ABBASSAMENTO TESTOSTERONE E ASSISTENZA DIETOLOGICA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Ciao Valdo, ci siamo sentiti qualche giorno fa, sono Rosa dalla Sicilia, ho 47anni sposata con 2 figli ora maggiorenni, concepiti e partoriti secondo natura. Da ragazza ho avuto un po di brufoli sul viso, poca peluria, e un ciclo un po irregolare, curati con la pillola contraccettiva per pochi mesi dopo le gravidanze.

CAPELLI FRAGILI E TESTOSTERONE ALTO

Il mese scorso decido di fare degli esami al sangue per questi miei capelli fragili. È emerso solo il testosterone libero a 0,77 ng/ml e l’androstenedione a 5,48 ng/ml, DHEA-S 158 mcg/dl, cortisolo plasmatico 18 ug/dl, colesterolo HDL 68,00, LDL 140.

ASSISTENZA DIETOLOGICA

Mi hai detto al telefono che leggendo alcune tue tesine avrei trovavo argomenti di interesse. Di fatto ho letto la tua raccomandazione di mangiare tante verdure, frutti, semi. Il problema è che non so come assumerli e non so le quantità. Non ho alcun problema col cibo crudo, e proprio per questo vorrei una tabella per potermi regolare e seguirla correttamente.

ABBASSAMENTO TESTOSTERONE

Vorrei anche abbassare il testosterone mediante il cibo. Non so se sono stata troppo invadente nel chiederti questo, ma ci credo tanto negli alimenti che assumiamo. Non per niente si dice che la salute vien mangiando. Se puoi rispondimi al più presto. Ti ringrazio tantissimo. Saluti.
Rosa

*****

RISPOSTA

COS’È IL TESTOSTERONE

Ciao Rosa. Il testosterone è un ormone androgeno secreto dalle cellule interstiziali del testicolo (cellule di Leydig) e, in quantità minore, dall’ovaio, dalla corteccia surrenale e dalla placenta. La funzione principale del testosterone è quella di dare inizio allo sviluppo degli organi riproduttivi maschili e di mantenerne la funzionalità. Inoltre favorisce lo sviluppo dei caratteri sessuali, tipo la crescita della barba e la voce profonda. Il testosterone è un ormone che viene prodotto naturalmente nella donna a quote di testosterone relativamente basse. Quote che vengono rilasciate dalle ghiandole surrenali e distribuite poi dal flusso sanguigno su tutto il corpo.

SINTOMI E DISFUNZIONI DA TESTOSTERONE ALTO

Il testosterone, che è responsabile di un aumento del desiderio sessuale, la salute delle ossa, e l’energia, può diventare problematico nelle donne se i livelli sono elevati. I sintomi di alti livelli di testosterone sono una maggiore produzione di peli sul viso e corpo, massa muscolare allargata e voce maschile. Il testosterone alto può contribuire a diverse disfunzioni, a sterilità, irregolarità mestruali, ipertensione, obesità, malattie cardiovascolari.

VEGAN-CRUDISMO COME RIMEDIO ECCEZIONALE

Piano dunque con le proteine animali. Le donne con alti livelli di testosterone necessitano di limitare il consumo di proteine animali e di carne in particolare, sia rossa che bianca. Anziché consumare grassi animali, optare dunque per una dieta vegetariana che si concentri maggiormente su verdure a foglia verde, che sono meno grasse e contengono più sostanze nutrienti essenziali. Alle donne con livelli di estrogeni più elevati si consiglia di limitare anche gli alimenti ricchi di soia.

DORMIRE MEGLIO E RIDURRE LO STRESS

Livelli più elevati di cortisone, che è un ormone dello stress, possono contribuire a un aumento di testosterone nelle donne con un impatto negativo sulla salute del corpo. Dormire almeno 8 ore per notte in modo che il corpo si possa ricaricare correttamente. Attività di fitness come Pilates o yoga possono attenuare i livelli di stress, rafforzando e tonificando il corpo ed aiutando il sistema immunitario. Il sollevamento pesi può invece aumentare il testosterone nelle donne, causando più massa muscolare e aumentando la tendenza all’irsutismo.

UNA TABELLA QUANTITATIVA PER IL CIBO

Questo tipo di domanda è assai frequente nei neofiti. Ho spiegato 1000 volte almeno che si deve dare semplicemente priorità ai nostri sensori della fame e della sete e non alla bilancia. Le condizioni di ciascuno cambiano di giorno in giorno, di ora in ora, di ciclo in ciclo. Pretendere schemi fissi milligrammi, centigrammi o anche ettogrammi fa semplicemente sorridere. Non siamo dei robot e non siamo dei serbatoi.

LO SCHEMA VEGAN-CRUDISTA VA IMPOSTATO SU TRE PRINCIPI -BASE CHE SONO INNOCENZA, SEMPLICITÀ E SOBRIETÀ

Quando uno si è annacquato, alcalinizzato, vitaminizzato e mineralizzato al risveglio con una o due tazze di spremuta e quando ha inserito a metà mattina un secondo pasto di crudo preferibilmente fruttariano, o anche una bella centrifuga di carote-sedano-mele, o carote-sedano-ananas, arriva alla ora di pranzo affamato ma non troppo. Il pranzo comincerà con un bel piattone di verdura cruda, condita preferibilmente all’italiana con olio extravergine e aceto. Secondo piatto di cotto intelligente e divertente. Pasto di frutta nel tardo pomeriggio. Cena identica al pranzo ma variando i componenti.
Masticare bene e mangiare a sazietà, senza fretta e senza esagerazione. Se non c’è appetito si beve un bicchiere d’acqua e si salta il pasto. Troppo difficile?

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.