ARTROSI CERVICALE E TORCICOLLO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MAMMA IN EVIDENTE DIFFICOLTÀ

Valdo carissimo, disturbo ancora e chiedo scusa. Ho 2 bimbe piccole, la piccola di 5 mesi, e ho poco tempo per me stessa. Quest’ anno la cervicalgia mi ha colpita con potenza. E’ davvero terribile. So di avere vizi posturali, e tenere in braccio la piccolina non aiuta. Ho già letto le tesine sui disturbi muscolari, lombalgie, e volevo postare un commento, che però sarebbe poco visibile visto che è passato un po’ di tempo. Volevo sapere, in due parole, cosa ne pensa del metodo occlusione gravità, se lei ha sentito riscontri positivi.

NIENTE FARMACI E NIENTE AGOPUNTURA

Davvero non so come fare, proverei con l’agopuntura ma non risolverebbe il problema, al massimo attenuerebbe i sintomi. Ovviamente non prendo alcun farmaco. Volevo anche sapere come posso donare qualcosa, ma ci tengo davvero tanto, se può mi indichi un conto corrente bancario.
Grazie infinite.
Lara


RISPOSTA

PENSA SOLO A GUARIRE E AD ESSERE IN FORMA PER LE TUE PICCOLE

Ciao Lara, Il discorso sulla donazione, le cui istruzioni si trovano a questa pagina, è davvero l’ultima cosa a cui pensare. Hai di sicuro altre priorità che incalzano. Due bambine piccole hanno bisogno di una mamma in piena forma. Apprezzo la tua gentilezza, ma il momento richiede che tu risolva positivamente le tue emergenze.

COS’È LA CERVICALGIA

La cervicalgia o cervico-artrosi è una malattia di tipo cronico-degenerativo riguardante la zona cervicale, con rigidità, vertigini, mal di testa, torcicollo, e dolori che si estendono fino alle spalle e alle braccia. Colpisce i due terzi della popolazione mondiale. L’irrigidimento al collo a viene all’altezza delle ultime tre vertebre. Il rachide cervicale, cioè il primo tratto della colonna, sostiene il cranio, lo stabilizza, gli conferisce mobilità, e protegge le strutture che passano al suo interno, come il midollo spinale e l’arteria vertebrale. Ci può essere anche un problema di ernia al disco cervicale.

VERTIGINI, MALI DI TESTA, MANCANZA DI RILASSAMENTO E DOLORI ESTESI

L’infiammazione alla zona cervicale non arriva soltanto dal sostegno della testa e dalla tensione muscolare, ma anche dai pensieri e dall’attività mentale. Il pensare e ripensare, il tornare sugli stessi problemi senza staccare la spina da essi,e senza trovare un rilassamento, porta pure a queste situazioni. Stanchezza, stress, malumore, sono tutti fattori di rischio per il riacutizzarsi del dolore. Questo perché lo stress si scarica in gran misura sulla zona cervicale, portando a dolori lancinanti e connesso malessere. Il rilassamento è dunque imperativo.

EZIOLOGIA

Quali le cause di artrite cervicale? Innanzitutto la sedentarietà e i difetti di postura, i colpi di freddo, i colpi di frusta con trauma distorsivo del rachide cervicale, l’iper-lordosi lombare, l’uso di materassi e cuscini morbidi, la carenza di esercizi rilassanti e di stretching coinvolgenti testa, collo, spalle e braccia. Ci possono anche essere delle complicazioni, tipo l’osteofitosi, che è una deposizione di spuntoni di materiale calcifico tra le vertebre. Questo comporta riduzione degli spazi tra i dischi

RIMEDI NATURALI

Quali i rimedi? Sono d’accordo con te sui limiti dell’agopuntura e sullo stare alla larga dai farmaci e dal solito cortisone. Sul metodo occlusione gravità non ho esperienze dirette e ci sono pareri discordanti. Pubblicando questa tesina non mancheranno di farsi vivi i soliti iperattivi sostenitori di tale sistema terapeutico, e magari anche qualche critico. In ogni caso esistono sicuramente dei rimedi normali, quali un buon programma di esercizi a corpo libero, con attenzioni particolari al collo alla testa , alle spalle e alle braccia.

ESERCIZI SPECIFICI PER UN RINFORZO DELLA MUSCOLATURA CERVICALE

Ruotare la testa lentamente, pressandola in avanti con le mani incrociate dietro la nuca. Facendo esercizi di rotazione spalle, di nuoto a farfalla, di respiro corretto in modo profondo e diaframmatico, si rinforza il fascio muscolare e si prevengono molti problemi. Per chi già soffre possono essere utili delle manipolazioni. Applicazioni di cataplasmi a base di fango termale o di di cavolo crudo possono attenuare di sicuro i dolori. L’alimentazione vitale e leggera non va sottovalutata nemmeno in queste circostanze. Ha infatti un importante ruolo, in quanto permette il realizzarsi di quella condizione di sangue fluido che è indispensabile per ogni processo alcalinizzante e disinfiammante a livello di sistema.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x