CAZZAROLA STO MORENDO, PREGATE PER ME

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UN MESSAGGIO CHE SA UN PO’ DA OBITORIO

Ciao Caro Valdo. Ti scrivo per la seconda volta dopo la tesina “Eccessi proteici di origine vegetale”, dell’1/1/12. Sono rammaricato di non aver potuto incontrarti a Massa Lubrense la scorsa estate. Avrei voluto farmi una foto con te mentre ti stringevo la mano ma, in compenso conservo gelosamente il “Dizionario di salute naturale” da te autografato con dedica, fattomi recapitare con grande gentilezza da Franco. Stavolta ti scrivo per comunicarti non un dubbio ma una certezza alquanto funerea. Purtroppo mi restano da vivere un paio d’anni circa, e niente di più.

PERCHÈ NON MANGI CARNE?

Ora ti spiego: qualche mattina fa mi trovavo come al solito dal fruttivendolo di mia convenienza. Mentre caricavo diverse borse di tanta tipi di frutta, ad un tratto, mi sento chiedere: “Devi forse fare la marmellata?” Alzo lo sguardo e vedo una signora intorno ai 45-50 anni credo, alta e magra, dall’atteggiamento un po’ snob, alla quale rispondo con un po’ per le rime: “No, la mangio tutta con attrazione libidica. Sono un fruttariano che va a gonfie vele grazie a frutta e verdure crude, oltre che patate al vapore, legumi e qualche cereale”. “Perché non mangi carne? Forse hai dei problemi ai reni?” ribadisce lei, acida e supponente.

BASTANO E AVANZANO I VELENI DELLA DIETA METABOLICA DEL DR MAURO DI PASQUALE

“Non so. Non penso sia così. Probabilmente i guai li avrei avuti se avessi continuato a non mangiarla, come facevo fino ad un anno e mezzo fa. A quel tempo seguivo la dieta metabolica del Dr. Mauro Di Pasquale, durante la quale, dal lunedì al venerdì mi saziavo con carne, pesce, uova, latte e formaggi e poi nel fine settimana tanta frutta e pasta per ricaricare i carboidrati”. E lei “Ah, ho capito, facevi attività fisica?” “Si, andavo in palestra per ingrossare senza ingrassare, ma veramente ci vado ancora” . “Ma ora, almeno i legumi li stai mangiando?” “No!” “E perché?” “Sono troppo proteici!”

SOLO DUE ANNI? URCA CHE SORPRESA!

E qui caro Valdo, la signora diventa drastica e implacabile, al punto da sentenziarmi “Male! Molto male! Se continui così avrai gravi problemi di salute entro due anni. Devi prendere le proteine! Se ti dico questo è perché sono una Nutrizionista” . “Solo due anni? Urca che sorpresa!” ribadisco, incocciando le dita da buon campano. “Se una Nutrizionista dice questo, vuol dire che siamo davvero inguaiati e malmessi”.

ECCO PERCHÈ LE SPAZZATURE NON FINISCONO MAI DI LIEVITARE

A parte il fatto che non sono il tipo da farsi mettere nel sacco dalla prima scema che passa, un minimo di logica credo di averla assimilata grazie ai tuoi insegnamenti igienisti (libri, tesine, video ed esperienza personale di 18 mesi). Rispondo dunque per le rime e con tono incrementato: “Cara Dottoressa, mi scusi, niente di personale, non la conosco neppure, ma ho la sensazione che i libri sui quali lei ha studiato e preso una eventuale laurea, andrebbero gettati nel bidone delle spazzature”.

“AVRAI GRAVI PROBLEMI DI SALUTE CHE TI CONDURRANNO A MORTE”

E lei, con smorfia di disapprovazione mista a mezzo sorriso ironico: “Non puoi vivere senza proteine!” “I fatti dimostrano il contrario Signora Bella! Sono 18 mesi che mangio tanta frutta e mi sento molto meglio, anzi, mai sentito meglio, neanche quando avevo vent’anni”. Ed ora la sua trovata finale: “Fino ad ora hai vissuto delle tue stesse proteine e puoi continuare così al massimo per due anni, dopodiché avrai gravi problemi di salute che ti conduranno alla morte”.

ORA ME LO SEGNO!

A questo punto l’ho salutata citando una battuta del grande Massimo Troisi: “Va bene! Non si preoccupi! Ora me lo segno!” Questo veloce botta e risposta è avvenuto davanti al fruttivendolo e a diversi clienti che si sono fermati tutti ad ascoltare. Probabilmente anche loro avranno pensato che il folle ero io. Il moribondo ti ringrazia infinitamente e ti saluta. Un caloroso abbraccio.
Renato da Napoli

*****

RISPOSTA

L’UMORISMO E LE FREDDURE DI MASSIMO TROISI NON HANNO AVVERSARI

Ciao Renato. Grazie per questa perla teatrale dal vivo, inedita e divertente davvero. Chiaramente il tuo senso dello humour, abbinato alle spassosa e unica colloquialità comica di un infinito e intramontabile Troisi, non può finire ignobilmente sprecata in mezzo alle cassette di carciofi, arance e mele. Non c’è bisogno che ci metta del mio per pubblicare il tuo messaggio. “Abile arruolato”, dicevano i selezionatori militari, alla visita di naia nei tempi andati. Non lasciarmi a secco troppo a lungo. Spero che ti capitino altri episodi del genere, e ci facciamo delle terapeutiche risate, particolarmente preziose in questi tempi grami.

IL BRULÉ DI SANGUE NON DONA LONGEVITÀ

Quanto alla distinta Nutrizionista-Vampiro, rigurgitante urina e liquidi organici da macello, e circondata da un’aura sicuramente debilitante e stomachevole, ricordiamo che siamo fatti all’80% di acqua, e che tutto sommato le differenze tra la sua bevanda preferita, il sangue fumante delle vittime, e la nostra verde clorofilla, sono tutto sommato minime, per cui la molecola animale è aggregata intorno a un atomo di ferro, mentre quella vegetale intorno ad un atomo di magnesio.

STARE FUORI DALLE BRUTTURE HA UN VALORE INCOMMENSURABILE

Solo che noi ci appropriamo dei succhi zuccherini e dei succhi clorofilliani in modo diretto, crudo e vitale, massimizzando le vibrazioni Angstrom ben sopra il minimo di 6500, rispettando il tetto proteico dei 24 grammi/giorno, assicurandoci la quota minima antiossidante di 500 ORAC/giorno, producendo digestioni veloci e sangue fluido, garantendo stabilità e armonia al sistema endocrino-ormonale, procurando funzionalità massima all’asse fegato-cistifellea-milza-reni. Senza scordare, last but not least, la nostra estraneità alle spregevoli e vili brutture della sopraffazione animale che gridano vendetta al cospetto di qualsiasi Dio e di qualsiasi anima gentile. Ti immagini un Massimo Troisi che pianta il coltello sul collo di un porcellino, di un puledro, di un asinello o di una innocente anatra che gli fa quack-quack?

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

5 commenti

  1. Mi sa che la nutrizionista in questione deve essere imparentata con la madre della mia ex ragazza…..stesso stile, stessa profondità di pensiero…Quello che ci vuole per una relazione duratura…che resista al tempo…

  2. Enzo Spataro on

    Come sono patetici questi nutrizionisti e medicastri da due soldi bucati,quindi ci resterebbero un paio d'anni di vita…anni tra l'altro contraddistinti da picchi di salute e benessere mai provati prima, in pratica gli ultimi sussulti del condannato a morte…ormai si arrampicano sugli specchi sti cialtroni.

  3. Uh mamma! Allora sono già zombizzata: da quattro anni seguo la dieta vegan-crudista con poco cotto!
    vado a prenotare il loculo……

  4. Addio Gattina, mi precedi di poco. Speriamo di non incontrare la dietista pure di là.
    La vita non vale un TUBLER

  5. ahahaha, siete dei grandissimi 🙂
    Per conto mio, ho cominciato da poco quindi mi restano ancora 1 anno e 9 mesi..
    Immagino che la scomparsa in 5 giorni di asma allergica, di allergia ai gatti, la remissione della rinite e l'assenza della minima infreddatura in questi mesi siano il sintomo di un corpo che si approssima alla fine..

    Un (fortissimo) abbraccio vegan crudista a tutti 🙂