ALLA FACCIA DI CHI TENTA DI ANNIENTARTI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ESPRIMO LA MIA SOLIDARIETÀ

Carissimo Valdo, sono sempre io Laura Sidoti. Ho letto ciò che hai scritto a proposito delle denunce anonime. Ancora una volta non posso non esprimerti la mia solidarietà ed il mio sostegno. Mi sembra il minimo se lo rapporto all’immenso “bagaglio culturale”, nel senso più ampio del termine, che tu, con l’umiltà e la semplicità che ti contraddistinguono, hai scelto di condividere con la moltitudine di gente che, come me, crede fermamente nella tua persona e nella missione, perché, lo ribadisco, di questo si tratta. Di una missione che stai portando avanti, senza nulla chiederci in cambio, men che meno a livello economico. La tua nobiltà d’animo è dunque encomiabile.

OGNUNO DEVE ESSERE RESPONSABILE DELLE PROPRIE AZIONI

È vero che esistono la libertà di pensiero e di espressione per cui ognuno di noi può dire e scrivere ciò che pensa, tuttavia penso sia altrettanto vero che lo si debba fare con almeno un minimo di cognizione di causa, assumendosene, nel bene e nel male, tutte le annesse e connesse responsabilità.

L’ANONIMATO È SIMBOLO DI VILTÀ

Denunciare qualcuno o qualcosa rimanendo nell’anonimato è troppo semplice. È troppo comodo nascondersi dietro un dito. Mi sbaglierò, ma, secondo me, è come lanciare una bomba stando seduti su una torre di comando lasciando poi che siano gli altri a stare di fatto sul campo di battaglia al posto tuo. Bisogna lottare ad armi pari.

L’OFFESA È GENERALE

Secondo la mia modestissima opinione se uno si nasconde forse è perchè la sua teoria fa acqua da tutte le parti e lui è il primo a non credere veramente in quello che sostiene. Ma la cosa che soprattutto mi preme sottolineare è che denunciando te si offende, ad un tempo, anche l’intelligenza ed il raziocinio di chi, come me, ha deciso, liberamente, senza alcuna costrizione o plagio, di seguirti quotidianamente. Non credo di essere un luminare ma neanche una scema. Insomma due dita di cervello credo di avercele anch’io.

VALDO NON SI SPACCIA PER MEDICO MA SI VANTA ADDIRITTURA DI NON ESSERE MEDICO E DI NON FARE IL MEDICO UFFICIALE O CLANDESTINO

Valdo non ha l’arroganza di spacciarsi per medico. Se così fosse non sarei certamente qui, oggi, a scrivere questi miei pensieri. Valdo non prescrive nulla e non ti consegna nulla. Non ha alcun tipo di materiale da vendere. A lui associo il verbo “indicare”. Valdo ti indica degli strumenti, delle vie da percorrere, starà poi a te valutare, con i fatti e con calma, se erano giusti o se, come si suol dire, “t’ha rifilato nà patacca”.

HO TROVATO RISPOSTE ADEGUATE AI MIEI QUESITI

Personalmente, grazie ai suoi insegnamenti, ho trovato, lo ribadisco, con i fatti, conferma a tanti quesiti che mi sono sempre posta e sono solo all’inizio di questo fantastico cammino. Ci avevo provato in precedenza con i medici, quelli che ti ricevono con la “clessidra in mano”. Ti spettano un tot di minuti, poi sotto il prossimo. E intanto, tra una visita e l’altra, esami vari, e medicine a go-go.

NON STO QUI A POLEMIZZARE CON LE DEVASTAZIONI DELLA MEDICINA

Qual’è il risultato? Per quanto mi riguarda solo un profondo senso di abbandono di fronte a tanta “venalità” (non me ne voglia la categoria dei medici, perchè con questo non voglio assolutamente dire che di tutta l’erba bisogna fare un fascio), un corpo e un’anima sempre più devastati da questi veleni. E mi fermo qui, non voglio polemizzare oltre, anche perché adesso fa molto caldo e le energie sono poche. Preferisco risparmiarle per cose più utili.

SPRECHIAMO LIBERAMENTE TEMPO COI ROMANZI E POSSIAMO PURE SPRECARLO CON LE TESINE, QUANDO NON CI FOSSERO DI AIUTO

Ad esempio per fare questa battuta: “Ascoltando e leggendo Valdo male che vada, avrò sprecato solo un po’ di tempo, metri cubi di carta per stampare le sue preziose tesine e qualche euro per acquistare i suoi libri”.

DISPOSTA A TESTIMONIARE DI PERSONA IN AULA DI TRIBUNALE

Sappi che sono e sarò sempre al tuo fianco, fiera di sostenerti, disposta , se mai fosse necessario, a testimoniare, anche in un’aula di Tribunale, quanto sto affermando in questa sede e molto altro ancora, sempre con i fatti alla mano, mettendoci, non solo tanto di nome e cognome, ma soprattutto la mia faccia.

GLI APPOGGI CHE HAI POSSONO SOLO AUMENTARE, ALLA FACCIA DEGLI ANONIMI

Vai avanti sempre per la tua strada e vedrai, ma questo lo sai già, che ad ogni nuovo giorno, vedrai ronzare attorno a te uno sciame di api sempre più consistente. Alla faccia di chi tenta di “annientarti”. Con affetto.
Laura Sidoti

*****

RISPOSTA

LE CONFRATERNITE, LE LOBBIES E LE COLLUSIONI

Ciao Laura. I medici sono una confraternita vincente al giorno d’oggi. Confraternite ufficiali tipo medici, avvocati, notai, giudici, e confraternite lobbistiche tipo trafficanti, speculatori, falsari stanno saldamente ai vertici del sistema, mentre la gente normale se ne sta piccola piccola, alienata ed impotente, in balia dei codici e delle leggi inserite nei loro tomi, nei loro regolamenti e nelle loro costituzioni.

GLI AZZECCAGARBUGLI PIÙ CHE MAI IN AUGE

Ed è così che in Italia, ma un po’ in tutti i paesi sottoposti al regime dittatoriale militar-sanitario-finanziario imposto dagli USA, la confraternita dei medici si è arrogata negli anni il diritto di esclusiva sulla salute, parola che nessuno al mondo all’infuori del medico è autorizzato a usare. Questo si chiama ribaltare la logica. Queste sono bestemmie elevate al rango di legge, grazie alla complicità mafiosa tra avvocati azzeccagarbugli e medici arroganti.

IL CORPO UMANO È SACRO E LA SALUTE NON È DELEGABILE

Nemmeno quando la medicina fosse davvero in grado di dimostrare coi fatti di risolvere al meglio e in senso positivo tutti i problemi di salute, avrebbe il diritto di avocare a se stessa dei diritti di esclusiva e di monopolio. Troppo importante la salute umana per essere delegata ed affidata affidarla a chicchessia, a un singolo, a una confraternita, a un Ordine medico, o persino a una scuola igienistica. Ogni comune cittadino deve poter dire la sua sulla salute. Ogni testimonianza diretta è di grande valore.

NIENTE MONOPOLI E NIENTE ESCLUSIVE

Se poi la medicina si rivela ogni giorno di più vorace, sciupona, inadeguata, inaffidabile e fallimentare, ancor meno ha il diritto di accampare esclusive e monopoli. La situazione medica è sotto gli occhi di tutti. Le leggi ultra-addomesticate e ultra-falsate di determinati codici (in particolare l’art 348 del CP), valgono quanto il due di briscola e mettono in evidenza la precarietà e la mafiosità del sistema, cozzando violentemente con ogni senso di logica, di raziocinio e di giustizia.

IL MONDO DEGLI INTOCCABILI

È letteralmente vergognoso che in questo paese esista una moltitudine di medici coinvolti nelle falsate piramidi alimentari FDA, nelle manipolate tabelle proteiche e vitaminiche (sui grammi di proteine/giorno, negli sprechi miliardari per Tamiflu mai usati, e in danni incalcolabili a carico di pazienti grandi e piccoli, nonché di madri in gravidanza e di madri in allattamento sviate e confuse da obsoleti dogmatismi di medici e pediatri. Mai nessuna denuncia. Tutti dei picciotti. Tutti innocenti e a piede libero. Tutti difesi da una cappa impenetrabile e gommata di protezioni, di intoccabilità e di collusioni.

PREMIARE GLI SPRECONI E DEMONIZZARE I MORIGERATI

Qualcuno instaura senza spese e senza investimenti una scuola mobile, insegna regole e comportamenti alternativi che spetterebbero allo stato, senza costare un centesimo al paese, ma facendo risparmiare grosse cifre al bilancio statale e alla comunità in farmaci non prescritti e non gettati nei cassonetti, e finirebbe denunciato anonimamente e perseguitato dalle leggi? Allora sì che cominciamo a parlare di schifosità del sistema e di ribellione popolare giustificata.

UN SISTEMA SANITARIO DA DENUNCIARE PUBBLICAMENTE

Tutti belli impettiti in sella a quel mostro che la dr Ghislaine Lanctot ha chiamato senza mezzi termini “La mafia della Sanità” (Macro Edizioni). Chi scrive è anche padre di famiglia. Chi scrive ha anche sperimentato sulla propria pelle le pesanti sanzioni comminate dalle Asl regionali per non aver sottoposto i figli alle vaccinazioni imposte dalla firma collusa e corrotta del ministro De Lorenzo (600 milioni di lire non erano a quel tempo una bazzecola).

TANTO MARCIUME E POCA TRASPARENZA

Medici bravi, onesti, trasparenti e di alta qualità, ce ne sono di sicuro tanti. Sarebbe estremamente sciocco non riconoscerlo e fare di ogni erba un fascio. Ma il marciume generale finisce per coinvolgere anche la parte sana.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
3 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
3
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x