ZUCCHERO, PASTA E VITILIGINE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

L’AMICA-NEMICA VITILIGINE MI ACCOMPAGNA DA OLTRE 20 ANNI

Gentilissimo Dr Vaccaro, Il mio nome è Caterina ed ho un sogno grande. Da ben 23 anni (ne ho 43) non esco più di casa con le maniche corte e senza coprirmi come un fantasma! Nell’ormai lontano 1990 mi è esplosa letteralmente la mia nemica-amica vitiligine, mentre mi accingevo ad iniziare l’università e vivevo un periodo particolarmente teso per lo stress.

DERMATOLOGI, SANTONI E MEDIUM, CON TANTI SOLDINI E ZERO RISULTATI

Ho iniziato il peregrinare da un dermatologo all’altro, santoni, medium, rimedi tra i più incredibili, migliaia e migliaia prima di lire e poi di euro, puva terapia con psoraleni, ratokterapia, TEV terapia ed ora EMDR e supporto psicologico.

PASTI STRACARICHI DI ZUCCHERO, DOLCIUMI E PASTA

La mia alimentazione è stata sempre ricchissima all’inverosimile di zuccheri (caramelle e gelati) pasta, (ho una grande mamma calabro-lombarda), carne pochissima e più che altro bianca, niente latte, pochi latticini, verdure crude (carote, finocchi, carciofi, sedano, cetrioli), insaccati.

STANCHEZZA CRONICA ED EUTIROX

Da moltissimi anni assumo Eutirox 25 mg per ipotiroidismo acquisito e la frase che mi contraddistingue è “Sono stanca” in quanto ho sempre un senso di stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione. Ho eseguito test allergologici con risultati negativi e negativo anche il test per celiachia.

VORREI TOGLIERMI FINALMENTE LA SODDISFAZIONE

Posso esaudire il mio sogno prima di morire o almeno mettere un tubino nero smanicato al mio funerale? Ci terrei davvero molto. Naturalmente le farei avere l’invito. Grazie di cuore,
Caterina

*****

RISPOSTA

MELANOCITI E PEROSSIDO DI OSSIGENO SUL DERMA

Ciao Caterina. È tutta una questione d pigmentazione e di cellule pigmentanti chiamate melanociti. Anche una questione di stress ossidativo, con accumulo di perossido di ossigeno sulla pelle e contemporanea mancanza di enzimi catalase per distruggere tale perossido. Tradotto in termini più comprensibili una questione di acidosi della matrice extracellulare.

STRESS OSSIDATIVO E CATALASE

Lo stress ossidativo è un sovraccumulo di perossido di idrogeno sulla pelle, dove crea acqua e ossigeno. Un enzima chiamato catalase è in grado di distruggere le molecole di idrossido di idrogeno. Chi soffre di vitiligine rivela una carenza di catalase o comunque una difficoltà di far confluire tale antiossidante sulla zona specifica colpita dal problema. Un banale problema di sangue denso e di circolazione rallentata è già in grado di mettere in difficoltà una persona.

NELLE CHIAZZE BIANCHE MANCA L’INTERSCAMBIO TRA MELANOCITI E CHERATINOCITI

È stata messa in evidenza negli ultimi mesi l’importanza dei cheratinociti, localizzati al confine tra parte acromica e parte sana. La scomparsa delle cellule pigmentate sarebbe conseguenza di un’alterazione dei meccanismi comunicativi tra melanociti e cheratinociti. Il danno cellulare a carico dei melanociti è prevalentemente di tipo ossidativo, e può pertanto essere contrastato con antiossidanti naturali.

CURCUMINA, CAPSAICINA E PIPERINA

Si parla di curcumina (da curry), di capsaicina (dal peperoncino rosso fresco o secco), di piperina (dal pepe, e dal pepe d’acqua), ma in pratica di tutti gli antiossidanti naturali, e in particolare quelli dotati di colori vivaci, come il rosso delle fragole e del ribes, il giallo delle arance, il viola di more e mirtilli. E ricadiamo sempre sul discorso della dieta vitale, del respiro ritmico, della migliore circolazione.

STRESS, TENSIONI E TRAUMI ALL’ORIGINE DEL PROBLEMA

I soggetti colpiti dichiarano spesso che la vitiligine è insorta dopo un periodo di particolare stress o di traumi emotivi. In genere, chi ha vitiligine soffre di qualche anomalia tipo ipotiroidismo (con tiroide ballerina), insufficienza adenocorticale (dove le ghiandole adrenali non producono abbastanza corticosteroidi), alopecia aerata (calvizie a chiazze), anemia perniciosa, diabete. Ma sono pure presenti disturbi non affrontati, tipo epatite, disbiosi, stitichezza, anemia nelle zone periferiche.

VASOCOSTRIZIONE E VASODILATAZIONE

Si parla pure di vasocostrizione a carico dei capillari, per cui bisognerebbe ricorrere a sostanze e a stili di vita basati sulla vasodilatazione. Il riposo in zona marittima o montana, le cure a base di frutta, il consumare verdure di campo, l’abbondare con piante amiche del fegato, tipo cardi e finocchi crudi, o come radicchi e tarassaco, sono tutte cose utili.

IL CORPO LAVORA A CONTRASTO DELLO STRESS OSSIDATIVO E DEI RADICALI LIBERI CHE NE DERIVANO

Tutto sta nel risolvere il problema dello stress ossidativo che va a moltiplicare i radicali liberi. Il nostro corpo costruisce da sé i tre maggiori antiossidanti del sistema difensivo che sono il superoxide dismutase, il catalase e il glutatione peroxidase.

SFRUTTARE AL MASSIMO LE MAGNIFICHE RISORSE CHE LA NATURA CI OFFRE

Ma spesso non bastano, per i continui attacchi di stress a cui siamo sottoposti. Ecco allora che ci serve il supporto della vitamina-C, della vitamina-E, della vitamina-A e del betacarotene, dell’acido alfa-lipoico, del coenzima Q10, dei bioflavonoidi, tutte sostanze che troviamo nelle verdure, nella frutta, nei semini vari, nei vinaccioli (semi d’uva, che vanno ovviamente masticati).

LA GUARIGIONE AVVIENE DALL’INTERNO E NELL’ASSIEME

Oltre alle ultime tesine sulla vitiligine, tipo quelle citate, ti consiglio di studiare attentamente i casi di guarigione da psoriasi, perché quella è la strada giusta. La vitiligine, al pari della psoriasi e delle altre dermatiti, si guarisce dall’interno, con una serie di efficaci e rigorose scelte comportamentali ed alimentari.

LA SOLUZIONE ESISTE E CE L’HAI A PORTATA DI MANO

Se qualcuno desidera recuperare la salute, chiedigli prima se è disposto a sopprimere le cause della sua malattia. Solo allora potrai aiutarlo! E’ una delle frasi storiche di Ippocrate. Applicabilissima al tuo caso. Sei disposta a studiare il blog? Sei disposta a mollare zuccheri e dolciumi, pasta e carni bianche, passando prima al Vitto Valdiano, e poi a una soluzione ancora più avanzata come quella della tesina Radicali liberi, stress ossidativo e chiave flavonoica al benessere?

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

Il sito è stato penalizzato e completamente demonetizzato da Google.Per supportare il mio lavoro puoi effettuare una donazione libera.

Condividi con i tuoi amici.

10 commenti

  1. non riesco più a trovare le tesine su: "cerca", qualcuno sa dirmi perchè?
    Grazie.
    Manuela

  2. È un problema di blog spot. Comunque Valdo indica sempre la data delle sue tesine quando le cita: puoi usare la cronologia del blog a destra, clicchi prima sull' anno e poi sul mese ed a quel punto basta cercare tra i titoli che compaiono.

  3. La vitiligine non è altro che una forma di eliminazione del nostro vecchio carico tossico, io ne ho sofferto per anni, poi, smaltito questo carico grazie ad uno stile di vita (alimentare compreso) più corretto, la stessa è scomparsa nel nulla. Anche la spossatezza è una forma di detox, insomma è un buon segno, vuol dire che il tuo corpo sta diligentemente eliminando tante tossine. Se vuoi che la vitiligine sparisca, devi imparare le tecniche di eliminazione, quindi soprattutto curare l’alimentazione, la respirazione profonda, il riposo, i pensieri positivi ecc, insomma adottare un corretto stile di vita. Te lo auguro di tutto cuore.
    Francesco

  4. Parte tutto dalla mente, se funziona la mente funziona anche il corpo…. anche perchè una mente funzionante usa l'intelligenza per curarsi e autoguarirsi.

  5. Grazie a tutti per il vostro interessamento:farò tesoro dei vostri consigli.

  6. Scusate … Ma per avere le tesine come si fa??? Non riesco a trovarle, qualcuno può aiutarmi? Grazie …