ZUCCHERO, PASTA E VITILIGINE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

L’AMICA-NEMICA VITILIGINE MI ACCOMPAGNA DA OLTRE 20 ANNI

Gentilissimo Dr Vaccaro, Il mio nome è Caterina ed ho un sogno grande. Da ben 23 anni (ne ho 43) non esco più di casa con le maniche corte e senza coprirmi come un fantasma! Nell’ormai lontano 1990 mi è esplosa letteralmente la mia nemica-amica vitiligine, mentre mi accingevo ad iniziare l’università e vivevo un periodo particolarmente teso per lo stress.

DERMATOLOGI, SANTONI E MEDIUM, CON TANTI SOLDINI E ZERO RISULTATI

Ho iniziato il peregrinare da un dermatologo all’altro, santoni, medium, rimedi tra i più incredibili, migliaia e migliaia prima di lire e poi di euro, puva terapia con psoraleni, ratokterapia, TEV terapia ed ora EMDR e supporto psicologico.

PASTI STRACARICHI DI ZUCCHERO, DOLCIUMI E PASTA

La mia alimentazione è stata sempre ricchissima all’inverosimile di zuccheri (caramelle e gelati) pasta, (ho una grande mamma calabro-lombarda), carne pochissima e più che altro bianca, niente latte, pochi latticini, verdure crude (carote, finocchi, carciofi, sedano, cetrioli), insaccati.

STANCHEZZA CRONICA ED EUTIROX

Da moltissimi anni assumo Eutirox 25 mg per ipotiroidismo acquisito e la frase che mi contraddistingue è “Sono stanca” in quanto ho sempre un senso di stanchezza, irritabilità, difficoltà di concentrazione. Ho eseguito test allergologici con risultati negativi e negativo anche il test per celiachia.

VORREI TOGLIERMI FINALMENTE LA SODDISFAZIONE

Posso esaudire il mio sogno prima di morire o almeno mettere un tubino nero smanicato al mio funerale? Ci terrei davvero molto. Naturalmente le farei avere l’invito. Grazie di cuore,
Caterina

*****

RISPOSTA

MELANOCITI E PEROSSIDO DI OSSIGENO SUL DERMA

Ciao Caterina. È tutta una questione d pigmentazione e di cellule pigmentanti chiamate melanociti. Anche una questione di stress ossidativo, con accumulo di perossido di ossigeno sulla pelle e contemporanea mancanza di enzimi catalase per distruggere tale perossido. Tradotto in termini più comprensibili una questione di acidosi della matrice extracellulare.

STRESS OSSIDATIVO E CATALASE

Lo stress ossidativo è un sovraccumulo di perossido di idrogeno sulla pelle, dove crea acqua e ossigeno. Un enzima chiamato catalase è in grado di distruggere le molecole di idrossido di idrogeno. Chi soffre di vitiligine rivela una carenza di catalase o comunque una difficoltà di far confluire tale antiossidante sulla zona specifica colpita dal problema. Un banale problema di sangue denso e di circolazione rallentata è già in grado di mettere in difficoltà una persona.

NELLE CHIAZZE BIANCHE MANCA L’INTERSCAMBIO TRA MELANOCITI E CHERATINOCITI

È stata messa in evidenza negli ultimi mesi l’importanza dei cheratinociti, localizzati al confine tra parte acromica e parte sana. La scomparsa delle cellule pigmentate sarebbe conseguenza di un’alterazione dei meccanismi comunicativi tra melanociti e cheratinociti. Il danno cellulare a carico dei melanociti è prevalentemente di tipo ossidativo, e può pertanto essere contrastato con antiossidanti naturali.

CURCUMINA, CAPSAICINA E PIPERINA

Si parla di curcumina (da curry), di capsaicina (dal peperoncino rosso fresco o secco), di piperina (dal pepe, e dal pepe d’acqua), ma in pratica di tutti gli antiossidanti naturali, e in particolare quelli dotati di colori vivaci, come il rosso delle fragole e del ribes, il giallo delle arance, il viola di more e mirtilli. E ricadiamo sempre sul discorso della dieta vitale, del respiro ritmico, della migliore circolazione.

STRESS, TENSIONI E TRAUMI ALL’ORIGINE DEL PROBLEMA

I soggetti colpiti dichiarano spesso che la vitiligine è insorta dopo un periodo di particolare stress o di traumi emotivi. In genere, chi ha vitiligine soffre di qualche anomalia tipo ipotiroidismo (con tiroide ballerina), insufficienza adenocorticale (dove le ghiandole adrenali non producono abbastanza corticosteroidi), alopecia aerata (calvizie a chiazze), anemia perniciosa, diabete. Ma sono pure presenti disturbi non affrontati, tipo epatite, disbiosi, stitichezza, anemia nelle zone periferiche.

VASOCOSTRIZIONE E VASODILATAZIONE

Si parla pure di vasocostrizione a carico dei capillari, per cui bisognerebbe ricorrere a sostanze e a stili di vita basati sulla vasodilatazione. Il riposo in zona marittima o montana, le cure a base di frutta, il consumare verdure di campo, l’abbondare con piante amiche del fegato, tipo cardi e finocchi crudi, o come radicchi e tarassaco, sono tutte cose utili.

IL CORPO LAVORA A CONTRASTO DELLO STRESS OSSIDATIVO E DEI RADICALI LIBERI CHE NE DERIVANO

Tutto sta nel risolvere il problema dello stress ossidativo che va a moltiplicare i radicali liberi. Il nostro corpo costruisce da sé i tre maggiori antiossidanti del sistema difensivo che sono il superoxide dismutase, il catalase e il glutatione peroxidase.

SFRUTTARE AL MASSIMO LE MAGNIFICHE RISORSE CHE LA NATURA CI OFFRE

Ma spesso non bastano, per i continui attacchi di stress a cui siamo sottoposti. Ecco allora che ci serve il supporto della vitamina-C, della vitamina-E, della vitamina-A e del betacarotene, dell’acido alfa-lipoico, del coenzima Q10, dei bioflavonoidi, tutte sostanze che troviamo nelle verdure, nella frutta, nei semini vari, nei vinaccioli (semi d’uva, che vanno ovviamente masticati).

LA GUARIGIONE AVVIENE DALL’INTERNO E NELL’ASSIEME

Oltre alle ultime tesine sulla vitiligine, tipo quelle citate, ti consiglio di studiare attentamente i casi di guarigione da psoriasi, perché quella è la strada giusta. La vitiligine, al pari della psoriasi e delle altre dermatiti, si guarisce dall’interno, con una serie di efficaci e rigorose scelte comportamentali ed alimentari.

LA SOLUZIONE ESISTE E CE L’HAI A PORTATA DI MANO

Se qualcuno desidera recuperare la salute, chiedigli prima se è disposto a sopprimere le cause della sua malattia. Solo allora potrai aiutarlo! E’ una delle frasi storiche di Ippocrate. Applicabilissima al tuo caso. Sei disposta a studiare il blog? Sei disposta a mollare zuccheri e dolciumi, pasta e carni bianche, passando prima al Vitto Valdiano, e poi a una soluzione ancora più avanzata come quella della tesina Radicali liberi, stress ossidativo e chiave flavonoica al benessere?

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
10 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
10
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x