ANORESSIA, INAPPETENZA, BULIMIA E SVOLTA PSICO-ALIMENTARE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CHE FARE PER SALTAR FUORI DAL TUNNEL DEL DISAGIO ALIMENTARE?

Buonasera, la contatto in quanto penso che lei mi possa aiutare. E’ stata anche la Gabriella Filice a consigliarmi di rivolgermi a lei. Soffro da oltre 20 anni di anoressia e bulimia. Stanca di questa situazione, vorrei davvero dare una svolta alla mia alimentazione, sia per motivi di salute fisica che per un recupero a livello psicologico. Le premetto che sono di Prato. Lei cosa mi consiglia di fare?
Cristina

*****

RISPOSTA

DISORDINI ALIMENTARI E STATI DEPRESSIVI

Ciao Cristina, rivediamo un po’ assieme il significato di questi disordini alimentari che stanno facendo danni sempre più devastanti tra i giovani, e in particolare tra le adolescenti e le ragazze nubili dai 12 ai 25 anni. Negli USA si guarda al fenomeno come ad una vera e propria epidemia che attraversa tutti gli strati sociali e tutte le etnie. Per la APA (American Psychiatric Association) i disturbi alimentari sono la prima causa di morte tra i malati del settore psichiatrico in Occidente, morte che avviene per arresto cardiaco o per gravi crisi depressive che portano al suicidio.

L’IDEA FISSA DEL PESO E DELLA FORMA FISICA

I comportamenti anoressici e bulimici sorgono da diversi motivi, ma in genere tutto parte dalla sopravvalutazione psicologica del fattore peso e della propria forma fisica, oppure il sentirsi derisi e dileggiati. L’anoressia consiste nel rifiutare l’assunzione di cibo per timore di ingrassare. Una persona è considerata anoressica e a pericolo quando va sotto l’85% del suo peso normale.

SCARSA DISPOSIZIONE VERSO IL CIBO

L’anoressia nasconde una difficoltà di vivere, di accettarsi, di non potersi liberare dalla ossessione della bilancia e del calcolo calorico. Non si tratta solo di scarsa disposizione verso il cibo, ma addirittura di assurda ricerca ad esorcizzare l’appetito, mediante ricorso a bevande ipocaloriche cariche di aspartame (sostanza velenosissima vietata in mezzo mondo ma non in Italia), e mediante il ricorso alle sigarette, anti-cibo per eccellenza.

LA MAGREZZA, IL GRASSO E I FORMIDABILI OMEGA-3 DELLE MANDORLE, DEI PINOLI, DEI LUPINI E DEI VARI SEMINI

Le ragazze in particolare vengono influenzate enormemente dagli schemi in voga, dove la magrezza diventa un valore assoluto. Ma ci si dimentica che il vero stato di salute si basa sull’equilibrio, e che anche gli acidi grassi, gli Omega-3 e gli Omega-6 (non quelli velenosi di origine ittica, ma i formidabili Omega-3 delle mandorle, dei pinoli, delle noci, delle noccioline e dei semini) svolgono un ruolo importante di riserva energetica, di termoregolazione e riscaldamento corporale, di produzione ormoni steroidi, di produzione ormoni di crescita e di ricopertura e protezione delle guaine mieliniche, i cui danni portano a gravi disfunzioni della mobilità, come sclerosi laterale e sclerosi multipla.

ANORESSIA, OVVERO AVVERSIONE PER IL CIBO

Paradossalmente, la maggior parte della gente anoressica (si parla di oltre il 50%) è anche nel contempo bulimica, a dimostrazione della sua instabilità emozionale e delle sue precarie condizioni psicologiche. Anoressia deriva dal greco anorexìa (an privativo, più òrexis che sta per appetito), quindi si parla di mancanza di appetito e di voglia per il cibo, che nei bambini si trasforma in stato di nausea e di avversione per determinati cibi.

BULIMIA, OSSIA IL TUFFO NOTTURNO SULLA NUTELLA

Al contrario, bulimia significa letterariamente fame da bue, ovvero incontenibile ed improvvisa necessità di ingerire grosse quantità di cibo in modo rapido ed imbarazzante, e possibilmente di nascosto, per cui si instaura una specie di dipendenza dal cibo, simile a quella della droga, del caffè, degli zuccherini e dell’alcol. Le crisi bulimiche avvengono spesso in concomitanza con degli stress psicologici e degli stati di eccessiva tensione, per cui il cibo, sottoforma di tuffo notturno sulla nutella, o sul formaggio, o sull’affettato, o anche sottoforma di visitazione urgente alla McDonald’s e ai fast-food, diventa una sorta di compensazione e di appagamento di tutti gli appetiti corporali e spirituali del momento.

INSERIMENTO POLITICO DELL’ORTORESSIA

C’è poi il nutrizionismo di regime che, con grande e colpevole ipocrisia, inserisce spesso anche l’ortoressia tra le disfunzioni psicologiche della gioventù, definendola come ossessione della scelta qualitativa sui cibi, un perfezionismo che porta alla fine a una scarsa adattabilità e un impatto negativo. Nessuno nega che ogni tendenza maniacale e fanatica sia da criticarsi.

IDEALIZZAZIONE DEI MANGIA-TUTTO E DEI BEVI-TUTTO

Ma in questo caso gli accusatori tendono a demonizzare vegetariani, vegani e igienisti, facendo di ogni erba un fascio e difendendo la qualunquistica ideologia medica del mangiare un po’ di tutto, incluso ovviamente il materiale putrefattivo di macelli, macellerie, salumi e formaggerie. In pratica vengono idealizzati i mangia-tutto e i bevi-tutto, quelli che si illudono di trasformare il proprio apparato gastrointestinale in un una impossibile e mitico serbatoio del sangue e degli orrori, facendo giustizia sommaria del disegno inequivocabilmente vegano del corpo umano.

MA IL CORPO UMANO È INEQUIVOCABILMENTE VEGANO-FRUTTISTA

Corpo umano contraddistinto, ahimè per gli onnivori-cannibali-vampiri, da sangue alcalino (pH 7.30-7.50), da insuperabile tetto proteico anti-acidosi di soli 24 grammi proteine/giorno (variabile in base al consumo energetico-sportivo), da sistema immunitario ribelle e reattivo ad ogni inserimento alto-proteico (leucocitosi digestiva, con triplicazione immediata leucociti ad ogni pasto carneo, mentre ogni pasto vegancrudista virtuoso registra zero costi digestivi e zero sovvertimenti immunitari), da sistema assimilativo consistente in 5 milioni di villi e due campi da tennis di superficie assimilativa (totalmente inadatti alla colla caseinica dei latticini e alla micidiale ed acidificante cadaverina di tutte le carni bianche-rosse-verdi ed ittiche), da colon tempio della salute umana e richiedente equilibrio tra batteri saprofiti e simbiotici (di origine zuccherino-clorofilliana) e batteri putrefattivi e disbiotici (di origine proteica), onde evitare la pericolosissima formazione di gas putrefattivi risalenti ai sistemi olfattivi-gustativi-visivi-auditivi-pensativi concentrati in zona cranica.

LE STRUMENTAZIONI PARLANO CHIARO

Corpo umano contraddistinto da enorme vitalità elettromagnetica, da enorme attività enzimatica, da enorme attività neurologica. Tutte caratteristiche che si riflettono sulla scala vibrazionale Bovis-Simoneton, dove l’uomo in forma e in salute emana almeno 6500 Angstrom, ed è caratterizzato nel contempo da una generosa carica magnetica che gli consente di emettere radiazioni ionizzanti positive per un’area di 5-6 metri. Se l’uomo è invece in condizioni precarie, il suo corpo emette a malapena 3500-4000 Angstrom, o 1800 Angstrom, come nei malati terminali, e d emette un’aura grigio-nerastra assorbitrice di energia al pari di un buco nero stellare, come ben sanno i radioestesisti.

LE ONDE VIBRAZIONALI DELLA VITALITÀ

La frutta viva offre al corpo umano apporti vibrazionali all’infrarosso che valgono 9-10000 Angstrom. Le verdure crude toccano il colore rosso e valgono 7500 Angstrom. Le patate cotte poco e non sbucciate, ed anche i cereali integrali tenuti per qualche ora nell’acqua prima della cottura, arrivano agli stessi livelli (grazie alla presenza protettiva di amidi che sopportano un certo grado di riscaldamento). Tutte le carni stanno pericolosamente sui 3000 Angstrom e sui colori grigi ed ammalanti delle onde deboli. Altrettanto succede ai cibi cotti, ai cibi pastorizzati, ai cibi devitalizzati, ai cibi sintetizzati, ai cibi privati della loro acqua biologica originale.

LA MALNUTRIZIONE È UNA VERA IATTURA

La malnutrizione comporta, a livello fisiologico, ulcere intestinali (rettocoliti ulcerose), danni all’apparato digerente, disidratazione, danni dentistici e gengivali, danni cardiaci, danni epatici, danni renali, problemi al sistema nervoso, carenza di concentrazione e di memoria, danni ossei, blocco della crescita, emorragie interne, ipotermia, ingrossamento ghiandolare, lingua patinosa e alito maleodorante. A livello psicologico si parla di depressione, di bassa autostima, di sensi di colpa, di difficoltà relazionali, di manicheismo, di perfezionismo eccessivo, di instabilità umorale.

ALTRI MOTIVI DI INAPPETENZA

Oltre alle problematiche estetiche sopra accennate, l’inappetenza o anoressia può derivare anche da motivi più concreti, come vita sedentaria, errori dietetici, stitichezza, fegato e pancreas ingrossati (cibi carnei, zuccherini, salatini, grassi saturi), insufficienza renale (cibi cotti ed alto-proteici), sangue denso, viscoso e ed infiammatorio.

LA SENSIBILITÀ UMANA AGLI UMORI, AI SAPORI E AI PROFUMI È MOLTO ELEVATA

Per consumare del cibo occorre prima apprezzarlo, amarlo e desiderarlo, senza se e senza ma, senza riserve mentali. Occorre dunque selezionare al meglio la qualità dei cibi, senza temere di essere ortoressici.
La psiche umana, checché se ne dica, non è portata per il sangue e la violenza. Basta entrare, o anche solo avvicinarsi a un qualsiasi macello, perché l’appetito cada a livello zero. Basta sentire il puzzo del topo morto, o l’odore di “freschino” di un uovo perché ti si rivolti lo stomaco.

TRE STRATAGEMMI PER UN BUON APPETITO

Selezionare i cibi, presentarli bene, renderli accetti e gustosi, questo è il primo segreto. Fare tutta l’attività aerobica possibile, le camminate in montagna o sul bagnasciuga, le nuotate e le corse in bicicletta, con riattivazione del respiro a pieni polmoni, questo è il secondo punto. Via in modo totale e definitivo caffè, the, alcol, integratori, farmaci e sigarette, e qualsiasi sostanza smorza-appetito, questo è il terzo stratagemma. Lotta dura, lo dico e lo ripeto, agli zuccheri industriali e ai sali inorganici evidenti e nascosti, responsabili di distruzione vitaminica del gruppo-B.

SUCCHI D’ARANCIA E CENTRIFUGATI DI CAROTE

Il succo d’arancia al risveglio, ma anche un’ora prima del pranzo, è un ottimo stimolante dell’appetito. Il ricorso a centrifugati di carote, di sedano e di mele, con aggiunta di una piccola radice di zenzero, o un ciuffetto di verdure aromatiche tipo foglie di ravanello, ravanello, crescione, rucola, è in grado di ricreare appetito, simbiosi ed accettabilità intestinale. Tenere in tasca dell’uva passa da masticare tra un pasto e l’altro (questo vale soprattutto per i bambini).

IMMEDESIMAZIONE COL CIBO

L’appetito per il buon cibo è in fin dei conti appetito per la vita. È diventare un tutt’uno col cibo stesso. È un fondersi con la natura. Potrò sempre immedesimarmi con un fantastico frutto solare, con un dorato grappolo d’uva, o con delle patate magicamente confezionate da madre terra. Ma non potrò mai immedesimarmi con la salma spiumata e brutalizzata di un volatile, o con la straziante porzione di un cadavere in decomposizione.

NIENTE SBALZI E NIENTE SBANDAMENTI

Alla fine è una questione di posa mentale positiva ed ottimistica, una questione di fiducia in se stessi e nella capacità del nostro corpo di essere all’altezza, ovvero di prendersi dal cibo vivo ed ecologico le sostanze che gli servono, scartandone regolarmente i residui. L’interesse equilibrato e costante per il cibo giusto è argomento basilare della mia scuola libera, indipendente e priva di murature. Se hai tempo e voglia di leggerti qualcuna delle mie 2000 e oltre tesine, o temi, o scarabocchi, le puoi scaricare dal blog, mentre i miei 3 libri, se non li trovi alle librerie esoteriche o alle Feltrinelli di Firenze o di Prato, li puoi ordinare su internet.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
9 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
9
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x