AMARE I BAMBINI SIGNIFICA NON VACCINARLI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

VACCINARSI FA MALE SOTTO TUTTI GLI ASPETTI

Ciao Valdo, ti segnalo questo articolo.
Da questo studio tedesco pare che i bambini non vaccinati si ammalino da 2 a 5 volte meno dei vaccinati.

COME MAI I MEDICI IMPONGONO I LORO DIKTAT SENZA MAI DOVER SPIEGARE NULLA A NESSUNO?

Sono consulente assicurativo, e prima di far sottoscrivere un contratto, anche da 2 lire, devo spiegare un sacco di cose e far firmare un sacco di carta. Perché invece, prima di iniettare un vaccino, nessuno spiega quali sono i componenti interni, compresi metalli pesanti, feti di animali ed altre insopportabili sconcezze?

AL MONDO MEDICO INTERESSA UN POPOLO IGNORANTE E NON CONSAPEVOLE

Perché nessuno, prima di fare una siringa, ci rende edotti su come funziona la mutazione mitocondriana e come reagisce il sistema immunitario? Forse perché così uno avrebbe qualche strumento per decidere in consapevolezza, e magari non accetterebbe? Un abbraccio.
Dr Francesco Monaldi

*****

SCONVOLGENTE STUDIO REALIZZATO IN GERMANIA NEL 2011

I bambini vaccinati hanno da 2 a 5 volte più malattie e disturbi di quelli non vaccinati. Ecco le prove di un nuovo studio.

8000 BAMBINI VACCINATI E PIENI DI MAGAGNE FISICHE

Questo studio è stato pubblicato nel settembre del 2011 su circa 8000 bambini non vaccinati, in età compresa tra gli 0 ed i 19 anni, mostra che i bambini vaccinati contraggono almeno 2-5 volte in più malattie e disturbi rispetto ai bambini non vaccinati. I risultati sono presentati nel grafico a barre sottostante, i dati completi ed i risultati dello studio sono qui esposti. Il dato è confrontato con lo studio tedesco KIGGS sulla salute dei bambini nella popolazione nazionale. La maggior parte dei partecipanti al sondaggio erano statunitensi.

CASI DOCUMENTATI UNO PER UNO

I dati sono stati raccolti da genitori con bambini non vaccinati tramite un questionario via Internet di vaccineinjury.info e Andreas Bachmair, un medico tedesco omeopatico. Lo studio indipendente è auto-finanziato. Ognuno degli 8000 casi è caso reale con documentazione medica di supporto. Tre altri studi hanno avuto risultati simili secondo Bachmair e sono di seguito riportati.

ALZBURGER STUDIO

Risultati: i 1.004 bambini non vaccinati hanno avuto Asma = 0% (8-12% nella popolazione normale),
Dermatite A = 1,2% (10-20% nella popolazione normale), Allergie = 3% (25% nella popolazione normale), ADHD 0,79% (5-10% in media tra i bambini).

STUDIO A LUNGO TERMINE IN GUINEA BISSAU, AFRICA OCCIDENTALE

I figli di 15.000 madri sono stati osservate dal 1990-1996 per 5 anni. Risultato: il tasso di mortalità nei bambini vaccinati contro la difterite, il tetano e la pertosse è due volte superiore rispetto ai bambini non vaccinati (10,5% contro 4,7%).

STUDIO NUOVA ZELANDA SURVEY DEL 1992

Lo studio ha coinvolto 254 bambini. In cui 133 bambini sono stati vaccinati e non vaccinati sono rimasti 121. Risultato (tra parentesi i non-vaccinati): Asma 20 (15%) 4 (3%), Eczema o eruzioni cutanee allergiche 43 (32%) 16 (13%), Otite cronica 26 (20%) 8 (7%), Tonsillite ricorrente 11 (8%) 3 (2%), Mancanza di respiro e la sindrome della morte improvvisa del lattante 9 (7%) 2 (2%)
Iperattività 10 (8%) 1 (1%).

SCANDALOSA ASSENZA DI RICERCA SUI VACCINI IN USA

Nessuno studio che confronti lo stato di salute di persone vaccinate contro quelle non vaccinati è stata mai condotta negli Stati Uniti dal CDC o da qualsiasi altra agenzia nei 50 anni o più di un programma di vaccinazioni (ormai più di 50 dosi di 14 vaccino vengono somministrate prima della scuola dell’infanzia, 26 dosi il primo anno). La maggior parte dei dati raccolti dal CDC è contenuto nel database del Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS). Le VAERS contiene generalmente solo il 3-5 per cento d’informazini relative ad incidenti causati da vaccini.

OVVIA TENDENZA GENERALE AD ASSOLVERE I VACCINI

Questo semplicemente avviene perché solo alcune reazioni immediate sono segnalate dai medici, ma molte altre non sono ammesse in quanto non ritenute essere reazioni al vaccino. Pertanto i numeri riportati nel VAERS sono solo reazioni immediate. Le malattie ed i disturbi indotti dai vaccini non vengono riconosciuti da genitori o medici quando queste condizioni si sviluppano da pochi mesi a cinque anni o più di distanza dalla vaccinazione e non sarebbero mai stati riconosciuti come conseguenza di vaccinazioni multiple. In altre parole, molti bambini e adulti hanno malattie e disturbi che sono indotti da vaccino e non hanno mai sospettato che la causa derivi dai vaccini, così come indica questo studio.

I BAMBINI NON VACCINATI GODONO DI UNA SALUTE DECISAMENTE MIGLIORE RISPETTO A QUELLI VACCINATI

Come dimostrato dal grafico i bambini non vaccinati non solo corrono meno rischi rispetto a quelli a cui vengono somministrate le vaccinazioni, ma sono anche più sani. Cliccando qui potete vedere tutti i risultati completi dello studio ed i relativi grafici divisi per patologie ed età (lo studio è in inglese ma i grafici sono molto chiari e non lasciano dubbi sulla loro interpretazione).

Fonte

*****

COMMENTO

DOCUMENTARSI A FONDO

Ciao Francesco. Ottimo l’articolo segnalatomi, per cui ti ringrazio. Uno dei tanti. Sempre sperando che giri abbondantemente e che dia una bella strigliata ai troppi genitori irresponsabili e pronti a credere a chiunque si presenti col camice e la siringa tra le mani. Ognuno faccia le sue scelte, ma solo dopo essersi documentato a fondo. Ricordo che l’ultimo mio articolo sulle vaccinazioni porta la data del 6/11/2013 e ha per titolo “Indecenti ed oscene vaccinazioni antitetaniche”, mentre le altre tesine sul blog dedicate a tale tema sono davvero tante, e si possono identificare digitando come motori di ricerca le parole vaccini, epidemie, virus, batteri, Aids, papilloma, morbillo, e così via.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

1 commento

  1. Stephen Krahling e Joan Wlochowski, che hanno lavorato alla Merck, hanno presentato una denuncia giudiziaria contro la loro datrice di lavoro.

    «Merck aggiunge anticorpi animali alle provette di sangue per ottenere risultati più favorevoli, pur sapendo che il sistema immunitario umano non produrrà mai tali anticorpi, creando una messinscena di laboratorio che in nessun modo corrisponde, si collega o rappresenta la vita reale,… la neutralizzazione di virus nei popoli vaccinati».
    Obiettivo è quello di invogliare sempre più gente di vaccinarsi.
    Fonte : Maurizio Blondet.
    Che orrore!