Seleziona una pagina

AMERICA TRA INDUSTRIA DEL CANCRO E DEI VACCINI, CON GROSSI EVENTI PREVISTI ENTRO L’ANNO

da 27 Feb 2021Attualità

DONALD TRUMP È TUTTORA IL VERO E UNICO PRESIDENTE IN CARICA

Siamo giunti alla data di sabato 27 febbraio. La prima notizia dagli Stati Uniti proviene dal solito Mike Adams e per noi non è una sorpresa. Può destare clamore solo in chi è abituato alla cialtroneria, alla lacunosità e al provincialismo dei media europei ed italiani, specializzati come sono nel disinformare, nel travisare, nel fare da portavoce del regime a cui essi appartengono. Fatto sta, la notizia del giorno è che Donald Trump è tuttora l’unico presidente in carica degli USA. Qualcuno vuole confondere le acque attribuendo a Biden iniziative militari e diplomatiche in Siria e in Arabia Saudita, ma si tratta di fumo e di distrazioni, di trovate per dimostrare che tutto procede secondo le regole.

JOE BIDEN PRESIDENTE FANTASMA

Joe Biden è in realtà un presidente di comodo che brilla per le sue assenze, un presidente lacunoso e fantasma, oltre che inventato, un presidente delle gaffe e dei danni clamorosi ai pochi settori economici tuttora funzionanti. Tutti i presidenti americani di fresca nomina usano dare il proprio indirizzo davanti alle Camere, e si tratta di un rito ufficiale, pertanto dovuto. Biden non lo ha fatto. Come mai? Semplice, perché non è il vero presidente. Non lo è mai stato. Lo sa pure lui. Tre giorni fa era atteso ed annunciato per fare il Discorso sullo stato dell’Unione, ma ciò non è avvenuto. I media nazionali non hanno battuto ciglio. Zero commenti. Cosa stranissima. Del resto più niente sorprende in questo paese. Tutto fake, tutto falsato e inventato. False le elezioni del 3 novembre, falso l’Inauguration Day del 20 gennaio, falso il discorso ufficiale di accettazione-incarico da parte di Biden. L’America insomma ha un preteso presidente, un preteso capo del paese. Siamo di fronte a un grande stato senza guida e senza pilota.

DIVERSE PREVISIONI E IPOTESI NON CORRELATE DA PROVE E DISCORSO DI TRUMP ALLA NAZIONE PER DOMANI 28 FEBBRAIO

Qualcuno ipotizza che il 4 marzo sia la data fatidica di ritorno al potere di Trump. Qualcun altro sposta tale data al primo di aprile, ironizzando e scherzando sul pesce d’aprile. “Non credo personalmente alle varie previsioni non avendo in mano prove concrete”, dice Adams. Si sa invece che Trump è atteso a un importante discorso alla nazione per domenica 28 presso il CPAC 2012 in Florida, un discorso nel quale riconfermerà i suoi poteri inalterati e la sua forte influenza su GOP-GrandOldParty o partito Repubblicano, un GOP che finalmente sta seguendo Trump unito e compatto senza più spaccature, ben sapendo che negli ultimi 4 anni, indebolito da tradimenti interni, ha perso ogni suo confronto elettorale.

IL COLLASSO DEL DOLLARO È LA SPADA DI DAMOCLE CHE PENDE SULLA TESTA DELL’AMERICA E DEL MONDO INTERO

I ritardi nel ricambio di guardia, nel re-installo della normalità e nel ritorno di Trump generano tuttora diverse ipotesi. Qualcuno arriva persino a pensare che diversi elementi militari favorevoli a Trump siano stati assassinati in segreto, bloccando e ritardando ogni piano di ripulizia e ripresa politica da parte del presidente. Altri pensano invece che gli Americani devono ancora soffrire e stringere i denti, resistendo all’azione disperata del Cartello dei Globalisti in rotta, manovrati dal CCP-ChineseCommunistParty che ha il pieno controllo del suo pupazzo Joe Biden. Tutte ipotesi possibili e plausibili. Ma una cosa è certa, ed è che gli elementi sani e gli esperti vicini a Trump si attendono il collasso del dollaro e del sistema monetario legato ad esso.

POPOLO AMERICANO SOTTOPOSTO A UNA DURA PROVA DI CARATTERE

Solo a quel punto il popolo americano si renderà veramente conto del proprio tracollo e di una devastazione mai vista prima d’ora. Solo allora la gente dirà a se stessa: “O mio Dio, non possiamo accettare di perdere il nostro paese e che finisca a catafascio dall’oggi al domani. Non possiamo permettere che la nostra America cada nelle mani di un gruppo di opportunisti e di criminali fascisti-comunisti.” Solo allora si daranno una scrollata e lotteranno per riprendersi le loro terre e le loro proprietà, le libertà per le quali hanno lottato i loro antenati.

STARE ALLA CASA BIANCA NEL MOMENTO CRUCIALE DELLA SDOLLARIZZAZIONE NON È DAVVERO IL MASSIMO

Siate pronti a grossi e sbalorditivi eventi, spettacolari e drammatici nel contempo. Nessuno di noi tuttavia è in grado di sapere esattamente quando la caduta del dollaro avrà luogo. In questo momento gli speculatori stanno comprando. Lo scetticismo pare scemato. Gli operatori di borsa stanno mantenendo il mercato artificiosamente alto. È probabile che per tutti questi motivi Trump abbia voluto deliberatamente e intelligentemente concedersi un break e una tregua, una uscita di scena temporanea cogliendo tutti di sorpresa, amici ed avversari. È una delle teorie più logiche ed accreditate che circolano. Come mai non ha fatto uso degli enormi strumenti difensivi nelle sue mani? La realtà è che nessuno al mondo vorrebbe trovarsi nell’Ufficio Ovale mentre l’intero paese affonda e mentre la sua moneta ha il valore della carta straccia. Trump è tutto fuorché un cretino o un autolesionista, potrebbe dunque aver optato di proposito per tali mosse strategiche.

PESANTI RESPONSABILITÀ DELLA SUPREME COURT AMERICANA

Se persino la Supreme Court non difende la razionalità, la logica, il ruolo della legge, allora c’è soltanto la legge di Dio e della Corte Superiore. Tutti siamo soggetti a questa Corte un giorno o l’altro, e si tratta di una Corte che non fa sconti e che non accetta compromessi. La Supreme Court ammette oggi che non esistono leggi funzionanti negli USA. Se la Supreme Court non difende la Costituzione, chi altri mai lo potrà fare? Non certo i DEMs che la hanno sistematicamente distrutta per generazioni, non certo i trans-nazionalisti che seguono Biden sotto la regia di Xi Jinping.

LA COSTITUZIONE È UNA CARTA SCOMODA PER CHI NON HA LA COSCIENZA A POSTO

Tutta questa gente non vuole la Costituzione. Tutti uniti a difendere non i diritti e non i principi americani sanciti dalla legge. Tutti uniti a lavorare per il Deep State. Tutti distruttori della Costituzione che avevano giurato di proteggere. Non sono Americani ma DeepStaters. Hanno commesso un atto di tradimento contro il loro stesso paese. Questo è stato un atto di guerra e di alto tradimento nei riguardi del proprio paese.

AMERICA NON TUTTA ROSE E FIORI, NON TUTTA LIBERTÀ E DEMOCRAZIA

È risaputo che l’America è nata tutt’altro che in modalità pacifiche e civili. I pionieri e i conquistadores europei occuparono prima le coste atlantiche occidentali per poi spostarsi con le loro carovane, i loro fucili e i loro fortini alla conquista armata e violenta dei territori centrali e del Far West, facendo piazza pulita delle tribù Pellerossa che ivi risiedevano in buona armonia da secoli. Le pallottole facevano più male e più vittime delle frecce.

TROPPE CROCI BIANCHE NEI VARI TEATRI DI GUERRA

America che nel prosieguo non è certamente esente da colpe gravi e da crimini nella sua storia turbolenta e guerrafondaia, basata sulla legge del più forte e del più ricco, sull’imperialismo e il colonialismo economico-politico verso gli stati deboli, su pretesti e falsi alibi giustificativi di guerre e di stragi come nel Vietnam e in Iraq, con vasti cimiteri sparsi dovunque, cimiteri di croci bianche a ricordo e testimonianza di tanti suoi giovani ventenni immolati per futili motivi e discutibili valori.

UN FATICOSO PERCORSO STORICO SULLA FALSARIGA DELLA COSTITUZIONE

Tuttavia l’America degli ultimi tre secoli, non senza conflitti intestini sanguinosi, non senza pesanti e annose discriminazioni razziali, non senza presidenti, senatori e leader religiosi come Martin Luther King brutalmente assassinati, non senza drammatici alti e bassi economici, non senza episodi di eroismo, turbolenze-coinvolgimenti in conflitti mondiali ha saputo ciononostante mettere assieme nel bene e nel male una civiltà avanzata e composta da un incredibile mix di culture, una società aperta, libera e anti-totalitaria a misura d’uomo, dandosi pure una importante Carta Costituzionale dei diritti e dei doveri e diventando una leader mondiale, una potenza economica-monetaria-militare e culturale a forte e prevalente influenza cristiana.

AMERICA LEGATA AL DANARO MA ANCHE ALLA BIBBIA

La Bibbia, agli occhi di chi ha la mente libera e autonoma, non è certamente un testo sacro. Vi sono descritti episodi estremamente violenti e sanguinosi. Un Dio che incita a conflitti, a giustizialismi, a distruzione di interi popoli non può chiamarsi Dio. C’è qualcosa che non quadra. Al massimo si potrà chiamare Dio degli Ebrei. Mosé non ne viene fuori affatto bene. Le sue Tavole della Legge e i suoi 10 Comandamenti predicano bene ma razzolano male in quanto trasudano sangue, odio, conflitti etnici a non finire, una indifferenza e un cinismo spaventoso e mai visto verso gli animali, degni delle tribù di provenienza dedite alla sopraffazione, allo sgozzamento e alla macellazione delle creature deboli e indifese.

LA CULTURA RELIGIOSA HA UN RUOLO NON MARGINALE NELLA VITA DEL PAESE

Nulla a che vedere con la magnanimità, la spiritualità e la saggezza della cultura orientale, induista, buddhista e taoista. Le due maggiori religioni mondiali rimangono l’Islam e il Cristianesimo di Roma, ma non si distinguono affatto per essere dei campioni di vera religiosità, brillando piuttosto per tendenza al dominio politico ed economico, a valori di tipo mondano e materiale, anche se, presi uno per uno individualmente, musulmani e cristiani possono essere persone generose, altruiste, caritatevoli e dotate dei migliori attributi possibili ed immaginabili. L’America ha creato poi una sua realtà peculiare, diventando terra di gruppuscoli, associazioni, sette e congregazioni religiose a larga prevalenza cristiana, per quanto totalmente avulse dalla Chiesa di Roma.

DIECI COMANDAMENTI E BUONSENSO COME RIMEDIO AL DECADIMENTO DELLE LEGGI FEDERALI

Quando le leggi di una intera nazione dalle origini cristiane decadono all’improvviso qual è la risposta? I principi originali cristiani ovviamente. Si comincia col ripristinare i 10 Comandamenti e il Buonsenso, il rispetto delle Leggi di Natura e di tutte le Creature. Si comincia non mandando all’aria ogni cosa buona e funzionante creata in precedenza. Non andando in giro a imbrogliare la gente, non andando in giro a circuire dei bambini, non andando in giro a predicare aborti, non andando in giro a indottrinare adolescenti e studentelli, non andando in giro a raccomandare interferenze sanitarie e vaccini. Tutti questi pastori, preti e predicatori dovranno affrontare il loro stesso Dio che non gli darà di certo un benvenuto. Esiste una Corte Superiore dove ognuno verrà un giorno giudicato, una Corte dove tutto conta davvero senza sconti e compromessi. “Cari ministri di Dio in terra, cosa avete mai fatto in nome mio? Avete approvato e accettato che nel corpo vengano iniettate ed inoculate delle sostanze infette-velenose-estranee prese persino da cellule vive e morte di neonati abortiti? Andatevene pure alla Corte Infernale di Belzebù”.

ASPETTI SCONVOLGENTI DI VACCINAZIONI E DI ASPORTAZIONI MAMMARIE

Queste pratiche orrende non si trovano negli scritti dei veri cristiani ma al massimo nei manifesti e nei piani di conquista del partito comunista cinese CCP. Come possono delle chiese pregare e insegnare il commercio e la distribuzione di parti umane abortite? Come possono sottacere che molte donne vaccinate stanno evidenziando sintomi di cancro al seno? Non appena vaccinate c’è una risposta infiammatoria sia sul braccio usato che nei linfonodi ingrossati, con estensione alle ghiandole mammarie, puntualmente rilevata negli esami mammografici delle donne sottoposte di recente a vaccinazione anti-Covid. Le segnalazioni arrivano da diverse fonti affidabili in America e altrove. A questo punto le vittime spaventate e nel panico più completo non trovano di meglio che finire nelle mani di ginecologi e senologi che le spingono a interventi di asportazione e di mastectomia. Persino a donne totalmente sane e prive di sintomi viene suggerito come MISURA PREVENTIVA di togliere le ghiandole mammarie e di menomare il loro seno, che è poi, sia ben chiaro, simbolo della loro bellezza e della loro femminilità.

INDUSTRIA DEL CANCRO AGGROVIGLIATA A QUELLA DEI VACCINI

Stanno succedendo cose da pazzi, cose incredibili e scioccanti nell’Industria del Cancro che è intimamente collegata all’Industria dei Vaccini ! E c’è pure in tutto questo una componente sessista. Non si sente mai, per nostra fortuna, di maschi che vanno a fare delle Testicolo-grafie o ai quali viene suggerito di togliersi le palle. L’Industria del Cancro fa parte dello stesso complesso industriale-sanitario che sta uccidendo migliaia di bambini nel mondo, che sta vivisezionando feti umani, che sta prelevando fegato e reni a scimmiette e animali da esperimento. Questa è l’industria di cui si parla. Non franano e non si ravvedono, non si fermano davanti a niente. Vogliono uccidere il maggior numero di persone possibili. Lo stiamo imparando sulla nostra pelle. Il ragionamento fila dritto. Se avete un tumore al cervello arriveranno a ghigliottinarvi la testa e magari a vantarsi di avervi guariti dal cancro.

IMBARAZZANTI ATTITUDINI E PRETESE DELLA PFIZER

La Pfizer ha una fedina penale ricca e variegata. In America la conoscono bene per incresciosi episodi e per sanzioni miliardarie a copertura di pratiche di malasanità e di corruzione, a copertura di danni micidiali causati da suoi famigerati farmaci. Ebbene la Pfizer ha richiesto delle basi militari in Colorado a copertura della sua produzione vaccinale. Ha fatto la stessa cosa con l’India a compenso della sua pronta fornitura di vaccini. Ha spinto le sue interferenze e pressioni a livelli imbarazzanti. Ha chiesto al governo argentino di garantire la sua completa immunità da eventuali danni causati ai vaccinati. L’Argentina ha ovviamente rifiutato.

MA LA PFIZER CHI CREDE DI ESSERE ?

C’è da chiedersi se la Pfizer sia una fabbricante di vaccini o non invece una organizzazione militare. Chiedere delle basi militari per le sue attività produttive all’Argentina? E poi anche al Brasile? Chiedere fondi di garanzia e depositi monetari anticipati su conti correnti esteri? Queste alcune delle richieste Pfizer al governo di Jair Bolsonaro. Hanno chiesto al Brasile di rinunciare alla sua sovranità e di aprire dei fondi esteri a favore della Pfizer. Hanno chiesto esenzione da penalizzazioni per ritardi eventuali. Hanno preteso esenzione da ogni responsabilità legale e civile per tutte le attività Pfizer in Brasile, contravvenendo alle leggi brasiliane e non rendendole applicabili alla Pfizer stessa, come contropartita di pronte e massicce forniture vaccinali. Una specie di ultimatum.

PIÙ CLAN MAFIOSI CHE AZIENDE TRASPARENTI

Questa non è un’industria ma una vera e propria mafia medica internazionale. Ma nessuno dovrebbe essere sorpreso. Questo è il tipo di corporazioni multinazionali che stanno ammazzando la gente coi loro prodotti mortali, con le loro inoculazioni depopolanti. Per loro è naturale fare assurde richieste e piazzare folli richieste di basi militari in Sud-America. Stiamo assistendo a fatti incresciosi ed incredibili dove i fabbricanti di vaccini stanno minacciando le nazioni e gli stati, stanno guadagnando poteri mai visti per un controllo del mondo intero, col supporto degli stessi stati e dei rispettivi media. Si stanno comportando come clan mafiosi nelle negoziazioni con paesi sovrani. Il Brasile poi non è uno staterello da due soldi ma una enorme realtà sociale ed economica.

IL BRASILE NON CADRÀ NELLA RETE DELL’ESTABLISHMENT SANITARIO

Pure il Brasile, nonostante il suo ottimo presidente, è stato infiltrato dal Medical Establishment, anche se il suo popolo non è facilmente assoggettabile, e supera in buonsenso e intelligenza i suoi governanti. “Non ci servono vaccini. Abbiamo sole in abbondanza da queste parti e ce la caveremo al meglio”. Pretendere distanziamenti sociali sarebbe pretesa schizofrenica. Il Brasile è un Paese Sociale. La gente ama toccarsi e abbracciarsi, ama vivere in gruppi vicini e coesi. Piuttosto che accettare dei diktat su questo ci sarebbe una rivolta generale. L’arroganza della Pfizer e di Big Pharma troverà pane per i suoi denti.

I BRASILIANI SONO TROPPO SMALIZIATI PER CEDERE AI DIKTAT DELLE PANDEMIE

Come dicevamo, la Pfizer ha un record di attività e comportamenti criminali (Criminal misconduct) in America. Come può essere che dei governi indipendenti e sovrani scendano a negoziazioni e a compromessi con aziende di questo genere, con aziende specializzate a fabbricare prodotti che ammazzano la gente? Queste non sono opinioni o accuse infondate ma cose vere e documentate. C’è da sperare che il Brasile resista e non cada in questi infidi tranelli.

ATTENDIAMOCI GROSSI E CLAMOROSI CAMBIAMENTI ENTRO L’ANNO IN CORSO

Conclusione finale di Mike Adams? OK People, come vi ho già detto nei giorni scorsi BE READY FOR ANYTHING, siate pronti e preparati a tutto: SOMETHING BIG IS GOING TO HAPPEN, JUST BE PREPARED FOR ANY SCENARIO, EVEN FOR A SECESSION, EVEN FOR A RETURN OF TRUMP AS PRESIDENT. BE READY FOR A INTERNATIONAL WARFARE, BE READY FOR A GLOBAL CURRENCY COLLAPSE, BE READY FOR MAIN DISCLOSURES AND REVELATIONS, BE READY FOR ALL THESE THINGS. Io non so quale di tali evenienze accadrà per prima. So comunque prove certe alla mano che non passerà questo anno 2021 senza che alcuni MAJOR MAJOR CHANGES AND HISTORIC SHOCKING EVENTS WILL HAPPEN. No question about it.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

5 Commenti

5 Commenti

  1. Auro

    Belzebù non esiste, e da uomo direi purtroppo ,perchè mi piacerebbe che effettivamente certa gente andasse all’inferno che ci hanno fatto immaginare come l’interno di un vulcano. Le cose non stanno così, ma ciò non toglie nulla a questi pregnanti discorsi. Il giudizio finale deve essere preso nella metafora ovviamente di un riassunto esistenziale di un insieme di attività e di vite.DIO NON GIUDICA MAI .
    “C’è una immagine molto infantile di Dio, presente nella povera cultura spirituale degli uomini che concepiscono continuamente questo Dio antropomorfico seduto su uno scanno che giudica le anime penitenti che hanno finito di vivere. In questo strisciare delle anime imploranti misericordia e pietà, francamente io non riconosco Dio, ma soltanto le immagini malate degli uomini che vorrebbero ancora continuare a controllare e dominare gli esseri che furono vivi, anche da morti, attraverso sottotribunali che verrebbero affidati alle varie figure intermedie che hanno collaborato con Dio” così parlava un vecchio saggio che la sapeva lunga.

    Rispondi
  2. Gilberto

    Ho letto tutto con la disperazione che questo post genera ma quando sono arrivato al punto che Bolsonaro viene definito “un ottimo presidente” mi sono fermato e non ce l’ho più fatta ad andare avanti. Caro Valdo, ti considero una persona intelligente e in buona fede. Per questo ti chiedo di rettificare questo giudizio che non merita commenti oppure di provare citando i comportamenti ed i fatti di questo “ottimo personaggio” che mi sbaglierei se dicessi che si tratta di un sanguinario, feroce fascista distruttore del suo Paese per puri interessi economici. Se invece non sarai in grado di farlo in modo convincente o rinuncerai a rispondermi penso proprio che si dovrà rivedere la credibilità di cui vai fiero. Grazie.

    Rispondi
  3. Devis

    Meglio prendere un po’ con le pinze. Questo Mike Adams può intendersi bene di scenari politici in fase di realizzazione, di strategie nascoste, di tutto quello che insomma viene solitamente taciuto dai media “dozzinali”. Non lo metto in dubbio, i miei complimenti. Però quando si cala nei panni di giudice della fede dell’umanità, non fa una bella figura, per lo meno in questo caso. Però si può sempre migliorare. Inizia sostenendo che “La Bibbia, agli occhi di chi ha la mente libera e autonoma, non è certamente un testo sacro”. Mah, non saprei sulla base di quali indiscutibili prove si lasci andare ad affermazioni così perentorie. Non è nemmeno simpatico questo modo di ragionare, anche perchè mette subito delle barriere ideologiche tra lui e chi lo ascolta. Che vuole fare, coltivare il suo orticello e dare un calcio nel sedere a tutti gli altri? Poi fornisce una sua analisi molto sommaria, per non dire sbilenca, dei Dieci Comandamenti, ignorando le parole di Gesù circa i due comandamenti essenziali, ovvero di amare Dio, e amare il prossimo come se stessi (se tutti si impegnassero a seguire “benino” solo questi due, si risolverebbero molti problemi). Ma il bello viene dopo. Infatti prosegue: “Quando le leggi di una intera nazione dalle origini cristiane decadono all’improvviso qual è la risposta? I principi originali cristiani ovviamente. Si comincia col ripristinare i 10 Comandamenti e il Buonsenso, il rispetto delle Leggi di Natura e di tutte le Creature”. Questa è bella! Prima sostiene che la Bibbia non è un libro sacro, poi vuole ripristinare i principi cristiani delle origini e i Dieci Comandamenti! Secondo me qui si sta facendo un po’ di confusione! Infine ammonisce tutti quanti, invitando a riflettere sul proprio modo di operare, in quanto tutti dovremo renderne conto davanti a Dio. D’accordo su questo, però insomma… un po’ di coerenza dall’inizio alla fine non guasterebbe!

    Rispondi
    • Tata

      Concordo sulla totale mancanza di coerenza!

      Rispondi
  4. Andrea Scalzi

    Valdo, mi dispiace dirtelo ma stai farneticando.

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: