sui vaccinati e sui morti veri e falsi da covid- si corre il rischio di accettarli come fossero normali fatti della vita, quando invece costituiscono gravissime infrazioni ai codici legali e soprattutto morali che costituiscono un patrimonio universale intoccabile per noi tutti.

IL GOVERNO ISRAELIANO SOTTO PESANTI AZIONI LEGALI

La notizia è che degli avvocati israeliani fanno causa al governo di Tel Aviv, nelle persone di Benjamin Netaniahu primo ministro, e di Yuli Edelstein, ministro della salute del paese, per aver costretto i cittadini alla somministrazione del vaccino Pfizer a mRNA. L’articolo originale porta la firma di Sara Middleton, ed è stato pubblicato il 6 maggio 2021 su Nature Health 365.

ISRAELE È DIVENUTO NON A CASO SIMBOLO DELLA LOTTA AL COVID E DELLE SPERIMENTAZIONI VACCINALI FORZATE DI MASSA

Occorre qui evidenziare che stiamo focalizzando le nostre attenzioni non tanto sul paese in costante conflitto contro i Palestinesi, l’Iran e la Siria, riattivato proprio in questi giorni con pioggia di missili dalla striscia di Gaza e con pesanti reazioni, raid aerei e bombardamenti mirati sulla travagliatissima regione palestinese, e nemmeno ci riferiamo al paese di origine del Cristianesimo e dell’Ebraismo fioriti nel bel mezzo dell’altra religione mondiale dell’Islam. Parliamo piuttosto di quel paese che oggi rappresenta simbolo mondiale e punto di riferimento delle politiche repressive e della vaccinazione di massa contro il Covid.

LE RIPERCUSSIONI DEI DELITTI RICADONO SU TUTTI

Usando le parole di Martin Luther King, “L’ingiustizia dovunque essa avvenga è una grave minaccia alla giustizia in ogni luogo e in ogni momento. Siamo tutti presi in una ineluttabile morsa di mutualità, tutti legati allo stesso vestiario del destino comune. Qualunque cosa colpisca l’uno direttamente finisce per ripercuotersi su tutti gli altri in modo indiretto”.

VIOLAZIONE DEL FAMIGERATO CODICE DI NORIMBERGA

Insieme ai funzionari della sanità pubblica degli Stati Uniti, i media mainstream sono stati pronti a lodare Israele per il riuscito lancio del programma di iniezione covid. Secondo la rivista sanitaria Health Affairs, metà della popolazione del paese è stata completamente vaccinata a partire dal 15 marzo, e almeno il 60% dei 9 milioni di cittadini israeliani aveva ricevuto almeno una dose. Ma la decisione di Israele di costringere tutti i cittadini a ricevere i vaccini sperimentali contro il COVID è stata messa seriamente in discussione dagli attivisti per i diritti umani, e una recente petizione presentata contro il governo sostiene che il Primo Ministro e Ministro della Sanità – in combutta con l’importante multinazionale farmaceutica Pfizer – stanno violando sfacciatamente il famigerato codice di Norimberga.

PETIZIONE INOLTRATA AL TRIBUNALE PENALE INTERNAZIONALE

Avvocati e attivisti per i diritti umani, Arie Suchovolsky e Ruth Machnes, hanno appena presentato una petizione al Tribunale penale internazionale contro il governo israeliano che avrebbe violato il codice di Norimberga facendo un accordo con il gigante farmaceutico Pfizer al fine di imporre richieste eclatanti ai loro elettori, in particolare ricevere il vaccino o essere esclusi dalla partecipazione alle attività commerciali e sociali.

MALANDRINA TRESCA TRA PFIZER E GOVERNO ISRAELIANO

Come riportato dal New York Post nel gennaio di quest’anno, Israele “ha raggiunto un accordo” con Pfizer promettendo di condividere “dati medici” in cambio di un “flusso continuo” del vaccino sperimentale. Più o meno nello stesso periodo, Israele ha lanciato anche un “Pass verde” per i suoi cittadini. Questa legislazione incredibilmente inquietante costringe le persone a portare documenti (digitali o meno) che dimostrino di aver ricevuto il vaccino sperimentale a mRNA della Pfizer per potersi muovere liberamente nella propria comunità. Mentre negozi, centri commerciali e musei erano aperti a tutti, solo le persone che accettavano l’iniezione (e lo potevano dimostrare) sarebbero state in grado di andare in teatri, locali musicali, hotel, ristoranti e bar.

PASS VERDE E CONCETTI FASULLI DI IMMUNITÀ

NON ammissibili al cosiddetto “Pass verde” sono le persone che si sono riprese dal COVID-19 e quindi si presume abbiano acquisito naturalmente l’immunità. (Le autorità non sanno ancora con certezza quanto dura la cosiddetta “immunità” dopo un vaccino contro il COVID e se è significativamente più lunga dell’immunità dall’infezione naturale; le migliori stime di Pfizer suggeriscono che il loro farmaco funzionerebbe per almeno 6 mesi).

VIOLAZIONE DEL CONSENSO INFORMATO E DISCRIMINAZIONE TRA CITTADINI VAX DI SERIE A E CITTADINI NO-VAX DI SERIE B

Il problema è che tutto questo viola il consenso informato dei cittadini israeliani e costringe le persone a partecipare a un esperimento medico a livello nazionale, se non vogliono essere trattate come “cittadini di serie B” impossibilitati a svolgere molte delle normali attività quotidiane. Il farmaco imposto deve ancora essere approvato per l’uso da parte di qualsiasi organo di governo. Nota bene che la violazione non riguarda soltanto i cittadini israeliani ma anche l’intera comunità mondiale, dal momento che quanto avviene a Gerusalemme e dintorni in questo periodo di contrasto al covid ha pesanti ripercussioni su tutti i popoli, toccando da vicino le sorti di ogni altro popolo.

RITORNO IN AUGE DEL CODICE ETICO PIÙ IMPORTANTE DELLA STORIA

Qui non parliamo di Antico Testamento, dei 10 Comandamenti, delle Tavole di Mosè, e nemmeno dell’eterno contrasto con la fede avversaria del Corano, ma riprendiamo in mano “il documento più importante nella storia dell’etica della ricerca medica”, com’è stato definito dal New England Journal of Medicine, il Codice di Norimberga. Codice che sta giustamente vivendo una rinascita e una seconda giovinezza mentre l’implementazione del vaccino COVID continua la sua persecuzione in tutto il mondo.

I MEDICI AUTORI DI TORTURE ED UCCISIONI NEI LAGER NON POTEVANO PASSARLA LISCIA

Ci sono cose basilari da sapere su questo importante codice. Il Codice di Norimberga fu scritto nel 1947 dopo che i medici nazisti furono processati per aver eseguito esperimenti omicidi che comportavano la tortura e l’uccisione dei prigionieri dei campi di concentramento. Il codice si basa sulla filosofia di base secondo cui il consenso volontario del soggetto umano è assolutamente essenziale.

OGNI CITTADINO DEVE ESSERE IN CONDIZIONE DI ESERCITARE LA PROPRIA LIBERTÀ DI SCELTA SENZA FRODE E SENZA COERCIZIONE

Prima cosa, il codice, che puoi leggere qui nella sua interezza, include 10 principi fondamentali, il primo dei quali afferma che le persone che ricevono un farmaco sperimentale “dovrebbero avere la capacità legale di fornire il proprio consenso, dovrebbero essere messe in condizione di esercitare la propria libertà di scelta senza che intervenga alcun elemento di forzatura, frode, inganno, imposizione, o altre sottili forme di costrizione o coercizione. Dovrebbero cioè acquisire competenza su ogni aspetto positivo e negativo della questione, per poter compiere una decisione assennata.” Il primo principio afferma anche che “il dovere e la responsabilità di accertare la qualità del consenso spettano a chiunque avvii, diriga o si impegni nell’esperimento.

IMPORTANTI DOMANDE PRIVE DI RISPOSTA

Ora, pensate a come è stato portato il programma di vaccinazione contro il covid. Infermieri e medici stanno adottando le misure appropriate per garantire la “qualità del consenso” di tutti i destinatari dell’iniezione? Le persone – compresi i cittadini israeliani – sono in grado di esercitare “libero potere di scelta” quando decidono se ricevere l’iniezione del vaccino contro il COVID, oppure i destinatari di tale iniezione la stanno affrontando con forza, coercizione e costrizione? L’idea stessa di un “Pass Verde” non è un chiaro esempio di costrizione e coercizione? Ma la domanda più importante è la seguente: un maggior numero di persone si opporrà a questi esempi di pericolosa imposizione governativa?

INFILTRAZIONE SABBATIANA-FRANKISTA NEI PUNTI STRATEGICI DEL MONDO INTERO

Da rilevare che esiste sopra ogni cosa il Cult conosciuto come Sabbatian-Frankism, che si è infiltrato in tutte le comunità, culture e religioni, spingendole a servire l’Agenda e i piani del Cult stesso. Il Sabbatian-Frankism, che odia beninteso il popolo Giudaico, controlla Israele, regge la pseudo-famiglia reale Saudita, gode di legami e appoggi nel mondo intero, specie in Nord America ed Europa. I 3 fondatori furono nel 1776 Mayer Amschel Rothschild, capostipite della omonima famiglia, Jacob Frank (da cui Frankismo), e da Adam Weishaupt, uomo di punta degli Illuminati.

DA BUSH, AI CLINTON, AGLI OBAMA E AI BIDEN

Nell’ampio numero di servitori attuali del Cult a partire dell’11 Settembre c’è il child-puppet president Boy George Bush (come lo chiama David Icke nei suoi magnifici testi “The Trigger” e “The Answer”), ci sono il vicepresidente Dick Cheney, il segretario della difesa Donald Rumsfeld (anche ex-presidente della Gilead Sciences, importante produttrice di farmaci antivirali), Paul Wolfowitz, Deputy Secretary of Defense, Dov Zakheim, controllore in carico dell’intero budget militare del Pentagono, nonché una lunga lista di supporter e lobbisti di fede prevalentemente democratica, ma non solo, che arrivano ai Clinton, agli Obama, tutti in favore di interferenze politiche e di scenari di guerra contro una lunga serie di paesi includenti Iraq, Iran, Libya, Siria, North Korea ed altri ancora.

GLI INTRALLAZZI DI SOROS TOCCANO OGNI SETTORE

Il manipolatore George Soros opera su 100 paesi mediante la sua Open Society Foundation (OSF), ente non governativo al quale ha versato 32 miliardi di dollari. Grazie a questi piccoli favori il Cult riesce a manipolare e a condizionare a suo piacimento le politiche dei vari governi. Il loro scopo dichiarato è di creare cittadini globali guidati da tecnocrati ed esperti in Smart Technologies, e di far aprire nel contempo le frontiere. Scomparsa del danaro contante, lavoro assicurato, casa assicurata, educazione assicurata, cure mediche assicurate, ma ovviamente soltanto per chi sottostà alle regole del Cult.

George Soros ha ovviamente, ormai da decenni, il privilegio alquanto unico del libero accesso alla Banca Mondiale. È un segreto di Pulcinella che il network di George Soros gli consenta una estesa sfera di influenza sul Parlamento Europeo e sulle istituzioni comunitarie. La lista dei migliori amici di Soros riguarda un vasto spettro politico che include il presidente Martin Shultz, il belga Guy Verhofstadt, Jean-Claude Junker, 7 vicepresidenti e un numero enorme di capi-commissione, coordinatori e questori. Ci sono in tutto 751 parlamentari e, in pratica più di un terzo di essi sono considerati amici fidati di Soros. Un quarto dei giudici della European Court of Human Rights, inclusa Amnesty International (che ha ricevuto 100 miliardi di fondi a partire dal 2010), hanno forti legami con la Open Society. Per non dire poi di Davos, della Commissione Trilaterale, del Club di Roma e del Bilderberg, dove Soros e il suo entourage la fanno da padroni incontrastati.

GRANDE RAGGIRO STORICO A DANNO DELL’ITALIA

La Libya era il paese a più alto reddito pro-capite di tutta l’Africa. Bombardata e distrutta dal Cult, fino a riportarla alla Età della Pietra in politica ed economia. Questo grazie al Culto, a Hillary Clinton, al governo inglese, al lavarsi le mani del governo Berlusconi traditore del colonnello Gheddafi, un leader che, tra l’altro, si stava avvicinando culturalmente e politicamente sempre di più al nostro paese.

LA PIÙ GROSSA E CLAMOROSA AZIONE LEGALE DELLA STORIA SARÀ PROPRIO CONTRO LA OMS DI BILL GATES

E qui veniamo all’articolo “Norimberga 2.0 Avanza”, che Maurizio Blondet ha pubblicato ieri 13 maggio 2021, con ulteriori dettagli su quanto sta accadendo sul piano legale a livello continentale e mondiale. Un team di oltre 1.000 legali e oltre 10.000 esperti medici guidato dal tedesco Reiner Fuellmich, uno dei più potenti avvocati d’Europa, ha avviato la più grande azione legale della storia definita “Norimberga 2” contro l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e il Gruppo di Davos (World Economic Forum guidato dall’ultraottantenne Klaus Schwab) per crimini contro l’umanità.

MIGLIAIA DI PROVE SCIENTIFICHE SULLA INATTENDIBILITÀ DEI TEST

Fuellmich e il suo team hanno raccolto migliaia di prove scientifiche che attestano la totale inattendibilità dei test PCR e la frode che si nasconde dietro di essi. Il test PCR infatti, non è mai stato progettato per rilevare gli agenti patogeni ed è inattendibile sopra i 35 cicli. Tutti i test PCR che vengono effettuati (compresi quelli in Italia) sono invece impostati dai 37 ai 45 cicli, di fatto producendo risultati inattendibili in oltre il 90% dei casi. Proprio riguardo alla fallacità dei test PCR, l’avvocato Fuellmich ha parlato poi della sentenza emessa dal Tribunale della Corte suprema portoghese e di quella più recente del Tribunale di Vienna, secondo le quali i test PCR non sarebbero appunto in grado di rilevare la presenza del virus del covid e sarebbero inattendibili in oltre il 90% dei casi.

PIÙ CHE VACCINI SIAMO DI FRONTE A ODIOSI ESPERIMENTI GENETICI

Fuellmich ha quindi parlato dei vaccini contro il covid, affermando che “nulla hanno a che fare con la vaccinazione, ma fanno parte di esperimenti genetici”. “Oltre ai test difettosi e ai certificati di morte fraudolenti redatti da personale medico corrotto, il vaccino “sperimentale” stesso viola l’articolo 32 della Convenzione di Ginevra. Ai sensi dell’articolo 32 della IV Convenzione di Ginevra del 1949, sono infatti vietati “la mutilazione e gli esperimenti medici o scientifici non resi necessari dal trattamento medico di una persona”. Secondo l’articolo 147, condurre esperimenti biologici sulle persone è una grave violazione della Convenzione.

RACCOMANDARE E PRATICARE FORZOSAMENTE VACCINI SPERIMENTALI PREVEDE LA PENA DI MORTE

Il vaccino “sperimentale” viola tutti i 10 codici di Norimberga che prevedono la pena di morte per coloro che violano questi trattati internazionali”. Fuellmich ha anche aggiunto che tutto questo era già stato pianificato da tempo per essere attuato nel 2050″. Però poi “le persone che tirano i fili sono diventate avide e hanno deciso di anticipare i piani, dapprima nel 2030 e infine nel 2020”, aggiungendo “penso che sia per questa fretta che fanno così tanti errori. Per esempio i produttori di vaccini non avevano previsto che si verificassero così tanti effetti collaterali e morti”.

CHI SONO MAI I BURATTINAI CHE TIRANO LE FILA ?

“L’Europa” continua Fuellmich “è il principale campo di battaglia di questa guerra. Questo perché è completamente in bancarotta. I fondi pensione sono stati completamente saccheggiati. Ecco perché vogliono mettere l’Europa sotto controllo prima che la gente si renda conto di quello che sta succedendo”. Ma chi sono queste persone che tirano i fili? Secondo Fuellmich, è un gruppo di circa 3.000 super-ricchi. Questo gruppo comprende, tra gli altri, la cricca di Davos intorno a Klaus Schwab. Cosa vogliono? Il controllo completo sulle persone. “Corrompono medici, personale ospedaliero e politici. Le persone che non collaborano sono minacciate. Usano tutti i tipi di tecniche psicologiche per manipolare la gente”.

DIFFONDETE LA VERITÀ: ESISTE UNA LUCE ALLA FINE DEL TUNNEL

“I media mainstream” conclude Fuellmich “raccontano una realtà falsata, dicendo che la maggioranza delle persone sia a favore delle misure e dei vaccini. Questo non è certamente vero. Quasi tutti quelli con cui parlo in Germania sanno, per esempio, che una mascherina non protegge da nulla, questo perché ormai quasi tutti si informano attraverso i media alternativi. I vecchi media si stanno estinguendo”. Il consiglio dell’avvocato Fuellmich? “Diffondete la verità e i fatti il più possibile e non sprecate le vostre energie con persone che sono disperate per farsi vaccinare. Non possiamo salvare tutti. Molte persone moriranno”.

LA RIPRESA SARÀ LUNGA E DIFFICILE

Ma a parte l’enorme importanza di quanto sopra segnalato, rimane una serie di considerazioni da fare sul disprezzo che questa gentaglia al potere continua a dimostrare nei riguardi della comunità umana, vista non con un minimo di rispetto e di dignità, ma come si trattasse di un immenso branco di deficienti e di sprovveduti. I danni e le immani devastazioni richiederanno un ventennio di duro lavoro ricostruttivo e rigenerativo per essere appianati. Non puoi bloccare per mesi un meccanismo oliato che funziona e poi pretendere di rimetterlo in ordine da oggi a domani.

INQUINAMENTO AMBIENTALE DA MATERIALE SANITARIO INTRATTABILE

Per ora accontentiamoci di prendere nota che occorrerà un conteggio accurato dei crimini e dei disastri causati da questi peripatetici e da questi incoscienti. Sappiamo che esiste un enorme incremento di gente demotivata, depressa e votata al suicidio, che esiste una enorme massa di persone prive di lavoro e prive di entusiasmo, che esiste un blocco degli scambi e del turismo, che esiste un profondo senso di sfiducia in se stessi e nel prossimo, che esiste un ammasso insostenibile di inquinamento mai visto prima su spiagge-fiumi-laghi-torrenti-faldeacquifere con miliardi di mascherine usate, con valanghe di oggetti sanitari inutili e banali adoperati contro una pandemia fittizia e inventata, che esiste uno tsunami di super-avvelenanti amuchine, di super-avvelenanti materiali di disinfezione.

MOSTRUOSI DELITTI A CARICO E UNA SUPER-NORIMBERGA SULLO SFONDO

La lista dei delitti commessi è qualcosa di mostruoso. La buona notizia è che il mondo vomitevole proposto da questa gentaglia plebea e disumana sta scricchiolando nelle sue fragili e marcescenti fondamenta. Si tratterà davvero di una Super-Norimberga. Non servono vendette né servono giustizialismi. Basta soltanto applicare coscientemente le leggi esistenti. Purificare l’ambiente richiederà impressionanti risorse. Bonificare la mente e lo spirito della gente sarà ancora più impegnativo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x