CALDO ASFISSIANTE E GEO-INGEGNERIA CLANDESTINA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

AFA E CALDO ASFISSIANTE AL DI LÀ DELLE REGOLE

Ciao Valdo! A proposito dell’afa e del caldo asfissiante che in questi giorni ci sta opprimendo, che ne pensi di questo articolo e altri correlati, apparsi ultimamente in molti siti internet?
Un abbraccio.
Elena

*****

INNO ALLA LIBERTÀ DELL’INDIMENTICABILE GIORDANO BRUNO

Verrà un giorno che l’uomo si sveglierà dall’oblio e finalmente comprenderà chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, A una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo. L’uomo non ha limiti e, quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo.
Giordano Bruno

*****

DOCUMENTO DI STRAKER  (Sintesi, titolo e sottotitoli di V.V.)

CARATTERISTICHE ARTIFICIALI DEL COSIDDETTO GLOBAL WARMING E DEGLI SCONVOLGIMENTI CLIMATICI

LA STORIELLA DELL’ANTICICLONE AFRICANO E DELL’UMIIDITÀ ELEVATA

Mentre i geoingegneri manipolano il clima, i media di regime manipolano i dati sul meteo, sui valori di umidità relativa e su quelli di pressione atmosferica, le fonti ufficiali continuano a ripetere che l’attuale ondata di caldo, abbattutasi su gran parte dell’Europa, è dovuta all’anticiclone africano cui sarebbe connessa un’umidità molto elevata.

SE I PARAMETRI DI UMIDITÀ FOSSERO DAVVERO ALTI SI FORMEREBBERO I NEMBI E SI SCATENEREBBERO DEI TEMPORALI

Tutto questo non corrisponde a verità. I valori igrometrici sono bassi in misura anomala anche nelle località di mare, a tal punto che non si formano quasi mai delle nuvole. Al massimo, in un cielo grigio-violaceo al mattino, aleggia qualche brandello di cumulo polveroso che è poi dissolto nell’arco delle ore successive. Se i parametri di umidità fossero davvero alti, si dovrebbero generare i nembi e si dovrebbero scatenare i temporali di calore anche sulle città, fenomeni che sono oggi solo un pallido ricordo del passato.

L’AUMENTO DELLE TEMPERATURE È DRASTICO, MIRATO E PIANIFICATO

In un firmamento così opaco non è agevole discernere gli aerei chimici a bassa quota con le loro scie persistenti ed effimere o assenti, ma le operazioni di avvelenamento globale continuano senza requie, notte e giorno, pure quando il cielo sembra sereno. Non solo: i riscaldatori ionosferici e probabilmente i satelliti in orbita geostazionaria seguitano ad irradiare campi elettromagnetici che aumentano le temperature in modo drastico e mirato.

AREE ROVENTI PER LE ATTIVITÀ CHIMICO-ELETTROMAGNETICHE

La verità è che il pianeta, soprattutto l’emisfero settentrionale, è sempre più caldo, ma non a causa delle emissioni di biossido di carbonio né a seguito dell’attività solare. Certe aree sono roventi per le attività chimico-elettromagnetiche che, tra le altre cose, depauperano l’atmosfera di ossigeno. L’umidità è decurtata o migra in aree circoscritte dove provoca disastrosi nubifragi. Le società private, che lucrano sull’acqua e sulla siccità, sono già sulla porta di casa, come petulanti piazzisti.
Le microonde sono una forma di radiazione non ionizzante che, producendo un violento attrito tra le molecole, genera calore. È quanto sta accadendo in questo periodo con i caloriferi al massimo.

ALBERI USTIONATI, UOMINI ED ANIMALI VITTIME DI UNA CALURA INFERNALE

Ne consegue un’afa spaventosa, secca ed innaturale. Gli esseri viventi ne risentono in modo preoccupante. Gli alberi sono ustionati da raggi ultravioletti non filtrati dall’ozonosfera ridotta a colabrodo. Animali e uomini accusano tutti i sintomi dovuti ad una calura infernale. Le nuvole zigrinate o simili a denti di pettine sono la grottesca conseguenza di pesanti azioni sul clima.
Riscaldamento globale, cambiamenti climatici, febbre del pianeta sono i mantra dei globalizzatori del clima, ma che cosa sta accadendo veramente?

SCONVOLGIMENTO DEGLI EQUILIBRI PROVOCATO DALLA GUERRA CLIMATICA IN CORSO

In buona sostanza lo sconvolgimento degli equilibri è provocato dalla guerra climatica con un innalzamento occasionale ed estemporaneo delle temperature di origine artificiale, soprattutto nell’emisfero Nord, più trafficato da velivoli commerciali e con una maggiore presenza dei cosiddetti riscaldatori ionosferici. Questo spiega perché, in questo periodo, mentre il pack artico tende a ridursi,  i ghiacci antartici si stanno espandendo. Lo spostamento indotto delle correnti a getto e le anomalie del Nino sono una delle cause principali della variazione dei flussi idrodinamici in quota.
Il resto è ottenuto con le microonde ed i metalli elettroconduttivi aviodispersi.

OPERAZIONI DI GEOINGEGNERIA CLANDESTINA

È dunque evidente un balzo del tutto anomalo dei parametri termici, fenomeno commisurato all’intensità delle operazioni di geoingegneria clandestina. Infatti le misurazioni sin qui eseguite da oltre 100 anni non mostrano un aumento delle temperature medie sulla Terra, piuttosto una tendenza nella norma. La NASA ed altri enti sono stati spesso colti in flagrante a falsificare i dati, pur di avvalorare la tesi del global warming.

ABERRAZIONI METEREOLOGICHE ATTRIBUITE DAI MEDIA A MACCHIE SOLARI E RAGGI COSMICI

Dispiace, però, che al negazionismo classico si aggiunga la disinformazione di siti pseudo-indipendenti che se, correttamente, smentiscono l’equazione tra biossido di carbonio ed i cosiddetti cambiamenti climatici, dall’altro attribuiscono le aberrazioni meteorologiche solo a manifestazioni naturali come macchie solari, raggi cosmici e cicli atmosferici. Tutto questo sulla base di studi che ignorano del tutto la geoingegneria clandestina, evidenziando solo fattori geo-fisici. Gli esperti di questi portali sono giunti a preannunciare, usando astrusi modelli, copiose piogge in Italia per la prima decade di luglio.
Autore: Straker

Fonte

*****

RISPOSTA

NON CREDIAMO AFFATTO ALLE LITANIE SUL CLIMA

Ciao Elena. Troppe cose si costruiscono e si realizzano a nostra insaputa sopra le nostre teste, perché noi possiamo prestare ascolto e dare fiducia e credibilità ai media che snocciolano tutti i giorni le loro litanie sul clima, attribuendo le aberrazioni climatiche sempre e solo a fattori naturali, quasi non esistessero le manipolazioni, gli sconvolgimenti e gli interventi della geo-ingegneria clandestina sui fenomeni atmosferici. L’aforisma di Giordano Bruno appare non solo indovinato ma persino profetico.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

17 commenti

  1. Sinceramente questi dotti documenti mi puzzano tanto di fantascienza, e forse altro non sono che patetici esempi di fuga dalle proprie responsabilità. Ci sarà pure qualche disgraziato che fa i suoi dannati esperimenti in giro per il mondo, ma il grosso del lavoro sporco lo facciamo noi, povera e disgraziata umanità cresciuta a dismisura e famelica di tutto, di cibo come di energia e di inquinamento, su un pianeta che non può ospitarla senza richiedere un prezzo assai salato anche in termini di riscaldamento globale, anzi soprattutto di riscaldamento globale, che quindi è da imputarsi a quelle brave persone che siamo noi, e non a qualche untore fantascientifico, a qualche improbabile progetto di ingegneria clandestina. Il dramma si sta svolgendo alla luce del sole, per vederlo basta non fare come gli struzzi, che nascondono la testa fra la sabbia. Ma come si fa a dar credito a queste fughe dalla realtà, se prima non si prende atto delle nostre proprie responsabilità, grandi come una casa, ingombranti come una trave nei nostri occhi di contro alla pagliuzza altrui.

  2. grazie Antonio per l'interessante approfondimento. Chiaro che i militari non sono degli stinchi di santi, ma il grosso del danno siamo noi stessi a produrlo. Altro che complotti architettati con diabolica ferocia da qualche responsabile-irresponsabile (che credeva di farla franca ma che è stato smascherato per tempo). La realtà è che il dramma va in scena ogni giorno a cielo aperto, in cui gli attori siamo noi stessi. Noi intesi come umanità nella condizione in cui questa è stata trascinata dall'uomo per sua responsabilità, quella cioè di un termitaio famelico sopra un fazzoletto di terra, che è tutto quel che ha.

  3. Come troverò un pò di tempo cercherò di approfondire un pò così come consiglia Antonio. Devo dire la verità, sono alquanto scettico sulle scie chimiche. Concordo con Francesco anche se non mi stupirei di niente. Tutto sembra possibile. Il mio è un "no" cauto. Reso tale…cioè reso prudente…dalla convinzione che il clima lo si può tecnicamente manipolare. Non sono io o qualche complottista a dirlo ma le autorità stesse, i militari e qualche autorità politica. Ci sono dichiarazioni esplicite in questo senso, disseminate qua e là. Però da qui a dire che c'è in atto tutti i giorni un'opera sistematica per quel o quell'altro motivo, ce ne passa. Da sottolineare due aspetti. Del primo ne accennava Francesco e cioè che puntare il dito su cattivi occulti (tali o presunti che siano) va in direzione di una deresponsabilizzazione di massa che rischia di essere spesso auto- assolutoria. Allora la persona che incolpa qualcuno ha poi strada libera per fare quello che più gli aggrada. Da buttare la carta in terra o dal finestrino dell'auto, fino a driblare la raccolta differenziata e prendere la macchina per fare 100 metri. E magari comperare il sapone liquido della multinazionale, carico di metalli pesanti e sostanze non biodegradbili. Si inquina, si fanno acriticamente i comodi propri e poi si va a gridare per le scie chimiche.
    In attesa di capire meglio come stanno realmente le cose, c'è l'altro aspetto. Come vive la persona che tutti i giorni si attacca al sito complottista o di informazione alternativa? Qual è il suo stato d'animo? Quali pensieri coltiva? Basta leggere il tenore dei vari interventi, dei commenti e così via. Tutto nero, oscuro, drammatico, terrifico, negativo e così via. Al punto che non resta o rischia di non restare più alcuno spazio per l'impegno personale; per il proprio intervento, per la propria azione….ovviamente in proporzione alle proprie possibilità e alle proprie capacità. C'è solo spazio per la polemica, per la recriminazione. Viene sempre più facile puntare il dito e poi attaccare chi appare scettico. L'esclamazione più frequente è :"SVEGLIA!!!!!" A me viene da pensare, qualche volta, che tutto questo sia solo uno degli episodi dell'inganno finto-libertario della rete. Vittime di quest'inganno sono perlopiù i rivoluzionari in pantofole che gridano da dietro la tastiera, coperti dall'anonimato.

  4. Poi c'è il rovescio della medaglia costituito dalla gente comune che effettivamente dorme profondamente e si fa manipolare dai mass media che gli fanno credere di tutto. Non è solo questione del latte che fa bene e disintossica, della bistecca che fa sangue e dà energia, del caffè che toglie la depressione e delle proteine che fanno i muscoli. Ci sono pure i Talebani che tirano l'antrace, le migrazioni degli uccelli che invece di andare da nord a sud , vanno da ovest ad est e portano l'aviaria ("si è ammalato un pappagallo in Corea!!!), c'è Saddam che da fuoco ai pozzi di petrolio e c'è l'ISIS che sorge improvvisa dal nulla e con diecimila uomini minaccia il mondo intero. E come dimenticare il clamoroso falso giornalistico di Gheddafi che aveva fatto bombardare un quartiere ribelle di Tripoli? Dunque una situazione nel complesso non facile. Devono andare a braccetto senso critico, capacità di discernimento e prudenza, cercando sempre di capire dove vuol arrivare chi ti da la notizia e quali sono gli effetti pratici che ne conseguono. Senza il proprio equilibrio interno non si va da nessuna parte.

  5. la geoingegneria è un dato di fatto, non beccate ai primi siti che vi linkano che parlano di bufala e raccontano delle stronzate sulla condensa… informatevi bene e approfondite il discorso..

    dispiace vedere che anche qui gira chi vuole volutamente disinformare linkando i classici siti di debunker prezzolati che parlano di bufala delle scie chimiche per tranquillizzare gli animi… e dispiace vedere gente sveglia e consapevole sul tema alimentazione non esserlo affatto invece su quanto succede nel mondo…

    Spesso gli stessi siti che denigrano l'igienismo, valdo vaccaro o alimentazione vegana sono gli stessi che denigrano chi scrive e informa sulle scie chimiche e la Geoingegneria clandestina… Per fortuna che almeno Valdo ha gli occhi per vedere e la voglia di guardarsi ancora attorno…

    Comunque guardatevi questo documentario:

    https://www.youtube.com/watch?v=MJcExbtgP7E

    fino alla fine…

  6. Antonio Armando on

    Egregio wake, il link che mi sono permesso di segnalare ha il solo pregio di riportare qualche elemento (specificamente tecnico, se vuoi) in più necessario (forse fondamentale) per avere un quadro più completo possibile sull'argomento. Giusto per non pensare che basti un biplano con qualche diffusore sotto l'ala per saturare l'aria di bori e cadmio. Nessun intento o pretesa di emettere la sentenza definitiva che tutti vorremmo.
    Giusto per non fare la figura di quelli che ti domandano: "…e cosa mangi, allora?!" o: "e dove le prendi le proteine?".
    Quindi, cortesemente, calma con le considerazioni del tipo: "…anche qui gira chi vuole assolutamente disinformare…".
    Cerchiamo solo di capirci qualcosa in più, non di provare a riempire di stronzate la testa di chi legge.
    Se non gradita o ritenuta indegna basta segnalare la cosa con il garbo che questo blog ha più volte dimostrato di richiedere.
    Scusa e grazie.

  7. Io non so come stiano le cose, a volte penso sia tutta una cretinata (e sinceramente spero che lo sia) e a volte mi vengono dei dubbi.
    Ad esempio, qualcuno sa spiegarmi come mai tali scie nelle previsioni dei vari meteo vengono tranquillamente definite "velature" o "nubi", quando invece è più che evidente (basta osservare il cielo) che si tratta non di nubi bensì delle scie lasciate dagli aerei? O come mai quando nelle previsioni per il giorno successivo si legge "Velature in transito" (tra l'altro a quanto ne so il termine "velatura" in meteorologia non esiste nemmeno, anche cercando il significato di tale parola non si trova niente che abbia a che fare con le nuvole o con il meteo) regolarmente il giorno dopo compaiono queste scie lasciate dagli aerei? Perchè spacciano queste scie (fossero anche normali gas di scarico) per normali nuvole? Sarebbe come se passassero dei canadair (quegli aerei per spegnere gli incendi) a gettare acqua dal cielo e nei meteo dicessero che piove o è prevista pioggia. Alla luce di questo è chiaro che non dicono le cose come stanno e cercano di far credere che tutto sia normale, se vogliono far passare per normali nuvole le scie lasciate dagli aerei, e che quindi stanno cercando di nascondere qualcosa alla popolazione, ingannandola.
    A voi questo sembra normale? Praticamente vi dicono che quelle scie lasciate dagli aerei in cielo sono semplici nuvole e non gas di scarico o quant'altro, e quindi che le nuvole sono create dagli aerei, e non ci trovate niente di strano, per voi tutto quadra? Per voi quelle scie che una volta essere state rilasciate dagli aerei poi si espandono e coprono il cielo e che vengono definite come normale nuvolosità non hanno nulla di strano, di anomalo? Vi dicono che quelle sono normali nuvole quando si vede benissimo che normali nuvole non sono affatto, dato che escono dagli aerei in transito. Vi pare tutto a posto? Boh. A me sinceramente no.

  8. Ho la casa invasa di libri per approfondire le cose. Non corro certo il rischio di farmi le opinioni col primo link che trovo su qualsiasi argomento. Per principio. Poi io diffido di internet, il luogo dove vanno a braccetto informazione e errore, ignoranza, verità e suggestione (= manipolazione) malevola.
    Detto questo farò la seguente considerazione. Diciamo che un 5% di persone crede alla realtà delle scie chimiche. Ce n'è almeno altrettanto che ne nega la veridicità. Entrambi, tra l'altro, gridano :"sveglia!!!!" e lo fanno in maniera aggressiva. Ma la cosa importante è che il rimanente 90% se ne frega. Non ci pensa proprio; si occupa d' altro e fondamentalmente non gli interessa. Anzi molti di essi non sanno neanche di cosa si tratti esattamente. O l'argomento non li appassiona. Ebbene, quando si espone la tesi cosidetta complottista, cioè quella che vuole aprire gli occhi su di una realtà misconosciuta al grande pubblico, non conviene abbassare i toni settari o se vogliamo da fanatici testimoni di Geova? Infatti il 5% già convinto non ha bisogno di credere, L'altro 5% si imbufalisce ancor di più alzando ulteriormente la voce. Domanda: i toni esasperati non rischiano di allontanare sempre di più quelli che al momento non provano alcun interesse per l'argomento? E se anche volessero provare sinceramente a capire dove stia la verità, non sentirebbero lo stesso fastidio che provo io quando qualcuno vuole impormi il proprio parere?
    In particolare la parte negazionista fa quest'errore sempre, ricorrendo allo stupido sfottò, alla presa in giro e al sarcasmo. Insopportabile. E' come se un libro scolastico di matematica si dicesse :"Idiota, non capisci che due più due fa quattro? Datti una svegliata" Così non si va lontano. Ad un certo punto capisco chi se ne frega perché saperlo o meno non arreca, attualmente, alcun vantaggio. Anzi….

  9. Antonio Armando on

    Link molto interessante. C'è di che approfondire.
    Stiamo trasformando questo magnifico pianeta in una pozza di letame.
    Il pianeta sopravviverà comunque.
    Noi no. E visto come ci stiamo comportando, credo sia giusto così.

  10. Grazie Wakeup ed Antonio per i link. Bisognerebbe cercare di trovare il tempo per approfondire la materia

  11. Antonio Armando on

    Proprio così.
    Per trattare con un minimo di competenza l'argomento bisognerebbe approfondire fisica, chimica, meteorologia, costruzioni aeronautiche, navigazione, aerotecnica, etc.
    Metti poi che, a differenza dei regimi alimentari/diete non puoi sperimentare direttamente certe soluzioni ma affidarti a risultati proposti da terzi, la cosa si fa particolarmente complessa.
    Comunque, ogni contributo a maggior conoscenza e chiarezza non può che essere ben accetto.
    Anche se, visto come vanno le cose, meno sai e meglio stai!! (Lo dico con tono ironico, ovviamente).

  12. Si Antonio. Ci pensavo nel pomeriggio. Nell'ambito alimentare tu hai un riscontro concreto. Che poi è decisivo nella tua scelta finale. Ti dici:"al diavolo le prove. Ora sto finalmente benone!"
    In altri settori è più difficile.
    Poi come dicevo, sapere o no come stanno realmente le cose, non ti cambia nulla …almeno attualmente. Anzi! E infatti avevo posto delle domande retoriche, chiedendomi e chiedendo a tutti di capire come vive ( emotivamente) chi sta spesso su certi siti cosidetti complottisti. Si alimenta un clima negativo in modo costante. Tutto è nero , pericoloso, da combattere, contrastare. Ovunque inganni, imbrogli malevoli, attentati alla sicurezza umana, violazioni della serenità e rottura degli equilibri tradizionali. Chi c'è dietro a questa produzione sistematica di negatività per il tramite di internet? E cosa ottiene dalle persone che vi bivaccano per ore tutti i giorni? Non certo le rivoluzioni tese a risolvere i problemi, ma casomai l'esatto contrario. Tutta questa valanga di informazione….e….puff! Niente, se non disimpegno nel mondo reale e perdita dell'autostima causata (anche!) dalla costatazione di non poter fare nulla. Io ci penserei su cercando di non farmi trascinare emotivamente nella bolgia..

  13. Antonio Armando on

    È davvero dura riuscire a digerire certe verità salvaguardando morale e un po' di voglia di ottimismo. Attualmente è quasi impossibile.
    Puoi fregartene, certo, ma a che prezzo?
    È un po' come seguire la dieta che la moda del momento impone. Nell'immediato funziona pure (o meglio, sembra funzionare!), dopo un po' ti ritrovi più inguaiato di prima.
    Ci vuole equilibrio, potremmo dire. Ma se pensi che questo modo di fare economia (diciamo pure soldi) ci porterà all'autodistruzione, non è che ti venga tutta sta voglia di lasciar correre. Anzi, ben altri sentimenti nascono dentro, che niente hanno a che fare con la pacifica convivenza. E ti rovini la salute!
    Che begli affari che stiamo facendo…

  14. C'è una terza strada tra il fregarsene e lo stare concentrati sul negativo senza risolvere niente. La sintetizzò un filoso la cui massima di vita era:" fa che ciò su cui non puoi nulla, non possa nulla su di te". Secoli di saggezza orientale ci parlano dell'equilibrio interno come qualcosa che va perseguito. Cosa risolvi orientando la tua anima sul negativo? Cosa ottieni? La nostra cultura materialista ignora per partito preso questa necessità. "Meglio accendere una luce che maledire l'oscurità". Così sentenziò Confucio. Insisto: cosa accade nella mente di un giovane che sta ore tutti i giorni a maledire l'oscurità senza provare ad accendere nessuna luce?
    E poi ancora: non siamo nell'epoca della super informazione? Non ci nutriamo delle bellurie della rete? Non siamo circondati di persone che sanno tutto su tutto e che si sentono (magari dietro la tastiera) degli onnipotenti? Eppure non cambia niente di essenziale e la gente è belluinamente gabbata più che mai. Ogni rivoluzione è finta e tutto cambia affinché non cambi nulla….di essenziale. La rete invece di renderci più liberi ci rende più facilmente manovrabili. Farei ogni cosa possibile per tenere lontano un figlio dai castratori moderni di internet che ti fanno sfogare spingendoti ad aderire ad un sito arrabbiato, cattivo; dove si grida e ci si indigna tutto il giorno. Appunto: sfogare. E poi :"arrangiati e portati a spasso la negatività che ti sei coltivato".